Principale Nei bambini

Allergia alle proteine ​​della mucca nei neonati

I benefici del latte di mucca naturale e dei prodotti che ne derivano sono indubbi, ma allo stesso tempo l'allergia alle proteine ​​della mucca nei bambini è abbastanza comune. Tale reazione rende molto difficile scegliere miscele per nutrire il bambino e favorire l'introduzione di alimenti complementari. Nella maggior parte dei bambini, intorno ai 4-5 anni, l'allergia alle proteine ​​della mucca scompare completamente. Tuttavia, quando appare una reazione ai prodotti lattiero-caseari, è necessario passare una diagnosi per identificare le malattie che possono peggiorare il corso delle allergie e causare molti problemi.

Allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati

Oggi, circa il 5-8% di tutti i bambini soffre di allergia al latte vaccino. Ci sono allergie a questa proteina e intolleranza ad esso. Il primo caso è una reazione speciale del sistema immunitario, la seconda è la difficoltà di digerire certi cibi e non ha nulla a che fare con il sistema immunitario.

L'allergia alle proteine ​​della mucca nei bambini più spesso non minaccia la vita e non si applica alle patologie gravi, ma complica in modo significativo la vita dei genitori. La metà dei bambini ha una tale reazione al latte vaccino di un anno, e dopo aver raggiunto l'età di cinque anni quasi il 90% dei bambini si libera di questa patologia. La persistenza di intolleranza al latte vaccino per la vita è molto rara.

Allergia alle proteine ​​della mucca nei bambini: sintomi

I sintomi dell'allergia alle proteine ​​della mucca nei bambini possono svilupparsi in due modi: immediati - entro un paio d'ore, o ritardati - per diversi giorni. I segni di tale violazione sono:

  1. Rossore ed eruzioni cutanee su glutei, guance e avambracci.
  2. Congestione nasale, mancanza di respiro, naso che cola, tosse, starnuti.
  3. Vomito, colica, eruttazione, diarrea con schiuma, flatulenza.

I sintomi particolarmente gravi dell'apparato digerente si osservano nei bambini durante le prime settimane di vita. Dopo aver bevuto latte, possono sviluppare vomito, gonfiore e diarrea e potrebbero esserci tracce di muco denso nelle feci. Inoltre, c'è un malumore e irritabilità del bambino, disturbi del sonno e dell'appetito. Se il consumo di latte ripetuto non si verifica, tutti i sintomi iniziano a scomparire dopo tre giorni.

Se continui ad alimentare il tuo bambino con prodotti caseari, i segni di allergie aumenteranno. Dermatosi pruriginosa, gonfiore e arrossamento compaiono sulla pelle. Poiché il prurito di un'eruzione allergica è molto grave, possono verificarsi graffi e infezione secondaria.

Una delle più gravi manifestazioni di allergia alle proteine ​​del latte vaccino è l'anafilassi. Questa condizione è caratterizzata da rapida improvvisa insorgenza e sviluppo. Dopo aver preso il latte, il bambino diventa pallido, iniziano il gonfiore della gola e del viso e lo spasmo muscolare della laringe. In parallelo con questo appare la sindrome convulsiva. In assenza di cure mediche urgenti, le conseguenze possono essere disastrose.

Cause di allergia alle proteine ​​di mucca nei bambini

Le proteine ​​del latte vaccino rappresentano fino a 20 varietà, la maggior parte delle caseine qui. Molto spesso, diversi tipi di tali proteine ​​causano una reazione. Alcuni bambini sviluppano anche allergie al manzo. Tuttavia, quando si cuoce a temperature elevate, le proteine ​​della carne diventano inattive, ma le proteine ​​del latte mantengono la loro attività anche quando sono bollite.

Ci sono diverse ragioni per lo sviluppo dell'allergia alle proteine ​​di mucca nei bambini:

  1. Tendenza ereditaria genetica alla comparsa di reazioni allergiche. Non importa che tipo di reazione abbiano i parenti del bambino: allergie alimentari, pollinosi, asma bronchiale e altro.
  2. Alimentazione artificiale Soprattutto, un'allergia alle proteine ​​del latte appare quando una rapida transizione dal latte materno a una dieta artificiale o all'improvvisa introduzione di un nuovo prodotto nella dieta.
  3. Diluizione impropria della formula infantile.
  4. Malattie e situazioni stressanti. La transizione verso una nuova miscela o l'introduzione del latte nella dieta (così come altri nuovi prodotti) non dovrebbe coincidere con le vaccinazioni, i raffreddori, il caldo intenso, la disbiosi e altre situazioni stressanti nella vita del bambino.
  5. Lattasi. La causa dell'allergia alle proteine ​​della mucca nei neonati diventa una reazione scorretta del sistema immunitario a questo prodotto. Questa patologia deve essere differenziata dalla carenza di lattosio, accompagnata da sintomi simili.

Diagnosi di allergia alle proteine ​​nei neonati

Per determinare se il bambino è allergico alle proteine ​​della mucca, è necessario visitare un pediatra che prescriverà una serie di esami necessari. Un ruolo importante nella diagnosi dell'allergia alle proteine ​​nei lattanti è dato a dati quali la manifestazione di allergia nel bambino e la presenza di alcune malattie nei suoi parenti (dermatite atopica, asma, pollinosi, orticaria e altri). Inoltre, il medico presta attenzione a come il bambino guadagna peso.

Per la diagnosi di allergie proteiche vengono solitamente effettuati test preliminari o test allergologici. Come risultato di questo studio ha rivelato la presenza nel sangue di proteine, immunoglobulina E.

In alcuni casi, in assenza di prodotti lattiero-caseari nella dieta, conducono un test provocatorio. Ma questo tipo di diagnosi richiede l'attenzione dei medici e della degenza ospedaliera.

Trattamento di lattanti per l'allergia alle proteine ​​della mucca

Il punto più importante nel trattamento dei lattanti per l'allergia alle proteine ​​della mucca è l'esclusione dalla dieta del latte e dei suoi derivati, specialmente nel periodo acuto della malattia. Se il bambino è in nutrizione artificiale, allora deve raccogliere una speciale miscela ipoallergenica. Più spesso, scegli una miscela a base di idrolizzati proteici.

A volte un'allergia al latte di capra non appare. In questo caso, può essere introdotto nella dieta, ma solo gradualmente e in piccole quantità, osservando attentamente le condizioni del bambino e la possibile reazione.

Nel trattamento dell'allergia alle proteine ​​di mucca nei neonati, vengono utilizzati anche preparati medici:

  1. Chelanti. Aiutano a eliminare rapidamente tossine e prodotti che causano allergie. Enterosgel, carbone attivo, Laktofiltrum e altri sono usati. Tuttavia, altri farmaci possono essere somministrati solo 1,5-2 ore dopo l'ingestione di enterosorbenti.
  2. Antistaminici. Elimina le manifestazioni di allergie. Da questo gruppo per bambini sono usati: Claritin, Erius, Zyrtec, Suprastex.
  3. Farmaci ormonali. Sono prescritti per gravi allergie.
  4. Unguento. Aiuta a rimuovere rapidamente eruzioni cutanee. Gli unguenti non ormonali usati nei bambini includono Bepanten, Skin-Cap, Fenistil.

Oltre al trattamento farmacologico, assicurati di rivedere la dieta della madre (con l'allattamento al seno) o la composizione della miscela (per gli artificiali). La dieta di una madre che allatta, il cui bambino è incline alle allergie, esclude l'uso di prodotti come noci, uova, latte e derivati, cioccolato, agrumi e altri.

Per i rimedi popolari per far fronte alle manifestazioni di allergie e rafforzare il sistema immunitario, includere una stringa, semi di aneto e altri. Dalla serie prepara un decotto. I bagni e le lozioni aiutano ad alleviare il prurito, i gonfiori e le eruzioni cutanee. Tale decotto può essere somministrato al bambino per somministrazione orale, iniziando con un paio di gocce. Il tè da una serie di colore dorato chiaro aiuta ad alleviare i sintomi di allergie. Decotto di semi di aneto viene utilizzato in violazione del processo digestivo: coliche, rigurgito, diarrea. Per prepararlo, versare mezzo cucchiaio di semi in un bicchiere di acqua bollente. Inizialmente, una singola dose è solo 3-4 gocce, che danno al bambino più volte al giorno. A poco a poco, questa dose viene aumentata a un cucchiaio intero.

WithoutAllergy

I bambini piccoli, a causa dello sviluppo incompleto del sistema immunitario, sono molto spesso soggetti a varie reazioni allergiche. La reazione allergica alle proteine ​​della mucca nei neonati è la più comune delle iper reazioni tra i più piccoli. Molto spesso, questa reazione appare dal latte di mucca.

È necessario distinguere tra allergia alle proteine ​​della mucca e la sua intolleranza. Allergia - è l'inclusione di una risposta immunitaria protettiva a sostanze che il corpo considera aliene. E l'intolleranza alle proteine ​​bovine è causata dalla mancanza di enzimi necessari per la sua digestione.

Cause di allergia alle proteine ​​di mucca

Come possono i bambini che mangiano il latte materno essere allergici alle proteine ​​della mucca? Sì, molto semplice. Il fatto è che tutti gli elementi presenti nei prodotti che le madri che allattano consumano, vengono in qualche modo trasmessi al bambino attraverso il latte materno. Pertanto, l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino può manifestarsi in un bambino se è presente nella dieta della madre.

Tuttavia, non è necessario trasferire immediatamente il bambino a miscele artificiali, poiché i bambini nutriti in questo modo sono più suscettibili alle reazioni allergiche. La soluzione migliore sarebbe escludere dalla dieta materna tutti i prodotti contenenti proteine ​​di mucca (latte, carne di manzo e anche mettere un tabù sui prodotti lattiero-caseari fatti con carne di manzo).

Sintomi allergici

I sintomi causati dalle proteine ​​bovine possono essere abbastanza diversi e possono influenzare sistemi come:

  • Pelle (rash cutaneo, eczema, prurito);
  • Tratto gastrointestinale (frequente rigurgito, coliche, diarrea, perdita di appetito);
  • Vie respiratorie (respiro sibilante, tosse).

È inoltre possibile notare i sintomi di allergie sulle condizioni generali del bambino: pianto frequente, sonno irrequieto, irritabilità e così via. Solitamente, i segni di allergia compaiono immediatamente, ma possono esserci casi in cui passa un certo periodo di tempo, ad esempio, il prurito può verificarsi dopo 3-5 giorni.

Segni di intolleranza alle proteine ​​della mucca:

  • vomito;
  • Dolore addominale;
  • diarrea;
  • Distensione addominale, frequente emissione di gas.

Ora che sai come si manifesta l'allergia alle proteine ​​della mucca, puoi facilmente distinguerla dall'intolleranza. Nel caso in cui dubiti della correttezza della risposta, dovresti consultare il medico.

Come determinare (diagnosticare) un medico se si è allergici alle proteine ​​della mucca in un bambino?

Se identificate le allergie alle proteine ​​della mucca, il medico dovrà scoprire i sintomi del bambino, una storia medica, se un bambino è suscettibile alle allergie alimentari e un medico pediatrico dovrà condurre un esame fisico e test diagnostici.

Prepararsi a vedere un dottore

Affinché il medico sia in grado di fare la diagnosi più accurata e prescrivere il corretto corso del trattamento, avrà bisogno non solo della sua, ma anche delle tue conoscenze:

  • In primo luogo, è necessario preparare le informazioni sulle malattie allergiche in parenti stretti.
  • In secondo luogo, fornire al medico una descrizione accurata delle prime manifestazioni di allergia e dell'ulteriore sviluppo dei sintomi. Compresa la voce l'elenco esatto dei sintomi.
  • Racconta ciò che hai mangiato per diverse ore prima dell'allattamento.
  • Puoi anche preparare un elenco di domande che ti preoccupano di più.

Quali procedure eseguirà il medico per diagnosticare?

Per identificare una reazione allergica nei neonati, il medico curante può eseguire procedure come:

  • esame del sangue (più adatto per controllare i sintomi che sono comparsi immediatamente);
  • campioni di pelle (questa opzione è la più appropriata, poiché i risultati dei test non tarderanno ad arrivare);
  • possibile dieta diagnostica speciale.

La scelta del tipo di procedura per la diagnosi dipenderà dal tipo di potenziale allergia.

Nel caso in cui i sintomi di allergia si manifestino diverse ore o giorni dopo aver assunto uno o l'altro cibo, il che complica la diagnosi, il medico può prescrivere una dieta speciale - eliminazione.

Cosa mangiare bambino per sbarazzarsi dei sintomi di allergia

I sintomi di una reazione allergica alle proteine ​​del latte vaccino possono essere esclusi se si segue la dieta corretta del bambino. La prima cosa da fare è eliminare le proteine ​​della mucca dalla sua dieta. Non è possibile escludere completamente dalla dieta delle proteine ​​del bambino, perché è lui che contribuisce alla crescita e allo sviluppo del bambino. Ma è possibile sostituire l'analogo alimentare proteico del latte, equivalente nelle sue proprietà con proteine.

Miscele di aminoacidi

Tali miscele sono considerate ipoallergeniche e sono in grado di fornire un'alimentazione corretta in caso di reazioni allergiche al latte e altri alimenti. Dando al bambino la quantità prescritta della miscela, puoi star certo che riceverà tutti i nutrienti necessari per lo sviluppo e la crescita. Adatto a qualsiasi forma di allergia.

Miscele a base di proteine ​​altamente idrolizzate

Esse, a differenza delle miscele a base di amminoacidi, contengono piccoli frammenti proteici. Tuttavia, queste miscele sono caratterizzate da un odore specifico e dal sapore amaro, che possono far sì che il bambino rifiuti di consumare questo prodotto.

Le miscele altamente idrolizzate sono adatte per i casi di allergia alle proteine ​​di mucca lievi e moderatamente leggere.

Miscele basate sull'efficacia nel caso di ABCM leggero e medio-leggero, ma con un sapore amaro e un odore specifico, che in alcuni casi può servire come rifiuto da parte del bambino di mangiare.

Cibo per la madre nutrice

Come accennato in precedenza, le proteine ​​del latte vaccino e altri elementi arrivano al bambino attraverso il latte materno.

Pertanto, se il tuo bambino ha un'allergia alle proteine ​​della mucca, dovrai escludere dalla tua dieta il latte vaccino e tutti i prodotti caseari a base di esso. Inoltre è necessario tener conto che questo componente è utilizzato in molti prodotti che a prima vista non hanno nulla a che fare con il latte, quindi, quando si acquistano i prodotti, studiano attentamente le etichette e la composizione di ciascuno.

Prima di iniziare una tale dieta, è imperativo consultare un dietologo per non aggravare la condizione del bambino e non rovinare il suo. Nei casi in cui tale dieta non aiuta a sbarazzarsi dei sintomi di allergie o ha un effetto negativo sul corpo, il medico può trasferire il bambino alle speciali miscele ipoallergeniche di cui abbiamo parlato sopra.

L'allergia è nei bambini?

Questa domanda è molto importante per ogni madre. E rispondendo ad esso, possiamo tranquillamente dire che nella maggior parte dei casi, una reazione allergica alle proteine ​​del latte vaccino va via con l'età. Solo alcuni dei bambini rimangono troppo sensibili a questo elemento del cibo in futuro.

È impossibile stabilire con precisione quale periodo di tempo sarà necessario affinché un bambino smetta di allergizzare alle proteine ​​della mucca: ogni caso è unico e richiede una considerazione separata.

Visita il tuo medico regolarmente per verificare l'allergia alla pelle bovina.

È importante sapere che, affinché un bambino inizi a nutrirsi, non sviluppi un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino, i medici consigliano di diluire il latte con acqua, aumentando gradualmente il suo contenuto di grassi.

Allergia al latte vaccino nei neonati

Ogni mamma dovrebbe sapere come formare un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati. Se la manifestazione negativa è stata rilevata nella prima fase, in futuro sarà possibile evitare gravi malattie croniche. La scelta del giusto trattamento consentirà di ridurre al minimo la probabilità di asma o di una grave reazione allergica che può portare a shock anafilattico.

Gli allergeni hanno un effetto negativo sul corpo umano quando entra nel sistema circolatorio. I segni di questo processo dipendono in gran parte dalle caratteristiche individuali del corpo del bambino. La situazione può essere aggravata dallo sfondo di forti stress emotivi, influenza o altri fattori esterni negativi. I genitori devono fornire a un bambino condizioni di vita confortevoli. A causa di ciò, i sintomi dei proprietari non sono così pronunciati.

Il latte vaccino per i bambini può essere un allergene serio. Quando entra nel corpo, il sistema immunitario inizia a produrre una grande quantità di anticorpi che influenzano negativamente il funzionamento del corpo nel suo insieme. Cerca di liberarsi delle proteine ​​producendo ormoni ed enzimi in grandi quantità. Se i componenti del latte rimangono nel sangue dei bambini, iniziano a soffrire di difficoltà respiratorie, abbondanti eruzioni cutanee, edema eccessivo della laringe e lavoro improprio del tratto gastrointestinale.

allergia

Allergie al latte vaccino nei bambini manifestate sotto forma di feci liquide. La situazione si pone sullo sfondo della rottura del sistema digestivo.

Durante l'allattamento al seno questa patologia si manifesta sotto forma dei seguenti sintomi:

  • Uno studio dettagliato delle feci può rilevare il latte che non è stato digerito. In base alle caratteristiche esterne, assomiglia alla ricotta.
  • Il bambino inizia a rigurgitare più spesso del solito.
  • Se la malattia è già passata in una fase grave, il sangue può essere rilevato nelle feci.
  • Le allergie causano sempre dolore allo stomaco, così i neonati iniziano a piangere e mostrano i loro capricci.
  • Quando ti senti, puoi percepire un leggero gonfiore.
  • Violazione del sonno e del riposo e quasi completa perdita di appetito.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Colica negli intestini, che si presentano sullo sfondo della peristalsi accelerata.

In un neonato, l'allergia al latte vaccino è facilmente confusa con le coliche ordinarie. Al primo stadio di sviluppo, appaiono eruzioni cutanee caratteristiche sulla pelle. Se il tempo non inizia il trattamento, le conseguenze saranno gravi. La diagnosi eviterà future malattie croniche. I genitori dovrebbero visitare l'ufficio del pediatra ai primi sintomi di allergie.

Un bambino ha una reazione negativa se una donna ha bevuto latte durante l'allattamento. In questo caso, i suoi componenti penetreranno nel corpo del bambino alla successiva alimentazione. Gli specialisti in HB raccomandano il dosaggio di prodotti caseari per almeno un mese.

Se l'allergia continua per molto tempo, nel corpo si forma una deficienza di alcuni enzimi. Il lattosio e il glutine influiscono negativamente sul funzionamento generale del sistema del pancreas. Una quantità insufficiente di ormoni che sono coinvolti nel processo digestivo è anche fissata nel corpo.

Un neonato in questo contesto riduce il numero di batteri benefici dell'intestino. I microrganismi patogeni iniziano a moltiplicarsi attivamente. A causa di ciò, aumenta il volume di bastoncini nocivi e di enterococchi, che spesso causano la disbatteriosi.

L'intolleranza individuale alle proteine ​​del latte vaccino si manifesta sotto forma di abbondante eruzione cutanea. Riflette lo stato generale di salute e salute del bambino. Sullo sfondo di allergie, si sviluppano eczema, dermatite atopica, edema e orticaria.

I genitori dovrebbero prima prestare attenzione alla salute del bambino quando appare uno stupa di latte. Il più delle volte, la patologia è fissa nei bambini che sono su un'opzione di alimentazione artificiale. La malattia porta alla formazione di macchie edematose sulla pelle, che dopo un certo periodo si ricoprono di una spessa crosta. Il sintomo si manifesta nella testa e nelle orecchie.

L'eczema è un'altra conseguenza negativa dell'intolleranza al latte vaccino. Piccole bolle compaiono sulla pelle, che dopo un certo tempo diventano erose. Sono anche caratterizzati dalla perdita di fluido. La ferita guarirà indipendentemente e crosta. Questa malattia è più spesso diagnosticata nei bambini sotto i cinque mesi.

Se la dermatite atopica diventa cronica, le placche si formano sul retro del gomito. Il bambino avverte disagio per il prurito e un liquido chiaro scorre periodicamente dalla ferita.

L'edema di Quincke è una malattia grave che ha una serie di conseguenze pericolose. È caratterizzato da gonfiore della laringe e dei polmoni. Questo sintomo si manifesta sempre in presenza di intolleranza individuale al latte vaccino. In questo caso, la persona sta provando un forte prurito. Per eliminare i sintomi, è necessario contattare immediatamente l'ospedale. Altrimenti, aumenta il rischio di morte per asfissia.

In caso di reazione allergica, l'orticaria può anche manifestarsi sul corpo del bambino. La pelle è coperta da piccole vesciche che sono rosse e pruriginose. Il sintomo è simile nelle sue caratteristiche con un'ustione dall'orticaria, motivo per cui è così chiamato nella pratica medica.

Caratteristiche dell'allergia al latte nei neonati

Qualsiasi intolleranza individuale influisce negativamente sul funzionamento del sistema respiratorio. Se sei allergico alle proteine ​​del latte vaccino, il bambino inizia a starnutire attivamente, ha il moccio dal naso. Il bambino è preoccupato per il gonfiore, quindi non dorme bene, è costantemente cattivo e piange. Alcuni genitori hanno evidente respiro sibilante nei loro figli. In questo caso, è necessario contattare immediatamente l'ospedale per aiuto. Altrimenti, aumenta il rischio di morte.

Sullo sfondo delle allergie possono sviluppare asma bronchiale. La ragione sta nel regolare consumo di latte materno nelle madri.

Le allergie possono anche manifestarsi come segni atipici. In questo caso, nei neonati sulle ginocchia e sulle articolazioni, puoi correggere il gonfiore pronunciato. Possono anche ammalarsi, quindi il bambino diventa lunatico e irritabile. L'intolleranza individuale può portare a cambiamenti negativi della pressione sanguigna. Quando la malattia passa in una forma grave, puoi anche fissare la presenza costante di eruzione cutanea. Sulla pelle del bambino puoi vedere anche la griglia del sangue, che è chiamata vasculite. Il sintomo si manifesta solo poche ore dopo la penetrazione dell'allergene nel corpo del bambino. Alcuni pazienti si lamentano anche di sangue nasale o disturbi del sistema urogenitale. In questo caso, l'escrezione di urina si verifica raramente o, al contrario, troppo spesso.

Durante l'assunzione di esami, il medico richiama l'attenzione sul numero di globuli rossi e proteine ​​nelle urine. Solo in rari casi, l'intolleranza individuale al latte vaccino si manifesta sotto forma di un aumento della temperatura corporea.

Diagnosi di allergia

Determinare correttamente la malattia può essere solo uno specialista certificato in questo campo. I genitori non dovrebbero comprare e dare le gocce o le pillole del bambino in modo indipendente. In questo caso aumenta il rischio di causare danni irreparabili al sistema digestivo. L'automedicazione non solo fallirà, ma può aggravare in modo significativo il problema.

Se viene confermata l'allergia al latte vaccino, viene somministrato il trattamento necessario al bambino. È effettuato sotto la supervisione di genitori e pediatri.

La situazione può anche essere esacerbata dalla carenza di lattosio. Inoltre, va notato che entrambe le patologie hanno una manifestazione simile di sintomi. I genitori dovrebbero prima prestare attenzione alla sedia del bambino: diventa schiumosa e acquosa. Se lo svuotamento si verifica più spesso dieci volte al giorno, quindi, molto probabilmente, carenza di lattosio nei bambini.

Per fare una diagnosi accurata, è necessario superare un gran numero di test. Grazie a ciò, in futuro, il bambino sarà in grado di prevenire lo sviluppo di gravi patologie. Se la madre allatta al seno il bambino, allora dovrebbe escludere il latte vaccino dalla sua dieta. È in questo prodotto che l'allergene si trova in grandi quantità. Potrebbe anche essere necessario trasferire il bambino a un'alimentazione artificiale. Infatti, anche nel latte in polvere contiene una piccola quantità di proteine ​​di mucca.

Come si manifesta l'allergia al latte vaccino nei neonati e nei bambini a partire da 1 anno: sintomi e correzione nutrizionale

A volte i bambini, a causa di una serie di fattori, non ottengono il latte sano della madre e sono costretti a mangiare una miscela adeguata. Tali briciole hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie alimentari. I bambini allattati al seno sono più protetti a questo proposito e hanno reazioni allergiche negative molto meno spesso. Anche il corpo delle briciole che si nutrono del latte di mia madre può a volte "ribellarsi" quando la mamma beve latte.

L'allergia al lattosio è piuttosto rara. Solo il 5-7% dei bambini soffre di questa predisposizione. Questo può essere dovuto a due motivi: intolleranza al latte o allergia alle proteine ​​del latte. Il primo problema è dovuto all'incapacità del corpo del bambino di digerire il latte vaccino, cioè la proteina - caseina. Nel secondo caso, questa proteina viene percepita dal sistema immunitario come estraneo e inizia la produzione di anticorpi per proteggerlo.

Cause di allergie

Colpire le allergie può essere due fattori principali:

  1. Carenza di lattasi relativa o completa. Nel corpo del bambino manca lattasi - un enzima speciale che può abbattere il lattosio, cioè lo zucchero del latte. Le proteine ​​animali in questo caso sono solo parzialmente scomposte e un certo numero di molecole cadono nello scarico di sostanze nocive e sono percepite negativamente dal corpo.
  2. Intolleranza alle proteine ​​di mucca, capra, pecora e altro latte.

Nell'intestino del bambino non c'è ancora una microflora utile, è caratterizzata da friabilità e immaturità. Lo stomaco e l'intestino diventano più forti intorno a due anni e imparano a resistere con fiducia agli effetti dei parassiti.

Fino all'età di due anni, il latte di mamma viene preso meglio dallo stomaco del bambino.

Un bambino è più suscettibile alle reazioni allergiche se:

  • la mamma che allatta ha una tendenza alle allergie;
  • donne incinte che vivono in aree con condizioni ambientali sfavorevoli (eccesso di gas di scarico, emissioni di imprese, lavoro "dannoso");
  • ci sono stati pericoli e malattie durante la gravidanza (ipossia fetale, rischio di interruzione, stress, gestosi, ecc.).

Riassumendo tutto quanto sopra, otteniamo informazioni sul fatto che le condizioni esterne influenzano fortemente la suscettibilità del bambino alle allergie. Per la nascita di un bambino sano, tutto è importante: una buona situazione ecologica, una corretta alimentazione della futura madre, prerequisiti genetici, cattive abitudini di uno dei membri della famiglia, età della donna in gravidanza, il processo di gestazione. I bambini che ricevono una miscela adatta al posto del latte materno devono essere nutriti con miscele in cui non vi è latte o viene sostituito da varietà vegetali (farina d'avena, riso, soia, cocco e altri) se si verificano tali deviazioni.

Sintomi principali

La risposta negativa del corpo è evidente, di norma, non immediatamente. Una singola dose di latticini di solito non dà una tale reazione. L'allergia si manifesta quando si mangiano cibi una seconda volta. Ogni organismo è unico, quindi la velocità di propagazione della reazione sarà diversa: da un'ora a due giorni. Questa circostanza dovrebbe essere presa in considerazione quando si visita un medico per una diagnosi corretta.

Per i bambini le seguenti manifestazioni allergiche sulla pelle sono caratteristiche:

  • aree squamate;
Il peeling della pelle è uno dei segni di allergia
  • piaghe, eczema;
  • sensazioni pruriginose;
  • rash cutaneo;
  • aree di rossore sul viso, torace, come manifestazioni di dermatite atopica (foto di come appare la dermatite, si possono trovare su Internet);
  • gonfiore della testa e del collo - angioedema.

Gli organi digestivi possono dare una risposta negativa con i seguenti sintomi:

  • colica, diarrea, sgabello acido, gonfiore;
  • abbondante rigurgito;
  • dolore addominale;
  • nausea e vomito;
  • perdita di appetito.

Il sistema respiratorio può anche fallire in caso di allergie:

  • naso che cola o chiuso;
  • tosse;
  • fischi quando si respira, respiro pesante;
  • dispnea.
Da parte del sistema respiratorio, l'allergia si manifesta attraverso il naso che cola e starnutisce.

Succede, un'allergia nei bambini alle proteine ​​della mucca si manifesta come:
(Maggiori dettagli nell'articolo: in che modo l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino si manifesta nei neonati?)

  • l'aumento di peso si ferma e questo indicatore resta indietro rispetto alla norma;
  • in rari casi si verifica uno shock anafilattico.

Allergico a proteine

È molto difficile per una persona disinformata capire la vera causa dell'allergia. Solo un allergologo esperto può valutare le condizioni del bambino, programmare una serie di test e test e quindi fare una diagnosi.

Eruzione cutanea, secchezza e irritazione sulla pelle - i principali compagni di allergie alimentari. Capire se il latte o altri alimenti ha causato una tale reazione è abbastanza semplice. Per trovare il colpevole delle manifestazioni allergiche, è possibile tenere un diario alimentare: è necessario annullare nella dieta tutti i prodotti lattiero-caseari e le miscele.

Aiutare a capire se il latte è la causa di allergia può essere una raccolta di informazioni sulla predisposizione familiare. Quando uno dei membri della famiglia ha intolleranza al latte, è molto probabile che un problema simile attende il bambino.

Se i familiari adulti soffrono di intolleranza al latte, il bambino può anche mostrare

Identificare il deficit di lattasi

Per determinare se un bambino ha una deficienza di lattasi o la causa sta nell'allergia alle proteine, è possibile utilizzare il test, che di solito è raccomandato dai medici. Al momento della dieta dovrebbe essere escluso dal menu tutti i prodotti con lattasi:

  • Il tipo di alimentazione artificiale comporta la transizione a miscele adattate prive di lattosio (consigliamo di leggere: le migliori miscele senza lattosio per i bambini);
  • durante l'allattamento, i prodotti a base di lattosio sono completamente esclusi dalla dieta di una madre che allatta;
  • i bambini più grandi sono regolati dal cibo, escludendo i prodotti a base di latte dal menu.

Vedendo che durante questo periodo le reazioni negative non sono comparse nel bambino, si è concluso che il deficit di lattasi. Con un'allergia alle proteine ​​esistente, i sintomi non scompaiono immediatamente, ma scompaiono gradualmente, giorno dopo giorno.

È la prima infanzia che più spesso comporta la comparsa di un'allergia alle proteine. Questo disturbo passa più spesso di tre anni. Nel caso del deficit di lattasi, possiamo parlare non solo della forma innata, ma anche di quella acquisita. Una briciola può iniziare a soffrire di questa malattia a seguito di un'infezione del rotavirus posticipata o a causa della lambiosi dell'intestino. Negli ultimi due casi, la malattia può essere curata con l'aiuto di una dieta.

È possibile curare l'intolleranza acquisita con l'aiuto di una dieta appositamente selezionata.

Come trattare l'allergia al latte?

L'artificiale

La maggior parte delle formule per bambini secchi offerte oggi sono fatte sulla base del latte vaccino. Quando un bambino è allergico a lui e allo stesso tempo si nutre di un metodo artificiale, saranno ideali le miscele a base di latte di capra o le varianti idrolizzate (vedi anche: che cosa dice Komarovsky riguardo a quanti anni può comprare il latte di capra per i bambini?). Una tale transizione dovrebbe essere fatta per almeno sei mesi, quindi puoi ancora provare a tornare alla loro dieta abituale. Se i sintomi si ripresentano, le miscele di idrolizzato devono essere reintrodotte. Il prossimo tentativo è fatto in altri 6 mesi.

Le miscele di latte di capra, come la tata, la capra, sono ben assorbite dal corpo dei bambini, ma il loro prezzo è maggiore rispetto alle miscele regolari. È importante che i genitori sappiano che cambiare la miscela non garantisce che il problema non si ripresenti. La situazione potrebbe ripetersi ora con latte di capra.

Proteina idrolizzata mista

La base delle miscele di idrolizzato è costituita dalle proteine ​​scisse dai dipeptidi (per ulteriori dettagli, vedere l'articolo: Quali sono le miscele non caseari per i bambini fino a un anno?). Il lattosio in tali miscugli, di regola, no, quindi sono ben assorbiti. Esistono i seguenti tipi di miscele di idrolizzato:

  • usato quando si manifestano forme molto severe di manifestazioni allergiche: "Frisopep AS", "Frisopep", "Nutrilon Pepti TSC" (si consiglia di leggere: la composizione della miscela "Nutrilon" consentita dalla nascita);
  • le miscele basate su proteine ​​parzialmente idrolizzate sono considerate profilattiche: "Nutrilon HA", "NAN GA" (raccomandiamo di leggere: come somministrare il mix di Nutrilon da 0 a 6 mesi?);
  • prescritto per l'intolleranza alla lattasi e per prevenire l'insorgenza di allergie: "HiPP GA", "Nutrilak GA", "Humana GA".

Il bambino adulto non dovrebbe entrare nel latte e nei prodotti con il suo contenuto. Alimenti altamente allergenici, come ricotta, noci, pesce, uova, dovrebbero essere introdotti nella dieta con un lungo ritardo rispetto alle norme esistenti.

Quando ci sono eruzioni abbondanti e pruriginose, non trascurare l'aiuto di unguenti, che sono in grado di ridurre il disagio. Quando si usano antistaminici, scegliere quelli che hanno un effetto minimo sul sistema nervoso centrale (desloratadina).

I sorbenti sono in grado di rimuovere le proteine ​​dallo stomaco e dall'intestino. Utilizzare questi farmaci non dovrebbe essere più di 2-3 giorni, altrimenti c'è il pericolo di costipazione nel bambino.

neonati

Il miglior cibo per un bambino è il latte materno. Contiene enzimi che aiutano il corpo ad assorbire il cibo quasi del 100%. I pediatri e gli esperti di allattamento al seno raccomandano fortemente di mantenere l'allattamento il più a lungo possibile, soprattutto quando il bambino è allergico. In questo caso, il medico prescrive una dieta a bassa allergia alla madre che allatta. La dieta non deve contenere lattosio o prodotti che contengano la sua dose minima: latte condensato, panna, cioccolato, pasticcini, burro, zuppe asciutte, latte o panna, gelato.

La mamma nel periodo di GW dovrà eliminare anche l'innocuo gelato

Una donna che allatta che ha un figlio allergico dovrebbe adottare un approccio responsabile per un completo cambiamento nella sua dieta. Piccole dosi di latte, che sono generalmente raccomandate durante l'allattamento, dovrebbero essere completamente abolite. Quando un'allergia al lattosio nel bambino non ha manifestazioni molto forti, il medico può suggerire di provare a bere ryazhenka, yogurt, kefir e mangiare la ricotta. L'effetto tangibile sarà evidente dopo circa 3 settimane. Vedendo che la dieta non porta risultati visibili, i medici a volte consigliano di trasferire le briciole a miscele artificiali prodotte da idrolisi profonda delle proteine.

È possibile che un bambino con intolleranza al latte vaccino abbia una reazione simile alle proteine ​​di capra. Quando i medici hanno stabilito che l'allergia al lattosio del bambino è grave, possono raccomandare di limitare noci, pesce e uova.

Latte acido in prikorm - sì, ma con attenzione!

L'intolleranza al latte non pone fine a tutti i latticini. È permesso mettere i prodotti a base di latte fermentato nel mangime, ma dovrebbe essere fatto con molta attenzione. Inizia con kefir e fallo prima di 7 mesi. In alternativa, lo yogurt fatto in casa è ottimo, la base per cui può essere qualsiasi tipo di latte. I bambini di età superiore ai 10 mesi dovrebbero iniziare a introdurre la ricotta. Uova e pesciolini possono essere più vicini all'anno. Il dott. Komarovsky, tuttavia, generalmente raccomanda di iniziare l'esca con prodotti a base di latte fermentato.

Perché i prodotti lattiero-caseari sono meno allergenici? Il fatto è che tutti subiscono l'idrolisi - reazioni quando la proteina viene scomposta in composti più semplici (amminoacidi), e vengono assorbiti molto più facilmente e più velocemente. Gli allergeni in tali composti non sono quasi nessuno.

Acquista cagliata negozio deve fare attenzione, anche i bambini, in quanto possono anche causare allergie. Nutrire in modo ottimale i bambini con la loro ricotta cucinata. In un bicchiere di latte è necessario mettere un cucchiaio di panna acida, mescolare e lasciare riposare per diverse ore non in frigorifero. Non appena il prodotto è già leggermente acidificato, va messo sul fuoco, dopo averlo versato nella casseruola. È necessario riscaldare il latte fino a quando la cagliata inizia a separarsi dal siero. Usando un cucchiaio, raccogli il formaggio nella garza e fai scorrere il liquido in eccesso. Spremi la ricotta ottenuta e goditi il ​​prodotto naturale. Conservare il prodotto in frigorifero non più di un giorno.

I bambini più grandi

Non appena la loro formazione del sistema di enzimi e di immunità è completata, le manifestazioni allergiche scompaiono. In caso di eruzioni cutanee o altre manifestazioni allergiche, il latte deve essere completamente escluso dagli alimenti per l'infanzia. Sostituire il latte di mucca nel menu, che il bambino ha un'allergia, può essere latte ipoallergenico. Un chiaro rappresentante di lui in Russia è il latte di capra. Puoi acquistarlo nelle bancarelle o nei grandi supermercati. Costa circa 150 ruote per litro.

Chi è interessato può scegliere prodotti lattiero-caseari alternativi di origine animale. Anche i prodotti a base di erbe saranno importanti:

  • Germogli di soia. Fagioli - un magazzino di proteine ​​e minerali. Per fare una bevanda, immergere i fagioli in acqua e far bollire, quindi macinare con un frullatore. Filtrate le purè di patate, ottenete il latte di soia.
  • Avena. Ha molte vitamine e minerali. Si consiglia di prendere per cucinare l'avena nella buccia. Risciacquare i chicchi e cuocere in acqua per circa un'ora. Dopo aver elaborato il porridge, come risultato si riceve il latte di avena.
  • Fig. Il latte viene semplicemente preparato: il riso viene bollito in acqua e, quando è pronto, viene macinato da un frullatore e filtrato.

Tali ricette possono rendere la dieta di un bambino a una dieta più diversificata. Se possibile e vuoi coccolare le tue briciole con novità.

Cosa fare durante una esacerbazione di allergie?

farmaci

Allergie - una ragione per agire e agire attivamente. Aspettare ulteriori manifestazioni può essere pericoloso, perché ci sono casi di shock anafilattico. Non appena noti i primi segni di allergia, dovresti trattare immediatamente il bambino, dandogli un antistaminico. Essere sempre guidati dai limiti di età specificati dal produttore:

Le compresse di soprastinina non sono adatte per i neonati di età inferiore a un mese.

  • Le compresse di soprastinina possono essere utilizzate per i bambini da 1 mese, la dose massima giornaliera - ¼ compressa;
  • Le gocce di Fenistil sono raccomandate per i bambini di età superiore ad un mese, un giorno meno di 30 gocce possono essere somministrate a un bambino di età inferiore ad un anno, un volume singolo - 3-10 gocce (si consiglia di leggere: che cosa fa "Fenistil" gocce per aiutare i bambini?);
  • Lo sciroppo di peritolo è adatto per bambini di età superiore a 6 mesi; il dosaggio è calcolato individualmente secondo le istruzioni allegate, in base al peso del bambino;
  • Le gocce di Zyrtec sono raccomandate per i bambini di età superiore ai sei mesi, devono essere dosate come segue: 5 gocce una volta al giorno.

Quando l'allergia si manifesta nelle prime due ore dopo aver assunto il prodotto "nocivo", è possibile utilizzare l'aiuto di enterosorbenti. Tali farmaci possono sequestrare ed eliminare il prodotto allergenico.

Per i bambini di tutte le età, Dr. Komarovsky raccomanda i seguenti farmaci:

  • Enterosgel (raccomandare la lettura: è possibile dare Enterosgel ai bambini?). Dovrebbe essere preso mezzo cucchiaino di fondi, precedentemente diluito nel latte materno o acqua. Il farmaco deve essere assunto fino a 6 volte al giorno prima di ogni pasto.
  • Polisorb. La dose è calcolata dal peso del bambino: con un peso corporeo fino a 10 kg, il volume giornaliero dell'agente dovrebbe variare da 0,5 a 1,5 cucchiaini da tè.
  • Smekta (maggiori dettagli nell'articolo: assunzione di Smekta durante l'allattamento). Prendi 1 bustina al giorno.
Enterosgel è ottimo per disintossicare i corpi dei bambini.

igiene

Il tipo di latte di allergia nella maggior parte dei casi colpisce la pelle. La pelle dei bambini è coperta da un'eruzione cutanea, arrossamento, caratteristica della dermatite atopica. La superficie dell'epidermide perde la sua umidità e diventa secca, incrinata, pruriginosa. I genitori dovrebbero proteggere il più possibile la pelle del bambino danneggiata e aiutarla a rigenerarsi più velocemente. Alcuni genitori credono erroneamente che è impossibile bagnare i bambini nel periodo di esacerbazione delle manifestazioni allergiche, ma in realtà la verità è l'opposto.

  • I bambini hanno solo bisogno di un'igiene quotidiana per idratare e purificare la pelle. Le procedure del bagno vanno eseguite al meglio per almeno 20 minuti. Durante questo periodo, lo strato esterno della pelle avrà il tempo di bere completamente acqua.
  • Assicurarsi che la temperatura dell'acqua oscilli attorno ai 35 ° C.
  • È meglio astenersi dai salviette in questo momento, e non sfregare la pelle con un asciugamano, solo leggermente per bagnarsi.

prospettiva

È probabile che l'allergia al latte di un bambino passerà da sola entro i primi tre anni. Gli organi della digestione, la formazione degli enzimi, il lavoro del sistema immunitario - tutto arriva a una fase più perfetta, il che significa che il corpo diventa più forte e più resistente agli stimoli esterni. Le briciole di corpo sono già in grado di scomporre lo zucchero in galattosio e glucosio. Le proteine ​​in uno stato così digerito non sono in grado di danneggiare il corpo del bambino.

La forma relativa di deficit di lattasi con il tempo e con la maturazione del bambino può passare, ma se c'è un'intolleranza al lattosio completa, questa patologia rimarrà con il bambino per tutta la vita. Per compensare la mancanza di calcio in tali briciole, è importante che i genitori considerino altri modi per ottenere questo minerale.

Allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati

Una reazione allergica è chiamata una risposta inadeguata del sistema immunitario a un prodotto alimentare, composto chimico o microrganismo. Nei bambini del primo anno di vita, una tale reazione di rigetto si verifica più spesso sul latte vaccino. Contiene circa 25 proteine, ognuna delle quali può agire come un allergene. Caseina, albumina, alfa e beta-lattoglobuline sono considerate le più attive al riguardo. Durante le ispezioni di routine dei bambini, i sintomi dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino si trovano ogni cinque.

Meccanismo di sviluppo dell'allergia

Prima di tutto, è necessario distinguere l'allergia alle proteine ​​del latte (ABCM) dalla pseudoallergia e dall'intolleranza alle proteine ​​del latte, anche se ci sono casi di una combinazione di queste malattie.

La vera allergia, o diatesi allergica, è una reazione all'introduzione di un antigene proteico estraneo nel corpo, si sviluppa quando viene ricevuta una qualsiasi quantità, anche la più piccola.

Nel caso della pseudo-allergia, la reazione non è causata dalla natura del prodotto stesso, ma dalla sua quantità eccessiva. Cioè, se il bambino ha bevuto troppo latte, la sua digestione potrebbe non far fronte al carico, e il sistema immunitario risponderà con la produzione di anticorpi.

Quando sono intolleranti alle proteine ​​del latte, semplicemente non digeriscono e passano attraverso lo stomaco e l'intestino "in transito". La causa più comune di intolleranza è l'immaturità del sistema enzimatico o il deficit di lattasi. Nell'infanzia, il corpo non produce ancora la giusta quantità di enzima che scompone le proteine ​​in zuccheri più semplici e le proteine ​​stesse non sono in grado di essere assorbite attraverso le pareti intestinali.

Sintomi di allergia

I primi sintomi di ABCM compaiono diverse settimane dopo l'ingestione di un allergene - proteine ​​del latte. Il segno più caratteristico della malattia è la dermatite atopica. Questa lesione infiammatoria della pelle si manifesta con prurito, arrossamento, secchezza, desquamazione e piccole eruzioni cutanee abbondanti, che vengono spesso scambiate per formicolio. Tipica localizzazione dell'eruzione cutanea - viso, gomiti e fossi popliteali, con malattia trascurata, l'eruzione si diffonde al corpo e al cuoio capelluto.

Man mano che i sintomi crescono, le vesciche appaiono sulla pelle, piene di liquido trasparente. Quando si aprono, formano delle ferite da pianto, che poi guariscono, lasciando croste pruriginose. Durante la diatesi, causata dalla reazione alle proteine ​​del latte, sulla crosta del bambino viene formata una crosta scagliosa, una crosta di latte (gneiss) anche con la massima attenzione.


I sintomi dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei lattanti possono essere anche:

  • gonfiore del viso;
  • gonfiore delle mucose della bocca e del naso, che si traduce in rinite, tosse, difficoltà a respirare;
  • colica intestinale;
  • rigurgito frequente e abbondante, vomito;
  • sgabelli sciolti con i resti di latte cagliato;
  • scarso aumento di peso;
  • nelle allergie gravi, le striature del sangue possono essere rilevate nelle masse fecali, poiché la mucosa intestinale viene danneggiata quando un anticorpo attacca le proteine ​​del latte.

È importante! L'anafilassi è considerata una conseguenza rara ma più pericolosa di una reazione allergica per un bambino. Letteralmente in pochi minuti, la pelle del bambino diventa pallida, il viso diventa gonfio, la respirazione diventa difficile a causa di uno spasmo dei muscoli della laringe. Questa condizione è pericolosa per la vita e richiede cure mediche di emergenza.

diagnostica

La prima fase della diagnosi è la valutazione delle manifestazioni di allergia alle proteine ​​del latte vaccino, la presenza di malattie concomitanti in un bambino e casi di malattie allergiche nei parenti stretti. Una diagnosi preliminare può essere fatta eliminando il latte vaccino dalla dieta del bambino e, se viene allattato, dalla dieta della madre. In caso di allergia alle proteine ​​del latte, le sue manifestazioni dovrebbero scomparire o diminuire dopo.

Dopo aver raccolto l'anamnesi per chiarire la diagnosi, il medico può prescrivere un test allergico provocatorio, il cosiddetto prick test. Quando viene eseguito, una piccola quantità di albumina o lattoglobulina viene applicata sulla superficie della pelle. Se il rossore appare nel sito di applicazione, significa che il bambino è allergico alle proteine ​​del latte.

trattamento

Il principale trattamento per l'ABCM nei neonati è la completa cessazione della proteina allergenica nel corpo. Se il bambino è allattato al seno, la madre non può mangiare nessun piatto contenente latte vaccino e latticini, fino a biscotti e cibi pronti, tra cui il latte in polvere.

Se il bambino mangia miscele artificiali, dovresti usare sostituti del latte materno a base di proteine ​​idrolizzate o amminoacidi. Vero, le miscele proteiche altamente idrolizzate hanno un sapore amaro e un odore specifico, e quindi alcuni bambini si rifiutano di berlo. Le miscele a base di amminoacidi hanno un gusto neutro, sono adatte per i bambini con ABKM qualsiasi grado, anche pesante.

Le formule speciali per lattanti ipoallergenici vengono solitamente prescritte per 6 mesi. Dopo questo, viene fatto un test per trasferire il bambino in una miscela regolare e non adattata. Se vengono restituite allergie, la miscela di trattamento viene somministrata per altri sei mesi.

Il trattamento sintomatico che elimina le manifestazioni di allergie include:

  • L'uso di mezzi esterni per alleviare il prurito, la guarigione e l'idratazione della pelle. Tali farmaci sono disponibili sotto forma di unguenti, creme ed emulsioni. Mezzi non ormonali prescritti per le allergie lievi, ormonali - con sintomi pronunciati. La durata della terapia ormonale non deve superare diversi giorni.
  • La nomina di enterosorbenti che legano ed espellono le tossine.
  • In caso di lesione con un'eruzione cutanea di grandi aree cutanee, vengono utilizzati antistaminici - agenti che inibiscono lo sviluppo della reazione del corpo alla proteina allergenica.

Metodi popolari aiuteranno a rimuovere i sintomi dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati. Quindi, un mezzo collaudato per ridurre gonfiore e prurito è considerato un decotto del treno, che viene usato per fare lozioni e bagni.

Per tutta la vita, una reazione allergica alle proteine ​​del latte vaccino è molto rara. Nella maggior parte dei casi, nel tempo, il corpo smette di produrre anticorpi per loro, e di 3-5 anni le manifestazioni di allergie di solito scompaiono.

Sintomi dell'allergia alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati

Latte e latticini contengono il complesso vitaminico completo necessario per la normale crescita e lo sviluppo. Ma non sempre beneficia. La maggior parte dei bambini sperimenta l'intolleranza a un componente come le proteine. A volte si osservano manifestazioni allergiche quando questa sostanza viene ingerita. I genitori devono affrontare il problema della prima alimentazione o selezione di una miscela (quando il bambino viene allattato artificialmente).

Descrizione del problema

L'allergia alle proteine ​​è una reazione dell'immunità dei bambini. Questa violazione è comune tra i bambini, ma scompare completamente di circa 4 anni, forse un po 'più tardi. Ci sono casi rari in cui l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino persiste per tutta la vita.

Può essere intollerante al corpo delle proteine. Poi ci sono sintomi di non digerire questo componente: una violazione della sedia (stitichezza o diarrea), dolore addominale, rigurgito abbondante.

Come si manifesta questo tipo di violazione

L'allergia alle proteine ​​nei bambini può essere osservata nei primi minuti dopo l'assunzione di questo cibo, dopo alcune ore o addirittura pochi giorni.

Disturbi dell'apparato digerente:

  • Nelle masse fecali di neonati, i cibi non digeriti sono ben distinti.
  • Frequenti rigurgiti osservati, nausea.
  • Ci sono dolore all'addome, aumento della formazione di gas.
  • La violazione dell'intolleranza delle proteine ​​può manifestarsi come una feci liquide con schiuma.

Tutti questi sintomi spiacevoli portano ad un peggioramento della microflora intestinale dei bambini. Il numero di bifidobatteri diminuisce. Si verifica la disbacteriosi. Tali microbi patogeni come gli enterococchi, Escherichia coli iniziano a moltiplicarsi.

Violazione della pelle:

  • Rossore delle singole parti del corpo di un bambino: guance, collo, avambraccio, zona gluteo. È possibile osservare la crosta di latte (gneiss) sulla testa, sulle guance, sul collo.
  • L'eczema è caratterizzato da piccole vesciche che scoppiano e provocano prurito, irritazione. Le ferite iniziano a guarire, formando croste.
  • La dermatite atopica è caratterizzata dalla comparsa di macchie rosse coperte da squame.
  • Quincke gonfiore. Gonfiore osservato della zona degli occhi, della bocca, della laringe. Il prurito è assente, ma aumenta il rischio di una condizione di soffocamento.
  • L'orticaria nei bambini è caratterizzata dall'apparizione di bolle acquose che prurito male. La malattia ha ricevuto questo nome perché i sintomi sono simili a un'ustione di ortica.

Danni al sistema respiratorio:

  • Congestione, gonfiore dei passaggi nasali. La voce diventa nasale o rauca.
  • Grave naso che cola, starnuti.
  • Mal di gola, tosse.
  • Asma bronchiale.

I sintomi di reazioni allergiche all'ingestione di proteine ​​nel corpo dei neonati sono i seguenti:

  • Vomito, feci molli con chiazze di muco denso.
  • Il bambino è capriccioso, irritabile, piange molto.
  • Perdita di appetito, disturbi del sonno.

Non dare il latte vaccino ai neonati. Se il bambino viene allattato artificialmente, la scelta della miscela deve essere corretta.

Se il latte è stato somministrato una volta, l'allergia passa in pochi giorni. L'assunzione continua di latte vaccino porterà al fatto che i sintomi di allergie aumenteranno:

  • compare una dermatite che causa prurito e fastidio in un bambino;
  • le feci sono chiaramente strisce di sangue distinte;
  • gonfiore;
  • i bambini sembrano pelle arrossata.

Il prurito costante della pelle impedisce al bambino di dormire bene e mangiare. Sta costantemente pettinando i siti di un'eruzione allergica. Possono verificarsi sintomi di infezione secondaria.

Anafilassi in un bambino è caratterizzata da una reazione improvvisa all'ingestione di proteine. Manifestato da sbiancamento della superficie della pelle, edema laringeo e spasmo. Il bambino inizia a soffocare. In parallelo, appaiono le convulsioni. In questo caso, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza.

Cause della reazione corporea

Esistono diverse decine di varietà di proteine ​​del latte vaccino. Le reazioni allergiche nei bambini ne causano solo alcune. Non perdono la loro attività anche dopo la bollitura.

I bambini che sono allergici alle proteine ​​della mucca possono apparire per diversi motivi:

  • Eredità. Le allergie sono tra i parenti.
  • L'alimentazione artificiale provoca lo sviluppo di allergie. Transizione rapida dall'allattamento al seno alle miscele o alimentazione introdotta precocemente.
  • Inosservanza delle regole di introduzione dell'esca. Non è possibile introdurre nuovi prodotti quando il bambino è malato, è stato vaccinato e anche a temperature estreme.
  • Violazione della risposta immunitaria del bambino alle proteine ​​del latte vaccino o allo zucchero del latte (lattosio).

Lo sviluppo di allergie nei bambini può provocare i seguenti fattori concomitanti:

  • la madre del bambino soffre di allergie;
  • la gravidanza è proseguita con complicazioni periodiche (minaccia di aborto spontaneo, ipossia fetale, preeclampsia);
  • cattive condizioni ambientali (condizioni ambientali, stress).

Come identificare un problema

All'appuntamento del pediatra, viene scoperto il quadro generale dello sviluppo del bambino: come guadagna peso, c'è una malattia cronica? Un punto importante è un sondaggio sulle malattie allergiche nei parenti.

Le seguenti analisi sono fatte:

  • I test allergologici sono molto efficaci.
  • Analisi delle feci (la comparsa di globuli rossi in esso).
  • Esame del sangue (eosinofili elevati).
  • Coprogram.
  • Analisi delle feci per la disbiosi.

Per distinguere l'intolleranza al lattosio dall'allergia alle proteine ​​della mucca, è possibile osservare le condizioni del bambino dopo aver eseguito alcune procedure.

  • Se il bambino viene nutrito con miscele, quindi trasferito a miscele senza lattosio.
  • Se il bambino è allattato al seno, la madre dovrebbe seguire una dieta priva di latticini.
  • Il bambino più anziano cancella tutti i latticini.

Se i sintomi di allergia passano, quelli nuovi non appaiono, quindi la ragione è la mancanza di lattosio.

Le miscele devono essere appropriate all'età. Nella loro composizione non dovrebbero essere componenti che possono causare reazioni allergiche. Le miscele ipoallergeniche hanno un prezzo più alto del normale. Se un bambino ha un'allergia alle proteine ​​del latte, allora faranno le miscele di soia non casearia. Tra questi, puoi scegliere le miscele profilattiche o terapeutiche.

Misure correttive correttive

Il principale metodo di lotta è quello di eliminare il latte vaccino dalla dieta. Se il bambino viene allattato artificialmente, dovresti avvicinarti completamente alla scelta di una miscela ipoallergenica.

Un'alternativa è il latte di capra. Raramente provoca reazioni indesiderate. È anche necessario introdurlo con cautela e in piccole parti, osservando le condizioni del bambino.

A volte le allergie richiedono un trattamento medico:

  • Chelanti. Aiuta il corpo a liberarsi delle tossine.
  • Antistaminici. Aiuta ad alleviare il gonfiore, ridurre il prurito, alleviare il rossore.
  • Nei casi gravi vengono prescritti preparati ormonali che bloccano l'ulteriore diffusione della malattia. Possono essere applicati localmente sotto forma di unguenti, per via intramuscolare sotto forma di iniezioni o per via orale sotto forma di compresse o gocce.
  • Unguenti non ormonali aiutano a rimuovere rossori ed eruzioni cutanee.

Una donna che allatta deve essere attenta alla sua dieta. Per escludere dalla dieta cibi dolci, prodotti che hanno un colore brillante e un forte odore.

Indipendentemente, puoi fare un decotto di erbe (una serie, camomilla) e semi di aneto). Lo fanno con lozioni, lo aggiungono al bagno per fare il bagno ai bambini o lo portano dentro, iniziando con piccole dosi. I brodi aiutano ad alleviare l'infiammazione e ad eliminare il prurito.

Se sei allergico alle proteine ​​del latte vaccino, puoi provare a dare al tuo bambino prodotti a base di latte acido: kefir, ryazhenka. Durante la loro preparazione, avviene la decomposizione dei componenti (la proteina si scompone in amminoacidi). Il loro corpo è molto più facile da digerire, anche gli allergeni rimangono una piccola concentrazione. Invece del latte, è possibile acquistare miscele prive di latticini, che contengono l'intera gamma di sostanze nutritive essenziali.

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie