Principale Trattamento

Cosa puoi mangiare con le allergie? Elenco di prodotti vietati.

L'intolleranza o allergia alimentare è una reazione specifica del corpo (il sistema immunitario) agli allergeni alimentari.

Allergeni: cos'è e come sono pericolosi?

Alcuni alimenti hanno allergeni. Sono componenti che possono scatenare una reazione allergica. Può essere proteine ​​che possono fornire "resistenza" agli enzimi digestivi gastrici, acido gastrico e al regime di temperatura durante la cottura.

Tali proteine ​​"sopravvivibili" superano un ostacolo nel tratto gastrointestinale ed entrano nel flusso sanguigno. Da qui, il loro percorso "mentirà" agli organi, dove perderanno la loro forza e causeranno alcune reazioni allergiche. Il meccanismo delle reazioni allergiche alimentari coinvolge sia l'ereditarietà che il sistema immunitario umano.

Le persone che soffrono di allergie dovrebbero identificarle e prevenirle correttamente. Questo vale anche per quei casi in cui la forma di allergia alimentare è lieve, poiché tali reazioni possono essere distruttive, in alcuni casi fatali.

Cosa devi sapere su una reazione allergica?

L'allergia alimentare può:

  • Manifest mite o grave;
  • Differiscono negli adulti e nei bambini nella natura della manifestazione;
  • Differire dalle intolleranze alimentari (e questo è un fenomeno molto più comune);

Passare in un bambino con il tempo, negli adulti, quasi mai;

  • Per essere trattati con l'aiuto di una dieta.

Dieta allergia alimentare

La dieta ipoallergenica deve essere osservata in tutte le forme di allergia. In questo caso, una dieta razionale ed equilibrata svolge due funzioni:

Sono queste funzioni che aiutano a identificare gli allergeni quando un particolare prodotto è escluso dalla dieta.

Chi soffre di allergie dovrà seguire una dieta ipoallergenica non specifica, quando tutti gli alimenti sono divisi in tre gruppi:

I prodotti altamente allergenici dovranno essere completamente esclusi dal loro menu, poiché questi sono quelli che più spesso causano una reazione allergica.

Escludere dalla dieta con allergie devono:

  • Latte vaccino, formaggi, latte intero;
  • Uova di pesce;
  • Molte varietà di pesce;
  • Salsicce e salsicce;
  • Uova di gallina (così come altri uccelli);
  • Prodotti affumicati a metà e affumicati (pesce, carne, salsicce);
  • Cibi in salamoia e cibi in scatola;
  • Spezie, condimenti, salse, maionese, cibi piccanti;
  • agrumi;
  • Alcune verdure (zucca e peperoncino, carote e barbabietole, acetosa e sedano, pomodori e melanzane, crauti);
  • Alcune bacche e frutti (soprattutto rossi);
  • Cacao e caffè;
  • Bevande alcoliche;
  • noci;
  • funghi;
  • miele;
  • Frutta secca (albicocche secche, uva passa, datteri, fichi);
  • Caramello e marmellata, prodotti a base di cioccolato;
  • Acqua frizzante e fruttata, yogurt e gomme da masticare;
  • Bevande a base di frutta e bacche;
  • Prodotti con conservanti, emulsionanti, stabilizzanti, aromi, coloranti;
  • Cibo esotico

I prodotti anallergici possono causare reazioni allergiche in alcune persone, altri no. I prodotti allergenici medi includono:

  • Grano saraceno e mais;
  • Alcuni tipi di cereali (raramente segale, spesso - grano);
  • Decotti di erbe;
  • anguria;
  • Frutti e bacche (ribes nero e rosso, albicocche, pesche, banane, mirtilli rossi, mirtilli rossi);
  • Carne di agnello, maiale, coniglio e tacchino;
  • Verdure (patate, peperoni verdi, fagioli e piselli).

I prodotti anallergici non causano manifestazioni allergiche. Questi includono:

  • Acqua minerale senza gas;
  • Verdure e verdure (spinaci, cetrioli, germogli, aneto e prezzemolo, lattuga verde e zucchine, così come lo squash estivo, la rutabaga e la rapa);
  • Semole (farina d'avena, semola, riso, orzo);
  • burro;
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati senza additivi;
  • Carni magre, bollite o in umido;
  • Alcune specie di pesci (branzino e merluzzo);
  • Frattaglie (lingua, fegato, reni);
  • Tè debole;
  • Composti di pere, mele, brodo di rosa canina;
  • Olio di oliva e olio di girasole;
  • pane;
  • Pere e mele secche e prugne;
  • Pere verdi e mele, ribes bianco, uva spina e ciliegie bianche.

Quali verdure causano allergie?

Il cibo vegetale e animale contiene una quantità considerevole di proteine ​​estranee al corpo umano. Molte persone con allergie, fin dall'infanzia, sanno quali cibi non dovrebbero mangiare, e alcuni non sono consapevoli di cosa esattamente i prodotti nascondono il loro allergene.

Le allergie possono essere su tutti i tipi di prodotti, e alcuni di loro dovrebbero essere trattati con particolare attenzione.

Alimenti che causano allergie: quali sono i più comuni?

latte

L'allergia al latte colpisce l'1,5% delle persone. Per liberarsene, dovresti escludere dalla tua dieta non solo il latte stesso, ma anche tutti i prodotti che lo producono: formaggio, ricotta, panna acida, burro.

Non è possibile utilizzare quei prodotti che contengono una quantità molto piccola di latte, perché per il verificarsi di una reazione allergica, la semplice presenza di un allergene è sufficiente e non importa quanto. Questi prodotti includono pasta, dolci e torte, dolci, pane e pasticceria. Si noti che la carne di manzo (e anche più vitello) ha proprietà di composizione simili al latte, quindi deve anche essere abbandonata.

La dieta in questo caso può includere:

  • maiale e agnello;
  • pesce bollito a basso contenuto di grassi;
  • un uccello;
  • oli solo oliva, girasole o mais;
  • prodotti da forno che sono stati cotti senza l'uso del latte e dei suoi derivati;
  • fagioli e cereali

cereali

Grano, avena, segale, mais, riso, orzo sono tutti prodotti che causano allergie a chi soffre di intolleranza ai cereali. Non c'è pane, niente pasta, niente pasticcini, niente pancake. Ma puoi:

Frutta e verdura

L'allergia ai frutti si verifica più spesso quando si mangiano mele e pere, drupacee (ciliegie, albicocche, pesche, ecc.). Gli allergeni sono anche spesso noci, arachidi, mandorle.

Dalle verdure spiccano pomodori, sedano e prezzemolo. Fortunatamente, gli allergeni di frutta e verdura possono essere distrutti dal trattamento termico.

Ci sarà da fare senza pane, salse e maionese, pasta e cottura. Senza il rischio di allergie può essere utilizzato:

  • prodotti da forno, nella cui preparazione non sono state utilizzate uova;
  • latte;
  • pesce magro;
  • carne di maiale, manzo e pollame;
  • cereali;
  • frutta e verdura.

L'allergia al pesce implica anche l'intolleranza di tutti i frutti di mare. È necessario abbandonare aragoste, ostriche, granchi, ecc.

Il pesce è la principale fonte di iodio, quindi, respingendoli, è necessario ripristinarlo a spese di altre fonti.

Come calcolare l'allergene?

A volte capita che gli occhi e il prurito della pelle, e da quello che succede, sia abbastanza difficile da capire subito. Tuttavia, non si dovrebbero ignorare tali manifestazioni, perché c'è una via molto più accettabile da questa situazione spiacevole. Consiste nella scelta di una dieta che esclude i prodotti con maggiore allergenicità.

L'elenco di tali prodotti è piuttosto lungo: noci, pesce, agrumi, carne di pollame domestico e selvatico, caffè, cioccolato, spezie e spezie, carne affumicata, maionese e senape, sottaceti, aceto, rafano, rafano, melanzane, pomodori, uova, funghi, latte e latticini, meloni, fragole, ananas, muffin, miele.

Puoi mangiare zuppe di manzo, cereali e verdure, patate, verdure e burro, riso, ercole, yogurt, kefir, yogurt, ricotta, cetrioli, verdure fresche, mele cotte, mele, composta di prugne o ribes, pane, pane, zucchero.

Sintomi di allergia

  • I sintomi delle allergie alimentari sono vari:
  • digestivo - dolore addominale, diarrea e vomito;
  • respiratorio - broncospasmo, rinite, congiuntivite;
  • pelle - gonfiore, prurito, orticaria.

Se l'esofago è affetto, possono essere osservati disfagia e dolore toracico durante la deglutizione. Il dolore addominale è noto nella sconfitta del tratto gastrointestinale. Con la sconfitta del fegato, si osserva il suo aumento, così come l'ittero e le variazioni dei parametri biochimici.

I sintomi si manifestano immediatamente dopo il contatto con l'allergene e con un ritardo.

La diagnosi può essere fatta sulla base di una chiara connessione con un certo fattore in un certo numero di casi, il che rende possibile sospettare che la natura della malattia sia allergica. Questo può essere un farmaco o mangiare, come fragole, arance, frutti di mare, ecc. Si dovrebbe monitorare attentamente ciò che è incluso nella dieta.

Trattamento della malattia

Il trattamento è principalmente per eliminare l'allergene e la nomina di una dieta adeguata.

La terapia di desensibilizzazione è in corso. Nei casi gravi che non sono suscettibili di terapia convenzionale, possono essere prescritti farmaci.

Contenuto dell'articolo

  • Cause di allergie vegetali
  • Quali verdure causano allergie?
  • Allergia a frutta e verdura rossa
  • Allergia alle verdure in un bambino
  • Sintomi di un'allergia alle verdure
  • Trattamento di allergia vegetale
  • Quali verdure ci sono per le allergie?

Tutti conoscono i vantaggi del consumo di verdure fresche. Sono ricchi di vitamine, preziosi microelementi e fibre, necessari per la normale funzione intestinale. A causa della composizione benefica di questi prodotti si consiglia di utilizzare quotidianamente. Tuttavia, in alcuni casi possono causare spiacevoli reazioni dal sistema immunitario - questi sono i casi di allergia alle verdure.

Allergie alle verdure: cosa fare? Le ragioni per l'aspetto

La propensione alle allergie alle verdure potrebbe essere dovuta a:

  • ereditarietà;
  • vivere in condizioni ambientali avverse;
  • esaurimento del corpo;
  • lo stress;
  • malfunzionamenti del tratto gastrointestinale;
  • nutrizione squilibrata;
  • anomalie nel funzionamento del sistema immunitario.

L'allergia vegetale è per lo più comune tra i bambini, ma in alcuni casi questa reazione si riscontra anche negli adulti. La sua essenza si riduce all'intolleranza di alcuni componenti che compongono i prodotti: in particolare, la profilina delle proteine ​​vegetali e alcuni acidi vegetali. Oltre a questi componenti, una grande quantità di fibre e amido può essere la causa di una reazione atipica: le fibre vegetali grossolane sono difficili da digerire, specialmente quando si tratta di corpi di bambini.

Un'altra caratteristica caratteristica di frutta e verdura che causano allergie è il loro trattamento improprio nella fase di maturazione. Se le piante sono trattate con fertilizzanti inorganici nocivi, nitrati e altre sostanze chimiche, la probabilità che causino una reazione spiacevole è molto alta. Pertanto, le persone inclini ad aumentare la sensibilizzazione ai prodotti alimentari, si raccomanda di utilizzare solo verdure sicure coltivate nel proprio orto o acquistate negli eco-mercati.

Lavorazione di verdure per allergie Verdure che causano allergie

I più pericolosi sono i pomodori, peperoni rossi, arancioni e gialli, sedano, finocchio, ravanelli, melanzane, prezzemolo, rafano, spinaci.

Vale anche la pena ricordare la possibilità di reazioni incrociate. Stiamo parlando dell'aumentata sensibilità dell'organismo nei confronti del polline di alcune piante. Una persona che ha una tendenza all'impollinosi, dopo aver mangiato alcuni cibi vegetali, sviluppa sintomi caratteristici di un'allergia ai pollini.

Allergie alle verdure: reazioni incrociate con pollinosi

Ad esempio, il polline di betulla può causare allergie a verdure come carote, patate e sedano, e la fioritura di assenzio provoca una reazione atipica a porri, cipolle, peperoni, aglio e sedano. È interessante notare che le persone che hanno una maggiore sensibilità al lattice spesso sviluppano intolleranza a pomodori, patate e alcuni frutti.

Allergia a frutta e verdura rossa

Si ritiene che il più frequentemente causato da allergie alimentari vegetali sono rossi o arancioni. Questo colore è dovuto alla presenza nella composizione del prodotto di sostanze speciali - antocianine, licopene e carotenoidi. Hanno un certo numero di qualità benefiche, tra cui proprietà antiossidanti, antitumorali e anti-aterogeniche. Nota: alcune verdure rosse (ad esempio i ravanelli) perdono alcune delle loro proprietà pericolose se vengono pelate.

Allergia alle verdure rosse: perché si verifica? Allergia alle verdure in un bambino

Tutti i genitori dovrebbero sapere quali verdure causano allergie e astenersi dall'introdurli nel menu dei bambini senza consultare un pediatra. Se un bambino non ha una tendenza ereditaria a reazioni atipiche del sistema immunitario, la prima alimentazione con purea di frutta e verdura di solito si verifica all'età di sei mesi. Inseriscili nella dieta del bambino prima che non sia necessario, poiché il tratto digestivo del bambino non funziona ancora bene.

Per evitare la comparsa di possibili allergie alle verdure in un bambino, il loro consumo dovrebbe iniziare in modo relativamente sicuro: zucchine, cavolo rapa, broccoli, cavolfiore. Nel tempo, è possibile diversificare il menu aggiungendo mais morbido e piselli, zucca, rapa e pepe verde. I prodotti più pericolosi (spinaci, finocchio, pomodori) sono raccomandati per i bambini di età superiore ad un anno.

Allergie alle verdure in un bambino: trattamento: sintomi di allergia alle verdure

I primi segni di intolleranza possono comparire immediatamente dopo aver consumato l'allergene o alcune ore dopo. I sintomi più comuni sono:

  • flatulenza;
  • dolore lancinante nell'addome;
  • vomito;
  • eruzione rossa sul corpo;
  • prurito della pelle;
  • formicolio e gonfiore in bocca;
  • vertigini, mal di testa;
  • tossire.

Trattamento di allergia vegetale

Per stabilire correttamente la diagnosi, è necessario consultare uno specialista. Oltre a raccogliere l'anamnesi, il medico condurrà test cutanei e invierà un referral per un esame del sangue: questi studi aiuteranno a determinare la causa esatta della comparsa dei sintomi di una reazione atipica.

Lo scopo della terapia dipende dal grado di intensità delle manifestazioni di una reazione allergica del corpo. Se una persona ha un forte prurito della pelle associato ad un'eruzione rossastra, possono essere prescritti farmaci antipruriginosi interni ed esterni. In presenza di gonfiore, il medico ti consiglierà di bere un ciclo di decongestionanti.

Test cutanei per le allergie alle verdure Che tipo di verdure puoi avere per le allergie?

Al momento del trattamento è necessario abbandonare la sostanza che ha causato la reazione atipica. Pertanto, in ogni caso, non mangiare prodotti potenzialmente pericolosi senza consultare un medico. Casi in cui una persona reagisce in modo anomalo a tutti i gruppi di verdure è una rarità. Pertanto, in ogni caso, è possibile trovare un'alternativa sicura all'allergene.

Per ridurre la probabilità di allergie alle verdure, si consiglia di sottoporli a trattamento termico: si ritiene che quando vengono bollite, cotte e cotte al vapore, perdano le loro proprietà pericolose. Tuttavia, in alcuni casi (specialmente se una persona è estremamente sensibile ai feti), l'esposizione termica non può proteggere da una reazione atipica.

Come accelerare il processo di recupero della pelle dopo le allergie?

Dal momento che l'allergia vegetale si manifesta in una serie di problemi della pelle, tra cui rossore e prurito occupano un posto speciale, è importante scegliere prodotti per la cura che si occupino più efficacemente di questi sintomi. Ti offriamo di optare per i prodotti La Cree. Creme ed emulsioni "La Cree" forniscono la necessaria pelle ammorbidita, idratante e nutriente, eliminando il prurito e l'iperemia.

Immagini di allergie nei bambini

Leggi anche

L'allergia alle piante (febbre da fieno o febbre da fieno) è una maggiore sensibilità del corpo alle microparticelle di polline nell'aria.

L'allergia ai pesci è una risposta atipica del sistema immunitario ai prodotti ittici.

L'allergia ai cereali negli adulti è un fenomeno relativamente raro, ma i bambini ne soffrono molto più spesso.

elenco

Qui, tutti i prodotti sono suddivisi in tre gruppi: con allergenicità potenziale alta, media e bassa.
I nomi dei prodotti sono elencati in ordine alfabetico.

Con l'aiuto di questo tablet, è possibile creare un menu per le madri che allattano e per i bambini, principalmente diatheses. MA! CONSIDERARE LA POSSIBILITÀ DELLE REAZIONI INDIVIDUALI.

Quindi prendi questo tavolo non come guida all'azione, ma come informazione per la riflessione.

Sono inoltre allegati un'etichetta sulle reazioni incrociate agli alimenti e alcune regole per la preparazione di alimenti complementari per la diathesi.

Tabella riassuntiva dei prodotti con vari gradi di potenziale allergenicità.

alto:

avocado
Bevande alcoliche
ananas
arance
angurie
melanzana
Brodi: carne, pesce e funghi
prosciutto
uva
Bevande gassate
senape
granate
granate
pompelmi
funghi
oca

Funghi di lievito: alcune varietà di formaggi, condimenti, aceto, latte fortificato, kefir, bevande al latte con malto, yogurt, pane integrale, pane di segale, cracker, crauti, salsa di pomodoro, frutta secca, birra, lievito di birra, salsiccia, prosciutto per colazione, così come i farmaci - vitamine del gruppo B, a base di lievito, antibiotici di origine fungina (penicillina, lincomicina, tetraciclina).

mora
Fritto: carne, pesce, verdure, ecc.
verdura
fragola
Cereali: evitare salsicce, carni in scatola per colazione, salsicce, torte salate, sugo di formaggio con ripieni di cereali, fiocchi di frumento, grano germogliato, pane con farina di frumento, pancake, cialde, torte, dolci, pasta, pasta, verdure con salse a pasta densa, casseruole, budini, caramelle al cioccolato.
caviale
tacchino
yogurt
cacao
crauti
kvass
Frutta Kefir
kiwi
fragole
carni
Cibo in scatola
Carne affumicata
caffè
creme
pollo
limoni
cipolle
maionese
lampone
mango
mandarini
marinate
miele
latte
carote
Gelato
Olivello spinoso
I dadi
Pepsiki
pepe
Pepe bulgaro
birra
torte

Additivi alimentari: coloranti, aromi, emulsionanti o conservanti. Ad esempio, gli aromi si trovano nel chewing gum, nella frutta congelata, nella glassa, nel congelato

latticini, leccalecca, salsicce, sciroppi. Un forte deterioramento della condizione di alcune persone si osserva quando si mangia cibo contenente la colorante tartrazina, una sostanza che dà un colore giallo. Molti frutti (banane, mele, pere, arance, pomodori) vengono raccolti molto prima della loro maturazione e vengono trattati con etilene, un prodotto petrolifero che accelera la maturazione. Supplementi di zolfo (metabisolfito) sono usati per conservare cibi, bevande, droghe. Il glutammato monosodico è un aromatizzante utilizzato in molti prodotti preconfezionati.

Agrumi acidi
erbe aromatiche
grano
ravanello
ravanello
segale
pesce
Ryazhenka
barbabietola
Impasto per pasticceria
sedano
Ribes nero
Soia (soia e miscele di soia)
Formaggi, in particolare varietà fermentate e morbide del tipo Adyghe o Suluguni, cioè non pastorizzato
torte
aceto
Un'anatra
rafano
cachi
aglio
cioccolato
Mele - varietà rosse
uova

media:

cowberry
ciliegia
manzo
piselli
grano saraceno
patate
mirtillo rosso
coniglio
mais
avena
Peperone verde
riso
carne di maiale
Ribes rosso
mirtillo
erica

basso:

broccoli
Pera - varietà verdi
Piselli
zucca
Cavolo bianco
Latte acido: acidophilus, kefir, bifikefir, bifidok, ricotta
composta
Carne di cavallo
uva spina
xilitolo
Albicocche secche
cocomeri
zucca
orzo perlato
miglio
Olio vegetale (girasole, oliva, ecc.)
rapa
insalata
Prugne - varietà gialle
Ribes bianco
ghi
Zucca (colori chiari)
Fagiolini verdi
date
fruttosio
cavolfiore

Ciliegie dolci - bianco e giallo
prugne
spinaci
Mele agrodolci

Possibili reazioni incrociate tra diversi tipi di allergeni

Latte vaccino:

Latte di capra, prodotti contenenti proteine ​​del latte vaccino, carne di manzo, carne di vitello e prodotti a base di carne, mantello di mucca, preparati enzimatici a base di pancreas di bovini

Kefir (kefir lievito):

Muffa funghi, muffe (roquefort, brie, dorblu, ecc.), Pasta lievitata, kvas, antibiotici penicillina, funghi
pesce:
Pesce di fiume e di mare, frutti di mare (granchi, gamberi, caviale, aragosta, aragosta, cozze, ecc.), Mangime per pesci (dafnia)

Uovo di gallina:

Pollo e brodo, uova di quaglia e carne, carne di anatra, salse, creme, maionese con l'inclusione di componenti di uova di gallina, piume di cuscino, droghe (interferone, lisozima, bifiliz, alcuni vaccini)

carote:

Prezzemolo, sedano, b-carotene, vitamina A

fragole:

Lamponi, more, ribes, mirtilli rossi

mele:

Pera, mela cotogna, pesca, prugna, polline di betulla, ontano, assenzio

patate:

Melanzane, pomodori, peperoncini verdi e rossi, paprika, tabacco

Frutta a guscio (nocciole, ecc.):

Noci di altre varietà, kiwi, mango, farina di riso, grano saraceno, farina d'avena), sesamo, papavero, polline di betulla, nocciola

arachidi:

Soia, banane, drupacee (prugne, pesche, ecc.), Piselli verdi, pomodori, lattice

banane:

Glutine di grano, kiwi, melone, avocado, lattice, polline di platano

Agrumi:

Pompelmo, limone, arancia, mandarino

barbabietola:

Spinaci, barbabietola da zucchero

legumi:

Arachidi, soia, piselli, fagioli, lenticchie, mango, erba medica

prugna:

Mandorle, albicocche, ciliegie, nettarine, pesche, ciliegie selvatiche, ciliegie, prugne, mele

kiwi:

Banana, avocado, noci, farina (riso, grano saraceno, farina d'avena), sesamo, lattice, polline di betulla, erbe di cereali
-

Caratteristiche di cucina per bambini con allergie alimentari.

Quando si prepara una dieta ipoallergenica, è necessario osservare rigorosamente le peculiarità della lavorazione tecnologica dei prodotti. Ad esempio, i cereali sono immersi in acqua fredda per 10 a 12 ore per rimuovere i possibili pesticidi.

Se un bambino è allergico all'amido e all'inizio dell'introduzione di patate nella dieta del bambino, preferibilmente le patate sbucciate e tritate devono essere immerse in acqua fredda o soluzione di sale all'1% per 12-14 ore. Questo aiuta a rimuovere parte dell'amido e le impurità indesiderate. Tutte le altre verdure cotte per cucinare, tenute in acqua fredda per 1 - 2 ore.
La carne viene sottoposta a doppia digestione per una rimozione più completa degli estratti. Per fare questo, prima versare la carne con acqua fredda, far bollire per 30 minuti, quindi versare il brodo, la carne viene nuovamente versata con acqua fredda e cotta fino al momento.
Tutto il cibo per i bambini che soffrono di allergie alimentari, bollito, cotto a vapore, in umido o cotto in forno. La carne fritta è rigorosamente esclusa: carne, pesce, verdure, ecc. "

Tratto dal post Irbis dall'argomento Diatesi: manifestazioni, trattamento, ricerca delle cause

L'allergia è una malattia molto sgradevole e poco studiata che colpisce, secondo varie stime, dal 20% al 40% della popolazione adulta del pianeta. Il tipo più comune di questa malattia è l'allergia alimentare.

Di solito, le reazioni allergiche al cibo sono osservate fin dalla tenera età. In questo caso, nel tempo, una persona forma un elenco di alimenti che non possono essere mangiati. Ma succede che una persona adulta inizi improvvisamente a notare reazioni incomprensibili e spiacevoli del corpo. Cos'è e come affrontarlo?

Gli alimenti, di origine vegetale o animale, contengono una grande quantità di proteine ​​estranee al corpo umano. Se il sistema immunitario umano è normale, i processi metabolici non sono disturbati e non ci sono malattie genetiche associate all'intolleranza delle proteine, il nostro corpo rilascia abbastanza enzimi che possono digerire queste proteine ​​estranee.

Gli alimenti che causano allergie sono un intero elenco di cibi familiari e preferiti che devi rinunciare se noti reazioni insolite al loro consumo.

Negli adulti, è spesso trovato allergico a quei prodotti che non causano preoccupazione durante l'infanzia.

Il meccanismo di scatenare reazioni allergiche non è completamente compreso. Di conseguenza, non esiste una medicina che possa influire sulla causa stessa. Ma ci sono molti farmaci che alleviano i sintomi.

Tutti gli alimenti sono convenzionalmente divisi in tre tipi in base al grado di allergenicità: alta, media e bassa.

Prodotti con un alto grado di allergenicità:

  • latte intero (mucca, capra, pecora);
  • pesce d'acqua dolce e tutti i piatti da esso;
  • frutti di mare e caviale;
  • uova di gallina;
  • cereali (grano, segale, orzo);
  • agrumi, frutta esotica, cachi, melone;
  • pomodori, peperoni (rosso e giallo), carote e sedano;
  • cioccolato, cacao e tutti i suoi derivati, caffè;
  • noci;
  • funghi;
  • miele.

Il latte intero può causare allergie sia nei bambini che negli adulti. L'intolleranza ai latticini, in particolare il lattosio e l'allergia al latte sono due cose diverse.

L'allergia può essere causata solo da un tipo di latte, ad esempio il latte di mucca. Ma nella maggior parte dei casi il latte di capra ha questa capacità. La proteina in questo latte è in qualche modo diversa dalle proteine ​​negli altri tipi di latte. Il latte di capra non è raccomandato per i bambini al di sotto di un anno, in quanto il suo uso frequente può causare anemia.

Le risorse del corpo umano non sono illimitate. Nel tempo, si asciugano. La qualità e la quantità di enzimi in grado di digerire il cibo sta cambiando. Gli adulti, specialmente quelli di età superiore ai 60 anni, perdono gli enzimi che scompongono il lattosio. Pertanto, non è raccomandato mangiare latte intero. È meglio cucinare il porridge nel mezzo latte bollito. L'eccezione sono i prodotti a base di latte fermentato.

Le persone che soffrono di malattie del tratto gastrointestinale, in particolare la colite, non sono raccomandate a mangiare latte intero e piatti a base di questo prodotto. Con questa malattia, c'è un'assenza quasi completa di enzimi che processano il lattosio. Se si prendono in considerazione le disbatteriose frequenti, la colite accompagnatoria, i prodotti lattiero-caseari saranno la migliore via d'uscita, perché contengono lattobacilli, che sono batteri naturali del corpo umano e aiutano i processi di digestione.

Il pesce è un allergene abbastanza forte, il cui impatto può addirittura portare a shock anafilattico. Il pesce di fiume è meno allergenico del pesce di mare.

Le uova, in combinazione con pollo e brodo, causano attacchi di allergia abbastanza forti. Questa caratteristica è diversa proteina. Il tuorlo d'uovo di pollo provoca meno allergie. Pertanto, è il tuorlo che viene introdotto nella pappa, iniziando con una quantità molto piccola. Le uova di quaglia sono ipoallergeniche.

Prodotti con grado moderato di allergenicità:

  • manzo, vitello, carne di pollo e brodi da esso;
  • cereali (avena, riso, grano saraceno);
  • fagioli;
  • ortaggi a radice (patate, rape, barbabietole);
  • nettarina, pesche, albicocche;
  • frutti di bosco (mirtilli rossi, mirtilli rossi, mirtilli, more);
  • rosa selvatica, ciliegia e ribes nero.

Nella carne durante qualsiasi trattamento termico, la proteina viene modificata e ben digerita dagli enzimi GIT. L'eccezione è la carne, fritta in una grande quantità di grasso.

Le bacche che hanno pigmenti coloranti possono causare allergie sia nei bambini che negli adulti. Ma durante il trattamento termico (composte, marmellate, gelatine e altri piatti), la loro tendenza a causare allergie diminuisce.

Quando si mangia legumi e legumi, è necessario tenere conto delle peculiarità della digestione, poiché questi prodotti possono causare flatulenza.

Prodotti con basso grado di allergenicità:

  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • carne di maiale magra e di agnello, coniglio e tacchino;
  • cereali (orzo, miglio, mais, avena);
  • cavolo (cavolfiore, broccoli, cavolo bianco);
  • cetrioli e zucchine;
  • prezzemolo, aneto, cumino;
  • ribes bianco e amarena;
  • varietà gialle di prugne e ciliegie dolci;
  • mele e pere di varietà bianche e verdi.

Mangiare questi alimenti può causare allergie solo in rari casi, e soprattutto negli adulti. Sono tali prodotti che vengono consigliati prima di tutto come mangimi per bambini fino a un anno.

Se acquisti nei prodotti pronti del negozio, presta attenzione alla loro composizione. Coloranti, conservanti, emulsionanti e additivi aromatici possono causare allergie, anche se fanno parte di prodotti già familiari e non reattivi.

I prodotti lattiero-caseari e la carne possono essere trattati con prodotti chimici o droghe per prolungarne la durata. Può essere antibiotici, sulfonamidi, formaldeidi. Saranno forti allergeni e causeranno una reazione immediata anche in un adulto, per non parlare dei bambini.

Verdure, frutta e cereali possono contenere quantità residue di pesticidi, fertilizzanti e prodotti chimici con cui vengono trattati per prolungare la durata di conservazione.

Prestare attenzione al contenitore in cui è racchiuso il prodotto. Dopo tutto, da esso nel cibo può anche ottenere sostanze che possono causare allergie. Guarda anche la durata di conservazione e le condizioni di conservazione. Se questi non sono conformi alle regole stabilite, possono causare prodotti di decomposizione o funghi di muffa. Questi sono anche potenti allergeni che possono causare gravi avvelenamenti e portare a shock anafilattico.

Come riconoscere le allergie alimentari. Se noti che il tuo corpo ha cominciato a reagire in qualche modo a cose apparentemente familiari in un modo speciale, cerca di stabilire la causa di un comportamento così strano del tuo corpo.

Potresti essere disturbato da organi completamente indipendenti dalla digestione. Ma allergia alimentare a quelli e insidiosa che possa essere mascherata da altri problemi, il cui trattamento non porterà alcun sollievo.

Sintomi di allergie alimentari:

  • sulla pelle: eruzione cutanea, prurito, arrossamento, gonfiore, formazione di piccole bolle con liquido;
  • respiratorio: naso che cola, starnuti, mancanza di respiro, difficoltà a respirare, broncospasmo, attacchi d'asma;
  • dal lato della vista: lacrimazione, congiuntivite, forte prurito, gonfiore;
  • da parte dell'apparato digerente: dolore addominale, vomito, diarrea, alterazioni del gusto;
  • sistema nervoso: vertigini, perdita di orientamento, confusione, perdita di coscienza.

Se ti ritrovi ad avere i sintomi sopra, analizza quali cibi hai mangiato. Potrebbero essere prodotti familiari, ma che non hai mangiato.

Se hai determinato la causa esatta dei tuoi disturbi, dovresti semplicemente eliminare il prodotto allergenico dalla tua dieta e i sintomi scompariranno.

Ma spesso accade che le allergie causino più cibi contemporaneamente. Quindi la soluzione migliore è tenere un diario alimentare. In esso annoterai quotidianamente ciò che hai mangiato e la reazione del corpo al cibo mangiato. Pertanto, è possibile determinare con precisione la causa del disturbo.

Ci sono prodotti che danno una reazione allergica rapida, quasi istantanea. Quindi è molto facile identificarli. Ma ci sono prodotti che danno una reazione allergica a distanza. Cioè, puoi sentire i sintomi delle allergie anche pochi giorni dopo aver mangiato un prodotto del genere. Questa è la complessità.

Allergia, cibo in particolare, una malattia molto insidiosa che richiede un atteggiamento serio. Dopotutto, puoi non solo lacerare, eruzioni cutanee e prurito. Le conseguenze sono molto più tragiche. I prodotti che causano allergie, non solo possono minare la salute, ma anche privare della vita.

Se hai notato manifestazioni di reazioni allergiche a qualsiasi prodotto alimentare, escludilo immediatamente dalla tua dieta. La prossima fase della tua lotta con la malattia insidiosa dovrebbe essere una visita all'allergologo. Lo specialista sarà in grado di determinare la causa di queste reazioni e prescriverà un trattamento adeguato. Segui tutte le raccomandazioni e le prescrizioni del medico. Solo così puoi tenere il tuo corpo sotto controllo ed evitare le tristi manifestazioni di allergie alimentari.

Quali verdure non causano allergie?

Anche con intolleranza alle verdure, non possono essere esclusi dalla dieta, poiché contengono vitamine e oligoelementi necessari per la salute. Pertanto, le persone con tali problemi dovrebbero mangiare verdure ipoallergeniche. Raramente causano una reazione allergica.

Verdure allergiche

Le allergie più comuni a:

  1. Carote. Contiene un sacco di beta-carotene, minerali, fibre alimentari. Gli allergeni nella composizione della radice sono resistenti alle alte temperature.
  2. Pomodori. Come parte della verdura un sacco di allergeni, che rimangono anche stabili durante il trattamento termico. La sensibilità al pomodoro si manifesta con la sindrome allergica orale, l'orticaria, l'asma e la rinite.
  3. Sedano. Questo è uno dei più potenti irritanti tra le colture orticole. Più comune è la sensibilità al tubero di sedano piuttosto che ai germogli.

Le verdure allergeniche sono considerate rosse. Il sistema immunitario può reagire negativamente alla proteina profilina presente nella composizione della maggior parte di frutta e verdura. Il grado medio di allergenicità è diverso patate, legumi.

In casi molto rari, l'ipersensibilità si verifica per verdure e verdure verdi, quindi questi prodotti sono più spesso consigliati alle allergie.

Reazione allergica ai pasti pronti

Le allergie alle verdure possono manifestarsi quando si mangiano piatti pronti. Una persona può avvertire un deterioramento della salute dopo zuppa di piselli, zuppa di borsch e altri piatti. Ciò è dovuto al fatto che molti allergeni conservano le loro proprietà anche dopo il trattamento termico.

Pertanto, per il normale funzionamento dello stomaco e dell'intestino, si consiglia di utilizzare zuppe di verdure consentite, minestre in brodo e latticini. Il menu deve essere presente verdure ipoallergenici e cereali sono ammessi. Se mangi cibi ricchi di fibre, gli allergeni saranno assorbiti più lentamente nel sangue, la fibra assorbe e rimuove le sostanze tossiche dal corpo.

Reazioni incrociate

Quasi sempre, l'ipersensibilità alle verdure è combinata con l'allergia al polline delle piante.

Quasi la metà delle persone con intolleranza al lattice sono allergiche ai pomodori e ad altre verdure.

Verdure che non causano allergie

I sintomi di ipersensibilità praticamente non appaiono nelle persone dopo aver mangiato verdure verdi. Le allergie possono mangiare cetrioli, peperoni insalata, cavolfiori, broccoli, zucchine, zucca, rape, rape, cavoli di Bruxelles.

Inoltre, in rari casi, appaiono sintomi spiacevoli dopo aver mangiato patate.

Sintomi di un'allergia alle verdure

Dopo aver inserito il corpo, le verdure allergeniche causano una serie di sintomi spiacevoli. Contengono sostanze che non vengono distrutte dalle alte temperature, dal succo gastrico e dagli enzimi coinvolti nella digestione. A causa di questa resistenza, superano le pareti intestinali e entrano nel flusso sanguigno, causando reazioni allergiche.

I sintomi possono manifestarsi in diverse forme. Ad esempio, dopo aver mangiato un vegetale allergenico, inizia a prudere in bocca. Dopo l'entrata nello stomaco compaiono le manifestazioni intestinali. Quando gli allergeni alimentari entrano nel sangue e circolano in essa, la pressione sanguigna diminuisce. Quando gli allergeni raggiungono la pelle, provocano eczema e eruzioni cutanee.

Dopo essere entrati nei polmoni, si verificano i sintomi dell'asma. Lo sviluppo di un quadro clinico dura da alcuni minuti a un'ora.

Molto spesso, l'ipersensibilità nei bambini e negli adulti è accompagnata da:

  • orticaria ed eruzioni cutanee;
  • dermatite atopica;
  • asma bronchiale;
  • angioedema;
  • shock anafilattico.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo, la lingua diventa insensibile, la mucosa della bocca si gonfia e una tosse si preoccupa.

L'allergia vegetale nei neonati è accompagnata da disturbi alimentari. Crampi intestinali compaiono, preoccupazioni di nausea, rigurgiti diventano più frequenti, il bambino rifiuta il cibo.

Se dopo l'uso verdura possibile difficoltà nella respirazione, spasmo laringeo, o diventare pelle azzurro e le mucose, ipotensione, il paziente deve essere consegnata alla clinica, poiché questi sintomi manifestano uno shock anafilattico. Il rischio di una tale complicanza pericolosa è maggiore se la persona soffre di asma.

Metodi di rilevamento degli allergeni

Per fare una diagnosi, devi prima fare un registro di dieta. Questo è un metodo affidabile. In esso, il paziente deve registrare i prodotti utilizzati e la risposta a loro. Inoltre, prescrivi test di intolleranza alimentare. Sono necessari per una valutazione oggettiva di una reazione allergica.

I test cutanei sono più spesso utilizzati durante i quali vengono iniettati estratti di avena sull'avambraccio o sulla schiena. Dopo di ciò, osserva la reazione. Se c'è gonfiore o arrossamento, allora la diagnosi è confermata.

Se c'è una storia di forti reazioni anafilattiche, i test cutanei sono vietati, in quanto possono causare conseguenze pericolose. In tali casi, condurre test di immunodosaggio con radioallergenza o enzimi in fase solida. Aiutano a rilevare la presenza di immunoglobuline nel sangue E. Un risultato positivo con questi test aiuta a fare una diagnosi definitiva.

trattamento

La terapia delle allergie causate dalle verdure consiste nel seguire una dieta ipoallergenica. Subito dopo la scoperta del tipo di allergene, deve essere completamente escluso dalla dieta. Il paziente deve studiare attentamente le istruzioni sui prodotti per non consumare accidentalmente l'allergene. Inoltre, non mangiare in un ristorante per non mangiare accidentalmente il prodotto sbagliato.

Nei soggetti allergici, gli allergeni, anche in piccole quantità, possono causare sintomi spiacevoli.

Prestare particolare attenzione in caso di ipersensibilità nei bambini. Alcune verdure possono mangiare con allergie. Questo vale per i prodotti verdi. Da sostanze irritanti dovrà completamente abbandonare. Nelle scuole e negli asili è necessario riportare informazioni su quali prodotti il ​​bambino non tollera.

Ci sono farmaci che il paziente può usare in caso di sintomi della malattia. Prima di tutto, i medici prescrivono antistaminici. Aiutano a sbarazzarsi delle manifestazioni di disturbi digestivi, orticaria, starnuti e naso che cola.

Con sintomi asmatici si usano sintomi asmatici. Si raccomanda di essere presi immediatamente dopo l'uso accidentale di un prodotto proibito. Ma la ricezione prima del pasto non porterà alcun risultato. Non esistono farmaci affidabili che forniscono protezione contro le reazioni allergiche.

In alcuni casi, ricorrere alla terapia immunospecifica. Consiste nell'introduzione di piccole dosi di componenti che possono causare una reazione negativa nell'uomo. Le iniezioni vengono fatte regolarmente per un lungo periodo. A poco a poco, il sistema immunitario si abitua alla sostanza, ma l'efficacia di questo metodo non è stata dimostrata, dal momento che non aiuta tutti.

prevenzione

Le verdure con allergie possono essere utilizzate anallergiche. Potranno saturare il corpo con vitamine e oligoelementi essenziali e contribuire ad evitare sintomi spiacevoli.

Proteggersi completamente da un allergene non funzionerà. Ma seguendo alcune raccomandazioni contribuirà a ridurre il rischio di complicanze:

  1. Se sei soggetto ad ipersensibilità, devi usare i nuovi prodotti con cautela.
  2. Dare la pappa con cautela e in piccole porzioni. Studia attentamente le istruzioni sui pacchetti con alimenti per l'infanzia.

Le donne che allattano dovrebbero monitorare la loro dieta. Dovrebbero abbandonare le verdure altamente allergeniche, poiché penetrano nel latte materno e provocano malattie nel bambino.

I sintomi di intolleranza possono verificarsi con l'introduzione troppo precoce o scorretta di alimenti complementari. Ciò è dovuto al fatto che il sistema digestivo dei bambini non è ancora in grado di produrre abbastanza enzimi per digerire il cibo. rischio allergia è più alto se l'allattamento al seno è continuato a lungo, o il bambino ha una malattia dello stomaco e dell'intestino.

Dopo l'esclusione dello stimolo, lo stato del bambino dovrebbe tornare alla normalità in una settimana o due.

conclusione

Alcune verdure possono causare allergie. Questo di solito accade dopo aver mangiato cibi dai colori vivaci. Se compaiono i sintomi, è necessario visitare un allergologo, sottoporsi a una diagnosi e iniziare il trattamento. Una parte importante della terapia è la dieta. La sua conformità proteggerà contro le allergie.

Dieta allergica - Elenco di prodotti anallergici

Con le allergie nel corpo, le reazioni immunitarie sono distorte, il che induce a produrre anticorpi contro sostanze innocue provenienti dall'ambiente esterno, compreso il cibo. La dieta allergica aiuta a ridurre l'intensità dell'immunità in presenza di violazioni del suo lavoro (malattie autoimmuni, ecc.) O se non è ancora formata (nei neonati). L'articolo contiene un elenco di alimenti ipoallergenici, un elenco di alimenti che non possono essere mangiati, raccomandazioni sull'alimentazione per le madri che allattano.

Prodotti anallergici

Il cibo è estraneo al corpo in termini di struttura del suo DNA, ma questo non causa reazioni normali. Anche con una quantità sufficiente di enzimi, alcune molecole proteiche non subiscono la fermentazione completa degli amminoacidi e possono essere assorbite nel sangue in forma invariata, causando allergie. La dieta per le allergie è costituita da tali prodotti. Si tratta di verdure, cereali e frutti che crescono nella regione in cui vive una persona, che non hanno un colore rosso brillante e che non contengono gran parte delle proteine ​​e degli agenti immunitari degli animali da cui sono derivati.

Quando le allergie alimentari hanno bisogno di ricordare che non puoi mangiare questi alimenti:

Caffè, cacao, cioccolato. La reazione a questi prodotti è accompagnata da allergia crociata ai legumi. Di solito sono provocati dalla caffeina e dalla teobromina nella composizione di questi prodotti.

Prodotti semilavorati, carni affumicate. Contengono conservanti, additivi alimentari, che causano reazioni vere e pseudo-allergiche. Quando viene fumato, si formano molte sostanze cancerogene.

Funghi. Ricco di proteine ​​e difficile da fermentare, contiene chitina e glucano nella parete cellulare.

I legumi (piselli, fagioli, arachidi, lenticchie) sono noti come una ricca fonte di proteine ​​vegetali che fungono da allergeni.

Latte. Oltre alle proteine ​​della caseina, il latte contiene anticorpi per creare l'immunità passiva di animali giovani da cui deriva (mucche, capre, ecc.).

Uova. Contengono l'albumina e altri nutrienti necessari per lo sviluppo dell'embrione degli uccelli e possono causare una reazione.

Pesce e frutti di mare È stata stabilita la presenza di antigene M proteico resistente al trattamento termico.

Allergia crociata (frutta e verdura). Se il paziente è allergico al polline, allora si verificano reazioni su frutta e verdura, che hanno pollini di struttura simile o che appartengono allo stesso genere (pioppo, salice, mele). Quando si risponde al polline, è più facile determinare esattamente quali prodotti escludere.

Carne. Contiene molte proteine, ma in genere a causa della denaturazione nella sua preparazione, la capacità di sensibilizzare è notevolmente ridotta.

Cereali, in particolare grano. Contengono glutine, albumina e gliadina.

Le manifestazioni di tipo allergico hanno reazioni pseudoallergiche e alcune ipervitaminosi. La principale differenza è la comparsa di sintomi alla prima ingestione di peptidi estranei nel corpo e la dipendenza della gravità delle condizioni del paziente dalla quantità di cibo mangiato. Tali reazioni appaiono su frutta e verdura rosso vivo, a volte - arancia (pomodoro, melograno, agrumi, fragola).

Cosa puoi mangiare: un elenco di prodotti

La dieta ipoallergenica richiede l'eliminazione degli allergeni di primo ordine (frutta esotica e verdura, fragole, cacao, funghi, arachidi, noci, caffè, miele, frutti di mare, uova, pesce e latte con i suoi derivati ​​- latte in polvere e formaggi) e consumo moderato di allergeni di secondo ordine (cereali - grano, segale, mais, grano saraceno, legumi, patate, ribes, mirtilli rossi, albicocche, mirtilli rossi, carni grasse con ricchi brodi di loro, tinture a base di erbe).

Sono ammessi i seguenti tipi di alimenti:

cibo, confermato dalla fermentazione parziale durante la cottura;

prodotti caratteristici del luogo di residenza;

le verdure sono bianche e verdi;

Elenco prodotti

Alimenti ipoallergenici che sono autorizzati a mangiare:

Cereali: semola, riso, così come farina d'avena e orzo.

Latte fermentato prodotti non grassi senza additivi, meglio - fatti in casa: ricotta (9%), kefir (1%), ryazhenka.

Carne: magra di manzo, tacchino, maiale.

Frattaglie (manzo, maiale): fegato, lingua, reni.

Merluzzo e branzino

Pane fatto di grano saraceno, riso o mais.

Olio: cremoso, girasole, oliva.

Bruxelles, cavolo bianco, cavolfiore.

Rutabagas, zucca, zucchine, rapa.

Broccoli, insalata verde, spinaci, verdure.

Mele verdi, pere, ribes e ciliegie, uva spina.

Composta di mele e pere (anche essiccate), decotto di rosa canina, tè debolmente fermentato.

Acqua minerale non gassata

Dieta allergica e nutrizione

Il cibo per le allergie nei bambini e negli adulti è prescritto sotto forma di tabelle mediche. L'elenco di prodotti e menu si basa sulla tabella di dieta numero 5 e numero 9.

Nei bambini

La dieta antiallergica nei bambini richiede la contemporanea esclusione di prodotti che potenziano la reazione e la preparazione di una dieta che risparmia gli organi digestivi (i bambini spesso hanno disfunzione del tratto gastrointestinale a causa di cibo troppo pesante, a causa dell'immaturità epatica e una minore quantità di enzimi rispetto agli adulti). È necessario utilizzare prodotti ipoallergenici a basso contenuto di grassi con un adeguato apporto di carboidrati. La tabella medica n. 5 è adatta a questo, ad eccezione delle sostanze irritanti immunitarie alimentari.

Tabella numero 5

Utilizzato anche per disfunzioni gastrointestinali, malattie del fegato e cistifellea.

Proteine ​​- 80-90 g / die (nel rapporto delle proteine ​​animali e vegetali 3: 2);

grassi - 70-75 g / giorno (¼ - per oli vegetali);

carboidrati - 360 g / giorno (equivalente a 80-90 g di zucchero);

acqua - 2-2,5 l / giorno;

calorie - 2400 kcal / giorno.

Prodotti consigliati:

Prodotti da forno: secchi, da farina di semola e farina di prima scelta, pane di ieri, / s, biscotti di quaresima.
Non puoi: paste fresche, cottura al forno.

Zuppe. Zuppe di verdure con zucchine, cavolfiori o cavolini di Bruxelles, spinaci, zucca; zuppe di latte con latte diluito con acqua (1: 1); con grane fortemente bollite (semola, farina d'avena, riso). Per il riempimento - burro, panna acida, farina.
Non puoi: brodo di carne, pesce, fagioli e funghi.

Carne. Specie magra: coniglio, tacchino, pollo, carne magra, maiale; cucina senza pelle e vivi. La carne è bollita, cotta a vapore sotto forma di carne macinata o di pezzo intero (pollo).
Non puoi: cervelli, reni, affumicati e salsicce, carne alla griglia e pezzi cucinati, uccelli grassi (anatra, oca) e carne (maiale, manzo).

Pesce. Varietà a basso contenuto di grassi, principalmente - acqua dolce. Bollito o vapore, sotto forma di cotolette e un pezzo intero.
Non è possibile: fritti, in pastella, varietà grasse; salato, stufato, in scatola; caviale.

Prodotti lattiero-caseari Prodotti caseari magri: ricotta fresca (5-9%), panna acida (15%), kefir (1%), yogurt (2.5%). Latte in allevamento con acqua per zuppe, pappe.
Non è possibile: ricotta grassa, panna acida, crema; formaggio fuso e duro; latte intero e secco

Uova. 0,5-1 pezzi / giorno; al vapore e bollito.
Non è possibile: più di 1 uovo al giorno, altri piatti.

Cereali. Su acqua, latte con acqua (1: 1) - riso, semolino, farina d'avena, grano saraceno (limitato), pasta, soufflé di semolino e riso, farina di grano saraceno e riso.
Non puoi: fagioli, miglio.

Verdure. Patate, carote, cavolfiori e cavoletti di Bruxelles, spinaci, zucca, broccoli, zucchine, zucchine, zucchine in cottura bollite o al vapore; cetrioli.
Non puoi: cavolo bianco, cipolle, verdure sottaceto, cibo in scatola, sottaceti, barbabietole, ravanelli, ravanelli, rape, acetosella, aglio, pomodoro, funghi, fagioli.

Frutta, dolci Mele verdi, uva spina, limitata - albicocca, ciliegie bianche e ribes, pera cruda, grattugiata, bollita; come parte di gelatina, mousse, gelatina.
Non puoi: frutti acidi, frutta esotica, frutti di colore rosso brillante, creme, cioccolato, gelato.

Salse. Su brodo vegetale, groppa di brodo, con una piccola quantità di panna acida a basso contenuto di grassi; con farina non torrefatta
Non è permesso: maionese, ketchup, in carne, pesce, brodi di funghi; condimenti grassi e piccanti.

Bevande. Tè verde sfuso senza additivi; composta di pere, mele e uva spina; da frutta secca; decotto di rosa selvatica.
Non è possibile: cacao, caffè, tè nero e tè con additivi (anche con limone); composta di bacche rosse brillanti; bevande agli agrumi; bevande gassate

Grassi. Burro - fino a 30 g / giorno; girasole e olio d'oliva (limitato).

Il tempo durante il quale una persona deve sedersi con una dieta antiallergica è limitato: per gli adulti - 2-3 settimane; per i bambini - 7-10 giorni. Se durante la cancellazione della dieta si manifestava un'eruzione sulla pelle e manifestazioni di recidiva di allergia, il prodotto a cui si verificava la reazione deve essere escluso.

Tabella numero 9

Assegnare con disturbi metabolici, diabete, malattie autoimmuni e allergiche. Richiede una restrizione di carboidrati nella dieta, pertanto, viene assegnato principalmente ad adulti e bambini con intolleranza al lattosio, saccarosio, ecc.

Proteine: 85-90 g / die (50-60% - di origine animale);

Grassi: 70-80 g / giorno (40-45% - oli vegetali);

Carboidrati - solo complessi; 300-350 g / giorno;

Calorie: 2200-2400 Kcal / giorno.

Piatti e prodotti consigliati:

Farina: crusca, pane proteico-crusca, da farina di 2 ° grado; proteine ​​e grano. Biscotti e pasticcini (a spese del pane).
Non è possibile: cottura al forno, pasta sfoglia, prodotti con farina / s.

Zuppe: verdure; zuppa di borscht e cavoli in un brodo debole; zuppa di barbabietola rossa; brodi deboli da carne e pesce semplici; okroshka di verdure / carne; zuppe con polpette di carne (senza pancetta).
Non puoi: brodi ricchi e grassi; zuppe di funghi; con fagioli

Carni: manzo magro, vitello, agnello, maiale (filetto / tagli); coniglio, tacchino, pollo; lingua bollita; fegato (limitato). Stufato, bollito, cotto a vapore; Puoi bollire la carne dopo averla arrostita leggermente tagliata e affettata.
Non puoi: carne affumicata, salsicce, carne grassa, carne di anatra, oca, spezzatino.

Pesce: varietà magre al vapore, leggermente fritto, grigliato, cotto senza olio. Cibo in scatola in pomodoro (limite).
Non puoi: varietà grasse, varietà esotiche di pesci marini; frutti di mare; cibi pronti, sottaceti e conserve in olio; caviale.

Latticini: latte magro (1,5-2,5%) o diluito con acqua per i cereali; prodotti caseari magri (ricotta 0-5%, kefir 1%, yogurt 2,5%); crema moderatamente aspra al 15%. Varietà non salate di formaggio magro (formaggio, feta, ricotta).
Non puoi: crema; formaggi dolci; formaggi duri e salati.

Uova: non più di 1,5 pezzi al giorno; bollito (bollito morbido, sodo bollito); omelette di proteine ​​del vapore; ridurre il consumo di tuorlo.

Semole: moderatamente (secondo la norma dei carboidrati): miglio, orzo, grano saraceno, orzo, farina d'avena.
Non puoi: fagioli, riso, pasta, semolino.

Verdure: patate (limitate a XE), melanzane, cetrioli, pomodori e barbabietole (limitate), carote, broccoli, zucchine, zucca, lattuga, cavoletti di Bruxelles e cavolfiore, spinaci, zucchine, zucca. Stufato, piatti bolliti, al forno; limitato - fritto.
È impossibile: sottaceti, conservazione.

Spuntini: vinaigrette, caviale di verdure (zucchine), insalate fresche, aringhe inzuppate, aspic di pesce, carne, formaggi dietetici (eccetto il tofu), gelatina di manzo.
Non è possibile: kopenosti, snack grassi, salsicce, strutto, snack con fegato e funghi, sottaceti, prodotti in scatola.

Frutta, dolci: frutta fresca e bacche (agrodolci), gelatina, masse, sambuca, composte; dolci con sostituto dello zucchero.
Non è possibile: cioccolato, caramelle, gelati, marmellata, frutta esotica (banana, fichi, datteri), uvetta e uva.

Salse, spezie: magro in verdure, carne debole e brodi di pesce; limite - salsa di pomodoro, pepe, senape, rafano.
Non puoi: salse grasse con molte spezie.

Bevande: tè senza additivi, succhi di frutta e verdura (non zuccherato), brodo di rosa canina.
Non è possibile: bevande dolci, soda, uva e altri succhi di frutta / bacche dolci.

Grassi: magra, oliva e burro non salato.
Non puoi: carne grassa e cucina (fritta, strutto, ecc.).

Madri che allattano

La dieta ipoallergenica per le madri che allattano consente di evitare reazioni ai prodotti nel neonato e ridurre la formazione di gas nel bambino. Rigide restrizioni dietetiche sono importanti nei primi 3 mesi di vita del bambino, perché:

La regolazione nervosa della digestione e della peristalsi rimane immatura (una delle cause della colica neonatale);

adattamento del sistema digestivo: il bambino ha precedentemente ricevuto sostanze nutritive dal sangue della madre attraverso il cordone ombelicale; Viene avviata la motilità gastrointestinale e la produzione di ormoni gastrointestinali, la produzione attiva di succhi gastrici biliari e pancreatici, duodenali e gastrici.

Gli enzimi nel corpo del bambino sono prodotti in quantità limitata. I nutrienti in eccesso non vengono digeriti, il che causa anche coliche e gonfiore.

Immunità non formata (fino a 6 mesi). La protezione del corpo è fornita dalle immunoglobuline del latte materno.

Nel redigere la dieta delle donne che allattano, è importante che abbia una caloria adeguata. Il consumo energetico giornaliero dovuto all'allattamento aumenta di 500 kcal.

A causa della crescita della capacità adattativa dell'organismo del bambino, la dieta con HB dovrebbe essere il più rigorosa possibile nelle prime 1-2 settimane della vita del bambino, con un graduale allentamento delle restrizioni alimentari e l'introduzione di una piccola quantità di nuovi prodotti.

1-2 settimane

Completamente escludere (che è impossibile mangiare anche a piccole dosi):

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie