Principale Analisi

Prednisone per i bambini:
dosaggio e istruzioni per l'uso

Il prednisolone è un medicinale ormonale comunemente usato nelle malattie acute e in condizioni potenzialmente letali. Quando viene prescritto per i bambini e in quale forma viene utilizzato? Come funziona un farmaco del genere sul corpo di un bambino e quale tipo di reazione avversa può avere un bambino durante il trattamento con prednisone?

Modulo di rilascio

Il prednisolone è prodotto da diverse aziende e, a fianco del nome del farmaco, a volte c'è una parola che indica il produttore (ad esempio, Prednisone Nycomed). Il farmaco è rappresentato dalle seguenti specie.

  • Compresse. Di solito sono di forma cilindrica piatta e di colore bianco, e una confezione contiene da 10 a 120 compresse (il più delle volte vengono prodotte 100 bottiglie di polimeri).
  • Unguento, che viene utilizzato per il trattamento esterno. Questa è una massa bianca spessa, posta in tubi di alluminio nella quantità di 10 go 15 g.
  • Fiale con una soluzione che può essere prurito in un muscolo o iniettato in una vena. Tali fiale contengono 1 o 2 ml di una soluzione limpida. Il liquido è incolore, giallastro o giallo-verdastro. Una confezione contiene 3, 5 o più fiale.

In candele, gocce, capsule, sciroppi o altre forme di Prednisolone non vengono rilasciate.

struttura

Tutte le forme di dosaggio del farmaco contengono prednisone come ingrediente principale. È presentato in tali dosaggi:

  • 1 compressa - 1 mg o 5 mg;
  • in 1 ml di soluzione iniettabile - 15 mg o 30 mg sotto forma di fosfato di sodio;
  • 1 grammo di unguento - 5 mg.

Eccipienti in diverse forme e farmaci di diversi produttori differiscono, quindi l'esatta composizione dovrebbe essere vista nelle istruzioni o sulla confezione di un particolare farmaco.

Principio di funzionamento

Il prednisolone è un ormone sintetico del gruppo dei glucocorticosteroidi e agisce in modo simile ai composti ormonali prodotti nelle ghiandole surrenali.

Questa sostanza:

  • Sopprime lo shock e previene la morte sotto shock;
  • elimina rapidamente ed efficacemente il processo infiammatorio, indipendentemente dalla sua gravità e localizzazione;
  • inibisce l'essudazione - il rilascio attivo di fluido dai tessuti infiammati;
  • blocca lo sviluppo di una reazione allergica ed elimina i sintomi di allergia come eruzioni cutanee, gonfiore, prurito e altri;
  • ferma la riproduzione attiva delle cellule nel sito della lesione, che impedisce la comparsa di cicatrici;
  • sopprime il sistema immunitario.

Tutti questi effetti del Prednisolone si sviluppano molto rapidamente, e l'effetto del farmaco è molto forte, quindi viene usato in caso di pericolo di vita o nei casi in cui altri medicinali sono stati inefficaci. Se esiste la possibilità di sostituire un farmaco con altri farmaci, dovrebbe essere usato.

Il prednisolone ha le seguenti proprietà:

  • stimolazione della disgregazione proteica nei tessuti e nel flusso sanguigno, nonché sintesi di molecole proteiche nelle cellule epatiche;
  • aumento dei livelli di glucosio nel sangue;
  • il ritardo di Na + e dell'acqua, che causa gonfiore;
  • aumento dell'eccitabilità delle cellule nervose nel cervello;
  • riduzione dell'assorbimento di potassio nel tratto gastrointestinale e stimolazione della sua rimozione dal corpo;
  • ridistribuzione delle riserve di grasso con un aumento della sua quantità nella parte superiore del corpo;
  • abbassando la soglia di prontezza convulsa;
  • inibizione della produzione di glucocorticoidi, così come di FSH e TSH.

Tali effetti del farmaco non sono curativi, ma dovrebbero essere presi in considerazione, poiché sono loro che causano gli effetti collaterali.

testimonianza

La ragione per compresse e iniezioni di prednisolone è:

  • tossici, traumatici, ustioni o altri shock;
  • gravi reazioni allergiche acute (il farmaco è prescritto per edema di Quincke, orticaria e shock anafilattico);
  • gonfiore del cervello a causa di vari motivi;
  • grave asma bronchiale e stato asmatico;
  • artrite reumatoide, sclerodermia e altre malattie sistemiche che colpiscono il tessuto connettivo;
  • infiammazione delle articolazioni di diversa natura (la medicina viene iniettata nell'articolazione o somministrata in compresse);

Prednisone per i bambini: uso e opinioni sul farmaco

La moderna farmacologia offre un numero di antistaminici, un ampio spettro di azione che è diretto verso l'allergene nel corpo umano.

Questi farmaci includono il moderno Prednisolone, che è approvato per l'uso anche per i bambini.

Informazioni generali sul farmaco

Il prednisolone è un farmaco ormonale glucocorticosteroide utilizzato rigorosamente come prescritto da un medico per il trattamento delle reazioni allergiche e dello shock anafilattico nei bambini. Si riferisce ai farmaci di seconda scelta ed è usato nei casi in cui i farmaci anti-infiammatori non steroidei non sono abbastanza efficaci. L'agente debolmente attivo può essere assunto sistematicamente e localmente.

L'ingrediente attivo nella composizione del farmaco è un analogo naturale dell'idrocortisone (ormone surrenalico). Il farmaco ha un certo numero di proprietà curative, tra cui anti-shock, anti-infiammatori e antistaminici.

Rilasciare forma, composizione e imballaggio

Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse e soluzione iniettabile. Le compresse sono bianche, arrotondate, a rischio. La forma compressa di rilascio nella sua composizione contiene componenti ausiliari e attivi, la cui ricezione, entro limiti ragionevoli, non danneggerà il corpo del bambino.

Il componente principale è prednisone, il cui contenuto in una compressa non supera i 5 mg. Ulteriori elementi includono:

  • zucchero di origine naturale;
  • concentrato di mais industriale;
  • ossido di silicio;
  • acido alifatico carbossilico;
  • sodio carbossimetilcellulosa;
  • sale di sodio stearico.

Le compresse sono confezionate in blister da 10 pezzi. Le bolle vanno in vendita in cartoni da 3/5/10 pezzi. Le scatole contengono istruzioni per l'uso e tutti i contrassegni necessari:

  • numero di serie;
  • durata di conservazione;
  • numero di pillole;
  • informazioni sul produttore.

Soluzione di iniezione

La soluzione di iniezione è un liquido giallo incolore, raramente giallo-verde. Il principio attivo è identico a quello che è contenuto nelle pillole. Il contenuto di prednisolone in 1 ml di soluzione non supera i 30 mg. È completamente sicuro per il corpo del bambino.

  • pirosolfito di sodio inorganico;
  • soda caustica;
  • acido nicotinico vitaminico;
  • sale di sodio organico;
  • acqua per iniezione

Il liquido viene versato in un contenitore di vetro trasparente da 1 ml. Le ampolle sono racchiuse in pallet di plastica e vendute in scatole di cartone con tutti i contrassegni necessari.

Azione farmacologica

Le cellule dei bambini si dividono più velocemente delle cellule adulte, quindi l'allergene si diffonde più rapidamente nel corpo dei bambini. Sotto l'influenza del prednisolone, le microphage tissutali e i globuli bianchi riducono la propria attività.

La relazione del componente attivo e dei recettori citoplasmatici ha un effetto positivo sui processi metabolici nel corpo del bambino. Nel processo di interrelazione si formano induttori di sintesi proteica.

L'inibitore allergico aiuta a ridurre l'infiammazione nel corpo umano, accelera il processo di sintesi delle prostaglandine. Aiuta a ridurre il corso di una reazione allergica, blocca la diffusione dei mediatori allergici. Il prednisolone riduce il numero totale di leucociti basofili nel sangue.

farmacocinetica

Entrambe le forme di rilascio sono rapidamente assorbite nel flusso sanguigno e diffuse attraverso i tessuti. Le compresse sono assunte per via orale, il guscio inizia a dissolversi in bocca. Mentre la compressa penetra nello stomaco di un piccolo paziente, la compressa si disintegra nelle sue parti costituenti.

La massima concentrazione terapeutica nel sangue viene raggiunta 20 minuti dopo l'assunzione della pillola e dura 2 ore.

La soluzione per iniezione si riempie rapidamente di sangue. Il principio attivo viene diffuso attraverso le cellule dei tessuti. Metabolizzato principalmente nel fegato e dotti epatici.

Entrambe le forme di dosaggio vengono eliminate dal corpo del bambino insieme all'urina attraverso i reni.

Meccanismo di azione

Il farmaco glucocorticosteroide influisce negativamente sugli allergeni. Ha la più grande attività contro gli allergeni da cibo e farmaci. Sotto l'influenza dell'allergene, l'istamina diventa più attiva e provoca una reazione, accompagnata da un naso che cola, gonfiore, prurito e eruzioni cutanee nei bambini.

Quando viene rilasciato nel sangue, il rednisolone aiuta a ridurre i neutrofili e i basofili nel sangue del paziente. La quantità di istamina espulsa è ridotta di 1,5 volte. Con l'uso regolare, Prednisolone neutralizza l'azione dell'istamina e gradualmente ne interrompe il rilascio nel sangue.

I mastociti nella pelle, sotto l'influenza del farmaco cessano di assorbire l'istamina. Il prednisolone impedisce la fusione di istamina e recettori nervosi.

testimonianza

Il farmaco in compresse è ampiamente usato in un certo numero di malattie causate da vari allergeni. Questi includono:

  • allergie alimentari nei bambini;
  • allergie nei bambini causate da farmaci;
  • infiammazione allergica non infettiva della pelle;
  • reazione sierica proteica;
  • eczema infantile (cronico);
  • contattare la dermatite allergica nei bambini;
  • allergia infantile al polline delle piante;
  • infiammazione allergica della mucosa nasale;
  • orticaria da bambini;
  • carattere edema angioneurotico.

Eczema nei neonati

Controindicazioni

Il farmaco è severamente vietato in alcuni casi. Il prednisolone per i bambini può essere prescritto solo per motivi di salute. Non è raccomandato somministrare medicinali a bambini di età inferiore a 3 anni.

Le controindicazioni assolute sono la presenza delle seguenti malattie:

  • diabete;
  • ulcera peptica;
  • psicosi;
  • tromboflebite;
  • bassa pressione sanguigna.

L'ammissione è vietata ai bambini ai quali è stata diagnosticata ipersensibilità o intolleranza individuale ai singoli componenti del farmaco.

Istruzioni per l'uso

Le compresse devono essere assunte per via orale, senza masticazione e lavaggio con una grande quantità di liquido. La dose raccomandata dipende dal peso del bambino. Il dosaggio corretto può essere calcolato sulla base di 400 μg del farmaco per 1 kg di peso. La tariffa giornaliera non deve superare i 2 mg. Deve essere diviso in 5 ricevimenti. È necessario bere il medicinale ogni 2-3 ore.

La soluzione di iniezione può essere utilizzata solo in casi di emergenza. Il farmaco viene iniettato lentamente nel muscolo gluteo. In una situazione critica, i bambini di età inferiore a 1 anno non devono ricevere più di 1 mg / kg di peso. I bambini di età superiore ai 12 mesi e fino a 14 anni di età vengono somministrati a 2 mg / kg.

overdose

Il sovradosaggio aumenta il rischio di effetti collaterali. Le reazioni allergiche dose-dipendenti possono essere rimosse riducendo gradualmente la dose giornaliera del farmaco.

Se una riduzione graduale della dose non ha salvato il piccolo paziente dagli effetti collaterali dose-dipendenti, è necessario interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco e contattare l'aiuto di uno specialista.

Reazioni avverse

Quando si assume il farmaco può essere il rischio di effetti collaterali. Questi includono:

  • mancanza di coordinamento;
  • mal di testa;
  • eruzioni cutanee;
  • prurito;
  • perdita di appetito;
  • vomito;
  • aritmia.

Come reazione collaterale può essere considerato come uno sviluppo improvviso o esacerbazione di malattie infettive nei bambini.

Interazioni farmacologiche

Il farmaco ha un'elevata attività farmacologica e contribuisce al rafforzamento o al rilassamento degli effetti terapeutici della maggior parte dei farmaci sul corpo dei bambini. Se necessario, la terapia complessa di Prednisolone e di altri farmaci deve essere studiata da uno specialista.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare a prendere un antistaminico, si consiglia di superare tutti i test necessari. È necessario misurare regolarmente il livello di glucosio nel sangue e nelle urine di un bambino. La vaccinazione durante l'assunzione del farmaco è vietata.

Con la cessazione improvvisa del trattamento con prednisone, c'è il rischio di un numero di disturbi:

  • perdita di appetito;
  • impulsi emetici;
  • astenia;
  • violazione del coordinamento.

Con una forte cessazione del farmaco può causare insufficienza renale. Per eliminarlo è necessario un trattamento ormonale.

Pareri dei genitori sul farmaco

Recensioni dei genitori che hanno somministrato prednisone ai loro figli:

Mio figlio ha una forte allergia ai pollini. Per 4 anni, hanno sviluppato un'immunità ai farmaci antiallergici, si sono fermati per aiutare. Il dottore ha prescritto Prednisolone e ha avvertito che in nessun caso il dosaggio non deve superare. Beviamo agli attacchi, mentre non ci sono lamentele riguardo alle pillole.

Nadezhda Boykova, 49 anni

Il bambino è stato portato in ambulanza in ospedale in condizioni critiche. Sullo sfondo di una grave allergia, si sviluppò uno shock anafilattico e il medico decise di iniettare Prednisone a suo figlio. Non sapevo prima che questa medicina agisse così rapidamente. Il bambino è venuto a se stesso completamente in un'ora.

Marina Dmitrievna, 34 anni

Opinioni di dottori sulla droga

Recensioni di esperti sul farmaco Prednisolone:

Il farmaco è molto efficace e indispensabile in situazioni di emergenza. Ci sono situazioni in cui è necessario rimuovere rapidamente un bambino da uno stato di shock e inietta il paziente Prednisolone. Sintomi di allergia si rimuove estremamente rapidamente, ma anche le reazioni avverse non sono rare.

Evgeny Pak, allergologo-immunologo

Efficace farmaco. A volte i pazienti si lamentano di punture dolorose. Gli effetti collaterali sono possibili, ma se si segue rigorosamente il regime posologico, possono essere evitati.

Valentina Krasnova, pediatra

Pro e contro

Secondo le recensioni, il farmaco ha un certo numero di pro e contro. I vantaggi includono:

  • prezzo ragionevole;
  • alta efficienza;
  • la possibilità di rimuovere il paziente dallo stato di shock.
  • effetti collaterali;
  • dolore quando entri nella soluzione nel muscolo;
  • rischio di insufficienza renale.

Prezzo stimato

Il prezzo può variare a seconda della forma di rilascio:

  • compresse costano da 60 rubli per 100 pezzi;
  • la soluzione per iniezione costa da 50 rubli per 3 fiale.

Condizioni di conservazione

Il farmaco deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, evitando la luce solare diretta e al di fuori della portata di animali e bambini. La durata dipende dal produttore ed è indicata sulla confezione.

Vacanze in farmacia

Il prednisolone è un farmaco B e non è disponibile senza prescrizione medica.

analoghi

Il farmaco come antistaminico non ha analoghi strutturati. Alcuni farmaci hanno un effetto terapeutico simile all'originale e possono essere utilizzati per scopi medicinali con allergie nei bambini.

  1. Dekortin. Analogo più costoso del prednisolone. Le indicazioni per l'uso sono simili, rimuove rapidamente le reazioni allergiche e neutralizza l'allergene. Costo stimato - da 180 rubli.
  2. Medopred. Il farmaco ha un potente effetto antiallergico, è disponibile sotto forma di soluzione per iniezione. Il prezzo medio è da 100 rubli.

Gli analoghi del prednisolone antishock non sono disponibili anche senza prescrizione medica.

prednisolone

Compresse di colore bianco o quasi bianco, piatte cilindriche, con una sfaccettatura su entrambi i lati e incisa "P" su un lato.

Eccipienti: biossido di silicio colloidale - 0,65 mg, fecola di patate - 1 mg di acido stearico - 1,2 mg di magnesio stearato - 1,5 mg Talco - 4,8 mg Povidone - 10 mg amido di mais - 73 mg, lattosio monoidrato - 102.85 mg.

100 pezzi - flaconi di polipropilene (1) - imballaggi di cartone.

GCS. Il prednisolone è un farmaco glucocorticoide sintetico, un analogo disidratato di idrocortisone. Ha effetti anti-infiammatori, anti-allergici, desensibilizzanti, anti-shock, anti-tossici e immunosoppressivi.

Interagisce con specifici recettori citoplasmatici e forma un complesso che penetra nel nucleo cellulare, stimola la sintesi dell'acido ribonucleico matriciale (mRNA); il secondo induce la formazione di proteine, incl. lipocortin mediazione di effetti cellulari. La lipocortina inibisce la fosfolipasi A2, inibisce il rilascio di acido arachidonico e inibisce la sintesi di endoperekisy, prostaglandine, leucotrieni, contribuendo ai processi di infiammazione, allergie, ecc.

Sopprime il rilascio di ACTH pituitario e il secondo - la sintesi di glucocorticoidi endogeni. Inibisce la secrezione di TSH e FSH.

Riduce il numero di linfociti ed eosinofili, aumenta il numero di eritrociti (stimola la produzione di eritropoietina).

Metabolismo proteico: riduce la quantità di proteine ​​nel plasma (dovuta alle globuline) con un aumento del rapporto albumina / globulina, aumenta la sintesi dell'albumina nel fegato e nei reni; aumenta il catabolismo proteico nel tessuto muscolare

Metabolismo lipidico: aumenta la sintesi di acidi grassi e trigliceridi superiori, ridistribuisce il grasso (accumulo di grasso principalmente nella fascia scapolare, viso, addome), porta allo sviluppo di ipercolesterolemia.

Metabolismo dei carboidrati: aumenta l'assorbimento dei carboidrati dal tratto gastrointestinale; aumenta l'attività della glucosio-6-fosfatasi, portando ad un aumento dell'assorbimento di glucosio dal fegato nel sangue; aumenta l'attività del fosfoenolpiruvato carbossilasi e la sintesi di aminotransferasi che porta all'attivazione della gluconeogenesi.

metabolismo idrico-elettrolitico: ritardare sodio e acqua nel corpo, stimolare l'escrezione di potassio (mineralcorticoide) riduce l'assorbimento di calcio da parte dell'intestino, "lava" calcio dalle ossa, aumentando la sua escrezione dai reni.

L'effetto antinfiammatorio è associato all'inibizione del rilascio di mediatori dell'infiammazione da parte di eosinofili e mastociti, inducendo la formazione di lipocortina e riducendo il numero di mastociti che producono acido ialuronico; con una diminuzione della permeabilità capillare, stabilizzazione delle membrane cellulari e delle membrane degli organelli (specialmente lisosomiale).

effetto antiallergico sviluppa inibendo la sintesi e la secrezione di mediatori allergici, inibizione del rilascio di cellule sensibilizzate mastociti e basofili, l'istamina e altre sostanze biologicamente attive, riducendo il numero dei basofili circolanti, soppressione della linfoidi e tessuti connettivi, ridurre il numero di, mastociti T e B linfociti, riducendo la sensibilità delle cellule effettrici a mediatori di allergia, inibizione della produzione di anticorpi, cambiamenti nella risposta immunitaria del corpo.

Quando le malattie ostruttive di vie respiratorie azione si basa principalmente sulla inibizione dell'infiammazione, l'inibizione o la prevenzione dello sviluppo di edema della mucosa, inibizione di eosinofili infiltrazione sottomucosa bronchiale e la deposizione nella mucosa bronchiale di immunocomplessi circolanti. L'erosione e la desquamazione della membrana mucosa sono inibite. Il prednisolone aumenta la sensibilità dei recettori β-adrenergici dei bronchi di piccolo e medio calibro alle catecolamine endogene e ai simpaticomimetici esogeni, riduce la viscosità del muco dovuta all'inibizione o alla riduzione dei suoi prodotti.

Antishock ed effetto tossico associato con aumentata pressione sanguigna (aumentando la concentrazione di catecolamine circolanti e ripristinare la sensibilità ad esso adrenorecettori e vasocostrizione), diminuita permeabilità vascolare, proprietà membrana protettiva, attivazione di enzimi epatici coinvolti nel metabolismo di endo - e xenobiotici.

effetto immunosoppressivo è dovuto all'inibizione della proliferazione dei linfociti (specialmente i linfociti T), soppressione della migrazione di cellule B e l'interazione dei linfociti T e B, inibizione del rilascio di citochine (interleuchina-1, interleuchina-2, gamma interferone) di linfociti e macrofagi e una diminuzione nella formazione di anticorpi.

Inibisce le reazioni del tessuto connettivo durante il processo infiammatorio e riduce la possibilità di formazione di tessuto cicatriziale.

Aspirazione e distribuzione

Assorbimento - alto, Cmax nel sangue, se assunta per via orale, viene raggiunta in 1-1,5 ore: nel plasma, fino al 90% del prednisolone si lega alle proteine: transcortina (globulina legante il cortisolo) e albumina.

Metabolismo ed escrezione

E 'metabolizzato nel fegato, reni, intestino tenue, bronchi. Le forme ossidate sono glucuronizzate o solfatate. I metaboliti sono inattivi. T1/2 - 2-4 ore Escreto attraverso l'intestino e i reni mediante filtrazione glomerulare e 80-90% riassorbito dai canalicoli. 20% escreto dai reni invariato.

- insufficienza surrenalica primaria e secondaria (compreso lo stato dopo la rimozione delle ghiandole surrenali);

- iperplasia surrenale congenita;

Malattie sistemiche del tessuto connettivo:

- lupus eritematoso sistemico;

Reumatismo acuto, cardite acuta, corea minore.

Malattie infiammatorie acute e croniche delle articolazioni:

- spondilite anchilosante (spondilite anchilosante);

- artrite gottosa e psoriasica;

- osteoartrite (compresi i post-traumatici);

- La sindrome di Still negli adulti;

Malattie allergiche acute e croniche:

- reazioni allergiche a medicinali e prodotti alimentari;

Asma bronchiale, stato asmatico.

Malattie del sangue e del sangue:

- anemia emolitica autoimmune;

- leucemia linfatica acuta e mieloide;

- trombocitopenia secondaria negli adulti;

- eritroblastopenia (anemia da eritrociti);

- Anemia ipoplastica congenita (eritroide).

- dermatite da contatto (con danni a una grande superficie della pelle);

- necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell);

- dermatite erpetiforme bollosa;

- Eritema essudativo maligno (sindrome di Stevens-Johnson).

Malattie allergiche e infiammatorie dell'occhio:

- ulcere corneali allergiche;

- forme allergiche di congiuntivite;

- grave uveite posteriore e posteriore pigra;

- Neurite ottica.

- colite ulcerosa, morbo di Crohn;

Cancro polmonare (in combinazione con farmaci citotossici).

- Sarcoidosi stadio II-III.

Malattie renali di genesi autoimmune (inclusa glomerulonefrite acuta); sindrome nefrosica.

Meningite tubercolare, tubercolosi polmonare.

Polmonite da aspirazione (in combinazione con chemioterapia specifica).

Berillio, sindrome di Leffler (non suscettibile ad altre terapie).

Edema cerebrale (incluso sullo sfondo di un tumore al cervello o associato a chirurgia, radioterapia o lesione alla testa) dopo precedente somministrazione parenterale.

Prevenzione del rigetto del trapianto durante i trapianti di organi.

Ipercalcemia sullo sfondo del cancro.

Nausea e vomito durante la terapia citostatica.

L'unica controindicazione per l'uso a breve termine per motivi di vita è l'ipersensibilità al prednisone o ai componenti del farmaco.

Nei bambini durante il periodo di crescita, GCS deve essere usato solo se assolutamente indicato e sotto una supervisione particolarmente attenta del medico curante.

Malattie parassitarie e infettive di natura virale, fungina o batterica (attualmente o recentemente trasferite, compreso il recente contatto con un paziente): herpes simplex, herpes zoster (fase viremica), varicella, morbillo; amebiasi, strongiloidosi; micosi sistemica; tubercolosi attiva e latente. L'uso in gravi malattie infettive è consentito solo nel contesto di una terapia specifica.
Periodi pre e post vaccinazione (un periodo di 8 settimane prima e 2 settimane dopo la vaccinazione), linfoadenite dopo vaccinazione con BCG.

Stati di immunodeficienza (compresa l'AIDS o l'infezione da HIV).

Malattie del tratto gastrointestinale: ulcera gastrica e ulcera duodenale, esofagite, gastrite, ulcera peptica acuta o latente, anastomosi intestinale di nuova formazione, colite ulcerosa con rischio di perforazione o formazione di ascessi, diverticolite.

Malattie del sistema cardiovascolare, incl. infarto miocardico recente (in pazienti con infarto miocardico acuto e subacuto, necrosi può diffondersi, rallentando la formazione di tessuto cicatriziale e, di conseguenza, rottura del muscolo cardiaco), insufficienza cardiaca cronica scompensata, ipertensione arteriosa, iperlipidemia.

Malattie endocrine: diabete mellito (compresa tolleranza ai carboidrati compromessa), tireotossicosi, ipotiroidismo, malattia di Itsenko-Cushing, obesità (grado III-IV).

Grave insufficienza renale e / o epatica cronica, nefroluritiasi.

Ipoalbuminemia e condizioni che predispongono alla sua insorgenza.

Osteoporosi sistemica, grave miastenia, psicosi acuta, poliomielite (ad eccezione della forma di encefalite bulbare), glaucoma ad angolo chiuso e ad angolo chiuso.

La dose e la durata del trattamento sono determinate dal medico individualmente, in base alle prove e alla gravità della malattia.

In genere, la dose giornaliera viene assunta una volta o assumere una dose doppia a giorni alterni, al mattino, nell'intervallo tra le 6 e le 8 del mattino.

Una dose giornaliera elevata può essere suddivisa in 2-4 dosi, con una dose elevata assunta al mattino.

Le compresse devono essere assunte durante o immediatamente dopo un pasto, lavate con una piccola quantità di liquido.

In condizioni acute e come terapia sostitutiva, gli adulti vengono prescritti nella dose iniziale di 20-30 mg / die, la dose di mantenimento è 5-10 mg / die. In alcune malattie (sindrome nefrosica, alcune malattie reumatiche), vengono prescritte dosi più elevate. Il trattamento viene interrotto lentamente, riducendo gradualmente la dose. Se c'è una storia di psicosi, alte dosi sono prescritte sotto la stretta supervisione di un medico.

Dosi per i bambini: la dose iniziale - 1-2 mg / kg / die in 4-6 dosi, sostenendo - 0,3-0. 6 mg / kg / giorno.

Quando si prescrive, deve essere preso in considerazione il ritmo secretorio giornaliero dei glucocorticoidi: al mattino viene prescritta una grande (o tutta) parte della dose.

La frequenza dello sviluppo e la gravità degli effetti collaterali dipendono dalla durata dell'uso, dall'entità della dose utilizzata e dalla capacità di rispettare il ritmo circadiano della somministrazione di prednisone.

Da parte del sistema endocrino: depressione della funzione surrenale, ridotta tolleranza al glucosio, diabete "steroido" o manifestazione di diabete latente, sindrome di Itsenko-Cushing (faccia di luna, obesità pituitaria, irsutismo, pressione sanguigna elevata, dismenorrea, amenorrea, sindrome urinaria, ipersensibilità, irsutismo, aumento della pressione sanguigna, dismenorrea, amenorrea) ), ritardo della crescita e ritardo dello sviluppo sessuale nei bambini.

Da parte del sistema digestivo: candidosi orale, nausea, vomito, pancreatite, ulcere gastriche e duodenali "steroide", esofagite erosiva, sanguinamento e perforazione del tratto gastrointestinale, aumento o diminuzione dell'appetito, flatulenza, singhiozzo. In rari casi - aumento dell'attività delle transaminasi epatiche e della fosfatasi alcalina.

Dal momento che il sistema cardiovascolare: aumento della pressione sanguigna, aritmie, bradicardia; sviluppo (in pazienti predisposti) o aumento della gravità dell'insufficienza cardiaca cronica, alterazioni dell'ECG caratteristiche di ipopotassiemia, ipercoagulazione, trombosi. Nei pazienti con infarto miocardico acuto e subacuto - la diffusione della necrosi, rallentando la formazione di tessuto cicatriziale, che può portare alla rottura del muscolo cardiaco.

Dal sistema nervoso: delirio, disorientamento, euforia, allucinazioni, psicosi maniaco-depressiva, depressione, paranoia, aumento della pressione intracranica, nervosismo o ansia, insonnia, capogiri, vertigini, pseudotumor cervelletto, mal di testa, convulsioni.

Dai sensi: cataratta subcapsulare posteriore, aumento della pressione intraoculare con possibili danni al nervo ottico, la propensione a sviluppare batterica secondaria, infezioni fungine o virali degli occhi, corneali alterazioni trofiche, esoftalmo.

Metabolismo: ipocalcemia, aumento del peso corporeo, bilancio negativo dell'azoto (aumento della ripartizione proteica), aumento della sudorazione.

Reazioni avverse causate da attività mineralcorticoide: ritenzione di liquidi e sodio (edema periferico), ipernatremia, sindrome ipokaliemica (ipopotassiemia, aritmia, mialgia o spasmo muscolare, debolezza e affaticamento).

Da parte del sistema muscoloscheletrico: ritardo della crescita e processi di ossificazione nei bambini (chiusura prematura delle zone di crescita epifisaria), osteoporosi (molto raramente - fratture ossee patologiche, necrosi asettica della testa dell'omero e del femore), rottura del tendine muscolare, miopatia "steroidea", riduzione massa muscolare (atrofia).

Per la pelle e le mucose: la guarigione delle ferite ritardata, petecchie, ecchimosi, assottigliamento della pelle, iper- o ipopigmentazione, acne, smagliature, la suscettibilità allo sviluppo di piodermite e candidosi.

Dal sistema urinario: minzione notturna frequente, urolitiasi dovuta all'aumento dell'escrezione di calcio e fosfato.

Da parte del sistema immunitario: generalizzato (eruzione cutanea, prurito cutaneo, shock anafilattico) e reazioni allergiche locali.

Altri: sviluppo o esacerbazione di infezioni (immunosoppressori e vaccinazione utilizzati congiuntamente contribuiscono al verificarsi di questo effetto collaterale), leucocituria.

In caso di sovradosaggio in caso di reazioni avverse, è necessario ridurre la dose di prednisone. Non esiste un antidoto specifico, il trattamento è sintomatico. È necessario controllare il contenuto di elettroliti nel sangue.

Fenobarbital, fenitoina, rifampicina, efedrina, amminoglutetimide, aminofenazone (induttori di enzimi epatici microsomali) riducono l'effetto terapeutico degli ormoni glucocorticoidi.

Potrebbe essere necessario aumentare la dose di insulina e di farmaci ipoglicemizzanti orali a causa dell'indebolimento dell'azione ipoglicemizzante.

Sia il rafforzamento che l'indebolimento dell'effetto anticoagulante sono possibili quando si assumono anticoagulanti indiretti (è necessario un aggiustamento della dose).

Anticoagulanti e trombolitici - aumenta il rischio di sanguinamento da ulcere nel tubo digerente.

FANS. Acido acetilsalicilico - il prednisone accelera la sua escrezione e riduce la concentrazione nel sangue. Dopo l'abolizione del GCS, è possibile un aumento della concentrazione di salicilati e lo sviluppo di intossicazione; a causa dell'azione ulcerosa dei salicilati, aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale e di ulcerazione. Indometacina: aumenta il rischio di effetti collaterali del prednisolone (dislocazione del prednisone da parte dell'indometacina da albumina).

Il rischio di ipopotassiemia aumenta con l'assunzione di amfotericina B, diuretici, teofillina, glicosidi cardiaci.

Inibitori di carboanidrasi e diuretici "loopback" possono aumentare il rischio di osteoporosi.

Quando si assumono estrogeni e contraccettivi orali contenenti estrogeni riduce la clearance dei corticosteroidi, T prolungata1/2, gli effetti terapeutici e tossici del prednisone sono migliorati.

L'etotossicità del metotrexato aumenta.

Riduce l'effetto stimolante della somatropina sulla crescita.

Vitamina D: il suo effetto sull'assorbimento del calcio nell'intestino è ridotto.

Praziquantel: la sua concentrazione diminuisce.

M-holinoblokatory (compresi antistaminici e antidepressivi triciclici) e nitrati - contribuisce all'aumento della pressione intraoculare.

Isoniazide e meksiletina - il prednisone aumenta il loro metabolismo (specialmente negli acetilatori "lenti"), il che porta a una diminuzione delle loro concentrazioni plasmatiche.

L'ACTH potenzia l'azione del prednisone.

L'ergocalciferolo e l'ormone paratiroideo prevengono lo sviluppo dell'osteopatia causata dal prednisone.

La ciclosporina e il ketoconazolo, rallentando il metabolismo del prednisone, possono in alcuni casi aumentare la sua tossicità.

L'appuntamento simultaneo di androgeni e steroidi anabolizzanti con prednisone promuove lo sviluppo di edema periferico e irsutismo, la comparsa di acne.

Mitotan e altri inibitori della funzione della corteccia surrenale possono richiedere un aumento della dose di prednisone.

Se applicato contemporaneamente a vaccini antivirali vivi e sullo sfondo di altri tipi di immunizzazione aumenta il rischio di attivazione di virus e lo sviluppo di infezioni.

Gli immunosoppressori aumentano il rischio di sviluppare infezioni e linfomi o altri disturbi linfoproliferativi associati al virus di Epstein-Barr.

Antipsicotici (neurolettici) e azatioprina aumentano il rischio di sviluppare cataratta quando viene prescritto prednisone.

L'appuntamento simultaneo di antiacidi riduce l'assorbimento di prednisone.

Con l'uso simultaneo con diminuzioni dei farmaci antitiroidei e con gli ormoni tiroidei aumenta la clearance del prednisolone.

Prima del trattamento, il paziente deve essere esaminato per identificare possibili controindicazioni. L'esame clinico dovrebbe includere uno studio del sistema cardiovascolare, l'esame a raggi X dei polmoni, l'esame dello stomaco e del duodeno; sistema urinario, organo della visione. Prima e durante la terapia steroidea, è necessario monitorare l'emocromo completo, la concentrazione di glucosio nel sangue e nelle urine e gli elettroliti nel plasma.

Durante il periodo di trattamento dei corticosteroidi, soprattutto in dosi elevate, la vaccinazione non è raccomandata a causa di una diminuzione della sua efficacia.

Le dosi medie e alte di GCS possono causare un aumento della pressione sanguigna.

In caso di tubercolosi, il farmaco può essere prescritto solo insieme a farmaci anti-tubercolosi.

Per infezioni intercorrenti, condizioni settiche, è necessaria una terapia antibiotica simultanea.

Con il trattamento a lungo termine di GCS, è necessario prescrivere il potassio per evitare l'ipokaliemia.

Nella malattia di Addison, il farmaco non deve essere assunto contemporaneamente ai barbiturici a causa del pericolo di sviluppare insufficienza surrenalica acuta (crisi addizionale).

La GCS può causare una crescita rachitica nei bambini e negli adolescenti. Prescrivere il farmaco a giorni alterni di solito consente di evitare o ridurre al minimo la probabilità di sviluppare un tale effetto collaterale.

Nei pazienti anziani aumenta la frequenza delle reazioni avverse.

Con una cancellazione improvvisa, soprattutto nel caso di alte dosi, si manifesta la sindrome da "cancellazione" di GCS: perdita di appetito, nausea, letargia, dolore muscoloscheletrico generalizzato, astenia.

La probabilità di insufficienza surrenalica a seguito dell'assunzione del farmaco e delle complicanze ad essa associate può essere ridotta effettuando un ritiro graduale del farmaco. Dopo l'interruzione del farmaco, l'insufficienza surrenalica può durare mesi, quindi, in qualsiasi situazione stressante in questo periodo, la terapia ormonale deve essere ripresa.

Nell'ipotiroidismo e nella cirrosi epatica, l'azione dei corticosteroidi può aumentare.

I pazienti devono essere avvertiti in anticipo che loro e i loro parenti dovrebbero evitare il contatto con pazienti con varicella, morbillo e herpes. Nei casi in cui è stato eseguito un trattamento sistemico con corticosteroidi o un trattamento con corticosteroidi nei 3 mesi successivi, e il paziente non è stato vaccinato, devono essere somministrate immunoglobuline specifiche.

Il trattamento con GCS richiede il controllo medico in caso di diabete mellito (inclusa storia familiare), osteoporosi (rischio postmenopausale è più alto), ipertensione, reazioni psicotiche croniche (GCS può causare disturbi mentali e aumentare l'instabilità emotiva), tubercolosi nell'anamnesi, glaucoma, miopatia steroidea, ulcere gastriche e duodenali, epilessia, herpes simplex dell'occhio (pericolo di perforazione corneale).

A causa del debole effetto mineralcorticoide, la terapia sostitutiva per l'insufficienza surrenalica prednisone viene utilizzata con mineralcorticoidi.

Nei pazienti con diabete mellito, la glicemia deve essere monitorata e, se necessario, correggere la terapia.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi

Questo effetto del farmaco è sconosciuto.

Durante la gravidanza, il prednisone è possibile se il beneficio previsto per la madre supera il potenziale rischio per il feto.
Nel primo trimestre di gravidanza, il prednisone viene usato solo per motivi di salute.

Con la terapia prolungata durante la gravidanza, la possibilità di un disturbo della crescita fetale non è esclusa. Nel caso di utilizzo nel terzo trimestre di gravidanza c'è il rischio di atrofia della corteccia surrenale nel feto, che può richiedere una terapia sostitutiva nel neonato.

Poiché i corticosteroidi penetrano nel latte materno, in caso di necessità di usare il farmaco durante l'allattamento al seno, si raccomanda di interrompere l'allattamento al seno.

Il trattamento di bambini con GCS durante il periodo di crescita è possibile solo secondo indizi assoluti e con osservazione attenta del medico generico essente presente.

I bambini con asma bronchiale non devono usare prednisone in concomitanza con aerosol simpaticomimetici.

I bambini che ricevono una terapia con prednisone e in contatto con morbillo o varicella vengono prescritti profilatticamente immunoglobuline specifiche.

Diffidare quando si utilizza grave insufficienza epatica.

Il farmaco ha un effetto più pronunciato in caso di cirrosi epatica.

Il farmaco deve essere conservato lontano dalla portata dei bambini ad una temperatura non superiore a 25 ° C. Periodo di validità - 5 anni.

Istruzioni di Prednisolone per l'uso in fiale per bambini

Istruzioni per l'uso Prednisolone indica che si tratta di un agente ormonale di media durata, destinato all'uso locale e sistemico nel trattamento di varie patologie gravi e in condizioni acute e potenzialmente letali.

Prednisolone - descrizione della droga

Il prednisolone è un analogo sintetico dell'ormone idrocortisone, che viene prodotto nel corpo dalla corteccia surrenale. Il farmaco presenta il seguente effetto terapeutico:

  • combatte l'infiammazione;
  • allevia lo shock;
  • previene la secrezione dell'essudato;
  • esibisce un effetto antitossico;
  • ha un effetto immunosoppressivo.

Il prednisolone impedisce lo sviluppo di reazioni allergiche. Nel caso in cui le reazioni indesiderate si siano già manifestate, consente di interrompere rapidamente sintomi spiacevoli, eliminare prurito, arrossamento ed eritema. Il farmaco è in grado di sopprimere l'infiammazione, alleviare il gonfiore, avere un effetto anti-shock, che aiuta ad evitare complicazioni gravi e ridurre la probabilità di morte.

Il farmaco viene prescritto per gravi patologie e condizioni pericolose, accompagnato da un forte processo infiammatorio, broncospasmo, abbondante essudato. Il prednisolone previene lo sviluppo di edema, inibisce la proliferazione cellulare nella zona danneggiata, previene la formazione di tessuto cicatriziale.

Nella pratica clinica, sono importanti tutti gli effetti terapeutici dei farmaci ormonali (ad eccezione di quelli immunosoppressori, volti a sopprimere artificialmente l'immunità). Questa proprietà del farmaco è considerata una reazione avversa. Il vantaggio di un ormone sintetico è che l'effetto del suo utilizzo si sviluppa in 5-7 minuti, il che consente di eliminare rapidamente lo spasmo delle vie respiratorie, il gonfiore e normalizzare le condizioni del paziente.

Inoltre, Prednisolone presenta le seguenti proprietà:
  • attiva il metabolismo proteico nel fegato;
  • aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue;
  • riduce la concentrazione di proteine ​​nel plasma e nei tessuti a causa dell'attivazione della sua decomposizione;
  • interferisce con l'assorbimento di potassio nell'intestino;
  • riduce l'attività convulsa;
  • promuove la ridistribuzione del grasso, a seguito della quale si deposita sul viso e intorno alla cintura della spalla;
  • ha un effetto stimolante sul cervello;
  • trattiene sodio e fluidi corporei;
  • inibisce la produzione di ormoni stimolanti la tiroide e il proprio idrocortisone, prodotto dalle ghiandole surrenali.

Tali proprietà del farmaco sono la base degli effetti collaterali che si manifestano nel processo di trattamento, quindi devono essere adeguatamente valutate e prese in considerazione durante il trattamento con Prednisone.

Forme di droga

L'industria farmaceutica produce un farmaco ormonale in diverse forme:

  • Compresse di Prednisolone (1 mg e 5 mg);
  • Prednisolone in fiale 30 mg / ml (soluzione iniettabile);
  • collirio (0,5%);
  • Pomata Prednisolone (0,5%).

Il prednisolone è prodotto da diverse case farmaceutiche, rispettivamente, la stessa forma del farmaco, oltre al componente principale, può contenere diversi eccipienti. Pertanto, prima di usare il farmaco, è necessario studiare attentamente la composizione e l'inserto con l'istruzione, dove tutti i componenti del medicinale sono elencati in dettaglio.

testimonianza

Prednisolone è prescritto per il trattamento di gravi malattie, accompagnato da sintomi pericolosi. forma di unguento aiuta le malattie della pelle, gocce utilizzati nella pratica oftalmica, e la soluzione è stata utilizzata per le pillole di processi patologici negli organi interni, le manifestazioni di allergie, malattie autoimmuni.

Le pillole e le iniezioni IM di Prednisolone sono prescritte per il trattamento delle seguenti patologie:

  • lesioni infiammatorie delle articolazioni in forma acuta e cronica;
  • malattie sistemiche del tessuto connettivo;
  • malattie allergiche acute e croniche;
  • gonfiore del cervello;
  • malattie del sistema ematopoietico;
  • malattie della pelle (psoriasi, eczema, neurodermatite, dermatite);
  • malattia polmonare;
  • danno renale autoimmune;
  • malattie infiammatorie dell'occhio (uveite, neurite del nervo ottico);
  • patologie del sistema endocrino (tiroidite);
  • lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale;
  • malattie infiammatorie croniche del fegato (epatite di varie eziologie).

Le compresse di prednisolone possono essere prescritte per alleviare la condizione nel trattamento di farmaci citotossici, con mieloma, come mezzo per prevenire il rigetto di organi e tessuti dopo il trapianto.

Le principali indicazioni per l'assunzione di / m e / in iniezioni di Prednisolone sono:

  • grave asma bronchiale;
  • reazioni allergiche acute, accompagnate da edema massivo, broncospasie, eruzioni cutanee dolorose e pruriginose;
  • crisi tireotossica;
  • stati d'urto di varia genesi (traumatica, ustione, cardiogenica, tossica, anafilattica);
  • gonfiore del cervello;
  • insufficienza surrenalica o epatica in forma acuta, coma epatico;
  • infarto miocardico;
  • intossicazione con acido acetico o alcali.

La soluzione di Prednisolone viene anche utilizzata per l'introduzione nel paziente dell'articolazione con reumatismi, artrosi, poliartrite o artrosi di grandi articolazioni.

Prednisolone unguento usato nel trattamento della dermatite (atopica, allergie, seborroica), eczema, lichen, psoriasi, neurodermatite. Assegnare questo agente per l'alopecia (perdita di capelli), manifestazioni toxicoderma, il lupus, l'uso come parte di un trattamento tendovaginite, borsite, sciatica.

Le gocce oculari sono usate in oftalmologia per malattie infiammatorie di occhi non infettivi (irite, uveite, iridociclite, congiuntivite, inclusa natura allergica, cheratite, blefarite). Utilizzato per l'infiammazione degli occhi causata da un intervento chirurgico o da un trauma.

Come puoi vedere, l'elenco delle condizioni in cui viene utilizzato Prednisone è molto ampio. In generale, il farmaco in compresse è usato per trattare le malattie croniche, mentre le iniezioni sono fatte per alleviare condizioni acute che aumentano il rischio di gravi complicanze o sono pericolose per la vita.

Istruzioni per l'uso

Nell'annotazione al farmaco indicato che il dosaggio di Prednisolone e il regime di trattamento è selezionato dal medico tenendo conto del tipo di patologia, la gravità dei sintomi, le condizioni generali del paziente e possibili controindicazioni.

Come prendere Prednisolone?

Il trattamento con Prednisolone viene effettuato rigorosamente secondo le indicazioni e sotto la supervisione di un medico. Si consiglia di assumere una dose giornaliera di Prednisolone una volta, preferibilmente al mattino (dalle 6 alle 8), subito dopo la colazione.

Ciò è dovuto ai ritmi circadiani della secrezione di glucocorticosteroidi, che è più attivo nelle ore del mattino, quindi l'efficacia di assumere il farmaco in questo momento sarà la migliore. Le compresse devono ingerire intere e bere una piccola quantità di liquido. Se è impossibile prendere medicine al mattino, è necessario farlo prima delle 12. Un'altra opzione è prendere la maggior parte della dose giornaliera al mattino, il resto fino alle 12.

Nel trattamento delle patologie gravi, la dose iniziale varia da 50 a 75 mg, man mano che lo stato migliora, la dose viene gradualmente ridotta a 1-3 compresse al giorno. Nel trattamento di condizioni croniche, il dosaggio standard del farmaco è da 4 a 6 compresse al giorno.

Alla domanda su quanti giorni bere il Prednisolone, i medici rispondono che la durata del farmaco dipende dal tipo di patologia, dalla gravità dei sintomi e dalla risposta individuale del paziente al farmaco. Il corso standard richiede in media 6 giorni, in alcuni casi può durare diverse settimane.

Man mano che lo stato migliora, la dose viene ridotta di 5 mg ogni 2 giorni, riducendola al minimo. Smettere bruscamente di prendere il farmaco non può per non causare la sindrome da astinenza. Nella dose minima, Prednisolone si consiglia di prendere altri 2 giorni e solo dopo che finalmente annullare il farmaco.

iniezioni

Iniezioni endovenose fanno gocciolare e getto. Jet injection è indicato per il sollievo delle condizioni acute, che consente di ottenere un rapido effetto terapeutico. Dopo che la crisi è finita, al paziente viene somministrata una flebo. Per fare questo, il prednisolone viene miscelato con soluzione salina e iniettato in una vena alla velocità di 15 gocce al minuto.

Le iniezioni intramuscolari sono fatte secondo le regole standard, cioè iniettano una soluzione nella zona dei glutei o nel terzo superiore della spalla, dopo aver trattato la pelle con un antisettico. Il dosaggio del farmaco e la durata del trattamento in varie condizioni sono determinati da uno specialista.

Collirio

In condizioni acute, la soluzione viene instillata nel sacco congiuntivale dopo 2 ore (1-2 gocce). Man mano che la condizione migliora, gli occhi vengono seppelliti dopo 6 ore, quindi trasferiti a tre volte al giorno. Dopo l'intervento chirurgico, il prednisolone può essere instillato negli occhi per 3-5 giorni dopo l'intervento.

Unguento prednisolone

La forma dell'unguento del farmaco può essere utilizzata per non più di 14 giorni, applicando uno strato sottile alle aree interessate fino a 3 volte al giorno. Quando viene raggiunto un risultato positivo, l'uso del farmaco viene immediatamente interrotto.

Non applicare unguento prednisone sotto la benda, poiché questo metodo di applicazione può provocare un'eccessiva penetrazione di sostanze attive nel sangue e causare reazioni collaterali sistemiche.

Prednisone per i bambini

Il prednisolone è un ormone potente che spesso causa effetti collaterali indesiderati durante il processo di applicazione. La domanda sorge spontanea se è possibile prendere Prednisone per i bambini?

Il medico deve calcolare il dosaggio del medicinale per il bambino individualmente, tenendo conto dell'età e della gravità della condizione. La dose terapeutica di prednisolone in compresse è calcolata dal rapporto di 1-2 mg / kg, la dose di mantenimento è 0,25-0,5 mg / kg.

Per le iniezioni, il dosaggio è determinato in base all'età e al peso del bambino ed è 3 mg / kg per i bambini da 2 mesi a un anno e 2 mg / kg per i bambini da 1 anno a 14 anni. Durante l'arresto di condizioni acute, il farmaco viene somministrato per via intramuscolare, molto lentamente, per un periodo di 3 minuti. Se si presenta la necessità, dopo mezz'ora, la soluzione può essere reiniettata alla stessa dose.

Le compresse e le iniezioni per i bambini sono prescritte solo in caso di necessità urgente, quando i tentativi di trattare una patologia grave con altri medicinali non danno risultati o si presentano condizioni potenzialmente letali. In questo caso, il farmaco deve essere usato in modo intermittente (tre giorni di ammissione / quattro giorni di interruzione). Con questo regime di trattamento, il rischio di arresto della crescita e lo sviluppo di un bambino diminuisce.

La pomata e il collirio sono usati nelle stesse dosi del trattamento di pazienti adulti. Allo stesso tempo è necessario escludere l'applicazione dell'unguento sotto la benda, in modo da non creare condizioni per l'eccessivo assorbimento del farmaco nel sangue.

Controindicazioni

Con l'uso sistemico di prednisolone per un breve periodo di tempo e per motivi di salute, l'unica limitazione è l'ipersensibilità al principio attivo e ad altri componenti. In altri casi, il medico deve tenere conto delle condizioni in cui è vietato l'uso di agenti ormonali.

Compresse, in / m, in / in e iniezioni intra-articolari non possono essere prescritte nelle seguenti condizioni:

  • fase attiva di infezioni virali, fungine e batteriche (varicella, micosi sistemiche, tubercolosi, ecc.);
  • lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale;
  • ipertensione arteriosa;
  • insufficienza cardiaca (cronica), infarto miocardico nella storia;
  • diabete;
  • patologie endocrine (ipotiroidismo, tireotossicosi, obesità di alto grado);
  • grave insufficienza renale o epatica; calcoli renali;
  • osteoporosi, poliomielite;
  • stati di immunodeficienza;
  • il periodo precedente all'introduzione del vaccino e dopo le vaccinazioni;
  • miastenia grave;
  • stati mentali acuti;
  • messa a fuoco dell'infezione nell'articolazione;
  • necrosi tessutale;
  • artroplastica precedentemente trasferita;
  • aumento del sanguinamento;
  • instabilità articolare, artrosi.

La forma dell'unguento del farmaco non deve essere utilizzata per le lesioni cutanee se gli agenti causali sono funghi, batteri, virus, tubercolosi cutanea e sifilide, un processo tumorale o la presenza di acne.

Le gocce non devono essere prescritte per lesioni oculari purulente, virali o fungine, danni alla cornea, anche dopo la rimozione di un oggetto estraneo, glaucoma, tubercolosi oculare.

Una controindicazione generale all'uso di farmaci ormonali è il periodo di gravidanza e allattamento. Prescrizione Prednisolone durante la gravidanza è consentito solo per motivi di salute, dal momento che il farmaco ha un effetto teratogeno. I principi attivi del farmaco sono in grado di penetrare nel latte materno. Pertanto, l'allattamento al seno al momento del trattamento viene interrotto, il bambino viene trasferito a miscele artificiali.

Effetti collaterali

Come la maggior parte dei farmaci ormonali, il prednisolone può causare gravi effetti collaterali:

  • Sistema cardiovascolare ed ematopoietico: aumento della pressione sanguigna, problemi di coagulazione del sangue, trombosi. La comparsa di aritmia, bradicardia (fino all'arresto cardiaco), debolezza, affaticabilità.
  • Metabolismo: aumento dei livelli di zucchero nel sangue, gonfiore dovuto all'acqua e alla ritenzione di sodio, diminuzione del potassio e aumento di peso.
  • Il sistema endocrino: ritardo nello sviluppo e crescita nei bambini, insufficienza surrenalica, sindrome di Cushing, peggioramento del diabete, fallimento del ciclo mestruale.
  • Il sistema digestivo - nausea, vomito, flatulenza, singhiozzo, anoressia. In rari casi si sviluppano processi erosivo-ulcerativi, sanguinamento gastrointestinale, pancreatite.
  • Sistema nervoso - alta pressione intracranica, emicrania, vertigini, visione offuscata, aumento della sudorazione. Nei casi gravi, insonnia, disorientamento nello spazio, convulsioni, allucinazioni, manifestazioni di psicosi maniaco-depressiva.
  • Integri della pelle - lenta guarigione delle ferite, assottigliamento e atrofia della pelle, eritema, cambiamento della pigmentazione, ascesso, acne. In reazioni allergiche - manifestazioni di dermatite, eruzione della pelle, iperemia. Nei casi più gravi, shock anafilattico.

L'uso di unguento può provocare bruciore, prurito, irritazione, eccessiva secchezza e atrofia della pelle e causare un'eccessiva crescita dei capelli.

L'uso di colliri può essere accompagnato da effetti collaterali quali aumento della pressione intraoculare, danni al nervo ottico, diminuzione della nitidezza e restringimento dei campi visivi, dolore agli occhi, aumento del rischio di perforazione della cornea e aggiunta di infezioni virali e fungine.

analoghi

Gli analoghi strutturali del prednisolone sulla sostanza attiva sono i seguenti farmaci:

  • Dekortin;
  • Medopred;
  • Prednisone Nycomed;
  • Prednislon Ferein;
  • Sali-Dekortin.

I prezzi medi di Prednisolone nelle farmacie sono i seguenti:

  1. Compresse di Prednisolone 5 mg (100 pz.) - da 120 rubli;
  2. Prednisolone in ampolle (25pcs) - da 280 rubli;
  3. Unguento prednisone (10 g) - da 35 rubli
  4. Collirio (10 ml) - da 60 rubli.

Recensioni di applicazioni

Le recensioni di Prednisolone sono le più controverse. Molti pazienti notano l'efficacia di questo strumento in gravi patologie o in situazioni potenzialmente letali, ma allo stesso tempo parlano di un gran numero di effetti collaterali. Con l'uso prolungato, il farmaco provoca la sindrome da astinenza, quindi dovrebbe essere abbandonato gradualmente, riducendo gradualmente la dose.

Verifica numero 1

In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'uso del farmaco a base di ormoni della droga Prednisolone. Recensioni presentate dei visitatori del sito - consumatori di questo farmaco, così come le opinioni degli specialisti nell'uso del Prednisolone nella loro pratica. Una grande richiesta per aggiungere il vostro feedback sul farmaco più attivamente: il farmaco ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, quali complicazioni ed effetti collaterali sono stati osservati, che potrebbero non essere stati dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Prednisolone in presenza di analoghi strutturali disponibili. Utilizzare per il trattamento di shock e condizioni urgenti, reazioni allergiche, manifestazioni infiammatorie negli adulti, nei bambini, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

Il prednisolone è un farmaco glucocorticoide sintetico, un analogo disidratato di idrocortisone. Ha effetti antinfiammatori, antiallergici, immunosoppressivi, aumenta la sensibilità dei recettori beta-adrenergici alle catecolamine endogene.

Interagisce con specifici recettori citoplasmatici (recettori glucocorticoidi avere tutti i tessuti, in particolare in molti dei loro fegato) per formare un complesso che induce la formazione di proteine ​​(compresi gli enzimi, cellule regolatorie processi vitali).

La condivisione proteina riduce la quantità di globulina nel plasma, aumenta la sintesi di albumina nel fegato e nei reni (con un aumento del rapporto segnale / rumore albumina globulina), riduce la sintesi ed aumenta il catabolismo proteico nel tessuto muscolare.

metabolismo lipidico: maggiori aumenti la sintesi degli acidi grassi e trigliceridi, ridistribuisce grasso (accumulo di grasso si verifica principalmente nella tracolla, il viso, addome), porta allo sviluppo di ipercolesterolemia.

Metabolismo dei carboidrati: aumenta l'assorbimento dei carboidrati dal tratto gastrointestinale; aumenta l'attività della glucosio-6-fosfatasi (aumento dell'assunzione di glucosio dal fegato nel sangue); aumenta l'attività del fosfoenolpiruvato carbossilasi e la sintesi di aminotransferasi (attivazione della gluconeogenesi); contribuisce allo sviluppo dell'iperglicemia.

metabolismo idrico-elettrolitico: ritardo di sodio e acqua nel corpo, stimola l'escrezione di potassio (mineralcorticoide) riduce l'assorbimento di calcio da parte dell'intestino, riduce la mineralizzazione dell'osso.

effetto anti-infiammatorio associati con l'inibizione di eosinofili e il rilascio di mediatori infiammatori dai mastociti; lipokortinov indurre la formazione e ridurre il numero di mastociti che producono acido ialuronico; con una diminuzione della permeabilità capillare; stabilizzazione delle membrane cellulari (specialmente lisosomiali) e degli organelli della membrana. Agisce su tutte le fasi del processo infiammatorio: inibisce la sintesi delle prostaglandine per livello di acido arachidonico (Lipokortin inibisce fosfolipasi A2 sopprime liberatiou acido arachidonico inibisce la biosintesi endoperekisey, leucotrieni contribuiscono infiammazione, allergie, ecc), sintesi di "citochine proinfiammatorie" (interleuchina 1, fattore di necrosi tumorale alfa e altri); aumenta la resistenza della membrana cellulare all'azione di vari fattori dannosi.

effetto immunosoppressivo è dovuto alla chiamata involuzione del tessuto linfoide, inibizione della proliferazione dei linfociti (specialmente i linfociti T), soppressione della migrazione di cellule B e l'interazione di T e linfociti B, inibizione del rilascio di citochine (interleuchina-1, 2, gamma interferone) di linfociti e macrofagi e ridotta produzione di anticorpi.

effetto antiallergico è dovuto ad una diminuzione della sintesi e la secrezione di mediatori allergici, inibizione del rilascio di cellule sensibilizzate mastociti e basofili, l'istamina e altre sostanze biologicamente attive, riducendo il numero dei basofili circolanti, T e linfociti B, mastociti.; soppressione della linfoidi e tessuti connettivi, ridurre la sensibilità delle cellule effettrici di mediatori di allergia, l'inibizione della produzione di anticorpi, cambiamenti nella risposta immunitaria.

Quando l'azione malattie respiratorie ostruttive è causata principalmente dalla inibizione di processi infiammatori, prevenzione o la riduzione della gravità di edema della mucosa, riduzione di eosinofili infiltrazione bronchiale strato epitelio sottomucosa e deposizione nella mucosa bronchiale di complessi immunitari e erozirovaniya inibizione e mucosa desquamazione circolanti. Aumenta la sensibilità dei recettori beta-adrenergici dei bronchi di piccole e medie calibro per catecolamine endogene e simpaticomimetici esogeno, riduce la viscosità del muco, riducendo la sua produzione.

Inibisce la sintesi e la secrezione di ACTH e la sintesi secondaria di glucocorticosteroidi endogeni.

Inibisce le reazioni del tessuto connettivo durante il processo infiammatorio e riduce la possibilità di formazione di tessuto cicatriziale.

farmacocinetica

Il prednisolone viene metabolizzato nel fegato, in parte nei reni e in altri tessuti, principalmente mediante coniugazione con acidi glucuronici e solforici. I metaboliti sono inattivi. Viene escreto nella bile e nell'urina mediante filtrazione glomerulare e viene riassorbito per l'80-90% dai canalicoli.

testimonianza

  • stati di shock (burn, traumatico, operativa, tossico, cardiogeno) - Con l'inefficacia di vasocostrittori, plzmazameschayuschih farmaci e altri, terapia sintomatica;
  • reazioni allergiche (forme acute gravi), shock trasfusionale, shock anafilattico, reazioni anafilattoidi;
  • edema cerebrale (compreso sullo sfondo di un tumore al cervello o associato a chirurgia, radioterapia o trauma cranico);
  • asma bronchiale (grave), stato asmatico;
  • malattie sistemiche del tessuto connettivo (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, periarterite nodosa, dermatomiosite, artrite reumatoide);
  • malattie infiammatorie acute e croniche delle articolazioni - artrite gottosa e psoriasica, artrosi (compreso post-traumatico), artrite, artrite brachio-parenterale, spondiloartrite anchilosante (malattia di Bechterew), artrite giovanile, sindrome di Stilla negli adulti, borsite, siro tenos syros, tenos non specifico syros tenos syrosis ;
  • malattie della pelle - pemfigo, psoriasi, eczema, dermatite atopica (dermatite atopica comune), dermatite da contatto (affezione di grandi superfici di pelle), reazione di droga, dermatite seborroica, dermatite esfoliativa, necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell), dermatite erpetiforme bollosa, sindrome di Stevens-Johnson ;
  • malattie allergiche dell'occhio: forme allergiche di congiuntivite;
  • malattie infiammatorie dell'occhio - oftalmopatia simpatica, grave uveite pigra anteriore e posteriore, neurite ottica;
  • iperplasia surrenale congenita;
  • malattie del sangue e del sistema ematopoietico - agranulocitosi, panmieliopatia, anatomia, anemia autoimmune
  • berillio, sindrome di Leffler (resistente ad altre terapie); carcinoma polmonare (in combinazione con citostatici);
  • sclerosi multipla;
  • prevenzione del rigetto dell'organo trapiantato durante il trapianto di organi;
  • ipercalcemia da malattie oncologiche, nausea e vomito durante la terapia citostatica;
  • mieloma multiplo;
  • crisi tireotossica;
  • epatite acuta, coma epatico;
  • riduzione dell'infiammazione e prevenzione delle contrazioni cicatriziali (in caso di avvelenamento con liquidi cauterizzanti).

Forme di rilascio

Targhe di 1 mg e 5 mg.

Soluzione per amministrazione endovenosa e intramuscolare (colpi in ampolle per iniezione) 30 mg / millilitro.

Collirio 0,5%.

Unguento per uso esterno 0,5%.

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

La dose di Prednisolone e la durata del trattamento sono determinati dal medico individualmente, in base alle prove e alla gravità della malattia.

Il prednisolone viene somministrato per via endovenosa (flebo o getto) in contagocce o per via intramuscolare. In / nel farmaco viene solitamente somministrato il primo getto, quindi gocciolare.

Con insufficienza surrenalica acuta una singola dose di 100-200 mg per 3-16 giorni.

In caso di asma bronchiale, il farmaco viene somministrato, a seconda della gravità della malattia e dell'efficacia del trattamento complesso, da 75 a 675 mg per un ciclo di trattamento da 3 a 16 giorni; nei casi più gravi, la dose può essere aumentata a 1.400 mg per ciclo di trattamento e più con una diminuzione graduale della dose.

In stato asmatico, Prednisolone viene somministrato a una dose di 500-1200 mg al giorno, seguita da riduzione a 300 mg al giorno e passaggio a dosi di mantenimento.

Nella crisi tireotossica, 100 mg del farmaco vengono somministrati in una dose giornaliera di 200-300 mg; se necessario, la dose giornaliera può essere aumentata a 1000 mg. La durata della somministrazione dipende dall'effetto terapeutico, in genere fino a 6 giorni.

In stato di shock, resistente alla terapia standard, il prednisolone all'inizio della terapia viene solitamente iniettato e poi gocciolato. Se entro 10-20 minuti la pressione sanguigna non aumenta, ripetere l'iniezione del farmaco. Dopo il ritiro dallo shock, la flebo continua a stabilizzare la pressione sanguigna. Una dose singola è di 50-150 mg (nei casi più gravi, fino a 400 mg). Il farmaco viene ri-somministrato dopo 3-4 ore.La dose giornaliera può essere di 300-1200 mg (con una successiva diminuzione della dose).

(. In intossicazione acuta postoperatoria e post-partum periodo, etc.) in caso di insufficienza renale ed epatica acuta, prednisolone è somministrato a 25-75 mg al giorno; quando dose giornaliera indicata può essere aumentata a 300-1500 mg al giorno e superiori.

In artrite reumatoide e il lupus eritematoso sistemico prednisolone somministrato in aggiunta al sistema di ricezione della droga alla dose di 75-125 mg al giorno non è più di 7-10 giorni.

Nell'epatite acuta, Prednisolone viene somministrato a 75-100 mg al giorno per 7-10 giorni.

In caso di avvelenamento con liquidi cauterizzanti con ustioni dell'apparato digerente e del tratto respiratorio superiore, Prednisolone viene prescritto in una dose di 75-400 mg al giorno per 3-18 giorni.

Se è impossibile / nell'introduzione di Prednisolone somministrato in / m nelle stesse dosi. Dopo aver interrotto la condizione acuta, il prednisolone viene somministrato per via orale in compresse, seguito da una diminuzione graduale della dose.

Con l'uso a lungo termine del farmaco, la dose giornaliera deve essere ridotta gradualmente. La terapia a lungo termine non deve essere interrotta improvvisamente!

Tutta la dose giornaliera raccomandata preso una o una dose doppia giornaliera a giorni alterni con la secrezione circadiana dei glucocorticoidi endogeni nel range 6-8 del mattino. Una dose giornaliera elevata può essere suddivisa in 2-4 dosi, con una dose elevata assunta al mattino. Le compresse devono essere assunte per via orale durante o immediatamente dopo un pasto con una piccola quantità di liquido.

In condizioni acute e come terapia sostitutiva, gli adulti vengono prescritti nella dose iniziale di 20-30 mg al giorno, la dose di mantenimento è di 5-10 mg al giorno. Se necessario, la dose iniziale può essere di 15-100 mg al giorno, supportando - 5-15 mg al giorno.

Per i bambini, la dose iniziale è di 1-2 mg / kg di peso corporeo al giorno in 4-6 dosi, supportando - 300-600 mg / kg al giorno.

Quando si ottiene un effetto terapeutico, la dose viene gradualmente ridotta - da 5 mg, quindi da 2,5 mg a intervalli di 3-5 giorni, annullando prima i ricevimenti successivi. Con l'uso a lungo termine del farmaco, la dose giornaliera deve essere ridotta gradualmente. La terapia a lungo termine non deve essere interrotta improvvisamente! La rimozione della dose di mantenimento viene effettuata più lentamente, è stata usata la terapia con glucocorticoidi a lungo termine.

Quando si è sotto stress (infezione, reazione allergica, trauma, chirurgia, sovraccarico mentale), al fine di evitare l'esacerbazione della malattia di base, la dose di prednisolone deve essere temporaneamente aumentata (di 1,5-3, e nei casi gravi - 5-10 volte).

Effetti collaterali

  • ridotta tolleranza al glucosio;
  • diabete mellito steroideo o manifestazione di diabete mellito latente;
  • soppressione surrenale;
  • Sindrome di Itsenko-Cushing (faccia a forma di luna, obesità ipofisaria, irsutismo, aumento della pressione sanguigna, dismenorrea, amenorrea, debolezza muscolare, strie);
  • sviluppo sessuale ritardato nei bambini;
  • nausea, vomito;
  • ulcere gastriche e duodenali steroidee;
  • esofagite erosiva;
  • sanguinamento gastrointestinale e perforazione della parete gastrointestinale;
  • aumento o diminuzione dell'appetito;
  • disturbi digestivi;
  • flatulenza;
  • singhiozzo;
  • aritmia;
  • bradicardia (fino all'arresto cardiaco);
  • L'ECG cambia caratteristica di ipopotassiemia;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • disorientamento;
  • euforia;
  • allucinazioni;
  • psicosi maniaco-depressiva;
  • depressione;
  • paranoia;
  • aumento della pressione intracranica;
  • nervosismo o ansia;
  • insonnia;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • convulsioni;
  • aumento della pressione intraoculare con possibile danno al nervo ottico;
  • propensione a sviluppare infezioni secondarie batteriche, fungine o virali dell'occhio;
  • cambiamenti trofici della cornea;
  • aumento dell'escrezione di calcio;
  • aumento di peso;
  • sudorazione eccessiva;
  • ritenzione di liquidi e sodio nel corpo (edema periferico);
  • sindrome ipokaliemica (ipopotassiemia, aritmia, mialgia o spasmo muscolare, debolezza e affaticamento insoliti);
  • rallentamento della crescita e processi di ossificazione nei bambini (chiusura prematura delle zone di crescita epifisaria);
  • osteoporosi (molto raramente - fratture ossee patologiche, necrosi asettica della testa dell'omero e del femore);
  • rottura del tendine muscolare;
  • diminuzione della massa muscolare (atrofia);
  • ritardata guarigione delle ferite;
  • l'acne;
  • smagliature;
  • eruzione cutanea;
  • prurito;
  • shock anafilattico;
  • lo sviluppo o l'esacerbazione di infezioni (l'insorgenza di questo effetto collaterale è facilitata dagli immunosoppressori e dalla vaccinazione utilizzati congiuntamente);
  • sindrome da astinenza

Controindicazioni

Per l'uso a breve termine per motivi vitali, l'unica controindicazione è l'ipersensibilità al prednisone o ai componenti del farmaco.

Il farmaco contiene lattosio. I pazienti con rare malattie ereditarie, come l'intolleranza al lattosio, il deficit di lattasi di tipo Lappa o il malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere il farmaco.

Con cautela, il farmaco deve essere prescritto per le seguenti malattie e condizioni:

  • Malattie del tratto gastrointestinale - ulcera gastrica e ulcera duodenale, esofagite, gastrite, ulcera peptica acuta o latente, anastomosi intestinale appena creata, colite ulcerosa con rischio di perforazione o formazione di ascessi, diverticolite;
  • malattie parassitarie e infettive di natura virale, fungina o batterica (attualmente presenti o trasferite di recente, compreso il recente contatto con un paziente)
  • herpes simplex, herpes zoster (fase viremica), varicella, morbillo; amebiasi, strongiloidosi; micosi sistemica; tubercolosi attiva e latente. L'uso in gravi malattie infettive è consentito solo in presenza di una terapia specifica;
  • periodo pre-e post-vaccinazione (8 settimane prima e 2 settimane dopo la vaccinazione), linfoadenite dopo vaccinazione con BCG. Stati di immunodeficienza (compresa l'AIDS o l'infezione da HIV);
  • malattie del sistema cardiovascolare, incl. infarto miocardico recente (in pazienti con infarto miocardico acuto e subacuto, necrosi può diffondersi, rallentando la formazione di tessuto cicatriziale e, di conseguenza, rottura del muscolo cardiaco), insufficienza cardiaca cronica scompensata, ipertensione arteriosa, iperlipidemia;
  • malattie endocrine - diabete mellito (compresa tolleranza ai carboidrati compromessa), tireotossicosi, ipotiroidismo, malattia di Itsenko-Cushing, obesità (3-4 cucchiai);
  • grave insufficienza renale e / o epatica cronica, nefrolituria;
  • ipoalbuminemia e condizioni che predispongono al suo verificarsi (cirrosi epatica, sindrome nefrosica);
  • osteoporosi sistemica, miastenia grave, psicosi acuta, poliomielite (ad eccezione della forma di encefalite bulbare), glaucoma ad apertura e angolo chiuso;
  • la gravidanza;
  • nei bambini durante il periodo di crescita, i glucocorticosteroidi devono essere usati solo se assolutamente necessario e sotto la supervisione più attenta del medico curante.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

In gravidanza (soprattutto nel primo trimestre) viene utilizzato solo per motivi di salute.

Poiché i glucocorticosteroidi passano nel latte materno, se necessario, l'uso del farmaco durante l'allattamento al seno, si consiglia di interrompere l'allattamento.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare il trattamento (se è impossibile a causa dell'urgenza della condizione - nel corso del trattamento) il paziente deve essere esaminato per identificare possibili controindicazioni. L'esame clinico dovrebbe includere uno studio del sistema cardiovascolare, l'esame a raggi X dei polmoni, l'esame dello stomaco e del duodeno, il sistema urinario, gli organi visivi; controllo del numero di sangue, glucosio ed elettroliti nel plasma sanguigno. Durante il trattamento con prednisone (soprattutto a lungo termine), è necessario osservare un oculista, controllare la pressione sanguigna, il bilancio idrico ed elettrolitico, nonché le immagini del sangue periferico e dei livelli di glucosio nel sangue.

Al fine di ridurre gli effetti collaterali, è possibile prescrivere antiacidi e aumentare l'assunzione di potassio nel corpo (dieta, integratori di potassio). Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine, vitamine, con un contenuto limitato di grassi, carboidrati e sale.

L'effetto del farmaco è migliorato nei pazienti con ipotiroidismo e cirrosi epatica.

Il farmaco può esacerbare l'instabilità emotiva esistente oi disturbi psicotici. Quando si fa riferimento alla psicosi nella storia del prednisone in alte dosi prescritte sotto la stretta supervisione di un medico.

In situazioni di stress durante il trattamento di mantenimento (ad esempio, chirurgia, traumi o malattie infettive), la dose del farmaco deve essere aggiustata a causa dell'aumentata necessità di glucocorticosteroidi.

Deve essere attentamente monitorato per i pazienti durante l'anno dopo la fine della terapia a lungo termine con prednisone a causa del possibile sviluppo di insufficienza relativa della corteccia surrenale in situazioni di stress.

Con un'improvvisa cancellazione, specialmente nel caso dell'uso precedente di alte dosi, è possibile lo sviluppo della sindrome da astinenza (anoressia, nausea, letargia, dolore muscoloscheletrico gin- nalizzato, debolezza generale), così come l'esacerbazione della malattia, su quale prednisone è stato prescritto.

Durante il trattamento con prednisone, la vaccinazione non deve essere eseguita a causa di una diminuzione della sua efficacia (risposta immunitaria).

Quando si prescrive prednisone per infezioni intercorrenti, condizioni settiche e tubercolosi, è necessario trattare contemporaneamente gli antibiotici con un effetto battericida.

Nei bambini con trattamento a lungo termine con prednisone è necessario un attento monitoraggio delle dinamiche di crescita. I bambini che sono stati in contatto con morbillo o varicella durante il periodo di trattamento sono prescritti profilatticamente immunoglobuline specifiche.

A causa del debole effetto mineralcorticoide per la terapia sostitutiva per insufficienza surrenalica, prednisone è usato in associazione con mineralcorticoidi.

Nei pazienti con diabete mellito, la glicemia deve essere monitorata e, se necessario, correggere la terapia.

Viene mostrato il controllo a raggi X del sistema osteo-articolare (immagini della colonna vertebrale, mano).

Prednisolone in pazienti con malattie infettive latenti dei reni e delle vie urinarie può causare leucocitosi, che può avere valore diagnostico.

Nella malattia di Addison, dovrebbe essere evitata la nomina contemporanea di barbiturici - il rischio di sviluppare insufficienza surrenalica acuta (crisi addizionale).

Interazioni farmacologiche

La nomina contemporanea di prednisolone con induttori di enzimi microsomiali epatici (fenobarbital, rifampicina, fenitoina, teofillina, efedrina) porta ad una diminuzione della sua concentrazione.

La contemporanea nomina di prednisolone con diuretici (soprattutto inibitori della tiazide e dell'anidrasi carbonica) e amfotericina B può portare ad un aumento dell'escrezione di potassio.

La nomina contemporanea di prednisolone con farmaci sodio porta allo sviluppo di edema e aumento della pressione sanguigna.

La contemporanea nomina di prednisolone con amfotericina B aumenta il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca.

La nomina contemporanea di prednisolone con glicosidi cardiaci peggiora la loro tollerabilità e aumenta la probabilità di sviluppare ventricoli extrasistoli (a causa dell'ipokaliemia indotta).

La contemporanea nomina di prednisolone con anticoagulanti indiretti - il prednisolone potenzia l'azione anticoagulante dei derivati ​​cumarinici.

La nomina contemporanea di prednisolone con anticoagulanti e trombolitici aumenta il rischio di sanguinamento da ulcere nel tratto gastrointestinale.

La prescrizione simultanea di prednisone con etanolo (alcol) e farmaci antiinfiammatori non steroidei aumenta il rischio di lesioni erosive e ulcerative nel tratto gastrointestinale e lo sviluppo di sanguinamento (in combinazione con i FANS nel trattamento dell'artrite, la dose di glucocorticosteroidi può essere ridotta a causa della somma dell'effetto terapeutico).

La somministrazione contemporanea di prednisolone con paracetamolo aumenta il rischio di epatotossicità (induzione degli enzimi epatici e formazione di un metabolita tossico del paracetamolo).

La nomina contemporanea di prednisolone con acido acetilsalicilico accelera la sua escrezione e riduce la concentrazione nel sangue (con l'abolizione del prednisolone, il livello di salicilati nel sangue aumenta e aumenta il rischio di effetti collaterali).

La contemporanea nomina di prednisone con insulina e farmaci ipoglicemici orali, i farmaci antipertensivi riducono la loro efficacia.

L'appuntamento simultaneo di prednisone con vitamina D riduce il suo effetto sull'assorbimento di Ca nell'intestino.

L'appuntamento simultaneo di prednisolone con un ormone somatotropico riduce l'efficacia di quest'ultimo, e con praziquantel - la sua concentrazione.

La contemporanea nomina di prednisolone con m-holinoblokatorami (inclusi antistaminici e antidepressivi triciclici) e nitrati contribuisce all'aumento della pressione intraoculare.

La contemporanea nomina di prednisolone con isoniazide e meksiletinom aumenta il metabolismo di isoniazide, meksiletin (soprattutto negli acetilatori "veloci"), che porta ad una diminuzione delle loro concentrazioni plasmatiche.

La contemporanea nomina di prednisolone con inibitori dell'anidrasi carbonica e amfotericina B aumenta il rischio di osteoporosi.

La nomina simultanea di prednisone con indometacina - lo spostamento del prednisone dall'albumina, aumenta il rischio di effetti collaterali.

L'appuntamento simultaneo di prednisone con ACTH aumenta l'effetto del prednisone.

La somministrazione contemporanea di prednisone con ergocalciferolo e paratormone impedisce lo sviluppo di osteopatia causata dal prednisone.

La nomina contemporanea di prednisolone con ciclosporina e ketoconazolo - ciclosparina (inibisce il metabolismo) e ketoconazolo (riduce la clearance) aumenta la tossicità.

L'emergenza di irsutismo e acne contribuisce all'uso simultaneo di altri farmaci ormonali steroidei (androgeni, estrogeni, steroidi anabolizzanti, contraccettivi orali).

La nomina contemporanea di prednisone con estrogeni e contraccettivi orali contenenti estrogeni riduce la clearance del prednisolone, che può essere accompagnata da un aumento della gravità dei suoi effetti terapeutici e tossici.

L'appuntamento simultaneo di prednisone con mitotano e altri inibitori della funzione della corteccia surrenale può richiedere un aumento della dose di prednisolone.

Se applicato contemporaneamente a vaccini antivirali vivi e sullo sfondo di altri tipi di immunizzazione aumenta il rischio di attivazione di virus e lo sviluppo di infezioni.

Con l'uso simultaneo di prednisolone con antipsicotici (neurolettici) e azatioprina aumenta il rischio di sviluppare cataratta.

L'appuntamento simultaneo di antiacidi riduce l'assorbimento di prednisone.

Con l'uso simultaneo con farmaci antitiroidei diminuisce e con gli ormoni tiroidei aumenta la clearance del prednisolone.

Con l'uso simultaneo di immunosoppressori aumenta il rischio di sviluppare infezioni e linfoma o altri disturbi linfoproliferativi associati al virus di Epstein-Barr.

Gli antidepressivi triciclici possono aumentare la gravità della depressione causata dall'assunzione di glucocorticosteroidi (non indicati per il trattamento di questi effetti indesiderati).

Aumenta (con terapia a lungo termine) il contenuto di acido folico.

L'ipokaliemia causata dai glucocorticosteroidi può aumentare la gravità e la durata del blocco muscolare sullo sfondo dei miorilassanti.

Ad alte dosi, riduce l'effetto della somatropina.

Analoghi del farmaco Prednisolone

Analoghi strutturali della sostanza attiva:

  • Decortin H20;
  • Decortin H5;
  • Decortin N50;
  • Medopred;
  • Prednizol;
  • Prednisolone 5mg Yenafarm;
  • Bufus prednisolone;
  • Emisuccinato di Prednisolone;
  • Prednisone Nycomed;
  • Prednisolone-Verein;
  • Fosfato di sodio prednisolone;
  • Sol-Decortin H25;
  • Sol-Decortin H250;
  • Sol-Decortin N50.
Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie