Principale Animali

Come identificare le allergie: diagnosi di sangue per gli allergeni

Se si sospetta un'allergia acuta o nascosta, è prescritto un esame del sangue per gli allergeni.

Viene effettuato sia in cliniche pubbliche che in istituzioni mediche private e, a seconda del tipo di analisi, il costo può variare più volte.

Quando è prescritto?

È possibile sospettare la presenza di allergie per i seguenti motivi, in cui è necessario superare i test appropriati:

  • problemi di stomaco e indigestione prolungata in assenza di reclami in questo settore nel suo complesso;
  • raffreddori frequenti senza motivo apparente;
  • nei bambini: rigurgito costante e peso ridotto;
  • rinite cronica;
  • comparsa regolare di eruzioni cutanee;
  • difficoltà respiratorie intermittenti.

Un esame del sangue per allergeni (chiamato analisi immunologica) è importante per passare a persone a rischio se:

  1. Ci sono evidenti manifestazioni di allergie a contatto con cibo, droghe, composti chimici e altri possibili allergeni.
  2. C'è almeno una persona con una storia di allergie nella famiglia del paziente.
  3. Malattie emergenti delle vie respiratorie e malattie dermatologiche.
  4. Il paziente sta lavorando in produzione pericolosa e ha difficoltà a respirare, mancanza di respiro e tosse alla fine della giornata lavorativa o durante la stessa. Dopo le pause di lavoro di 1-2 giorni o dopo il lavoro, i sintomi possono scomparire.

Gli allergeni sono prescritti da un allergologo. Di solito si tratta di un'analisi generale, i cui risultati possono stabilire la presenza di allergie in linea di principio e specifiche (consente di impostare un allergene specifico).

Quali test per le allergie?

Tutte le analisi sono divise in due gruppi: in vivo (campionamento cutaneo) e in vitro (analisi del sangue). Il sangue viene raccolto per il test RAST e l'esame per l'immunoglobulina specifica E.

Il test RAST serve come esame preliminare e mostra un gruppo di possibili allergeni o il loro tipo.

Con tale esame, il sangue viene aggiunto a diverse provette in cui sono presenti allergeni di diversi gruppi.

Di solito, solo in alcuni di essi esiste un aumento del livello di anticorpi contro gli allergeni, che consente di lavorare in determinate direzioni più strette in futuro.

Un allergene può essere determinato con precisione quando si analizza una specifica immunoglobulina E. Per fare ciò, il sangue viene miscelato con l'inalazione, il cibo ei gruppi di contatto di possibili agenti patogeni.

L'inalazione include polline, lana, piumino e altri oggetti che entrano nel corpo durante la respirazione. I componenti alimentari sono cibo. Il gruppo di contatto comprende composti chimici, compresi quelli contenuti in prodotti chimici domestici, medicinali o cosmetici.

Cosa mostra un emocromo completo?

Un'analisi generale consente solo di rilevare la presenza di allergie e tale conclusione può essere fatta con un contenuto elevato di un particolare tipo di leucociti nel sangue - eosinofili.

Nel sangue umano, il contenuto normale di eosinofili varia dall'1 al 5% del volume totale.

Un aumento di questa quantità indica la presenza di processi patologici, ma potrebbero non essere sempre associati ad allergie. Questo può essere una reazione del corpo alla presenza di un'infezione nel corpo o di un disturbo nel sistema immunitario.

Se il metodo di esclusione di varie patologie suggerisce che si tratta di un'allergia, è necessaria un'analisi dettagliata.

Interpretazione delle indicazioni

In generale, oltre agli eosinofili, l'allergologo sarà interessato anche alle seguenti cellule e componenti:

  1. acido urico (l'allergia indica un eccesso del livello normale, il tasso normale è diverso per le diverse categorie di età);
  2. basofili (l'allergia viene diagnosticata quando il tasso supera l'1%);
  3. leucociti (il livello normale non supera le 10.000 cellule per litro di sangue).

Il risultato dei test per l'immunoglobulina dipende dall'età.

I valori normali sono:

  • negli adulti dai 60 anni in su - non più di 114 milli-ni internazionali per 1 millilitro di sangue (mIML);
  • da 18 a 60 anni - da 0 a 113 mImm;
  • dai 14 ai 18 anni - fino a 123 mImm;
  • nei neonati e bambini fino a 14 anni, la norma va da 0 a 64 mImm.

L'eccesso di questi valori è la prova di reazioni allergiche.

Lezioni di allergia al test del sangue

Nell'analisi del sangue l'immunoglobulina determina la concentrazione di antigeni in unità arbitrarie. Secondo questo valore, le allergie si dividono nelle seguenti classi:

  1. Zero. Nessun segno di allergia. La concentrazione di anticorpi è 0-0,35 unità.
  2. Il primo (0,35-0,7 unità). Le reazioni allergiche sono potenzialmente possibili, ma senza manifestazioni di sintomi clinici severi.
  3. Il secondo (0,7-3,5 unità). Possono verificarsi allergie.
  4. Il terzo Segni di allergie possono manifestarsi con un alto grado di probabilità. Il livello di anticorpi è di 3,5-17,5 unità.
  5. Quarto (17,5-50). La probabilità di un'allergia è del 100%.
  6. Quinto. Il paziente ha un'allergia in gravi manifestazioni. Il contenuto di anticorpi nell'intervallo di 50-100 unità.
  7. L'ultimo, sesto grado parla di un contenuto estremamente alto di anticorpi (superiore a 100 unità), e in tali casi stiamo parlando delle più gravi manifestazioni di allergia.

A cosa servono i test del naso?

Questo è un test aggiuntivo, che non è informativo e, come un esame del sangue generale, consente solo di determinare la presenza di allergie.

Durante questo esame, viene presa una macchia da un naso e in tale materiale uno specialista può rilevare solo eosinofili. Questa procedura viene utilizzata principalmente per differenziare la rinite infettiva da allergici.

Dove donare il sangue e quanto è fatto?

È possibile eseguire un esame del sangue per gli allergeni nella clinica del luogo di residenza. Questa procedura sarà gratuita se si dispone di una polizza di assicurazione sanitaria, di un documento di identità e di un allergologo.

Se non esiste una politica MHI o se si desidera ricevere i risultati del test, il paziente può contattare istituti pagati, dove il costo della procedura varierà a seconda delle specifiche della procedura.

In tali casi, è preferibile passare un esame ematologico generale preliminare gratuitamente nella clinica, dopodiché l'allergologo invierà un referral per un esame specifico e, senza i risultati dell'analisi generale, potrebbero verificarsi spese eccessive.

Ciò è dovuto al fatto che l'analisi degli allergeni alimentari può costare 500-600 rubli, allergeni medicinali - circa 1000 rubli, e un esame completo degli allergeni alimentari avrà un costo di 15.000 rubli e oltre.

Il sangue è preso da una vena. I risultati dell'analisi generale saranno noti nella prossima settimana. L'analisi per l'immunoglobulina richiede più tempo - da una settimana a due (a seconda della clinica e del carico di lavoro del laboratorio).

Preparazione e condotta

La preparazione per l'analisi implica le seguenti regole:

  • 2 ore prima della procedura, i fumatori devono rinunciare alle sigarette.
  • Di solito, il prelievo di sangue è programmato per la mattina, e in quel giorno prima della procedura non è possibile mangiare.
  • Il contatto con qualsiasi animale dovrebbe essere escluso in circa cinque giorni.
  • Nello stesso tempo, non dovresti mangiare verdura e frutta fuori stagione, latticini, frutta secca, pesce, miele, uova e cioccolato.
  • Inoltre ha escluso l'uso di droghe, in particolare antistaminici, per cui i risultati potrebbero essere falsi.

In presenza di malattie croniche, si dovrebbe attendere la remissione, poiché durante i periodi di esacerbazione è possibile un aumento del livello di anticorpi nel sangue, e ciò porterà a un'interpretazione erronea dei risultati.

Anche un forte sforzo fisico può portare a questo, quindi molti giorni prima di donare il sangue è meglio non praticare sport ed evitare il duro lavoro.

Si raccomanda di fare un esame del sangue per gli allergeni senza indugio, non appena cominciano a comparire i primi segni di tale disturbo. Ignorare le reazioni allergiche a lungo può portare al passaggio di questa condizione a una cronica, e in tali casi il trattamento potrebbe non essere possibile e il sollievo dai sintomi è difficile.

Video correlati

Ulteriori informazioni sull'indicatore E per le immunoglobuline allergiche dal video:

Esame del sangue per allergeni in bambini e adulti

La reazione acuta del corpo a stimoli esterni o interni è soggetta a molte malattie, ad esempio l'asma bronchiale, la dermatite. Non è possibile stabilire l'eziologia della condizione patologica basata solo sui reclami del paziente. A tale scopo vengono nominati test allergologici che aiutano a determinare la sostanza-irritante nel modo più accurato possibile. Scopri i metodi per identificare l'ipersensibilità del corpo.

Quando fare un esame del sangue per gli allergeni

La condizione immunopatologica può essere accompagnata da diverse manifestazioni cliniche, che per la maggior parte sono causate dalla forma della malattia. L'allergia respiratoria si verifica dopo la penetrazione dell'antigene nel corpo durante la respirazione. In questo caso, lo sviluppo della reazione di sensibilizzazione (ipersensibilità) si verifica sullo sfondo di inalazione di gas, polline delle piante ed è caratterizzato da un naso che cola, tosse, prurito nel naso. Altre forme di malattia allergica si manifestano:

  • congiuntivite allergica - bruciore, prurito, iperemia della mucosa, aumento della lacrimazione;
  • dermatosi - eruzioni cutanee sul tipo di eczema, arrossamento, gonfiore della pelle, vesciche;
  • enteropatia - diarrea, stitichezza, angioedema, vomito, coliche intestinali;
  • shock anafilattico - mancanza di respiro, perdita di coscienza, defecazione, vomito, convulsioni.

La presenza di questi sintomi non può essere presa come prova al 100% dell'ipersensibilità di un organismo. Quindi, la rinite fredda può essere confusa con la pollinosi. L'eruzione cutanea sulla pelle non è necessariamente allergica, ma può essere dovuta a problemi dermatologici. Al fine di eliminare l'errore della diagnosi, il medico esamina e interroga a fondo il paziente.

Durante la conversazione, diventa chiaro sotto quali condizioni si verifica l'aggravamento della malattia, se esiste una predisposizione genetica alle allergie. La verifica parziale della diagnosi aiuta a rinviare il paziente per un esame emocromocitometrico completo. Il rilevamento di un'alta concentrazione di eosinofili in un fluido biologico è più probabile che indichi che il corpo è ipersensibile agli effetti degli antigeni.

Preparazione per l'analisi

Alcuni giorni prima che lo studio interrompa l'assunzione di tutti i farmaci. Nel caso in cui il medicinale sia tra quelli vitali, il medico deciderà se interrompere il farmaco. Alla vigilia della procedura, non è possibile mangiare noci, agrumi, cibi esotici, latte e altri allergeni evidenti. L'analisi viene effettuata al mattino a stomaco vuoto. In presenza di un'infezione virale ad alta temperatura, lo studio viene posticipato fino al recupero del paziente. Durante la preparazione per il test degli allergeni, è necessario:

  • interrompere il contatto con cani, gatti e altri animali;
  • smettere di bere alcol 2-3 giorni prima della procedura;
  • eliminare il sovraccarico fisico ed emotivo;
  • assumere cibo entro e non oltre 10 ore prima della consegna dell'analisi;
  • alla vigilia dell'indagine per smettere di fumare.

I principali tipi di allergeni

La reazione di sensibilizzazione può avvenire sullo sfondo del contatto umano con qualsiasi antigene. La mono-allergia è rara. In una situazione ordinaria, il corpo reagisce specificamente a diverse sostanze. Inoltre, ci sono gruppi di allergeni correlati. Quindi, se un paziente ha una maggiore sensibilità alle noci, prodotti a base di api, è probabile che la reazione si manifesti in betulla, ontano, polline di fagioli, albicocche, rosa selvatica e prugna.

Cosa causa la reazione

Noci, proteine ​​del latte, cioccolato, uova, miele, alcuni cereali, agrumi

Allergeni della polvere di casa

Gatti, cani, roditori, cavalli

Insetti e loro prodotti metabolici, semi, lattice, biomateriali, sali metallici

Ascaris, Trichomonas, Giardia e altri microrganismi

Enzimi, prodotti del sangue, vaccini

Metodi di ricerca di allergia

Per verificare la diagnosi preliminare, ai pazienti vengono prescritti 2 tipi di test. La prima riguarda la conduzione di test che confermano la presenza di una malattia allergica, mentre la seconda aiuta a identificare la causa dell'ipersensibilità dell'organismo. Entrambi i tipi di studi sono estremamente importanti per il completamento con successo di una ricerca diagnostica.

Il primo è un esame del sangue generale. Questo metodo consente di sospettare la malattia per alcuni cambiamenti nella composizione del fluido biologico. La determinazione di anticorpi specifici nel sangue delle immunoglobuline di classe G ed E è un modo affidabile per diagnosticare la sensibilizzazione del corpo. I test allergologici sono necessari per stabilire il ruolo di un antigene specifico nella genesi di una reazione immunopatologica.

Analisi del sangue generale

Questo studio è il primo passo nella diagnosi di qualsiasi malattia ed è assegnato a tutti i pazienti senza restrizioni. Emocromo completo per le allergie dà un'idea della composizione cellulare del fluido biologico. La diagnosi del grado di sensibilizzazione del corpo richiede uno studio dettagliato con la definizione della formula dei leucociti. Il sangue è preso da una vena. Di regola, il contenuto nel siero di erythrocytes, piastrine, emoglobina rimane normale. La natura allergica della malattia è dimostrata dalle seguenti modifiche:

  • aumento moderato del numero totale di leucociti (normale 4-9 * 109);
  • un leggero aumento della velocità di eritrosedimentazione (ESR);
  • aumento della produzione di eosinofili (più del 5% del numero totale di cellule protettive).

Esame del sangue per immunoglobuline E

L'analisi richiede una piccola quantità di fluido biologico dalla vena. Lo studio è indicato quando è impossibile eseguire test cutanei o in una situazione in cui il paziente è costretto a prendere regolarmente antistaminici. Inoltre, l'allergologo può prescrivere un esame del sangue per le immunoglobuline al fine di verificare i risultati di precedenti test dermatologici. Il sondaggio rivela:

  • numero totale di anticorpi IgE - i dati ottenuti non indicano sempre una malattia allergica.
  • La concentrazione di anticorpi IgE specifici è un'analisi di conferma che mostra il livello di sensibilizzazione dell'organismo a diversi allergeni.

Test per allergeni negli adulti

✓ Articolo verificato da un medico

Se starnutisci nell'appartamento, o provi disagio dopo un certo cibo - non significa che sei allergico, e hai bisogno di bere una pillola magica. In primo luogo, i suoi sintomi possono essere facilmente confusi con altre malattie - il comune raffreddore, l'infezione intestinale, ecc. In secondo luogo, i farmaci antistaminici (antiallergici) bloccano temporaneamente l'attacco, ma non eliminano la causa.

L'allergia è una specie di reazione del sistema immunitario a una particolare sostanza. Una sostanza irritante può essere una sostanza proveniente dall'ambiente esterno o interna. Riconoscendo la minaccia, le cellule immunitarie iniziano a combatterle, attaccando il loro stesso organismo ospite.

È importante! È impossibile stabilire la diagnosi di "allergia" solo sulla base dei reclami dei pazienti. Inoltre, al fine di determinare la sostanza che la causa nel modo più preciso possibile, è necessario condurre più di un test. Ci sono diverse opzioni di ricerca che un medico può prescrivere in combinazione.

Test per allergeni negli adulti

Quando vengono prescritte le prove allergologiche?

Ha senso superare i test allergologici per:

  1. Allergie alimentari (manifestate sotto forma di eruzioni cutanee, prurito).
  2. Pollinosi (stagionale o annuale).
  3. Reazioni alle droghe.
  4. Asma bronchiale.
  5. La presenza di sintomi che, in combinazione, possono indicare un'allergia.

È importante! Una reazione allergica in età adulta può verificarsi improvvisamente, se l'immunità è indebolita da molto tempo - dopo una lunga malattia, in uno stato di immunodeficienza, dopo le operazioni, e anche se una persona ha incontrato un allergene per la prima volta nella sua vita. Ad esempio, vivendo in città, potrebbe non incontrare mai una pianta che causa una reazione, e durante le vacanze, una reazione allergica può verificarsi in natura.

Quali sono gli allergeni?

Prima di prescrivere i test per le allergie, il medico esamina e intervista il paziente al fine di eliminare l'errore della diagnosi. La rinite virale può essere confusa con la pollinosi iniziata, un'eruzione cutanea non è necessariamente allergica - potrebbe indicare la presenza di una malattia della pelle.

L'indagine prende in considerazione non solo le lamentele del paziente: è importante sapere se qualcuno da parenti stretti soffre di allergie, in quali condizioni appare la reazione. Inoltre, prima che la nomina del sondaggio non interferisca con un esame emocromocitometrico completo: una conta eosinofila elevata può indicare un'allergia.

Quali test aiutano a identificare le allergie?

Sostanze che possono causare allergie - migliaia. Identificare sin dal primo istante ciò che causa esattamente una tale reazione dell'organismo è quasi impossibile. A seconda della manifestazione della malattia, il medico può prescrivere un esame completo.

Test cutanei

Reazione stimata dell'organismo locale all'allergene. Non provoca gravi reazioni avverse, massimo - qualche tempo dopo il test, può persistere gonfiore e lieve sensazione di bruciore.

Test cutanei allergici

I test cutanei hanno uno svantaggio: non è possibile controllare più di 15 allergeni alla volta. Sono nominati se:

  1. Il medico è quasi sicuro di ciò che il paziente è allergico e l'analisi dovrebbe confermare la congettura.
  2. La causa dell'allergia è sconosciuta e deve essere controllata la reazione agli allergeni più frequenti.

I metodi di diagnostica della pelle sono utilizzati per allergeni da polvere, peli di animali, prodotti alimentari, medicinali. Una soluzione allergenica viene applicata sulla pelle (di solito nella zona dell'avambraccio). Il metodo di applicazione dipende dal tipo di analisi.

È importante! Metodi senza sangue - le forature e i tagli sono superficiali, i capillari non sono interessati, quindi l'allergene non entra nel sangue.

Allergia positiva

Il risultato in questo caso si manifesta nel periodo da 20 minuti a 2 giorni. Il risultato può essere:

  1. Negativo: non vi è alcuna reazione cutanea all'allergene.
  2. Positivo - gonfiore e arrossamento sono pronunciati.
  3. Dubbi - c'è una leggera iperemia, che può essere associata a microdamages della pelle. O il gonfiore di un vicino allergene si è diffuso in un'ampia area della pelle, coprendo l'area di applicazione di altre soluzioni.
  4. Debolmente positivo - c'è arrossamento, ma debole.

Esame del sangue

Quando i test cutanei sono controindicati o danno risultati insufficienti, posso usare:

Un esame del sangue (prelevato da una vena) viene eseguito per due scopi:

  1. Rilevazione di anticorpi per l'allergene nel sangue. IgE e IgG4 aiutano a identificare il gruppo di allergeni e il tipo di reazione (lenta o immediata). Le IgG e le IgE passano in caso di sospette allergie alimentari.
  2. Determinazione della presenza di immunoglobuline specifiche E. È una proteina protettiva che viene prodotta come reazione a una sostanza irritante. Ma in circa il 30% dei casi può anche indicare la presenza di un'infezione o un processo infiammatorio.

Esami del sangue allergici

Puoi fare questi test in quasi tutti i laboratori. Il tipo di analisi dovrebbe essere raccomandato da un allergologo. Ma ora vengono condotti test complessi che ci permettono di identificare il gruppo di allergeni sospetti.

La scelta della strategia di trattamento e la scelta dei preparati medici dipende da quanto accuratamente viene formulata la diagnosi.

Studio di eliminazione

Viene effettuato nel caso in cui si presuma che il paziente sia in contatto con l'allergene spesso (allergico alla polvere, peli di animali, cibo). In questo caso, si presume l'esclusione del contatto con una sostanza irritante per 1-2 settimane. Una dieta di eliminazione funziona meglio per determinare l'allergene alimentare. Se le condizioni del paziente migliorano, viene determinato l'allergene.

Test provocativo

Che cosa sono i test provocatori per le allergie

È effettuato solo nelle condizioni di un ospedale. È usato in casi estremi quando altre opzioni non sono state abbastanza efficaci. La soluzione con il sospetto allergene viene applicata alle mucose o iniettata nei bronchi, quindi il medico osserva quanto e quale tipo di reazione si verificherà. Se la reazione è forte, ci sarà un rischio per la vita - il medico prenderà immediatamente misure per neutralizzare la sostanza e stabilizzare le condizioni del paziente.

Come prepararsi per i test per le allergie?

I test sono effettuati:

  1. Quando una persona è in salute, nelle ultime 2 settimane non ha sofferto di raffreddore - la reazione di un organismo indebolito può essere scorretta.
  2. Se il paziente non ha assunto farmaci (divieto speciale di ormoni e antistaminici).
  3. Idealmente, evitare il contatto con allergeni sospetti alcuni giorni prima del test.
  4. Recentemente, non ci sono state esacerbazioni di reazioni allergiche e malattie croniche.

Preparando per la donazione di sangue per le allergie

È importante! I test cutanei non vengono effettuati per i bambini al di sotto dei 4 anni, per i pensionati sopra i 65 anni, per le donne in gravidanza e in allattamento, poiché un'ulteriore collisione con un allergene può causare una grave esacerbazione.

Allergeni e loro principali tipi

Un allergene o una sostanza che ha provocato una reazione allergica può essere una sostanza qualsiasi. La reazione dipende da come il sistema immunitario della persona lo riconosce. Di seguito sono riportati i gruppi più comuni di allergeni.

Allergeni e fattori stimolanti

La reazione è associata alla presenza di alcuni componenti, alla mancanza di enzimi necessari per la normale digestione, a fattori psicogeni (allergie alimentari nei bambini, quando sono costretti a mangiare un prodotto non amato). Le allergie più comuni causano noci, frutti di mare, alcuni cereali, aminoacidi - agrumi.

Con le allergie classiche, una persona non può assolutamente mangiare un particolare prodotto.

Ma ci possono essere reazioni senza produzione di IgE (anticorpi specifici), il più delle volte quando il sistema digestivo non produce a sufficienza gli enzimi necessari per il clivaggio. In questo caso, una persona può usare un prodotto allergenico, ma reagisce con uno sfogo o un'indigestione. In questo caso non è necessario cercare di "abituarsi": l'irritazione sistematica può portare allo sviluppo di gravi malattie del tratto gastrointestinale e di altri organi.

La forma del prodotto può anche influenzare la formazione della reazione. Ad esempio, il latte bollito è più probabile che causi una reazione allergica, e il pesce in scatola cessa di essere un irritante per il sistema immunitario.

Succede che una reazione si verifica quando una persona cerca per la prima volta un prodotto alimentare precedentemente sconosciuto, ma quando viene riutilizzata non vi è alcuna reazione

Contrariamente all'opinione della maggioranza, la lana stessa non è un allergene. La reazione è causata da proteine ​​contenute nelle cellule della pelle, frammenti di saliva, urina, feci, che si accumulano su sei.

Non solo i gatti possono causare una reazione, ma anche cani, cavalli, roditori e persino uccelli.

Se una persona ha una reazione allergica ai cavalli, non deve assumere il siero tossoide del tetano. La sensibilità agli allergeni degli animali è determinata dai test cutanei.

È importante! La mono allergia o la reazione a un solo stimolo è estremamente rara. Di solito, il corpo produce una reazione specifica a diverse sostanze - in una vita normale, una persona non incontra la maggior parte degli allergeni, o la reazione è debole e passa inosservata.

Ci sono anche gruppi di allergeni correlati - per esempio, se una persona ha un'allergia all'ossigeno o alle noci, allora la reazione si manifesterà in alcuni segni, la camomilla. Nella vita normale, questa conoscenza è molto importante per non provocare inconsapevolmente un attacco.

Come testare gli allergeni

Il trattamento delle reazioni allergiche dovrebbe iniziare identificando la loro fonte. L'analisi degli allergeni ci consente di stabilire con grande accuratezza non solo la causa della reazione patologica dell'organismo, ma anche il suo grado. La combinazione di tali informazioni consente di pianificare correttamente il trattamento. Il primo passo per il recupero dovrebbe essere quello di proteggere il paziente dall'azione degli irritanti, e questo può essere fatto solo installandoli. Come fare il test per le allergie? Come sono?

Cos'è l'allergia

Allergia - una malattia che è una reazione eccessiva del corpo alle singole sostanze. A contatto con l'allergene, la produzione di immunoglobulina E viene potenziata e il corpo risponde. I sintomi della malattia sono: starnuti, modificazione della pelle, tosse, ecc. Le ragioni per la nomina della ricerca sulla presenza di allergie sono:

  • reazioni allergiche acute associate a cibo, fenomeni stagionali o animali;
  • predisposizione genetica;
  • malattie respiratorie protratte che non sono soggette al trattamento con metodi tradizionali;
  • sintomi di malattia in lavoratori in lavori pericolosi;
  • misure di controllo del livello di immunoglobulina dopo la terapia.

La risposta immunitaria del corpo può essere causata da diverse sostanze.

Alcuni di loro agiscono attraverso il tubo digerente, altri attraverso il tratto respiratorio. Si distinguono i seguenti gruppi di sostanze irritanti:

  • cibo contenuto nel cibo, come noci, frutti di mare;
  • origine animale, come peli di animali domestici o piume di uccelli;
  • origine vegetale, come il polline delle piante;
  • droghe, come antibiotici;
  • domestici, ad esempio polvere o prodotti chimici domestici.

Il medico curante determina quale test per le allergie deve passare, a seconda dell'età del paziente, della fonte presunta della reazione e di altri fattori e sintomi della malattia.

Tipi di ricerca

Che test hai per le allergie? Esistono diversi tipi di studi di laboratorio che differiscono in termini di costi e tempi di ottenimento del risultato. I tipi principali differiscono nel materiale preso nello studio.

  1. Gli esami del sangue per gli allergeni sono di diversi tipi:
  • RAST-test - il nome dello studio, che è fatto al fine di restringere la gamma di possibili stimoli; l'allergene specifico non è definito;
  • analisi della specifica immunoglobulina E - diagnosi di allergia mediante analisi del sangue, che ha un risultato più accurato, in grado di determinare la fonte della malattia e il grado di risposta del corpo allo stimolo.
  1. Qual è il nome del test allergologico, che non usa il sangue? Skin test: i cosiddetti metodi di ricerca più rapidi e semplici. Per controllare la reazione a possibili sostanze irritanti usare la pelle. Una dose microscopica di varie sostanze viene applicata sulla pelle, la reazione viene giudicata sulla possibile reazione patologica dell'organismo nel suo complesso. Lo studio viene eseguito rapidamente, il paziente può vedere i risultati con i propri occhi. I vantaggi sono l'assenza della necessità di donare il sangue per l'identificazione delle allergie e il basso costo della ricerca. Tuttavia, per le persone con malattie della pelle o sensibilità eccessiva per superare il test per le allergie con test cutanei non è possibile. I risultati non saranno informativi.
  2. L'analisi delle feci per allergeni viene somministrata a bambini con sospette allergie alimentari. Durante la diagnosi, possono prelevare un campione di feci per i carboidrati, un'analisi generale delle feci e un test per la disbatteriosi.

Nella diagnosi della malattia vengono anche utilizzati test di laboratorio non specifici, come un esame emocromocitometrico completo. È fatto per determinare i cambiamenti nel sistema immunitario del corpo.

Secondo il metodo di condurre uno studio per determinare lo stimolo, la diagnostica può essere suddivisa nei seguenti tipi:

  • nasale, quando gli stimoli putativi sono instillati nel naso;
  • congiuntivale quando il contatto avviene con l'occhio;
  • inalazione, in cui la soluzione con l'allergene viene iniettata nel tratto respiratorio per inalazione;
  • sublinguale, in cui la reazione viene creata mettendo un materiale con un allergene sotto la lingua.

Il metodo di analisi per l'identificazione di un allergene dipenderà direttamente dal tipo di reazione allergica dell'organismo.

Il metodo nasale viene utilizzato per determinare la fonte della rinite allergica e il metodo congiuntivale viene utilizzato per la lacrimazione.

Preparazione dello studio e limitazioni

La consegna di test cutanei non richiede una formazione specifica, e questo è un altro vantaggio di questo tipo di ricerca. Un esame del sangue per le allergie richiede necessariamente l'aderenza a determinate restrizioni prima della consegna:

  • mancanza di significativo stress fisico ed emotivo alla vigilia;
  • Prima di essere testati per le allergie, è necessario interrompere l'uso di tutti i farmaci, compresi gli antistaminici, in 3-4 giorni;
  • il sangue viene preso al mattino a stomaco vuoto, è vietato fumare;
  • 2-3 giorni prima di andare in laboratorio, si rifiutano di bere alcolici;
  • Prima di eseguire esami del sangue, evitare il contatto con possibili allergeni.

I test sugli allergeni negli adulti vengono effettuati sulla base del sangue di una vena o di campioni di pelle. Il tipo di ricerca è determinato dal medico curante, considerate le possibili controindicazioni. Quando si sceglie un metodo diagnostico nei bambini ci sono una serie di limitazioni. Un campione di sangue di un bambino allattato al seno non è informativo, poiché la decifrazione delle analisi sugli allergeni mostrerà gli anticorpi della madre al bambino insieme al latte. Allo stesso tempo, i test cutanei non sono raccomandati per un massimo di 3 anni a causa di una possibile reazione acuta a una sostanza irritante. Ecco perché un test delle feci viene utilizzato come metodo diagnostico per i bambini nei loro primi anni di vita.

Condurre e decodificare

Come si fanno i test allergologici? Per fare un test della pelle, è necessario trattare la superficie interna dell'avambraccio con un antisettico. Quindi vengono applicate piccole dosi di vari allergeni e un leggero graffio viene effettuato in questo luogo. Il risultato del test è in attesa di 20 minuti. Se c'è una reazione, è facile identificarla - il sito di contatto con l'irritante diventerà rosso, potrebbe prudere.

Un esame del sangue per le allergie evita il contatto diretto del corpo con una sostanza irritante. Questo è importante nelle forme gravi della malattia o nelle esacerbazioni. Inoltre, gli esami del sangue sono più convenienti perché il kit standard per tale studio contiene fino a 200 tipi di allergeni testati. Ci vorrà molto tempo per controllare questa quantità di materiale con i test cutanei.

Un allergene nel sangue dà una reazione - la produzione di anticorpi e un aumento del livello di immunoglobulina E. Tali indicatori e il loro rapporto sono usati nel decifrare un esame del sangue per gli allergeni.

La normale presenza di immunoglobuline E nel sangue varia a seconda dell'età.

Nei bambini di età inferiore a 2 anni, l'indicatore non deve superare i 64 mIU / ml.

Per gli adulti, il tasso è 110-120 mIU / ml. I valori delle immunoglobuline saranno specifici per una particolare sostanza.

Un esame del sangue per allergeni alimentari è definito come segue. Se la quantità di anticorpi per una potenziale sostanza irritante nell'analisi delle allergie alimentari è inferiore a 1000 ng / ml, ciò significa che la reazione dell'organismo è assente. Con valori da 1000 a 5000 ng / ml, c'è una leggera allergia al prodotto, può essere consumato, ma non più di più volte alla settimana. Se l'analisi degli allergeni alimentari fornisce indicatori superiori a 5000 ng / ml, ciò significa la presenza di una forte reazione allergica del corpo. In questo caso, è severamente vietato utilizzare il prodotto.

Gli indicatori di allergia nel test del sangue devono essere decifrati da uno specialista, tenendo conto delle condizioni generali del corpo e dei reclami del paziente. Quando si riassumono tutti i risultati della ricerca, è possibile assegnare un regime di trattamento adeguato ed efficace, in cui le allergie abbandonano le loro posizioni.

Allergia - una malattia insidiosa, le sue manifestazioni sono sfaccettate. La principale difficoltà di trattamento risiede nel fatto che è molto difficile stabilire uno stimolo. Un esame del sangue per le allergie con decodifica è il primo passo sulla strada della ripresa.

Quali test per le allergie

Allergia - una malattia che si sviluppa a seguito di una specifica reazione del sistema immunitario a proteine ​​estranee.

Per sconfiggere definitivamente questa malattia insidiosa, non basta eliminare tutte le sue manifestazioni con mezzi medici. Se l'allergene colpisce ancora il corpo, l'allergia ritornerà.

Pertanto, il compito principale della diagnosi è identificare i principali allergeni, che consentiranno all'allergologo di svilupparsi ulteriormente per l'eliminazione del paziente (escluso il contatto con una sostanza irritante) e selezionare la strategia di trattamento corretta.

Tipi di allergeni rilevati durante i test

Il corpo può reagire in modo inadeguato a una varietà di sostanze.

È possibile testare allergeni domestici, alimentari, vegetali, insetti, medicinali, industriali, virali.

Metodi di indagine

Ispezione, prescrizione di test e ulteriore trattamento di pazienti con reazioni allergiche hanno coinvolto un allergologo.

Dopo aver individuato tutte le manifestazioni della malattia, la data della sua insorgenza, la predisposizione ereditaria e le peculiarità del corso, vengono selezionati i metodi di esame.

Gli allergeni sono attualmente installati in due modi, questi sono:

  • In vitro (in vitro) - cioè, non è richiesta la partecipazione diretta del paziente durante la diagnosi. È necessario solo il siero pre-preparato.
  • In vivo - diagnostica, durante la quale il paziente deve essere presente. Questo metodo di esame include test cutanei e provocatori.

Gli allergeni e la suscettibilità ad essi sono stabiliti da:

  • Test cutanei di scarificazione.
  • Stabilimenti nel siero della presenza di anticorpi specifici di immunoglobuline e Ig Ig.
  • Test provocativi
  • Test di eliminazione. Con questo metodo, l'esame dovrebbe escludere il contatto con un possibile, spesso cibo, allergene.

Quando si stabilisce il presunto allergene, ci sono spesso alcune difficoltà, a causa del fatto che gli ultimi decenni di allergia monocomponente, cioè una reazione a una sostanza irritante, sono estremamente rari.

Nella maggior parte dei casi, reazioni allergiche simili sono trasversali, cioè si sviluppano in diversi tipi di allergeni, la cosiddetta allergia polivalente.

Per determinarne accuratamente tutti, è necessario un esame completo con la nomina di diversi tipi di analisi contemporaneamente.

Che test hai per le allergie?

L'esame di un paziente con reazioni allergiche è di solito sempre standard, è obbligatorio nominare:

  • Analisi del sangue generale
  • Un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobulina E totale (IEg).
  • Analisi per la determinazione di anticorpi specifici di classi di immunoglobuline G ed E (IgG, IgE).
  • Test cutanei per la creazione di un allergene.
  • Test applicativi, provocatori e di eliminazione.

Molto spesso, solo un esame completo consente all'allergologo di stabilire con precisione le ragioni per lo sviluppo della malattia e quali metodi di trattamento saranno più efficaci.

Perché un esame del sangue è meglio di un test cutaneo?

In alcuni casi, i medici preferiscono limitare la nomina di quegli esami che possono essere fatti sul siero. Tale diagnostica ha diversi vantaggi:

  • Il contatto della pelle con un possibile allergene è completamente escluso. Questo preclude lo sviluppo di una reazione allergica acuta.
  • È possibile determinare la sostanza-irritante dal sangue in qualsiasi momento e per quasi tutti. I test cutanei vengono eseguiti solo in determinate condizioni.
  • Per stabilire diversi allergeni, il sangue viene assunto una volta.
  • Con il sangue, puoi determinare sia indicatori oggettivi che quantitativi, ti permette di stabilire il grado di sensibilità ai diversi allergeni.

I test della pelle non vengono sempre nominati, poiché non tutti vengono mostrati.

Non vengono utilizzati se la maggior parte della pelle viene cambiata a causa di manifestazioni allergiche o malattie della pelle.

Controindicato da tale esame a coloro che hanno avuto anafilassi nella storia.

I risultati non affidabili dei test cutanei saranno nei casi in cui il paziente impiega molto tempo a sopprimere la sensibilità del corpo a possibili allergeni.

A causa del basso contenuto informativo, i test cutanei non sono prescritti per bambini e anziani.

Preparazione prima dell'analisi

Le analisi del siero del sangue per la determinazione degli allergeni devono essere effettuate in diverse condizioni. Il mancato rispetto di questi porta a risultati falsi. Il medico deve spiegare al paziente tutte le sfumature delle attività preparatorie.

Prima di prendere il sangue, devono essere soddisfatte solo alcune condizioni:

  • Il sangue viene somministrato solo durante i periodi di remissione. Durante l'esacerbazione di una reazione allergica, gli anticorpi saranno ovviamente aumentati e questo distorcerà i risultati dei test.
  • L'analisi degli allergeni non passa durante il corso di malattie virali, catarrale e respiratoria. È necessario posticipare l'esame in caso di esacerbazione di malattie croniche, a temperatura e avvelenamento del corpo.
  • Alcuni giorni prima dei test e dei test, si rifiutano di ricevere cure mediche, inclusi gli antistaminici. In quei casi in cui la cancellazione di farmaci a causa di una grave malattia è impossibile, il sangue viene somministrato solo dopo aver consultato un allergologo.
  • Non meno di tre giorni prima della raccolta del sangue, tutti i contatti con animali domestici, come uccelli, animali e pesci, cessano.
  • Cinque giorni prima della diagnosi, è necessario escludere dal cibo tutti i prodotti con un alto grado di allergenicità, come miele, cioccolato, latte intero, frutta secca, agrumi e frutta esotica, frutti di mare, verdure, bacche e frutti di colore rosso. È anche impossibile in questo momento utilizzare prodotti a base di conservanti, esaltatori di sapidità, aromi, coloranti.
  • Un giorno prima del giorno dell'esame è necessario ridurre l'intensità dello sforzo fisico, in particolare per l'allenamento sportivo.
  • L'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 10 ore prima del test.
  • Il giorno dell'indagine rifiuta il caffè e il fumo.

La conformità a tutte le regole fornirà risultati affidabili.

Analisi del sangue generale

Questa analisi è di base ed è assegnata a tutti i pazienti senza restrizioni.

Secondo gli indicatori dell'analisi generale, il medico sarà in grado di navigare e selezionare il piano ottimale per l'esame del paziente.

Il sangue viene prelevato più spesso dal dito per l'analisi, sebbene sia possibile anche il prelievo di sangue per via endovenosa.

Se ci sono allergeni nel corpo, un'analisi generale mostrerà la presenza di eosinofili - cellule del sangue speciali.

Gli eosinofili compaiono anche nelle malattie parassitarie e batteriche, con reazioni infiammatorie marcate.

Se queste cellule del sangue vengono rilevate, il medico deve prescrivere quegli esami che aiuteranno a eliminare o confermare le cause degli eosinofili aumentati nel sangue.

Test cutanei

I test cutanei per gli allergeni vengono effettuati in diversi modi, è:

  • Test di scarificazione Alcune gocce della soluzione con allergeni vengono applicate per pulire, trattate con un antisettico, la pelle, quindi con l'aiuto di uno scarificatore, lo strato superiore della pelle viene graffiato.
  • Test di picco Le gocce con allergeni vengono anche applicate sulla pelle, quindi attraverso queste gocce le iniezioni di superficie sono fatte con un ago usa e getta.
  • Il test applicativo (patch test) prevede l'applicazione di un cerotto con allergeni applicati sulla pelle.

Il patch test è considerato il metodo di indagine meno aggressivo. Con l'intonaco incollato di solito si passa per due giorni, dopodiché il medico valuta tutti i cambiamenti.

Il metodo di applicazione per l'esame è più spesso utilizzato per la dermatite allergica.

Test di picco e scarificazione della pelle consentono di ottenere i risultati del sondaggio entro 15-20 minuti, se durante questo periodo ci sono stati cambiamenti della pelle sotto forma di gonfiore, arrossamento, prurito, significa che il corpo umano è sensibile a queste sostanze.

Fino a 15 possibili allergeni possono essere identificati contemporaneamente con questi test.

Il test di scarificazione e il test di picco non sono sempre prescritti, in quanto vi è la possibilità che gli allergeni entrino nel corpo, con conseguente shock anafilattico.

Controindicazioni alla nomina di questi test:

  • L'età del bambino ha meno di 5 anni;
  • Identificazione di anafilassi durante una conversazione con un paziente;
  • Periodo di gravidanza e allattamento;
  • Il periodo di trattamento con ormoni;
  • Età oltre 60 anni;
  • Esacerbazione di malattie cardiache, nervose, allergiche, gastrointestinali.

Immunoglobulina E (IEg)

Un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobulina E totale (IEg).

L'analisi per l'immunoglobulina totale viene effettuata dopo la raccolta del sangue da una vena. Una piccola quantità di immunoglobulina E totale (IEg) è costantemente presente nel sangue di qualsiasi persona e questa tendenza aumenta con una tendenza allergica.

La determinazione di IEg in laboratorio viene effettuata combinando il siero con i sospetti allergeni. Il metodo è considerato informativo, ma ancora nel 30% dei casi i suoi risultati non sono attendibili.

Il fatto è che gli anticorpi nel corpo non appaiono immediatamente e alcuni tipi di allergeni non aumentano l'immunoglobulina totale.

Se il test IEg ha mostrato risultati normali, ma la persona ha tutti i sintomi di una reazione allergica, è necessario un ulteriore esame - un'analisi per determinare gli anticorpi G (IgG).

L'immunoglobulina totale è misurata in mIU / ml. Il valore normale di E (IEg) a seconda dell'età:

  • Neonati e bambini fino a due anni - 0-64;
  • Bambini da 2 a 14 anni - 0-150;
  • Dopo 14 anni - 0-123;
  • Pazienti sotto i 60 anni - 0-113;
  • Dopo 60 anni - 0-114.

Immunoglobuline G ed E (IgG, IgE)

Un esame del sangue per la determinazione di anticorpi specifici delle classi di immunoglobuline G ed E (IgG, IgE).

Gli anticorpi appartenenti alla classe di IgG e IgE sono i principali indicatori della reazione agli allergeni. Il loro livello determina la natura del decorso della malattia.

Le reazioni allergiche di tipo immediato si verificano con la diretta partecipazione di un aumentato valore di immunoglobulina E.

Le reazioni lente che si verificano poche ore o giorni dopo l'interazione con l'allergene si sviluppano con la partecipazione di immunoglobulina G (IgG).

Nella composizione totale di tutte le immunoglobuline, l'IgG domina. Questa immunoglobulina ha l'emivita più lunga, della durata di 21 giorni, e ciò consente di determinare in che modo il corpo reagisce all'allergene, anche diverse settimane dopo il contatto con l'allergene.

I test per la determinazione di IgG e IgE vengono effettuati su siero, pertanto il test prevede la raccolta di sangue da una vena.

Con questo sondaggio, è possibile identificare la maggior parte delle allergie, tra cui su:

  • elminti;
  • Animali domestici proteici;
  • Irritanti per la casa;
  • Allergeni industriali;
  • Prodotti alimentari;
  • Microparticelle di piante e loro parti.

Per identificare anticorpi specifici, vengono utilizzati diversi pannelli. Il medico sceglie la necessità di controllare il corpo per la sensibilità del gruppo allergenico in base ai sintomi della malattia.

In alcuni casi, non uno, ma diversi pannelli con allergeni vengono assegnati contemporaneamente.

La determinazione di anticorpi specifici può essere effettuata su qualsiasi paziente senza restrizioni, sia nel periodo di remissione che nella ricorrenza di malattie. L'unica condizione è che tre ore prima della raccolta del sangue, nulla può essere mangiato.

Altri modi per identificare gli allergeni

In alcune istituzioni mediche, puoi fare altri test per le allergie. Un test radioallergosorbente o il metodo PAST è considerato efficace.

Quando viene eseguito, il livello di IgE viene determinato dopo l'introduzione di specifici trigger, ovvero sospetti allergeni.

Il PASSATO può essere fatto senza interrompere gli antistaminici, questo metodo di diagnosi è adatto anche per determinare le reazioni allergiche nei bambini molto piccoli.

L'indicatore di carta radioimmunosorbente o il metodo RIST indicano il livello di anticorpi IgE e IgG. Informativo per allergie, asma, bronchite e sinusite.

I test provocatori consistono nel somministrare una quantità minima di allergeni al naso (nasale), sotto la lingua (sublinguale) o direttamente nell'albero bronchiale.

Viene assegnata una provocazione se gli esami del sangue non aiutano i test cutanei a diagnosticare la causa alla base della malattia.

I test provocatori sono condotti solo nelle condizioni di quelle istituzioni mediche dove c'è rianimazione. Ciò è dovuto al fatto che la reazione del corpo può essere violenta, anche shock anafilattico.

Dove posso testare le allergie

Gli esami del sangue per il rilevamento di allergeni possono ora essere presi in centri medici specializzati, così come nelle cliniche distrettuali ordinarie.

Solo in anticipo è necessario ottenere un rinvio dal medico dell'allergologo, che indicherà quali stimoli specifici devono essere installati.

La consegna delle analisi nelle direzioni salverà da inutili spese finanziarie.

I test cutanei vengono effettuati solo nelle condizioni delle istituzioni mediche. Il paziente deve essere sotto la supervisione di un fornitore di assistenza sanitaria in ogni momento.

Esame di pazienti con reazioni allergiche in grandi città coinvolte in cliniche pubbliche e private, quindi è quasi sempre possibile passare attraverso una diagnosi completa.

Nell'ospedale vengono eseguiti solo test provocatori, in quanto vi è il rischio di shock anafilattico.

Caratteristiche esame dei bambini

I bambini soffrono di allergie molto più spesso degli adulti.

L'esame dei giovani pazienti non è praticamente diverso dalla diagnosi di allergia nelle persone di età.

L'unica restrizione è che i test cutanei non vengono assegnati fino a 5 anni, dal momento che non sono informativi durante questo periodo e possono a volte essere inaffidabili.

Un pediatra o un allergologo può prescrivere un test per gli allergeni a un bambino.

Il sangue per gli allergeni nei bambini è preso da una vena, il medico prescrive un test dal gruppo di allergeni che sono i più probabili "colpevoli" di una malattia allergica.

Con l'aiuto di pannelli sugli allergeni, è possibile installare cibi intollerabili, piante, allergie animali e polvere domestica.

In alcuni centri medici offrono tecnologia innovativa ImmunoCAP, noto anche come Phadiatop Infant o Fadiotope per bambini.

Questo studio è specificamente progettato per stabilire la suscettibilità dei bambini sotto i 5 anni alle reazioni allergiche.

ImmunoCAP consente di impostare la più bassa concentrazione di anticorpi IgE e la risposta del corpo ai singoli allergeni.

La diagnosi di allergie e l'istituzione di stimoli specifici al livello attuale delle possibilità della medicina non è particolarmente difficile.

Un esame tempestivo fornirà un trattamento completo, che in molti casi aiuta a sconfiggere completamente l'allergia.

Quanto tempo fanno i test per le allergie

Contenuto dell'articolo: i bambini con allergie dovrebbero sempre sottoporsi a un esame del sangue per allergeni in modo che il medico possa prescrivere un trattamento adeguato. In questo articolo ti diremo quali metodi di analisi del sangue esistono, come vengono effettuati nei bambini e come viene decodificato il risultato.

Esame del sangue per allergeni nei bambini

Esistono diverse tecniche di laboratorio che determinano l'allergene che causa la reazione allergica. Tra questi ci sono i test di allergia cutanea (ne abbiamo parlato nell'articolo precedente) e un esame del sangue per gli anticorpi. Parleremo di lui.

Una reazione allergica si verifica come una risposta del sistema immunitario a contatto con una sostanza irritante. L'allergene può entrare nel corpo in modi diversi - attraverso i sistemi respiratorio e digestivo, così come attraverso la pelle e le mucose. Quando incontra un allergene, il sistema immunitario innesca una cascata di risposte, una delle quali è il rilascio potenziato di immunoglobuline di classe E (IgE). È sulla determinazione nel sangue di questi anticorpi responsabili dello sviluppo di reazioni allergiche che questa analisi è basata.

Vantaggi del metodo

L'analisi del sangue per gli allergeni nei bambini presenta numerosi vantaggi rispetto ai test cutanei:

1. sicurezza (non può causare complicazioni ed esacerbazioni della malattia, poiché non c'è contatto diretto con lo stimolo);

2. può essere usato da un'età più giovane (da 4-6 mesi) e test allergologici solo dopo 3-5 anni;

3. praticamente nessuna controindicazione all'analisi;

4. alla volta è possibile determinare la sensibilità a qualsiasi numero di allergeni;

5. può essere effettuato nel periodo di esacerbazione della malattia;

6. possibile ricevere farmaci antistaminici.

Contro del metodo

1. Nei bambini piccoli sotto i 5 anni, il sistema immunitario è ancora imperfetto e questa analisi indica la presenza di anticorpi al momento. Nel tempo, un allergene può cessare di provocare una reazione allergica o, al contrario, riapparire su qualche nuova sostanza.

2. Un metodo abbastanza costoso, se non viene eseguito gratuitamente secondo la politica OMS.

3. È necessario prendere il sangue da una vena in un bambino, che a molti bambini non piace.

Indicazioni per l'analisi immunologica del sangue

Un test del sangue per gli allergeni viene effettuato nei bambini e negli adulti in caso di reazioni allergiche di origine sconosciuta, quando non è possibile eseguire test cutanei (esacerbazione delle malattie della pelle). Cioè, quando un bambino ha: dermatite (rash, graffi, arrossamento), bronchite ostruttiva frequente, congestione nasale, mancanza di respiro, tosse senza raffreddore, disturbi dispeptici del tratto gastrointestinale, intolleranza a determinati cibi e medicine.

Controindicazioni

L'esame del sangue per gli allergeni viene eseguito senza contatto del corpo con l'allergene, quindi può essere eseguito anche al momento dell'esacerbazione. Le controindicazioni sono principalmente associate alla raccolta del sangue stesso, tra cui:

- convulsioni;
- malattia mentale;
- farmaci ormonali.
- Immunizzazione nei 6 mesi precedenti.

Inoltre, un esame del sangue per allergeni non è indicato per i bambini che sono allattati al seno, ci possono essere risultati inaffidabili.

Preparazione per l'analisi

- Si raccomanda di escludere lo stress mentale e fisico per 3 giorni prima dello studio.

- Eliminare cibi grassi e piccanti, non fumare.

- Prima dell'inchiesta, informa il medico di tutti i farmaci presi.

- Alcuni di essi possono influenzare il risultato dell'analisi (carbamazepina, clorpromazina, destrano, estrogeni, farmaci a base di oro, metilprednisolone, contraccettivi orali, penicillamina, fenitoina, acido valproico).

- Il prelievo di sangue dovrebbe avvenire al mattino a stomaco vuoto. I bambini non dovrebbero mangiare per 2-3 ore prima dell'analisi, puoi dare al tuo bambino da bere acqua pulita non gassata.

Come donare il sangue per le allergie?

Il sangue di un bambino è preso da una vena. Il catetere a farfalla è più adatto per questo. Se donate il sangue gratuitamente nella clinica, è meglio acquistarlo da soli e chiedere all'infermiera di prendere sangue per loro.

Il sangue richiede molto - 10-15 ml. Meglio mettere il bambino sulle sue ginocchia, una mano premuta sul petto e l'altra da cui prenderanno il sangue per tenere il polso.

L'infermiera applicherà un laccio emostatico, asciugherà il sito di iniezione con alcol e prenderà sangue, applicherà cotone idrofilo con alcool e scioglierà il laccio emostatico. È meglio tenere il braccio piegato al gomito per 5-10 minuti in modo che non ci sia livido.

Tipi di esami del sangue per allergeni

Esistono i seguenti metodi di analisi del sangue per gli allergeni:

• determinazione dell'immunoglobulina E comune (IgE);
• determinazione di immunoglobuline E specifiche (IgE) specifiche;
• determinazione dell'allergene utilizzando la tecnologia ImmunoCap.

Il principio di tutti questi studi si basa sul rilevamento dei livelli di anticorpi nel sangue delle reazioni allergiche.

Analisi per immunoglobulina totale E (totale IgE)

Le immunoglobuline totali E (IgE) del siero umano sono le gammaglobuline prodotte dai linfociti B. La loro funzione principale è la partecipazione a reazioni di tipo immediato (reagine), così come la protezione antiparassitaria.

Usando questa analisi, viene determinata la concentrazione totale di immunoglobulina E nel siero. Le immunoglobuline E (IgE) sono le gammaglobuline che producono i linfociti B. Svolgono 2 funzioni principali: sono coinvolti in reazioni di tipo immediato (reazione ad un allergene) e forniscono protezione antiparassitaria.

L'aumentata concentrazione di IgE nel sangue indica che il rischio di sviluppare malattie allergiche nei prossimi 18 mesi aumenta in un bambino o in un adulto nei successivi 18 mesi rispetto alle persone i cui livelli plasmatici di immunoglobuline E totali sono nel range normale.

Oltre alla suscettibilità alle allergie, un bambino può avere una malattia parassitaria, che aumenta anche la concentrazione di IgE. Questo perché l'immunoglobulina E è in grado di interagire con antigeni elminti (ascaridi, trichinella, toxoplasma, nematodi, echinococco e altri vermi).

La definizione di IgE totale nel plasma è utilizzata come screening per le allergie, ma per identificare un allergene è necessario analizzare le sue IgE specifiche. I livelli di IgE nel sangue sono presentati nella tabella.

Analisi per immunoglobuline specifiche E e G

Immunoglobuline specifiche IgE e IgG sono prodotte in risposta all'esposizione ad un antigene specifico. Con l'esposizione ripetuta, vengono prodotti in grandi quantità, il che indica un'alta sensibilità del corpo a questo stimolo, cioè allergie ad esso. L'IgG4 determina le allergie alimentari.

In condizioni di laboratorio, il siero viene miscelato con vari allergeni, quindi utilizzando l'aggiunta di enzimi o radioisotopi ottenere i risultati dello studio. A seconda del reagente, possono essere metodi:

- Metodi di test PAST (radioisotopi).

Lo svantaggio di questo metodo è che è possibile determinare l'allergene solo con la componente proteica, cioè il test non è sensibile agli antigeni non proteici.

Durante l'analisi si possono considerare vari allergopanel, ce ne sono molti, ad esempio il pannello fungino è composto dai 20 funghi più comuni, il pannello MIX (per l'alcol) per 100 allergeni. Su quali pannelli portarti a dire al medico allergologo. A volte il medico consiglia al bambino di donare il sangue per un allergene specifico (questo studio è chiamato allergoscreening avanzato), ad esempio, per un antibiotico.

Immunoglobuline specifiche di classe E sono determinate per allergeni alimentari, allergeni di animali e uccelli, allergeni di insetti, allergeni di muffe, allergeni da elminti, sostanze medicinali, anestetici locali, metalli, allergeni di pollini di alberi, allergeni da erba e ad altri allergeni. Di seguito è riportato un elenco di allergopanel generalizzati di uso comune nei bambini.

Pannelli principali di allergeni

• allergergreening a 36 allergeni: polline nocciola, betulla bianca, funghi Kladosporium e Aspergillus, ontano nero, quinoa, festuca, dente di leone, segale, assenzio, coda di topo, piume di uccello (miscela), crine di cavallo, cani e gatti, polvere domestica, scarafaggio, una miscela di cereali (mais, riso e avena), manzo, uovo di gallina, pollo, maiale, pomodoro, carota, fragola, mela, merluzzo, latte vaccino, patate, nocciole, soia, piselli, grano;

• allergergreening a 20 allergeni: ambrosia, assenzio, betulla bianca, timothy, funghi Kladosporium, Alternaha e Aspergillus, D. Farinae tick, D. Peter's tick, lattice, merluzzo, latte, albume d'uovo, soia, arachidi, grano, riso, lana gatti, cani e cavalli, scarafaggi;

• pannello di IgE alimentare a 36 allergeni alimentari: fagioli bianchi, patate, banana, arancia, uva passa, funghi, mix di cavoli (bianco, cavolfiore e broccoli), sedano, grano, carote, aglio, mandorle, arachidi, noci, carne di pollo, carne di manzo, tacchino, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, maiale, merluzzo, tonno, latte di mucca, una miscela di cipolle (giallo e bianco), lievito, soia, segale, pomodori, riso, zucca, una miscela di frutti di mare (gamberetti, cozze, granchi), cioccolato.

I risultati dell'analisi per IgG4 specifici sono mostrati nella tabella.

Tecnologia ImmunoCAP

La tecnologia ImmunoCAP è un metodo moderno basato sulla rilevazione di IgE specifiche. Questo è un metodo di immunofluorescenza, in cui gli allergeni vengono raccolti su una fase solida porosa tridimensionale (spugna di cellulosa), a causa di ciò aumenta il legame superficiale di anticorpi specifici.

Il test è altamente sensibile e può essere utilizzato per rilevare concentrazioni ultrabasse di anticorpi IgE.

La tecnologia ImmunoCAP è il "Gold Standard" nella diagnosi allergica specifica ed è approvata dall'Organizzazione mondiale della sanità e dall'Organizzazione mondiale degli allergologi. Questo test mostra la sensibilità a diverse miscele di allergeni, a singoli allergeni e consente di creare pannelli individuali.

L'obiettivo del metodo ImmunoCAP è di confermare che la malattia è di natura allergica. Valori significativamente aumentati di IgE specifiche suggeriscono che manifestazioni allergiche di un allergene o allergeni dal pannello. Con un risultato negativo, l'allergia non è esclusa, ma la fonte rimane sconosciuta.

L'analisi del sangue con il metodo ImmunoCAP viene eseguita sui seguenti pannelli:

• cibo;
• cibo fx 5;
• inalazione bambini Fadiatop e Fadiatop;
• Phadiatop;
• molecolare fungino 1 o 2;
• polinoz MIX;
• famiglia;
• acaro della polvere;
• barrare gli allergeni;
• polline;
• timothy (miscela);
• timothy, assenzio, ambrosia;
• miscela di erbe all'inizio della primavera;
• atopy MIX;
• ambrosia;
• Assenzio autunnale.

Fadiatop e Fadiatop

Separatamente, voglio evidenziare il pannello "Fadiatop" e "Fadiatop children". Sono usati per diagnosticare malattie allergiche che si manifestano attraverso reazioni allergiche dell'apparato respiratorio (asma bronchiale, bronchite ostruttiva, rinite allergica e congiuntivite, allergie respiratorie, ecc.).

La differenza tra loro è che gli allergeni alimentari sono inclusi nei bambini Fadiatop, e solo gli allergeni per inalazione sono inclusi in Fadiatop Adult.

La composizione di Fadiatop per bambini include gli allergeni più comuni che più spesso causano reazioni nei bambini piccoli. Questo include gruppi di allergeni come polline, muffa, zecche, allergeni di animali, scarafaggi, ecc. Un risultato positivo dirà che un bambino ha un'allergia a qualche sostanza di questo pannello, e un risultato negativo esclude un'allergia a questi allergeni. Con un risultato positivo, sarà necessario testare ciascun allergene separatamente.

Da che età puoi fare gli esami del sangue per gli allergeni

Fino a 6 mesi, non è consigliabile superare il test, dal momento che gli anticorpi della madre circolano ancora nel corpo del bambino in utero. Ma con gravi manifestazioni allergiche di orticaria, angioedema e shock anafilattico, gli studi possono essere eseguiti a qualsiasi età.

Quanto costa un esame del sangue per gli allergeni

I risultati di un esame del sangue per allergeni si ottiene in 3-7 giorni. La scadenza dipende dal laboratorio e dal metodo di ricerca.

Quanto è un esame del sangue per gli allergeni nei bambini

Analisi per i costi totali delle IgE tra 300-400 rubli, 300-400 specifici per ciascun allergene, il pannello Fadiatope Children - da 2000 rubli, ciascuno singolarmente allergenico utilizzando il metodo ImmunoCAP - da 700 rubli.

In base alla politica OMS, è possibile eseguire esami del sangue gratuiti per gli allergeni, per questo è necessario contattare un allergologo presso la propria clinica per un rinvio.

conclusione

Nei neonati e nei bambini fino a 2 anni, le reazioni allergiche si manifestano più spesso come eruzioni cutanee, da 2 a 5 anni le eruzioni cutanee sono meno comuni e un linguaggio "geografico" (processi infiammatori e distrofici nella mucosa della lingua) può essere un segno di allergia, ma dopo 5 Per anni, compaiono sintomi di allergia respiratoria che possono portare allo sviluppo di asma bronchiale. Pertanto, per la salute dei bambini piccoli è molto importante prevenire lo sviluppo di reazioni allergiche, poiché l'immunità è formata da 5 anni. E a questo punto è necessario decidere le inclinazioni allergiche del bambino al fine di prescriverlo un trattamento tempestivo e adeguato. Un esame del sangue per allergeni consentirà l'identificazione di sostanze irritanti, che aiuteranno a eliminarli o limitare la loro influenza, nonché a prescrivere un'immunoterapia sintomatica e specifica con allergeni (SIT). SIT si svolge 1 volta all'anno per 3-4 anni. Inoltre, è necessario effettuare una terapia di rafforzamento generale del tratto gastrointestinale, fegato, reni, tratto respiratorio superiore, esercizio fisico.

Prendi un appuntamento con un medico nella tua città Cliniche della tua città

Per sbarazzarsi delle allergie, devi prima scoprire l'allergene ed eliminarne l'effetto. Il modo più affidabile per determinare con precisione il tipo di allergene è considerato come test speciali, è abbastanza difficile fare una diagnosi accurata senza la quale.

Preparazione per lo studio

Siero di sangue venoso siero è necessario per il test per le allergie, quindi il paziente dovrà prepararsi per la procedura. Una corretta preparazione è la chiave per l'affidabilità dei risultati ed è la seguente:

  • Deve donare sangue nel periodo di remissione, perché se l'allergia si aggrava, il titolo anticorpale nel sangue sarà troppo alto, il che può distorcere i risultati.
  • Dovrebbe essere ritardato con la procedura per la SARS, infezioni respiratorie acute, intossicazioni, che sono accompagnate da febbre.
  • 3-4 giorni prima che venga assunto il biomateriale, il paziente deve interrompere l'assunzione di medicinali, compresi gli antistaminici. Se questo non è possibile, è necessario avvertire il medico e specificare quali farmaci sta assumendo il paziente.
  • 5 giorni prima della procedura si consiglia di limitare il contatto con gli animali domestici.
  • Alla vigilia dello studio, è necessario abbandonare gli sport attivi, non fumare o bere caffè.
  • La donazione di sangue deve essere rigorosamente a stomaco vuoto al mattino.

Tipi di saggi per la sensibilizzazione

Convenzionalmente, i metodi per rilevare gli allergeni sono divisi in 2 tipi:

  1. In vivo, che letteralmente significa "dentro il corpo". Questo sottogruppo di metodi viene effettuato introducendo gli allergeni nei tessuti corporei.
  2. In vitro o "in vetro". Il sottogruppo combina i metodi che vengono effettuati prendendo un campione e il suo ulteriore studio al di fuori del corpo utilizzando attrezzature speciali.

Saggi in vitro

Un gruppo di analisi combina metodi sierologici e biochimici per l'esame del sangue di un paziente, basato sull'interazione di antigeni con anticorpi sierici. Tali tecniche sono assolutamente sicure e pertanto vengono utilizzate per esaminare anche i neonati. Inoltre, possono essere utilizzati durante la conduzione della terapia antistaminica, che non influenzerà i risultati del sondaggio.

emocromo completo

L'esame del paziente inizia sempre con un esame emocromocitometrico completo. In questo caso, il medico richiama l'attenzione sulla concentrazione di eosinofili, poiché il suo aumento conferma la presenza nel sangue di sostanze estranee, inclusi gli allergeni.

Tuttavia, un aumento del titolo di queste cellule del sangue può indicare lo sviluppo di infezione infiammatoria, parassitaria o batterica. Questo è il motivo per cui viene sempre nominato un ulteriore esame volto a confermare o escludere possibili infezioni.

Se il risultato è negativo, il medico raccomanda un esame del sangue per rilevare anticorpi specifici.

Esame del sangue del paziente per il rilevamento di IgE

Non appena le proteine ​​estranee entrano nel corpo (gli allergeni hanno una natura proteica), il sistema immunitario inizia a produrre IgE, che sono responsabili dello sviluppo di reazioni allergiche di tipo immediato come angioedema, orticaria e shock anafilattico.

Il tasso di questo indicatore dipende dal sesso, dall'età e dal peso corporeo del paziente, ma questo valore è estremamente basso nel siero del sangue di una persona sana.

I test si basano sulla reazione della combinazione di allergeni con siero e formazione di "antigene-anticorpi" immunocomplessi. Questo studio è considerato abbastanza informativo, ma non un metodo al 100%. Ciò è dovuto al fatto che in quasi il 35% dei casi, gli anticorpi vengono rilevati solo dopo qualche tempo, inoltre ci sono allergeni che non provocano un aumento del titolo delle immunoglobuline E.

Interpretazione dei risultati. Il normale contenuto di IgE non è superiore a 3 cU / l. Dato il risultato, l'allergologo determinerà il grado di sensibilità del corpo agli effetti dell'allergene:

0 gradi è stabilito ad una concentrazione inferiore a 0,1 kE / l, che conferma la probabilità estremamente bassa di sviluppare allergie;

  • 0-I - titolo anticorpale nell'intervallo da 0,11 a 0,25, il rischio di sviluppare sensibilità è possibile solo con frequente contatto con l'allergene;
  • Grado I - concentrazione da 0,26 a 0,39, bassa probabilità di sensibilizzazione, che si manifesta rash cutaneo;
  • II - titolo di 0.40 - 1.30, moderato rischio di allergie sotto forma di orticaria;
  • III - da 1,31 a 3,89, un'alta probabilità di sensibilizzazione sotto forma di angioedema;
  • IV - da 3,90 a 14,99, un alto grado di probabilità di allergie quando il corpo è in contatto con un allergene;
  • V - più di 15,0, un rischio estremamente elevato di sviluppare una reazione istantanea del corpo sotto forma di shock anafilattico.

Contemporaneamente alla determinazione del titolo di IgE, vengono rilevate immunoglobuline di classe G, necessarie per identificare le fasi successive di sensibilizzazione.

Esame del sangue per IgG

Le immunoglobuline di classe G sono responsabili dello sviluppo di reazioni allergiche di tipo ritardato. Cioè, le IgG si accumulano nel corpo per molto tempo e solo quando viene superato un certo livello, le reazioni di sensibilità ad alcuni allergeni iniziano a manifestarsi.

La loro emivita è di 21 giorni, quindi è possibile identificare l'allergene entro 3 settimane dalla sua esposizione al corpo.

Il principio di rilevazione delle IgG è lo stesso delle IgE. Nel corso della reazione biochimica, si forma un complesso "antigene-anticorpo", che ha una colorazione diversa dal campione di controllo, che conferma lo sviluppo della co-sensibilità a questo allergene.

Il più delle volte, l'allergologo raccomanda un esame del sangue per la rilevazione di immunoglobuline di classe G ed E. Questo rivelerà sia il decorso acuto della malattia che le sue forme latenti.

Le reazioni immunologiche rivelano sensibilizzazione a:

  • elminti;
  • per gli animali domestici;
  • polline delle piante;
  • allergeni domestici;
  • allergeni industriali;
  • prodotti alimentari.

Per semplificare l'identificazione delle allergie, sono stati sviluppati allergopanel. Combinano sostanze e prodotti con caratteristiche e composizione simili e quindi provocano reazioni allergiche simili.

Interpretazione dei risultati. La norma è il contenuto di IgG nell'intervallo di 1000 ng / ml. A concentrazioni che vanno da 1001 a 4999 ng / ml, le manifestazioni di allergia sono moderate, e quindi è sufficiente limitare il contatto con questo allergene.

Se il titolo supera i 5000 ng / ml, il rischio di sviluppare allergie è estremamente elevato, si raccomanda di evitare il più possibile il contatto con questo allergene.

Analisi in vivo

Il gruppo di test comprende test cutanei, durante i quali viene iniettata per via sottocutanea la dose minima di allergene, dopo di che vengono monitorate le reazioni dell'organismo. Ti permettono di identificare un allergene specifico.

Questo metodo è adatto per identificare gli allergeni che entrano nel corpo attraverso il sistema respiratorio e sostanze che provocano lo sviluppo di manifestazioni cutanee di sensibilizzazione.

I test cutanei sono effettuati in 3 modi:

  1. applicazione, che consiste nel fissare un tampone inumidito in una soluzione allergenica sulla superficie della pelle;
  2. somministrazione sottocutanea;
  3. scarificazione, in cui un piccolo graffio viene applicato sulla pelle dell'avambraccio, che viene trattato con una soluzione allergenica.

Un campione è considerato positivo se una macchia rossa con un diametro di almeno 2 mm appare entro 10-12 minuti dopo la procedura sulla pelle nel sito di iniezione o grattata.

Le indicazioni per lo svolgimento di test cutanei sono:

  • asma bronchiale, che è accompagnato da soffocamento dovuto all'effetto degli allergeni sui bronchi;
  • dermatite allergica di eziologia, i cui sintomi caratteristici sono eruzioni cutanee, desquamazione della pelle, forte prurito;
  • manifestazioni catarrali di allergia, aumentando con la fioritura di alcune piante, sotto forma di congiuntivite, rinite, starnuti;
  • intolleranza a determinati farmaci e cibo.

I test cutanei sono controindicati nelle donne in gravidanza, durante la chemioterapia e la terapia ormonale, in pazienti di età superiore a 65 anni, bambini sotto i 5 anni.

Come superare i test

I test cutanei devono essere eseguiti esclusivamente in un ospedale. Ciò è dovuto al fatto che è impossibile prevedere come il corpo reagirà al farmaco.

Con lo sviluppo di reazioni allergiche immediate, il paziente riceverà un'assistenza adeguata.

Il sangue per determinare il tipo di allergene può essere donato alla clinica nel luogo di residenza o in una clinica privata. Tuttavia, si dovrebbe prima prendere la direzione dell'allergologo curante, che, a seconda del quadro sintomatico, determinerà l'insieme di possibili allergeni.

Il costo del test del sangue è determinato dal tipo di pannello diagnostico e può variare da 1250 a 2000 rubli.

I sintomi allergici possono essere diversi, sono mascherati da raffreddori o infiammazioni di sistemi organici.

Segni di allergie possono essere le seguenti condizioni:

  • eruzioni cutanee e altre reazioni cutanee;
  • mal di testa e vertigini;
  • nausea e vomito;
  • flatulenza e sgabello sconvolto;
  • gonfiore;
  • broncospasmo.

La conseguenza più pericolosa delle allergie - angioedema, in cui i tessuti molli della laringe si sovrappongono alla trachea.

Una reazione immunitaria si verifica quando entra in contatto con un allergene, una sostanza che, a seguito della penetrazione di cui il corpo inizia a produrre vigorosamente anticorpi - che è una reazione protettiva alla penetrazione di un composto tossico. Sotto l'azione dell'immunoglobulina E, i mediatori vengono rilasciati nel flusso sanguigno, dando origine al processo infiammatorio. Tale reazione del corpo interrompe il suo lavoro e porta all'autodistruzione del tessuto.

L'allergene entra nel corpo in diversi modi:

  • per contatto diretto;
  • per via orale;
  • respiratorio.

A volte guardano a lungo per la causa di una violazione del loro stato di salute, sistemando i sintomi di possibili malattie, osservando il quadro clinico del processo infiammatorio. In questo caso, le condizioni del paziente peggiorano.

Campioni per allergeni e inviti - studi condotti in condizioni di laboratorio, cioè in assenza di contatto con l'allergene del paziente - devono essere presi in caso di sospette manifestazioni allergiche croniche.

I test cutanei per gli allergeni negli adulti e nei bambini passano nei casi in cui la diagnosi di allergia è già stabilita, e è necessario selezionare una sostanza specifica dal gruppo di allergeni. O è necessario ottenere la conferma clinica di una diagnosi già stabilita.

Il metodo è considerato il più affidabile se le sostanze che causano la reazione patologica del corpo penetrano in modo respiratorio.

Ma devo dire che i pannelli degli allergeni, disponibili nei laboratori diagnostici, sono rappresentati da 20-40 tipi di reagenti. Attualmente sono stati isolati più di 60.000 composti volatili, tra cui polline delle piante e sostanze chimiche disciolte nell'aria, che possono causare reazioni allergiche.

Pertanto, gli esami del sangue per gli allergeni nei bambini e negli adulti diranno molto più accuratamente cosa succede nel corpo quando incontra un componente pericoloso e determina lo stato immunitario.

Le analisi del sangue devono essere prese 3 volte:

Innanzitutto, il sangue viene prelevato dal dito per determinare il numero di ESR ed eosinofili. Va tenuto presente che nei bambini il tasso di eosinofili normali aumenta. Ma l'aumento di questo indicatore non conferma la diagnosi - allergia.

Un gran numero di eosinofili indica solo la possibilità di una reazione allergica, aumentano con le invasioni elmintiche - il corpo reagisce con la produzione di anticorpi quando vengono introdotti i parassiti - e durante periodi acuti di malattia ischemica.

I test per le allergie Invitro si svolgono in 2 fasi:

  • Rast test Questo è un sondaggio preliminare che determina la direzione verso il quale gruppo di sostanze l'allergene è più vicino. Il sangue viene prelevato da una vena, distribuito in diverse provette, e un allergene di un certo gruppo viene introdotto in ciascuna di esse. In quale provetta troverà più anticorpi nella direzione e sarà esaminato;
  • Gli esami allergenici nei bambini e negli adulti sono eseguiti per immunoglobuline specifiche E. Anche il sangue viene prelevato da una vena, è già miscelato con specifici allergeni del gruppo di contatto. Questo test mostra la risposta immunitaria del corpo.

Così determinate allergie alimentari nei neonati. Questa analisi identifica anche i contatti e gli allergeni respiratori nei pazienti di qualsiasi fascia d'età.

Le analisi immunologiche vengono eseguite nelle seguenti situazioni:

  • Vi è il sospetto di una reazione allergica a contatto con determinate sostanze, poiché il trattamento mirato di malattie croniche dell'apparato respiratorio, malattie dell'apparato digerente o dermatiti non dà un risultato positivo;
  • Esiste una predisposizione genetica alle allergie;
  • Il paziente avverte reazioni indesiderate del corpo, è impegnato in attività professionali e è necessaria la conferma clinica di allergia;
  • Nel determinare la risposta immunitaria durante il trattamento di allergia, per chiarire le misure terapeutiche;
  • Questi test per gli allergeni nei bambini vengono effettuati in caso di sospette allergie alimentari.

Nei bambini, negli esami viene usato meno di quando il test viene eseguito negli adulti.

Il livello di risposta immunitaria in futuro influisce significativamente sul modo di vita del paziente, è determinato da lui, quali alimenti sono esclusi dalla dieta, quale stile di vita è necessario condurre. Bassa risposta immunitaria: nessuna sensibilità a questa sostanza è stata trovata, per questo organismo non è un allergene.

Livello medio - questa sostanza può essere un allergene, c'è il pericolo che si accumuli nel corpo. È desiderabile limitare il contatto. Alto livello di risposta immunitaria - la sostanza è un allergene, il corpo dà una reazione bruscamente espressa ad esso, il contatto con esso deve essere completamente escluso.

Tutti i valori delle reazioni immunitarie sono elencati in una tabella speciale e gli indicatori vengono confrontati con essa.

Indicatori accurati di test cutanei e test per gli allergeni saranno solo con una preparazione adeguata per i test:

  • 3-5 giorni prima delle analisi è necessario escludere i prodotti che sono allergenici dalla dieta: cioccolato, uova, agrumi, arachidi, ecc.;
  • Anche le verdure e i frutti stagionali, inusuali per il cibo locale, dovrebbero essere rimossi dal menu, anche se non sono allergici;
  • Si consiglia di interrompere il contatto con animali domestici;
  • Dobbiamo cercare di evitare lo stress emotivo, lo sforzo fisico, che richiede il massimo stress;
  • Se è possibile, interrompono il corso del trattamento con preparazioni mediche, anche se dovevano essere prese costantemente. Questo articolo è discusso in anticipo con il medico;
  • Gli antistaminici non sono utilizzati in preparazione per i test per le allergie;
  • Non è possibile testare le allergie nelle malattie infiammatorie acute o le esacerbazioni di malattie croniche, anche se i disagi sono minori. Disturbi delle feci, dolori e dolori alle articolazioni facilmente espressi, ipertensione arteriosa - tutto questo si riflette nel livello della risposta immunitaria. Nei bambini, il deterioramento della condizione può essere osservato da un cambiamento nel comportamento - diventano capricciosi, facilmente eccitabili, o viceversa, hanno un'eccessiva stanchezza;
  • Gli adulti dovrebbero astenersi dal fumare per un giorno;
  • Le analisi del sangue vengono prese a stomaco vuoto.

Quando si prescrive un sondaggio per determinare lo stato immunitario e il tipo di allergene, è necessario che l'allergia stessa non si manifesti. Se la malattia è in forma acuta, un livello aumentato di anticorpi nel sangue e i risultati dello studio saranno inaffidabili.

Se tutte le condizioni di preparazione all'esame saranno osservate attentamente, in base ai risultati dei test sarà possibile identificare l'allergene e prescrivere un tale trattamento allergico, che non solo allevia i sintomi, ma riduce anche gradualmente la sua manifestazione al minimo. Nell'arsenale della medicina moderna, ci sono farmaci che ripristinano completamente lo stato immunitario.

Gli esami del sangue per allergie e test cutanei possono essere fatti nel laboratorio diagnostico di un ospedale pubblico o in appositi laboratori privati. Nella maggior parte dei casi, questi test sono pagati.

Quali sono i test?

  1. Analisi del sangue generale
  2. L'analisi per calcolare il livello di unità comuni di immunoglobulina E.
  3. Analisi per identificare anticorpi specifici delle classi di immunoglobuline G ed E.

In primo luogo viene prescritto un emocromo completo per gli allergeni. Il medico in questa procedura si concentra su una sorta di "cartina di tornasole" - eosinofili delle cellule del sangue. Se il loro numero supera una certa soglia (individuale per ciascun paziente), significa che nel sangue ci sono sostanze estranee che possono suggerire la presenza di un allergene nel corpo. Successivamente, verrà assegnata una procedura per identificare i parassiti nel sangue. Se il metodo descritto era inefficace, ricorrere al paragrafo 2.

Un'analisi per calcolare il livello di unità comuni di immunoglobulina E. Se non si entra nei dettagli accademici: il livello di immunoglobulina totale aumenta quando un certo agente allergico imperversa nel corpo, questo può essere paragonato alla mobilizzazione generale in caso di invasione del nemico (in questo caso le allergie interferiscono). Per il test è necessario passare il siero. Ma, ancora, il metodo non è efficace al 100% (non tutte le allergie aumenteranno il livello di immunoglobulina totale, a volte l'allergene agisce impercettibilmente).

Analisi del rilevamento di anticorpi speciali delle classi di immunoglobuline G ed E. Se sono stati rilevati G ed E, ciò consente di concludere che il corpo risponde a specifici gruppi di sostanze, oltre a rivelare il contenuto e la natura di tali reazioni. L'immunoglobulina E è responsabile della risposta immunitaria istantanea (in pochi minuti). Immunoglobulina G - per reazioni allergiche di tipo lento: il corpo reagisce ore o addirittura giorni dopo l'ingestione dell'agente allergico.

Il sangue per gli allergeni in questa procedura è preso da una vena. Viene analizzato il modo di vivere del paziente, il suo microambiente in cui si trova spesso, in base ai risultati viene compilato un programma di test. Tutte le procedure di prova sono suddivise in elenchi che elencano un numero elevato di immunoglobuline specifiche, che vanno dagli allergeni alle elminti e alle piante e che terminano con il cibo. A proposito, statisticamente, questo metodo si è rivelato il migliore di tutti nelle allergie alimentari.

Torna al sommario

Come si prepara?

  1. È necessario donare il sangue per gli allergeni rigorosamente al mattino a stomaco vuoto, cioè a stomaco vuoto (anche il caffè è considerato cibo!).
  2. Da una a due ore prima della procedura è indesiderabile fumare (almeno nel test generale il numero di linfociti sarà ridotto).
  3. Il contatto con animali domestici è indesiderabile tre giorni prima del test.
  4. L'ultima controindicazione: non si deve donare il sangue per gli allergeni se si soffre attualmente di malattie somatiche respiratorie acute, gastrointestinali o altre gravi.

Torna al sommario

Quali sono gli esami del sangue per gli allergeni?

I sintomi vissuti da una persona allergica sono una reazione immunitaria che si verifica quando entrano in contatto con qualsiasi sostanza che causi ipersensibilità. Quando questa sostanza entra nel tratto gastrointestinale, sulla pelle, sulle membrane mucose del rinofaringe, dei bronchi o degli occhi, inizia la produzione aumentata di immunoglobuline E, che sono l'inizio di una catena che porta al processo infiammatorio.

I test sugli allergeni, che vengono effettuati in laboratorio, consentono di isolare una sostanza che causa questa particolare risposta immunitaria nel corpo. A tale scopo, viene utilizzato un metodo di prelievo del sangue per cercare un allergene, a seguito del contatto con il quale si producono anticorpi specifici nel sangue.

Il vantaggio degli esami del sangue sui test cutanei è che gli esami del sangue immunologici sono assolutamente sicuri e, a differenza dei test cutanei, non sono in grado di causare un deterioramento delle condizioni di un paziente allergico.

Esistono due metodi di analisi del sangue, con i quali è possibile stabilire il cosiddetto profilo allergico.

  • Rast test Poiché il test RAST non può coprire l'intero elenco di allergeni esistenti, questo tipo di analisi del sangue viene nominato come preliminare - determina la direzione in cui condurre ulteriori ricerche. In caso di reazione positiva al test RAST, vengono prescritti test di laboratorio, restringendo la gamma di possibili allergeni e distinguendo tra loro la sostanza che causa l'ipersensibilità del sistema immunitario. Per il test RAST, il sangue viene raccolto dal paziente, che viene poi distribuito in diverse provette. In ciascuna di esse viene introdotta una soluzione preparata contenente uno degli allergeni comuni. Dopo un po 'di tempo, gli emoderivati ​​vengono esaminati mediante test speciali e, a seconda di quale delle provette viene rilevata una maggiore quantità di anticorpi, viene formulata una conclusione su una reazione positiva a questo allergene.
  • Test per immunoglobulina specifica E. Si tratta di un esame del sangue che determina in modo più preciso gli allergeni che causano una maggiore risposta immunitaria del corpo. Per questo, il paziente prende anche il sangue, che viene successivamente miscelato con allergeni specifici dei gruppi di inalazione, contatto e cibo.
    • Inalazione: polline delle piante, polvere domestica, peli di animali, lanugine di uccelli, spore fungine, cibo secco per pesci d'acquario, ecc.
    • Contatto: componenti di prodotti chimici domestici, detergenti e cosmetici, ecc.
    • Cibo: cibo, che è possibile una reazione allergica. L'elenco degli allergeni in questo gruppo è il più esteso e il numero di campioni può essere espresso in centinaia.

↑ Torna ai contenuti

Quando vengono prescritte le analisi del sangue per gli allergeni?

Un esame del sangue per allergeni, o, come viene anche chiamato, un'analisi immunologica, è prescritto da un medico nei seguenti casi:

  • il paziente ha chiari sintomi allergici che si verificano stagionalmente, dopo ingestione di determinati alimenti o contatto con qualsiasi sostanza;
  • trattamento farmacologico di bronchite cronica, congiuntivite, rinite, dermatite era inefficace;
  • è probabile che il paziente sia incline alle allergie (predisposizione ereditaria);
  • lamentele di un paziente che lavora in un'industria pericolosa, tosse, mancanza di respiro, rinite, congiuntivite e altre manifestazioni di allergia;
  • i sintomi osservati nel paziente indicano un'intolleranza individuale a qualsiasi cibo, farmaco, ecc., ma non è possibile isolarne la causa;
  • determinare una diminuzione o un aumento della risposta immunitaria dopo l'inizio del trattamento per le allergie.

Normalmente, la quantità di immunoglobulina E è pari allo 0,001% della quantità totale di tutte le immunoglobuline presenti nel siero. Se il livello E della immunoglobulina del paziente supera le norme consentite, ciò indica una risposta immunitaria "bassa", "media" o "alta" (a seconda di quanto il livello di immunoglobulina E è al di fuori dei limiti consentiti).

La classificazione della risposta immunitaria da "bassa" a "alta" è un'indicazione di quanto sia intensa la risposta immunitaria del paziente a un determinato allergene.

Dopo la fine dell'analisi del sangue per gli allergeni, i risultati dei test sono presentati sotto forma di tabella, in cui è indicato ciascuno degli allergeni che hanno partecipato ai test e il grado della risposta immunitaria che ha causato.

Determinare il grado di risposta immunitaria è importante non solo per il medico che prescriverà il trattamento adeguato, ma anche per il paziente stesso. Il livello di risposta immunitaria, indicato nella tabella, determina l'ulteriore stile di vita e dieta, che contribuirà a ridurre le manifestazioni di allergie e addirittura a liberarsene completamente.

  • Basso livello di risposta immunitaria: il contatto con questa sostanza non può essere limitato, dal momento che il sistema immunitario non mostra una maggiore sensibilità ad esso.
  • Il livello medio di risposta immunitaria: per quanto possibile il contatto con questa sostanza dovrebbe essere limitato, perché questa sostanza è definita come un allergene.
  • Alto livello di risposta immunitaria: è necessario eliminare completamente il contatto con questa sostanza. Se l'allergene che ha mostrato un alto livello di risposta immunitaria è un prodotto alimentare, è necessario evitare qualsiasi prodotto contenente questo allergene anche in piccole quantità.

L'analisi degli allergeni nei bambini è prescritta negli stessi casi degli adulti e viene eseguita con metodi simili. L'unica caratteristica distintiva dei test immunologici pediatrici è che vengono utilizzati meno allergeni durante i test per il cibo.

↑ Torna ai contenuti

Come sono le analisi del sangue per gli allergeni

Per i test di laboratorio per gli allergeni, il sangue viene raccolto da un paziente, e quindi le reazioni immunitarie sono studiate con il suo aiuto.

I test allergologici richiedono una certa preparazione da parte del paziente. Affinché l'analisi del sangue sia il più accurata e accurata possibile, è necessario seguire alcune regole.

  • Le analisi del sangue per i test allergologici si svolgono al mattino a stomaco vuoto.
  • Non fumare per 1-2 ore prima di donare il sangue.
  • 3-5 giorni prima della data prevista per l'analisi del sangue, il paziente deve escludere dalla dieta tutti gli alimenti ad alta allergenicità:
    • noci;
    • frutti di mare;
    • cioccolato e prodotti / bevande che lo contengono;
    • uova;
    • miele naturale;
    • alimenti e bevande contenenti dolcificanti sintetici, aromi e colori;
    • latte e formaggio;
    • agrumi;
    • frutta e verdura fuori stagione.
  • Se possibile, il contatto con gli animali domestici deve essere interrotto 3-5 giorni prima della donazione di sangue.
  • Durante la remissione è richiesto un esame del sangue per gli allergeni. Questo è necessario al fine di ridurre il livello di anticorpi specifici nel sangue a un livello il più vicino possibile al livello normale - una maggiore quantità di anticorpi è osservata nel periodo di esacerbazione nel sangue. Solo se questo requisito è soddisfatto, gli allergeni introdotti artificialmente nel sangue saranno in grado di mostrare il quadro reale di una maggiore risposta immunitaria.
  • Alcuni giorni prima di donare il sangue, è necessario evitare un forte stress fisico ed emotivo.
  • Se le condizioni del paziente lo consentono, qualche tempo prima della donazione di sangue, dovresti rifiutare completamente di assumere farmaci, anche se non hanno nulla a che fare con il trattamento delle allergie.
  • Dovresti smettere di prendere antistaminici, poiché la loro azione è mirata a ridurre il livello di istamine nel sangue e, di conseguenza, i test immunologici possono mostrare risultati falsi. Questo articolo di preparazione per gli esami del sangue deve essere discusso con il medico: con frequenti e difficili esacerbazioni di allergie, la cancellazione di antistaminici può essere pericolosa per la salute del paziente.
  • Non è raccomandato donare sangue per i test allergologici a temperature elevate, infezioni virali respiratorie acute, la presenza di malattie gastrointestinali acute e altre condizioni acute. Dopo il recupero, gli esami del sangue per le allergie possono essere eseguiti dopo alcuni giorni, quando i conteggi del sangue tornano alla normalità.

Se tutte queste condizioni sono soddisfatte, i risultati degli esami del sangue immunologici saranno il più precisi possibile, il che, a sua volta, aiuterà a breve termine a prescrivere il trattamento corretto e a eliminare i sintomi di allergia.

Quando vengono prescritte le prove allergologiche?

Ha senso superare i test allergologici per:

  1. Allergie alimentari (manifestate sotto forma di eruzioni cutanee, prurito).
  2. Pollinosi (stagionale o annuale).
  3. Reazioni alle droghe.
  4. Asma bronchiale.
  5. La presenza di sintomi che, in combinazione, possono indicare un'allergia.

È importante! Una reazione allergica in età adulta può verificarsi improvvisamente, se l'immunità è indebolita da molto tempo - dopo una lunga malattia, in uno stato di immunodeficienza, dopo le operazioni, e anche se una persona ha incontrato un allergene per la prima volta nella sua vita. Ad esempio, vivendo in città, potrebbe non incontrare mai una pianta che causa una reazione, e durante le vacanze, una reazione allergica può verificarsi in natura.

Prima di prescrivere i test per le allergie, il medico esamina e intervista il paziente al fine di eliminare l'errore della diagnosi. La rinite virale può essere confusa con la pollinosi iniziata, un'eruzione cutanea non è necessariamente allergica - potrebbe indicare la presenza di una malattia della pelle.

L'indagine prende in considerazione non solo le lamentele del paziente: è importante sapere se qualcuno da parenti stretti soffre di allergie, in quali condizioni appare la reazione. Inoltre, prima che la nomina del sondaggio non interferisca con un esame emocromocitometrico completo: una conta eosinofila elevata può indicare un'allergia.

Quali test aiutano a identificare le allergie?

Sostanze che possono causare allergie - migliaia. Identificare sin dal primo istante ciò che causa esattamente una tale reazione dell'organismo è quasi impossibile. A seconda della manifestazione della malattia, il medico può prescrivere un esame completo.

Test cutanei

Reazione stimata dell'organismo locale all'allergene. Non provoca gravi reazioni avverse, massimo - qualche tempo dopo il test, può persistere gonfiore e lieve sensazione di bruciore.

I test cutanei hanno uno svantaggio: non è possibile controllare più di 15 allergeni alla volta. Sono nominati se:

  1. Il medico è quasi sicuro di ciò che il paziente è allergico e l'analisi dovrebbe confermare la congettura.
  2. La causa dell'allergia è sconosciuta e deve essere controllata la reazione agli allergeni più frequenti.

I metodi di diagnostica della pelle sono utilizzati per allergeni da polvere, peli di animali, prodotti alimentari, medicinali. Una soluzione allergenica viene applicata sulla pelle (di solito nella zona dell'avambraccio). Il metodo di applicazione dipende dal tipo di analisi.

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie