Principale Trattamento

Allergia in un bambino fino a un anno

Con l'inizio della primavera e dell'autunno, le reazioni allergiche si verificano molto più spesso, mentre i genitori non sempre notano che c'è un'allergia nei bambini al di sotto di un anno, poiché i sintomi principali sono simili al comune raffreddore. Per curare la mollica rapidamente ed efficacemente, è necessario identificare correttamente lo stimolo e, successivamente, prendere le misure appropriate di trattamento.

Se il tuo bambino ha arrossamenti o eruzioni cutanee sulla pelle, è necessario scoprire con urgenza cosa ha causato l'allergia.

Tipi di allergie nei bambini sotto 1 anno

A seconda del tipo di allergene, tutte le reazioni allergiche sono suddivise in:

cibo - il loro agente causale è un po 'di cibo, e persino il latte materno; famiglia - derivano da polvere domestica, lana animale, polline dei fiori, ecc.; contatto - si verificano a causa del contatto diretto con una sostanza irritante, tali reazioni si verificano dopo l'utilizzo di alcuni tipi di cosmetici, prodotti chimici per la casa (polveri, prodotti per la pulizia e detergenti, ecc.), indossando abiti in materiali sintetici.

A volte un'allergia nei bambini fino a un anno si verifica nei primi mesi. La causa più comune di questo è la cattiva alimentazione della mamma durante la gravidanza, lo stress e l'eccitazione frequenti, nonché il costante contatto con gli allergeni domestici (polvere, letti di piume, polline, ecc.). Per proteggere il bambino fino a 1 anno dagli spiacevoli effetti delle allergie, è necessario trattare con cura i famigerati allergeni, attendere con agrumi e frutti di mare e sottoporsi a un esame medico tempestivo.

Non è così facile determinare l'agente causale di irritazione, se le piante da fiore o la polvere di casa sono la causa di allergia, è possibile identificare un fattore negativo mentre l'irritazione cessa o riprende. Ad esempio, quando le reazioni avverse si aggravano dopo aver visitato la strada, il polline è molto probabilmente la causa dell'allergia, ma se sulla strada cessano le manifestazioni allergiche, cerca la causa della casa. Ci sono situazioni in cui è impossibile identificare un allergene, in questo caso ci sono studi medici speciali, grazie ai quali è possibile scoprire l'esatta causa alla radice dell'allergia in un bambino con meno di 1 anno di età:

test specifici - analisi del sangue per immunoglobulina E; scratch test - una speciale introduzione dell'allergene sulla pelle per identificare il grado di allergia (permesso di effettuare in bambini sani di età superiore a 5 anni).

I bambini di età inferiore a 1 anno di solito hanno allergie alimentari, che possono essere rilevate monitorando attentamente la salute del bambino dopo l'alimentazione con un nuovo componente. Al minimo segno di irritazione, un nuovo integratore dovrebbe essere sospeso e provare a iniettarlo dopo un po '- 2-3 settimane.

L'allergia alimentare nei bambini al di sotto di un anno è un fenomeno frequente, e può scomparire da sola quando l'immunità del bambino viene rafforzata.

Qual è l'allergia alimentare nei bambini al di sotto di un anno?

Le allergie alimentari si verificano a causa dell'assunzione di alimenti proibiti da parte di una madre che allatta o dell'introduzione precoce di un vasto assortimento di nuovi integratori alimentari.

Il più delle volte, un'allergia in un bambino al di sotto di 1 anno di età si manifesta nell'assunzione di agrumi, miele, noci, vari tipi di legumi e latticini (in particolare latte vaccino, che contiene grandi quantità di proteine).

Riconoscere le allergie alimentari nei bambini al di sotto di un anno non è difficile, i suoi sintomi principali sono:

eruzione cutanea - può apparire in qualsiasi punto, le aree più colpite del viso (guance, triangolo naso-labiale), pancia, maniglie e culo; prurito alla gola e alla bocca - possibilmente anche arrossamento della gola, tosse secca; i dolori colici e addominali sono caratteristici dei bambini più piccoli (dalla nascita fino a 1 anno); indigestione e diarrea - feci fino a 10-15 volte al giorno.

Per far fronte alle allergie alimentari, si raccomanda, in primo luogo, di contattare un pediatra per fare una diagnosi accurata e ottenere una prescrizione qualificata, oltre ad aderire al consiglio di base dei genitori esperti.

Non annullare l'allattamento al seno il più a lungo possibile (almeno, salvare l'allattamento per un massimo di sei mesi). Se continui l'allattamento al seno non è possibile, usa una miscela anti-allergenica senza glucosio per il bambino. Introdurre cibi complementari in modo tempestivo - idealmente, i prodotti per adulti naturali dovrebbero essere provati dal bambino a partire da un anno e mezzo. Non dare al tuo bambino un sacco di nuovi prodotti alla volta, limita i primi pasti a ¼ - ½ cucchiai per ricevimento. Evitare prodotti non naturali o ingredienti contenenti coloranti e conservanti. Diffidare di allergeni deliberati - frutta esotica, noci di ogni tipo, prelibatezze di mare, cioccolato, miele. Ricorda che spesso nei bambini c'è un'allergia al latte, quindi è meglio cucinare il porridge e altri piatti con acqua o brodo vegetale. Per mantenere il livello richiesto di proteine ​​nel cibo del bambino, entra nella dieta del suo porridge nutrizionale (grano saraceno, riso, miglio, farina d'avena, ecc.), Carne magra e verdure fresche.

È più facile prevenire le allergie alimentari nei bambini di età inferiore ad un anno rispetto al trattamento del bambino, quindi non trascurare questi suggerimenti utili.

La polvere di casa, anche se non è visibile a prima vista, è sempre vicino a te e può provocare allergie sia negli adulti che nei bambini.

Sintomi e trattamento delle allergie domestiche

L'allergia domestica appare non solo nei bambini al di sotto di 1 anno di età, ma può verificarsi in persone di qualsiasi età. Il principale agente patogeno dell'irritazione è la polvere di casa, che ha nella sua composizione una massa di componenti complessi, a partire dal polline delle piante domestiche e termina con microscopici organismi viventi, ad esempio gli acari da letto.

I sintomi di un'allergia domestica sono:

lacrimazione degli occhi, che può essere accompagnata da una sensazione di bruciore; starnuti frequenti e naso che cola; gola secca e tosse occasionale.

Per far fronte a questo tipo di allergia non è facile, per questo è necessario prendere misure complete in termini di igiene della stanza.

Prima di tutto, le fonti di polvere devono essere ridotte al minimo: abbattere e pulire tappeti e tappeti (se possibile, rimuoverli del tutto), dove è possibile cambiare tende pesanti a tende o tende lavabili, per pulire gli elementi interni in modo tempestivo. In secondo luogo, un momento importante sarà la cura degli animali domestici. Per prevenire la diffusione di peli negli animali, è necessario pettinare periodicamente la pelliccia con pettini speciali, bagnare gli animali con lo shampoo e monitorare la loro alimentazione sufficiente e completa, poiché il grado di muta dipende dalla qualità dei prodotti consumati. In terzo luogo, è necessaria la cura delle piante domestiche per ridurre al minimo la quantità di polline ed eliminare gli insetti dannosi. In quarto luogo, la regolare sostituzione della biancheria da letto e delle piume per la pulizia o il lavaggio di materassi e cuscini sintetici contribuiranno a sbarazzarsi dei patogeni allergici - le zecche. Oltre alla regolare pulizia della biancheria da letto nella stanza del bambino, la pulizia a umido deve essere effettuata almeno 2-3 volte a settimana per umidificare l'aria e riempire la stanza con freschezza. Anche i giocattoli individuali di un bambino al di sotto di 1 anno meritano un'attenzione particolare: devono essere lavati 2-3 volte al mese per evitare l'accumulo di polvere e la generazione di tensione statica.

Nelle case con igiene normale, raramente si verificano casi di allergie domestiche, quindi l'igiene della stanza aiuta a prevenire spiacevoli reazioni allergiche.

L'irritazione può apparire sulla pelle delicata del bambino quando viene a contatto con pannolini, pannolini o indumenti inappropriati.

Come si manifestano le allergie da contatto?

L'allergia da contatto in un bambino si verifica dopo il contatto diretto con l'allergene, e può essere sia l'applicazione di prodotti concentrati sulla pelle (crema corpo, prodotti da bagno, ecc.), Sia il contatto con cose lavate o l'inalazione di vapori allergici da profumo o deodorante per ambienti.

Sintomi di allergie da contatto in un bambino:

arrossamento e irritazione della pelle - si verifica la desquamazione delle singole aree, fino alla comparsa di crepe e ulcere; eruzione allergica sul corpo - e può apparire sia in luoghi di contatto diretto con l'allergene, sia su altre aree cutanee; prurito e tensione della pelle.

Per fare il bagno a un bambino fino a 1 anno di età, usare esclusivamente cosmetici per bambini, lavare le cose del bambino con composti ipoallergenici per bambini (preferibilmente sotto forma di gel), cercare di non usare detergenti e detersivi con cloro e ammoniaca.

Raramente è possibile sconfiggere definitivamente l'allergia, nella maggior parte dei casi le misure adottate hanno solo un effetto calmante, ma al successivo contatto con l'allergene i sintomi si manifesteranno nuovamente. Per proteggere te stesso e tuo figlio dalle reazioni allergiche, dovresti al primo segno di irritazione intraprendere un trattamento completo ed equilibrato.

Le allergie alimentari si sviluppano, di solito nel primo anno di vita di un bambino. In questo momento, il bambino "incontra" una varietà di prodotti.

Quali sono le cause dello sviluppo di allergie alimentari nei bambini al di sotto di un anno?

In primo luogo, le cause possono essere in violazione dello stato del tratto gastrointestinale (GIT). Quando un bambino nasce, la maggior parte dei suoi organi sono nella fase di "maturazione". Ad esempio, ridotta produzione di enzimi nel tratto digestivo. Cioè, il pancreas non ha ancora imparato nelle giuste quantità per produrre tali enzimi come tripsina (necessaria per la scomposizione proteica), amilasi (per scindere i carboidrati), lipasi (per scindere i grassi), ci sono poche proteasi nel succo gastrico (proteina scissione), ecc..

Inoltre, nelle briciole appena nate, la composizione della microflora è disturbata. Più precisamente, non si è ancora completamente formato. Così, risulta che molte grandi molecole (quella di cui ogni prodotto alimentare è costituito), una volta nella pancia di un neonato, semplicemente non possono essere digerite. Ecco perché non nutriamo i bambini fino a una certa età con frutta, fiocchi di latte e carne. E cosa succede a queste molecole? A causa della maggiore permeabilità della mucosa intestinale (anche una caratteristica del neonato), queste molecole penetrano nei vasi sanguigni (penetrano in tutte le pareti intestinali). Producono anticorpi chiamati IgE. C'è una "sensibilizzazione" - ipersensibilità a certe macromolecole. Cioè, l'organismo ha familiarizzato con queste macromolecole, ha sviluppato anticorpi e alla prossima riunione, gli anticorpi reagiranno all'assunzione ripetuta delle stesse macromolecole. Si svilupperà una reazione allergica. La sensibilizzazione alimentare può svilupparsi dai primi giorni o mesi della vita di un bambino.

I fattori di rischio per lo sviluppo di reazioni allergiche nei bambini possono essere predisposizioni ereditarie e problemi ambientali dell'ambiente (prima di tutto, il fumo della madre durante la gravidanza). Un ruolo negativo è giocato anche dalla gestosi nella madre (e, quindi, dall'ipossia - privazione dell'ossigeno - del feto) e dalle malattie infettive che la madre ha subito durante la gravidanza (e in connessione con questo trattamento antibiotico).

Quali violazioni nella dieta di madre e figlio possono portare allo sviluppo di allergie alimentari?

In primo luogo, è il consumo eccessivo di latte vaccino, fiocchi di latte, prodotti altamente allergenici (cioccolato, noci, fragole, arance, pesce rosso e caviale) dalla madre che allatta. In secondo luogo, il trasferimento precoce del bambino all'alimentazione mista o artificiale, in particolare con l'uso di formule di latte non adattate e la nomina di latte vaccino intero nel primo anno di vita di un bambino (come principale prodotto alimentare).

I sintomi delle allergie alimentari sono estremamente diversi:

Lesioni cutanee allergiche (dermatite atopica, angioedema, orticaria, strofolo - prurito infantile). Disturbi gastrointestinali (rigurgito, nausea, vomito, coliche, flatulenza, diarrea, stitichezza, feci instabili). Patologie respiratorie (asma bronchiale, rinite allergica).

Gli studi hanno dimostrato che nei bambini del primo anno di vita che soffrono di allergie, l'ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino è più spesso rilevata (85%). Inoltre, è noto che tra i bambini del primo anno di vita, l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino si verifica nello 0,5-1,5% dei bambini che sono allattati al seno e fino al 2-7% con l'alimentazione artificiale. Tra i pazienti con dermatite atopica, l'85-90% dei bambini è allergico alle proteine ​​del latte vaccino.

Inoltre, i bambini hanno un'elevata sensibilità alle proteine ​​delle uova di pollo (62%), glutine (53%), proteine ​​di banana (51%), riso (50%). Meno comune è la sensibilizzazione alle proteine ​​di grano saraceno (27%), patate (26%), soia (26%), ancor più raramente a proteine ​​di mais (12%), vari tipi di carne (0-3%). Va notato che la maggior parte dei bambini (76%) mostra sensibilizzazione polivalente, cioè un'allergia a tre o più proteine ​​alimentari (proteine).

Prodotti con diverso potenziale allergenico:

Diagnosi di allergia

Il più presto possibile è necessario stabilire ed eliminare la causa della malattia - i prodotti allergenici. Per fare questo, l'allergologo raccoglie una storia allergologica (scopre chi ha avuto reazioni allergiche a ciò che hai in famiglia), ti istruisce a tenere un diario alimentare (reintroducendo gradualmente tutti i prodotti, registrando ciò che il bambino ha mangiato - quale reazione, in 3-5 giorni nuovo prodotto, ecc.). Test cutanei possono essere eseguiti per determinare l'esatto allergene. Fanno delle tacche sulla pelle, fanno cadere "il proprio" allergene e aspettano quale sarà la reazione. Questo studio viene condotto solo nella fase di remissione (non nella fase acuta) sullo sfondo dell'eliminazione (dalle diete "ad eliminazione" - eccezione) - vengono utilizzati solo prodotti a bassa allergia.

Nel periodo acuto della malattia per la diagnosi di allergie alimentari, gli studi più accessibili sono i metodi immunologici. Si chiamano RAST, PRIST, MAST, IFA. Questi studi sono eseguiti in vitro (in vitro) e consentono di determinare anticorpi specifici (classi IgE e IgG4) nel sangue. L'uso di questi metodi di diagnostica di laboratorio consente di identificare nei bambini piccoli, compresi i neonati, l'ipersensibilità alimentare alle proteine ​​dei prodotti più comuni: latte vaccino, uova di gallina, pesce, arachidi, soia e grano.

È possibile condurre un test provocatorio orale aperto con "sospetti allergeni" (eseguito solo quando si raggiunge la remissione clinica). Questo test è buono per la sua affidabilità, ma pericoloso (fino allo sviluppo di shock anafilattico) e quindi può essere eseguito solo in centri clinici specializzati.

Sullo sfondo delle allergie alimentari, si forma spesso l'ipersensibilità ad altri tipi di allergeni (altri alimenti, pollini, polvere, medicinali a base di erbe, ecc.). Ciò è dovuto alla somiglianza della struttura antigenica e allo sviluppo di reazioni incrociate. Cioè, 2 allergeni, simili nella struttura (struttura antigenica), il nostro corpo confonde. Allo stesso tempo, gli anticorpi sviluppati per il primo allergene (patata) iniziano a reagire a un altro allergene (pomodoro). Questo è chiamato "risposta incrociata". Di conseguenza, si sviluppa una reazione allergica a un altro prodotto.

Possibili reazioni incrociate tra diversi tipi di allergeni:

Dieta terapia - la base del trattamento dei bambini con allergie alimentari

I principi base della costruzione di una dieta ipoallergenica sono l'eliminazione (esclusione) di alimenti ad alta attività sensibilizzante, membrane mucose irritanti causa-significative, cross-reattive, irritanti del tratto gastrointestinale, conservanti, coloranti alimentari, emulsionanti, stabilizzanti, ecc. E sostituzione adeguata di prodotti naturali e prodotti specializzati.

Prodotti ipoallergenici di produzione industriale:

miscele specializzate a base di idrolizzati proteici del latte (a scopo terapeutico, terapeutico e profilattico e profilattico che possono essere consumati dalla nascita); miscele specializzate a base di proteine ​​isolate di soia (mono da usare a partire dai 6 mesi di età); cereali ipoallergenici senza latticini; bacca ipoallergenica monocomponente, purea di frutta e verdura (da 5 a 6 mesi); carne in scatola monocomponente ipoallergenica: carne di cavallo, tacchino, agnello, ecc. (da 9-10 mesi); acqua specializzata per pappe

Nonostante l'allergia alle proteine ​​del latte vaccino possa essere rilevata nei bambini allattati al seno, è importante conservare il latte materno il più possibile nella dieta, che, oltre ai principali nutrienti (vitamine), vitamine e minerali, contiene i fattori protettivi necessari per uno sviluppo adeguato del bambino. (IgA secretorie), ormoni, enzimi, fattori di crescita.

Le madri che allattano devono seguire una dieta speciale.

Prodotti e piatti esclusi, limitati e utilizzati nelle diete ipoallergeniche delle madri che allattano:

Attualmente, quando l'ipersensibilità alle proteine ​​del latte vaccino, sono ampiamente utilizzate miscele a base di idrolizzati proteici del latte (caseina e proteine ​​del siero del latte).

Distribuzione di miscele a base di idrolizzati a seconda del loro scopo clinico.

Un effetto positivo dovrebbe essere previsto non prima di 3-4 settimane dall'inizio dell'uso di miscele specializzate.

È importante notare che il livello di tolleranza ("resistenza", assenza di allergia) alle proteine ​​del latte vaccino (BMP) è raggiunto nell'80-90% dei bambini di 3 anni, ma il 10-20% dei bambini non tollera la BMD all'età di 3 anni e nel 26% manifestazioni di allergia al latte possono persistere fino a 9-14 anni.

Con l'introduzione di alimenti complementari, non devi affrettare i termini, seguire rigorosamente tutte le regole degli alimenti complementari. Questa è un'introduzione graduale (a partire da 1/4 di cucchiaino), introduciamo solo 1 prodotto per 5-7 giorni, e solo allora proviamo a introdurre il prossimo. I tempi dell'introduzione di alimenti complementari per i bambini del primo anno di vita con allergie alimentari (rispetto ai bambini sani):

* Tenendo conto della portabilità individuale dei prodotti

Il trattamento e la dieta per un bambino allergico devono essere affrontati individualmente, in questa metà del successo della guarigione.

Le allergie sono estremamente sgradevoli e pericolose. Le allergie acute possono persino portare alla morte. Inoltre, sullo sfondo delle allergie, una malattia come l'asma non si sviluppa raramente. Sfortunatamente, il numero di persone, compresi i bambini che soffrono di allergie, ogni anno diventa sempre di più.

Cos'è un'allergia?

L'allergia è una sorta di reazione del corpo umano al contatto con proteine ​​specifiche. Il loro ingresso nel corpo provoca un forte aumento della produzione di immunoglobulina E. E il suo eccesso, a sua volta, provoca varie reazioni del corpo. Un allergene - una proteina che provoca allergie - può entrare nel corpo in vari modi, anche con il cibo, attraverso il tratto respiratorio o attraverso la pelle.

Le allergie sono particolarmente acute nei bambini di età inferiore a 1 anno. Molti sistemi in questi bambini non sono ancora stati formati, incluso il sistema immunitario. Pertanto, la reazione all'allergene nel bambino può essere molto più acuta rispetto all'adulto. E più giovane è il bambino, più pesante è. Quindi, un'allergia in un bambino a 1 mese e un'allergia in un bambino a 4 mesi si farà sentire in modo completamente diverso.

Molte persone pensano che i bambini siano risparmiati almeno dal rischio di sviluppare allergie alimentari. In realtà, questo non è completamente vero. Il fatto è che la composizione del latte materno dipende direttamente da ciò che è la madre. Cioè, l'allergene potrebbe entrare nel corpo del bambino e attraverso il latte materno.

Cause della malattia nei bambini

È difficile dire che cosa causa esattamente le allergie, tuttavia i medici sono riusciti a rivelare alcune regolarità. È noto che il rischio di sviluppare un'allergia in un bambino aumenta di quasi l'80% se entrambi i genitori sono inclini a questa patologia. Se questa malattia si osserva solo nella madre, il rischio è significativamente inferiore: 50%, se solo il padre è il 30%. Tuttavia, questo non significa che due persone allergiche dovranno necessariamente dare alla luce un bambino malato. Baby e ha una reale possibilità di essere in salute. Soprattutto se i genitori saranno attenti alla sua salute.

L'ecologia non ha meno effetto sul corpo. A proposito, è con questo fattore che i medici associano un numero maggiore di malati di allergia. In effetti, recentemente lo stato dell'ambiente si sta deteriorando costantemente. Tutto è importante: dove i genitori vivevano e lavoravano prima e durante il concepimento, dove la madre aveva una gravidanza, cosa la circondava durante la nascita e dove il bambino cresce. Che tipo di aria respira, che tipo di acqua beve, che tipo di cibo c'è.

Certo, la situazione urbana tra i residenti urbani è la peggiore: le emissioni delle imprese industriali, i gas di scarico delle automobili, tutto questo è mescolato con polvere e polline. Si scopre una vera miscela esplosiva, che noi e, cosa più importante, i nostri bambini, respiriamo costantemente.

Certo, non è sempre possibile scegliere il luogo di residenza, ma se c'è la possibilità di condurre almeno una parte della gravidanza fuori città, usarlo. Se successivamente si scopre che il bambino è allergico, è auspicabile trasferirsi completamente fuori città. Sarà abbastanza e solo un villaggio di campagna.

Alla fine, è di grande importanza come è andata la gravidanza, quali complicanze erano presenti e come si comportava la futura madre. Eventuali complicazioni influenzano inevitabilmente lo sviluppo del bambino. Le allergie possono portare a qualsiasi malattia infettiva, così come la terapia farmacologica, condotta per curare la malattia. Malattie croniche che peggiorano durante la gravidanza possono anche influenzare lo sviluppo di allergie. Soprattutto se le malattie sono associate al sistema respiratorio.

Ma anche se la gravidanza è passata senza intoppi e non si sono verificate complicazioni e malattie, il corso della gravidanza può ancora influenzare l'ulteriore sviluppo della patologia. La zona a rischio include quei bambini le cui madri hanno abusato di prodotti allergenici durante la gravidanza. Come miele, agrumi, uova, latte, caviale e molti altri. Tutto questo costa, se non abbandonato, per ridurre al minimo i consumi.

Un altro fattore che può causare allergie in un bambino al di sotto di un anno è il fumo della madre. Circa il 50% dei bambini di mamme fumatrici soffre di allergie.

Sintomi di allergia

Nel mondo di oggi, i sintomi di allergia sono familiari a quasi tutti. Anche a quelle persone che non hanno mai incontrato un problema del genere. Quindi, la manifestazione di allergie nei bambini al di sotto di un anno può essere:

eruzioni cutanee sul corpo, desquamazione, arrossamento, prurito; rigurgito, vomito, feci frequenti e lente, coliche, gonfiore; naso che cola; broncospasmo; Edema di Quincke - improvviso gonfiore della pelle, grasso sottocutaneo e mucose. Poiché questo tipo di edema si sviluppa rapidamente, può portare alla morte. Il fatto è che anche le mucose della laringe si gonfiano. Di conseguenza, l'aria cessa di fluire nei polmoni del bambino, e può soffocare.

Gli ultimi due sintomi, ovviamente, sono i più pericolosi perché minacciano la vita del bambino. Tuttavia, altri sintomi sono spiacevoli.

diagnostica

Naturalmente, per diagnosticare un'allergia, questi sintomi da soli non saranno sufficienti. Inoltre, per la nomina di un trattamento adeguato è sufficiente installare un allergene.

Per chiarire la diagnosi, i medici esamineranno attentamente il bambino e intervisteranno i genitori. È importante spiegare in dettaglio come, quando e dopo quali sono apparsi i primi sintomi. Il diario della nutrizione materna e infantile può essere utile in questo, che descrive in dettaglio cosa è stato mangiato, come è stato preparato e quali nuovi prodotti sono stati introdotti nella dieta. È particolarmente importante tenere un diario simile nei primi mesi di vita di un bambino.

Inoltre, i medici eseguiranno un esame del sangue da un bambino. Un aumento della quantità di immunoglobuline E nel sangue indica chiaramente un'allergia. Se i sintomi che infastidiscono il bambino ei suoi genitori sono legati a problemi nel tratto gastrointestinale, i medici possono raccomandare un'ecografia addominale. Questo escluderà altre possibili violazioni che non sono correlate alle allergie.

È possibile determinare il tipo di allergia in un bambino con l'aiuto di un diario alimentare, se la madre lo tiene e osserva le regole di introduzione di nuovi prodotti, escludendo metodicamente dalla dieta diversi alimenti o donando sangue per l'analisi. I medici rilevano la presenza di specifiche immunoglobuline E e determinano l'allergene.

Trattamento allergico

Prima di tutto, è necessario isolare il bambino dall'allergene. Se parliamo di cibo, allora dovrebbe essere escluso dalla dieta, da bambino e da madre. In ogni caso, mentre il bambino è allattato al seno. Se il bambino mangia la miscela, la causa dell'allergia potrebbe essere la proteina del latte vaccino, sulla base della quale vengono prodotte le miscele ordinarie. In questo caso, vale la pena sostituirlo con quello in cui il latte viene sostituito dalla soia (ma può anche causare allergie) o quello in cui la proteina del latte viene completamente idrolizzata.

La causa di allergie può essere detersivo per lavatrice, sapone o gel doccia e altri cosmetici. Devono anche essere sostituiti. Potrebbe essere necessario sbarazzarsi di un animale domestico. Se un'allergia è stata causata da uno o un altro farmaco, assicurarsi di ricordare il suo principio attivo. Queste informazioni dovranno essere inserite nella tessera e riportate a tutti i medici con cui si occuperanno.

Inoltre, il medico ti aiuterà a raccogliere un farmaco antistaminico che combatterà gli attacchi di allergia, se non riuscirai a salvare il bambino dall'allergene. E questo è molto probabile, ad esempio, a una festa.

prevenzione

Cosa succede se tuo figlio è a rischio? Come prevenire lo sviluppo di allergie nei bambini al di sotto di un anno? Panico presto. Puoi comunque crescere un bambino sano, l'importante è rispettare alcuni requisiti e raccomandazioni. Che, a proposito, non richiederà troppo vittime a te.

Nutrizione materna durante l'allattamento

Prima di tutto, cerca di continuare ad allattare il più a lungo possibile. Questa è generalmente la cosa migliore che una madre possa fare per il suo bambino.

Tuttavia, come già sappiamo, non è sufficiente semplicemente allattare al seno. È anche importante monitorare la tua dieta. Come durante la gravidanza, è necessario limitarsi a determinati prodotti. Vale a dire: agrumi, latticini, uova, cioccolato, salato e dolce, grasso, affumicato, arrostito eccessivamente. L'elenco, ovviamente, è abbastanza impressionante, ma la salute del tuo bambino ne vale la pena.

Selezione della formula per l'alimentazione artificiale

Se per qualsiasi motivo l'allattamento al seno non è possibile (la madre non ha latte o ha bisogno di andare al lavoro), allora vale la pena di avvicinarsi attentamente alla scelta della formula. Se il bambino è a rischio, allora è meglio scegliere immediatamente la propria scelta non su miscele ordinarie, ma su quelle ipoallergeniche. Una parte del latte nella loro composizione è idrolizzata, il che facilita il processo di digestione e riduce anche la probabilità di una reazione allergica.

Non è necessario iniziare immediatamente a somministrare miscele specializzate per chi soffre di allergie. È un piacere costoso. È meglio contattare il pediatra per aiuto nella scelta di una miscela ipoallergenica.

Inoltre, ricorda che la miscela deve essere appropriata all'età del bambino. La composizione della miscela, a differenza del latte materno, rimane invariata. E i bisogni del bambino stanno cambiando. Il latte materno cambia gradualmente con la crescita del bambino. La miscela può essere cambiata solo in un'età più adatta.

Introduzione di alimenti complementari

A prescindere da quanto sia buono il latte materno, nel tempo dovrà comunque essere somministrato cibo complementare. Se una donna ha abbastanza latte, allora i medici non raccomandano di farlo prima di sei mesi. Ai bambini artificiali o con alimentazione mista viene somministrato un mangime flessibile iniettato a 4-5 mesi. Ed è proprio questa volta che è il momento più adatto per iniziare un diario alimentare. Scrivi in ​​esso tutti i nuovi prodotti che dai a tuo figlio. Non inserire mai più di un prodotto alla volta. Prenditi una pausa di diversi giorni tra l'introduzione di nuovi prodotti.

Più spesso, i pediatri sono invitati a iniziare con il porridge in acqua. In nessun caso di latte. In genere non dovrebbe essere introdotto nella dieta di un bambino al di sotto di un anno. Dopo che il bambino ha imparato il porridge, puoi iniziare a introdurre le verdure.

I medici consigliano di iniziare con purea di verdure di produzione industriale. Il primo mosto deve essere un componente singolo. È meglio scegliere di avviare zucchine o zucca. Di norma, questi prodotti sono più facili da inserire nella dieta del bambino. Per la prima volta, dai al bambino solo mezzo cucchiaino per assicurarti che non ci sia alcuna reazione allergica al nuovo prodotto. Quindi aumentare gradualmente la quantità consumata.

Fai attenzione alle verdure e ai frutti gialli e rossi. Il più spesso conducono a reazioni allergiche.

Cura dei neonati

Tuttavia, le allergie possono essere non solo cibo. Pertanto, alcune regole dovrebbero essere osservate non solo nell'alimentazione, ma anche nella cura del bambino. Tutto è importante, a partire dalla scelta dei vestiti.

In primo luogo, è meglio preferire i vestiti realizzati con materiali naturali. Questo è soprattutto vero intimo. In secondo luogo, cerca di ottenere vestiti di alta qualità. Il desiderio di salvare può andare di lato. Spesso i produttori senza scrupoli usano coloranti economici, non destinati al contatto con la pelle dei bambini. A proposito, il secondo suggerimento è completamente applicabile ai giocattoli.

Creme, polveri, shampoo, anche detersivi in ​​polvere è meglio prendere uno speciale, progettato per i bambini. Nei cosmetici per adulti, purtroppo, ci sono troppi colori, profumi, conservanti. Anche i cosmetici per bambini senza fragranze artificiali sono quasi impossibili da trovare. Tuttavia, i sapori e i coloranti possono anche essere allergeni.

L'industria moderna si sforza di rendere tutto il più attraente possibile per l'acquirente. I cosmetici dovrebbero avere un bell'aspetto, un buon profumo e il modo in cui influenzerà il corpo è la decima cosa. Oltre ai genitori, nessuno si prenderà cura della salute del bambino. Questo, tra l'altro, è una buona ragione per ridurre al minimo il numero di diversi vasetti e tubi con cosmetici per bambini.

Sfortunatamente, nessuno è immune alle allergie. E questo fatto dovrebbe spingere tutti i genitori a un atteggiamento più attento alla salute dei loro figli. Segui la reazione del bambino a nuovi prodotti, nuovi vestiti, giocattoli. Guarda come si sente in diversi momenti dell'anno. Questo ti permetterà di notare le modifiche e iniziare il trattamento.

Scopri come reagire se tuo figlio è allergico a un nuovo cibo complementare.

Vi consigliamo di leggere: Isolamento in una bambina - la norma o un segno della malattia?

Quando i neonati e i bambini sono allergici: tutto su allergie nei bambini sotto un anno di età

L'allergia è una malattia della civiltà, che ogni anno riempie i suoi ranghi. Con lo sviluppo dei benefici dell'umanità - i prodotti per la cura e l'igiene, il deterioramento dell'ambiente, l'immunità ha cessato di portare a termine l'onere imposto durante l'evoluzione. Ciò provoca il lavoro sbagliato dell'immunità - le cose e i fenomeni ordinari causano una reazione atipica.

Molto spesso, un'allergia si manifesta nei bambini al di sotto di un anno, perché il loro sistema immunitario è in fase di formazione. Affrontando un allergene, il corpo rilascia i difensori - immunoglobuline del gruppo E. I mastociti esplodono ed emettono istamina e serotonina, che manifestano una reazione allergica.

Fattori di sviluppo, cause e tipi di allergie

Ad oggi, ogni terzo bambino soffre di allergie. Le cause di questo fenomeno possono essere:

  1. Predisposizione ereditaria Se uno dei genitori ha qualche tipo di allergia, allora con una probabilità del 30% che il bambino nascerà con una tendenza alle manifestazioni allergiche. Se entrambi i genitori hanno questo problema, allora la possibilità della sua comparsa nel bambino aumenta al 70%. Se ci sono allergie tra i parenti più prossimi, il bambino può anche essere esposto a una risposta immunitaria atipica.
  2. Ecologia sfavorevole. L'emergere di nuove piante, i veicoli porta al fumo e all'inquinamento atmosferico. La concentrazione di allergeni nell'aria aumenta, il che porta a una diminuzione dell'immunità.
  3. Organismo immaturo Un bambino di età inferiore ai tre anni ha un sistema digestivo e immunitario che non è ancora stato completamente formato - questa non è una patologia, ma solo una fase di sviluppo che ogni persona attraversa.
  4. Nutrizione impropria L'abuso da parte della madre di cibi con alta allergenicità durante la gravidanza e l'allattamento al seno può avere un impatto negativo sul bambino. È meglio rifiutare prodotti nocivi in ​​queste fasi. L'introduzione tardiva di alimenti complementari, la scelta sbagliata del cibo, i sostituti del latte (miscele), la mancanza di allattamento al seno possono influenzare l'immunità dei piccoli, in quanto non ricevono i nutrienti protettivi necessari.
  5. Accettazione di alcuni farmaci nella fase di gravidanza e allattamento.
  6. Esacerbazione della malattia cronica di una donna durante la gestazione
  7. Malattie infettive della madre, che portano alla patologia dello sviluppo fetale - preeclampsia, ipossia.
  8. Cattive abitudini delle donne nella posizione e durante l'allattamento. Gli scienziati hanno dimostrato che nel 50% dei casi, se la futura mamma fumava, il bambino sarebbe incline a specifiche risposte immunitarie.
  9. Malattie frequenti dei bambini

polvere;
spore fungine;
prodotti di scarto degli acari della polvere;
peli di animali;
prodotti chimici;

utilizzare tabelle di alimentazione;
osservare il dosaggio dell'età;

Segni e sintomi

Le manifestazioni di natura allergica possono avere un decorso diverso, una diversa sequenza di insorgenza di sintomi, diversa gravità - tutte queste sono le caratteristiche individuali di un particolare organismo. Più piccolo è il bambino, più difficili e pericolosi possono essere i segni di allergia. In un bambino del primo mese di vita, differiranno dai sintomi in una briciola di cinque mesi.

Molti genitori possono confondere i sintomi allergici con un raffreddore o avvelenamento. Pertanto, è molto importante effettuare la differenziazione delle manifestazioni con uno specialista esperto. Ci sono reazioni:

  • Tipo di movimento lento: i sintomi negativi si verificano qualche volta dopo il contatto con l'allergene (da diverse ore a diversi giorni).
  • Tipo immediato: una condizione patologica si verifica poco dopo il contatto con un allergene (da un paio di minuti a diverse ore).
  • eruzione di varie forme e dimensioni;
  • rugosità della pelle;
  • arrossamento;
  • irritazione della pelle;
  • prurito;
  • prodotti;
  • animali;
  • prodotti chimici domestici;
  • cosmetici per bambini;
  • pannolini;
  • punture di insetti;
  • il sole;
  • acqua;
  • parassiti;
  • farmaci.
  • flusso del naso;
  • congestione nasale;
  • prurito e formicolio alla gola;
  • starnuti;
  • scarico dagli occhi;
  • prurito e arrossamento degli organi visivi;
  • graffiante;
  • tosse;
  • polvere;
  • polline;
  • animali.
  • eccessiva formazione di gas;
  • dolore addominale;
  • alterazioni delle feci;
  • sentirsi nauseante;
  • impulsi emetici;
  • prodotti alimentari;
  • farmaci;
  • prodotti chimici.
  • aumento della temperatura corporea;
  • malessere generale;
  • dolore alla testa;
  • dolori muscolari;
  • impulsi emetici;
  • qualsiasi tipo di allergia.
  • gonfiore delle labbra, delle palpebre, delle guance, della laringe;
  • gonfiore della lingua;
  • gonfiore delle tonsille e del palato molle;
  • il dolore;
  • sensazione di bruciore;
  • mancanza di respiro;
  • rash cutaneo;
  • formicolio agli arti;
  • brohospazm;
  • angioedema;
  • gonfiore degli organi respiratori superiori;
  • vomito;
  • aumento della temperatura corporea;
  • insufficienza respiratoria;
  • convulsioni;
  • riduzione della pressione;
  • arresto respiratorio;

La frequenza, la coerenza dei sintomi sono più caratteristiche individuali rispetto alla regolarità. L'emergere di eventuali sintomi avversi nei bambini dovrebbe incoraggiare i genitori a consultare urgentemente un medico.

Se si verificano segni, edemi, anafilassi che aumentano rapidamente, si dovrebbe immediatamente cercare assistenza medica di emergenza. Poiché si tratta di condizioni estremamente pericolose che possono portare a conseguenze fatali.

diagnostica

È importante scoprire l'allergene causale in tempo utile per evitare di complicare la situazione. Prima di tutto, è necessario consultare un pediatra e un allergologo per escludere:

  1. Pseudoallergy. Le sue caratteristiche cliniche sono il più vicino possibile alla vera risposta, ma i test non confermano un aumento dell'immunoglobulina E totale e non rilevano l'immunoglobulina E specifica, che è impossibile con la vera forma della patologia.
  2. L'intolleranza al lattosio e l'intolleranza al glutine possono anche manifestare sintomi molto simili con allergie (disturbi digestivi). Ma in questo caso dipende dalla mancanza di enzimi digestivi e spesso si manifesta da una grande quantità di cibo.
  3. Malattie infettive - varicella, morbillo, scarlattina, rosolia. Possono avere sintomi simili, ma differiscono sotto forma di lesioni, siti di localizzazione e sono accompagnati da ulteriori segni caratteristici di una particolare infezione. Un medico esperto determinerà queste manifestazioni.
  4. Neonati in fiore. Questo è un fenomeno fisiologico che si verifica immediatamente o nei prossimi giorni dopo la nascita. Le eruzioni cutanee sono simili alle allergie, ma non causano alcun disagio alle briciole, e vanno via entro uno o due mesi da soli, senza richiedere alcun trattamento.

I sintomi specifici richiedono l'osservazione per identificare ed eliminare la causa. Al momento della diagnosi, è necessario eliminare tutti gli allergeni sospetti per proteggere il bambino finché non viene identificata la vera causa.

I nuovi genitori sono incoraggiati a tenere un diario alimentare. È necessario registrare tutto il cibo consumato dal bambino e dalla madre che allatta e le reazioni a loro. Questo ti permette di identificare la causa delle allergie alimentari. Successivamente, viene prescritta una dieta di eliminazione, che comporta l'eliminazione della componente alimentare che causa una risposta negativa. Deve essere osservato per diversi mesi.

Come test di laboratorio, ai bambini piccoli vengono prescritti esami del sangue.

Allergie alimentari nei bambini al di sotto di un anno di sintomi

Le reazioni negative al cibo sono note da molto tempo. Oggi tali reazioni ai prodotti sono chiamate ipersensibilità alimentare o intolleranza. Sono divisi in due tipi: allergie alimentari e reazioni non allergiche al cibo. La base delle allergie alimentari nei bambini è una maggiore sensibilità al cibo, che è caratterizzata dall'intolleranza delle sue specie specifiche.

Quindi, che cosa dovrebbero sapere i genitori sulle allergie alimentari dei bambini, le sue caratteristiche e metodi di trattamento?

Sintomi di allergie alimentari nei bambini

Rispetto ad altri tipi di allergie, l'allergia alimentare nei bambini si presenta molto più spesso. E questo è dovuto alla sensibilità degli intestini dei bambini, all'incapacità di percepire le singole sostanze nella composizione del cibo. Per questo motivo, i genitori dovrebbero conoscere i sintomi più comuni delle allergie alimentari. Questi includono:

  1. Da parte dell'apparato digerente: gonfiore dell'esofago e delle labbra, sviluppo di stomatiti, coliche, diarrea, vomito.
  2. Da parte del respiro: naso che cola, attacchi di asma bronchiale, rinite.
  3. Manifestazioni cutanee: eczema, edema, orticaria, angioedema, vasculite.

Un altro sintomo di allergie alimentari nei bambini è un cambiamento nel sangue, ma a casa, i genitori non possono notare questo.

Le reazioni allergiche al cibo meno tipiche nei bambini possono manifestarsi come nefrite e colite ulcerosa, disturbi mentali sotto forma di disturbi del sonno e sindrome ipercinetica.

I genitori dovrebbero capire che i segni tipici e non del tutto tipici di allergia richiedono attenzione e intervento medico. Non trattare i bambini da soli, usando il consiglio dei vicini e di altre mamme. Ogni bambino ha un singolo organismo, quindi, il trattamento delle allergie alimentari nel bambino dovrebbe essere puramente individuale.

Cause di allergie alimentari nei bambini

I medici accertano che le allergie alimentari dei bambini non si sviluppano da sole, ma sono il risultato di determinati processi nel corpo. Possono esserci molti, e non tutti questi motivi dipendono dal bambino. Ecco i più comuni:

  1. Dieta sbagliata di una donna incinta durante la gestazione Non c'è da meravigliarsi che i nutrizionisti raccomandino di escludere dalla lista dei prodotti alimentari per le donne alcuni prodotti. Influenzano negativamente lo sviluppo dell'immunità del bambino e porta allo sviluppo di allergie, che nei bambini sono le più difficili da trattare.
  2. Nutrire le miscele in tenera età. Tutte le formule per l'infanzia sono basate su proteine ​​del latte vaccino. È di per sé un forte allergene. La combinazione di miscele artificiali e latte materno porta all'ipersensibilità del corpo del bambino e alla manifestazione di allergie.
  3. Mamma infermieristica menu errato. Porta ad allergie in un bambino. E questo accade perché le sostanze che entrano nel corpo di una donna ne derivano, anche attraverso il latte. La mamma può mangiare qualcosa di gustoso e poi trattare le allergie alimentari del bambino. Pertanto, è molto importante per le madri, specialmente pervorodkas, capire che nutrono non solo se stessi, ma anche il loro bambino.
  4. Introduzione errata di cibi complementari nel menu del bambino. La brusca transizione all'alimentazione artificiale, l'introduzione nel menu di nuovi prodotti in porzioni troppo grandi causa spesso allergie. Le mamme dovrebbero sapere che la gradualità è il principio base dell'alimentazione complementare. È necessario iniziare con mezzo cucchiaino e aumentare la dose giornaliera di un nuovo prodotto, se il corpo del bambino non "protesta" contro di esso.

Come trattare le allergie alimentari in un bambino

Mamme e papà si chiedono di certo che tipo di farmaci curare l'allergia agli alimenti di un bambino. E poi nessun dottore ti darà una risposta chiara e specifica. Dopo tutto, il corpo del tuo bambino è unico e le medicine che aiutano un bambino, per un altro saranno inefficaci.

Ma gli antistaminici, che nella maggior parte dei casi trattano le allergie infantili, sono selezionati solo da un medico. Il nome stesso "droga antistaminico" genitori sempre allarmanti.

Se il trattamento delle allergie da fare in tempo, per agire secondo le raccomandazioni dei medici, il problema delle allergie può essere risolto per sempre, e quindi proteggere il bambino dalle sue manifestazioni in futuro.

Gli allergologi ritengono che il successo del trattamento dipenda in gran parte dalla responsabilità dei genitori e dalla stretta osservanza di tutte le prescrizioni del medico nel trattamento delle allergie alimentari nei bambini.

Trattamento delle allergie alimentari nei bambini fino a un anno

Nei neonati, il trattamento inizia con una dieta, vale a dire l'esclusione dal menu di un allergene alimentare causale. La tattica del trattamento in ciascun caso è determinata da un nutrizionista, un pediatra o un allergologo.

Se il bambino è allattato al seno, la prima cosa da fare è eliminare potenziali allergeni dalla dieta della madre. Si tratta di prodotti contenenti conservanti ed emulsionanti per grassi, colori e aromi artificiali. Forti brodi e piatti fritti sono esclusi dalla dieta di una donna che allatta e la quantità di prodotti caseari è limitata. Questo deve essere fatto per tutta la settimana. Per un bambino con allergie alimentari, è importante mantenere l'allattamento al seno.

Se il bambino viene miscelato o nutrito con latte artificiale, molto spesso la causa dell'allergia è costituita dalle proteine ​​del latte vaccino contenute nella formula del lattante. E questo aiuterà a stabilire uno studio speciale. Dopodiché, sarà necessario sostituire parzialmente o completamente la miscela con soluzioni ipoallergeniche specializzate, che il medico prescriverà.

Se è possibile identificare la principale fonte di allergia, è possibile apportare modifiche alla dieta ipoallergenica come eccezione al prodotto che ha causato l'allergia alimentare. Questa dieta dovrebbe essere seguita dal bambino per circa 3 mesi. L'esclusione dell'allergene dalla dieta della madre allevia i sintomi delle allergie e, dopo un certo periodo di tempo, il menu dovrà essere gradualmente esteso.

Oltre alla nomina di antistaminici, adsorbenti, pomate per il trattamento esterno della pelle del bambino, compresi gli ormoni, la somministrazione endovenosa di ormoni può essere prescritta in casi molto gravi. E ancora effettuare la correzione della microflora intestinale bifidobatteri e lattobacilli.

Trattamento delle allergie alimentari nei bambini 5-6 anni

All'età di 5-6 anni, l'allergia alimentare si è già fatta conoscere e i genitori dovrebbero avere informazioni su come comportarsi nei casi della sua manifestazione. Dovrebbero essere preparati per il fatto che in caso di allergie acute, i suoi sintomi dovrebbero essere rimossi a casa prontamente. Per fare questo, utilizzare questi farmaci:

  1. Assorbenti. Assorbono le sostanze dall'intestino, che aiuta a ridurre la concentrazione dell'allergene e il suo ingresso nel sangue.
  2. Antistaminici. Rallentare o interrompere la reazione allergica, interrompendo la connessione dei recettori con l'allergene. I genitori devono usarli solo dopo aver consultato un medico, perché la reazione potrebbe essere l'opposto.
  3. Clisteri di pulizia. Sono effettuati per i bambini in caso di una forte manifestazione di allergie.

Dopo tali procedure, è necessario monitorare le condizioni del bambino. Se i sintomi di allergia si riducono, una visita dal medico può essere posticipata e consultata telefonicamente. Quando le procedure non hanno portato sollievo visibile, è necessario rivolgersi immediatamente a un medico.

Trattamento delle allergie alimentari nei bambini: Komarovsky

Evgeny Komarovsky, la causa dell'allergia alimentare, chiama la reazione del corpo di un bambino a una proteina estranea e assorbita nel sangue. Il sistema immunitario del bambino produce anticorpi. Pertanto, il pediatra si concentra spesso su come evitare le allergie introducendo delicatamente nuovi alimenti nel corpo del bambino. Sottolinea che lo zucchero contribuisce ai processi di decomposizione e putrefazione degli alimenti nell'intestino.

Poiché i lattanti sono spesso allergici alle proteine ​​del latte vaccino, Yevgeny Komarovsky ritiene irragionevole e dannoso cambiare frequentemente le miscele di un bambino.

Se stiamo parlando di allergie alimentari nei bambini più grandi, quindi, secondo il medico, è molto facile per i genitori identificare l'allergene. Dopo tutto, sanno che il loro bambino ha mangiato e può identificare questo allergene. Il medico raccomanda che i bambini facciano clisteri di pulizia in questi casi. Crede che le allergie con l'età possano scomparire da sole. E in età prescolare, Yevgeny Komarovsky consiglia di utilizzare farmaci per il trattamento delle allergie alimentari solo quando la dieta è inefficace.

Trattamento delle allergie nei rimedi popolari dei bambini

Il trattamento dei rimedi popolari è sempre più accessibile dei farmaci. Quindi, utilizzare alcune ricette per il trattamento di allergie alimentari nei bambini con rimedi popolari:

  1. Prendi 5-6 uova di gallina fresca, lavale accuratamente con sapone. Far bollire per 10 minuti. Quindi rimuovere il guscio, pulirlo dal film, asciugare e macinare fino allo stato di polvere. Ai bambini fino a 6 mesi viene data una porzione di tale polvere (la quantità sulla punta del coltello), a un bambino di un anno - due porzioni di polvere, e dopo un anno - questa è la metà di un cucchiaio da dessert una volta al giorno. Il trattamento dura un mese fino alla completa cura delle allergie.
  2. I bambini anallergici di età superiore ad un anno sono raccomandati per il trattamento del tè a base di fragole. Preparare il tè come segue: 200 grammi di foglie secche di fragole vengono versate con acqua nella quantità di 400 grammi, bollite fino a metà bollente. Bevi questo tè 100 grammi due volte al giorno.
  3. Mumiyo è un buon mezzo naturale per trattare le allergie alimentari nei bambini. Prendi 1 grammo di mummia per litro di acqua calda bollita e scioglila. Il bambino deve assumere una tale soluzione in dosi: fino a 3 anni - 50 grammi al giorno, fino a 7 anni - 70 grammi, oltre 7 anni - ½ tazza al giorno. Il corso di trattamento delle allergie alimentari con la mamma nei bambini è di 21 giorni.

Soprattutto per nashidetki.net- Diana Rudenko

La malattia del secolo può essere chiamata allergia. Non ha trasmesso la sua attenzione e il più piccolo. Le allergie alimentari nei bambini si verificano una volta su cinque neonati. Questa è una condizione abbastanza seria che richiede un intervento tempestivo quando compaiono i primi sintomi.

Sintomi di allergie alimentari

Le allergie alimentari si manifestano in bambini con sintomi, i cui sintomi sono talvolta quasi indistinguibili da altre malattie e possono inizialmente causare difficoltà nella diagnosi.

Un bambino può soffrire di sintomi simili a intossicazioni alimentari di disturbi del tratto gastrointestinale:

  • colica, flatulenza;
  • nausea, vomito;
  • feci frequenti con una schiuma verde di consistenza liquida, o viceversa, la sua assenza a lungo termine;

L'apparizione di tali segni nei bambini è abbastanza naturale, perché l'allergene, agendo attraverso il tratto digestivo, agisce principalmente su di lui.

I sintomi caratteristici nei bambini includono:

  • arrossamento e una varietà di eruzioni cutanee sul viso e sul corpo, orticaria;
  • guance sfaldate e prurito;
  • non passare nemmeno con un'attenta cura estetica costante di dermatite da pannolino;
  • aspetto di forte calore pungente con leggero surriscaldamento;
  • sbucciatura delle parti pelose del corpo - la testa, le sopracciglia. Coprendoli con le scale.

A volte le allergie alimentari nei bambini si manifestano nei disturbi respiratori.

  • rinite allergica:
  • spasmo dei bronchi, in cui l'aria smette di scorrere nei polmoni e nel tratto respiratorio, o entra con notevole difficoltà.

Estremamente pericoloso per i bambini shock anafilattico e angioedema. C'è un gonfiore della laringe e del soffocamento, simile a un attacco di asma bronchiale.

Se il bambino ha i sintomi di cui sopra, i genitori dovrebbero fare visita a un allergologo, pediatra e dietologo. Con pronunciate manifestazioni di allergie alimentari, gravi lesioni del tratto gastrointestinale e della pelle, sarà necessario effettuare il trattamento dei neonati in un ospedale specializzato.

Le cause di allergie alimentari nei bambini fino a un anno

Le allergie alimentari sono la risposta del corpo al cibo solitamente innocuo. Gli allergeni più comuni sono le proteine; grassi e carboidrati sono più sicuri per il sistema immunitario. Avendo trovato un prodotto non familiare nel corpo - un allergene, il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi ad esso in quantità molto più elevate del normale, il corpo in questo caso diventa estremamente reattivo e inizia a identificare la componente alimentare innocua come un'infezione. I sintomi di tale reazione sono puramente individuali.

La causa della malattia nei lattanti può essere il cibo mangiato da una madre che allatta. Nel caso di alimentazione artificiale, il colpevole è una miscela o alimenti complementari, che iniziano a dare il bambino per la prima volta. Soprattutto con attenzione è necessario entrare nella dieta del latte di mucca del bambino e del bianco d'uovo.

Le allergie alimentari reali nei bambini sono molto rare. La causa più comune di spiacevoli effetti allergici dopo aver mangiato è l'ereditarietà.

Un bambino nato da genitori sani ha il rischio di diventare allergico a due volte meno di quello di chi ha almeno un genitore ha delle allergie. Di conseguenza, nel caso in cui la malattia sia presente nella storia di entrambi i genitori, le probabilità di ottenerlo dal bambino aumentano logicamente altre due volte, cioè diventano quattro volte di più. Ma le sostanze allergeniche vietate ai genitori non sono necessariamente identiche agli allergeni dei bambini.

Oltre all'ereditarietà, la causa delle reazioni allergiche in un neonato può essere la deficienza di ossigeno - ipossia fetale, trasferita a un bambino durante la gravidanza e il parto. Le malattie respiratorie virali e acute nei primi mesi di vita violano la composizione della microflora intestinale e sono uno dei fattori delle malattie dei bambini.

La salute, la nutrizione e lo stile di vita della madre giocano un ruolo importante nella questione se il bambino diventerà allergico. Fumare durante la gravidanza, l'uso di prodotti altamente allergici da parte della madre anche in assenza della sua reazione: latte vaccino, frutti di mare, uova di pollo, frutta e verdura arancione, caffè, cioccolato, cacao. Queste circostanze aggiungono al bambino la possibilità di diventare allergico.

Meccanismo di accadimento

Un allergene è una sostanza che scatena una reazione allergica nel corpo. Per lo più, queste sono proteine ​​alimentari. La classifica degli alimenti proteici più ricchi è guidata da uova e latticini. Durante la cottura, alcuni cibi perdono le loro proprietà irritanti, mentre altri - al contrario, diventano più aggressivi.

Il meccanismo di una reazione allergica del corpo funziona come segue.

Il bambino ingerisce l'allergene, il corpo lo riconosce come un elemento ostile e inizia a produrre immunoglobulina E, che a sua volta innesca una serie di reazioni che portano allo sviluppo di reazioni, i cui sintomi sono sempre individuali.

Nella maggior parte dei casi, la reazione allo stimolo si verifica immediatamente dopo l'ingestione, ma a volte richiede molto tempo - da diverse ore a giorni - dopo aver mangiato, prima che compaiano i primi sintomi.

Pertanto, quando si auto-diagnostica e si visita il medico, è necessario dire cosa mangiava il bambino o, se è stato allattato al seno, cosa ha mangiato sua madre per due giorni.

Le allergie alimentari possono portare a conseguenze piuttosto gravi, quindi non bisogna scartarle quando si diagnosticano malattie nei bambini.

Prevenzione delle reazioni allergiche nei neonati

Dieta madre preventiva

La dieta ipoallergenica implica la completa esclusione dal menu della madre che allatta i seguenti allergeni tipici più aggressivi:

  • uova, noci, miele, frutti di mare, cioccolato, caffè, cacao;
  • latte intero e prodotti a base di latte;
  • bacche rosse e arancioni, frutta e verdura.

In piccole quantità sono ammessi:

  • latte, panna acida;
  • ciliegia, ribes, prugna, melone ;;
  • pane, pasta, alcuni cereali, compresa la semola
  • dolciumi

È anche necessario ridurre il tasso di consumo dei prodotti da forno ottenuti da farina di grano di alta qualità, alcuni cereali e zucchero del 25% e sale, del 30% dal tasso normale.

  • latticini
  • cereali: riso, mais, grano saraceno;
  • verdure e frutta: mele verdi, pere, broccoli, zucchine, zucca, cavolo bianco, cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, patate, ecc.;
  • zuppe vegetariane;
  • carne: maiale, carne magra,; carne di pollo in umido e bollita, cotolette di vapore dei tipi di carne elencati;
  • pane - per lo più segale;
  • tè, succo non zuccherato e composta.

Dieta preventiva per i bambini

L'alimentazione artificiale o mista del bambino lo determina a rischio di insorgenza di reazioni allergiche al cibo. La causa potrebbe essere le proteine ​​del latte vaccino, sulla base delle quali viene preparata la formula del bambino. In questo caso, è preferibile sostituire la dieta abituale con una formula speciale per l'infanzia ipoallergenica senza il contenuto di proteine ​​animali a base di soia. Ci sono anche miscele idrolizzate basate sul latte vaccino sicuro. Questo è ottenuto attraverso il processo di scissione della proteina in aminoacidi.

Tuttavia, tale alimentazione non è ideale: c'è il rischio di intolleranza alle proteine ​​di soia bambino, la miscela è idrolizzata piuttosto costosa e non molto gradevole al gusto.

Per un bambino a rischio (allergia ereditaria, un tratto gastrointestinale indebolito) fino a sei mesi dovrebbe essere introdotto nella dieta degli alimenti complementari. Vale la pena iniziare con tali alimenti per l'infanzia, che contengono solo un prodotto.

In caso di rilevamento accurato di un allergene alimentare nel corso di ricerche di laboratorio, viene prescritta una dieta che esclude completamente il prodotto bandito. Una tale dieta nei bambini dovrebbe essere seguita per almeno un mese. Di solito questo periodo - da un mese a tre.

Successivamente, è possibile un'introduzione graduale e attenta al menu del prodotto allergenico. In alcuni casi, si può sperare che cessino le reazioni di rifiuto del corpo ad esso. Con la crescita delle prestazioni degli organi interni - l'intestino e il fegato aumentano, il sistema immunitario è migliorato e molte malattie infantili, incluse le allergie, rimangono nel passato. Secondo le statistiche, le allergie alimentari rimarranno una diagnosi di accompagnamento di una vita solo nell'1-2% del numero totale di bambini con allergie.

Prevenzione delle allergie da bambini nei bambini

Al minimo sospetto di allergie alimentari, è necessario visitare un allergologo, solo lui è in grado di fare una diagnosi accurata e suggerire opzioni per un trattamento adeguato. Per fare ciò, sarà necessario condurre test di laboratorio, analisi della tessera sanitaria e storia medica del bambino.

Gli studi di laboratorio sono in uno studio sull'identificazione delle immunoglobuline E nel sangue di un bambino. Il sangue è preso da una vena.

diagnostica

Una diagnosi accurata può essere fatta solo se si osserva la combinazione di tutti i fattori:

  • informazioni ricevute dai genitori del bambino
  • rintracciare il periodo tra mangiare e la comparsa di sintomi e identificare la connessione tra loro;
  • esame diretto della pelle e delle mucose del bambino. I sintomi caratteristici delle allergie non sono una prova del 100%;
  • lo studio della cavità addominale del bambino con il metodo degli ultrasuoni - eliminerà la natura della malattia, non correlata alle allergie;
  • esame del sangue obbligatorio per i livelli di immunoglobuline E totali e il numero di eosinofili. L'aumento del contenuto di questi componenti indicherà la presenza di processi allergici nel corpo.

Una base sufficientemente convincente per il fatto che la natura della malattia è nutrizionale può essere la scomparsa dei sintomi dopo aver assunto antistaminici o rimuovere il presunto colpevole di reazioni allergiche dalla dieta di una madre o di un bambino che allatta.

Un diario alimentare può essere un modo meraviglioso per identificare un allergene, in cui un menu dettagliato viene registrato quotidianamente: tempo di ricezione e numero di pasti, composizione degli alimenti, metodo di cottura e, nel caso di reazioni dolorose caratteristiche, calcola il tempo tra loro e l'assunzione di cibo.

trattamento

Sebbene l'auto-trattamento in questo caso sia assolutamente controindicato, è possibile anche prima di ricevere le raccomandazioni del medico per eliminare la principale causa di allergie - per eliminare il sospetto allergene dalla dieta della madre che allatta.

Se ciò non ha funzionato sul prodotto principale sospettato di provocare reazioni allergiche, vengono compilati un elenco di potenziali allergeni e un programma per il loro ritiro dal menu.

Qui è necessario prestare attenzione ai prodotti che si consumano, che menzionano i seguenti ingredienti sulle loro etichette: conservanti, emulsionanti, coloranti, zucchero cristallino.

Arrosto, dolce, salato, speziato dovrebbe diventare anche una persona non grata del tuo tavolo. Donare e avere prodotti lattiero-caseari.

Il trattamento farmacologico di eventuali malattie, incluso il trattamento delle allergie alimentari nei bambini, deve essere prescritto da un medico. Antistaminici, assorbenti, creme e unguenti per uso topico sedativo dovrebbero essere assunti regolarmente e per l'intero corso prescritto da uno specialista. In nessun caso il trattamento dell'allergia alimentare deve essere interrotto dopo la scomparsa dei sintomi.

Un punto molto importante: mantenere l'allattamento al seno il più a lungo possibile - risveglia le forze immunitarie aggiuntive del corpo nei bambini per combattere le allergie alimentari.

Video correlati

L'articolo è presentato solo a scopo informativo. Il trattamento con prescrizione deve essere effettuato solo da un medico!

L'insorgenza di allergie alimentari è una malattia comune. Questo problema peggiora la qualità della vita e richiede una costante adesione a una determinata dieta. Una reazione negativa al cibo è osservata in molti bambini. Come affrontare la malattia, come allergie alimentari nei bambini: foto, metodi di trattamento e suggerimenti per i genitori possono essere trovati in questo articolo. Nell'ICD 10 di questa malattia, viene assegnato il codice K52.9.

Il quadro clinico della malattia e dei suoi tipi

I sintomi della malattia dipendono dal tipo di allergia. I bambini hanno i seguenti tipi di patologia:

  1. Cross-allergia. Il quadro clinico di questo tipo inizia con la comparsa di starnuti, prurito nella mucosa nasale, rinite e bruciore sulla pelle. Il tipo incrociato della malattia è caratterizzato da un graduale aumento del numero di allergeni-patogeni.
  2. Allergie polivalenti Può essere causato da tutto ciò che circonda il bambino, non solo il cibo. Questo tipo si manifesta con spasmi bronchiali, difficoltà respiratorie e attacchi d'asma. C'è anche nausea, vomito e mal di stomaco. Lo shock anafilattico è possibile.
  3. Forma gastrointestinale di allergia alimentare. I sintomi della malattia sono spesso mascherati. Il paziente può mostrare segni come stitichezza, diarrea, vomito, coliche e anoressia.

Che aspetto ha l'allergia alimentare? La prima reazione del corpo del bambino a un allergene è un'eruzione cutanea. Ulteriori manifestazioni cominciano a disturbare di più. Le labbra del paziente sono gonfie, le vesciche piene di liquido, l'orticaria appare sul viso. Una sostanza estranea, che penetra nel corpo provoca rinite allergica e colpisce il tratto respiratorio superiore. Le allergie alimentari sono una causa comune di dermatite atopica.

È importante! Quanto dura la malattia? Il primo sintomo si verifica pochi minuti dopo aver consumato il prodotto causale.

Come distinguere le allergie alimentari dall'intolleranza?

Ogni genitore dovrebbe conoscere le differenze tra queste malattie, tale conoscenza è necessaria per il primo soccorso al bambino. Intolleranza alimentare e allergie alimentari: le differenze? Entrambe le diagnosi sono una reazione a una sostanza estranea, cioè al cibo. L'allergia alimentare è una malattia che i genitori sperimentano abbastanza spesso nei neonati e nei bambini adulti.

  • prodotti chimici;
  • farmaci;
  • agrumi;
  • uova;
  • latticini, ecc.

Una reazione allergica è una malattia cronica che si manifesta durante la penetrazione di un allergene.

L'intolleranza alimentare è una violazione dei processi del tratto gastrointestinale, che si verificano raramente. L'immunità funziona bene in questo caso. Questo è un evento temporaneo. Come si manifesta? È caratterizzato da intossicazione, dysbacteriosis, zucchero nel sangue diminuisce o aumenta.

Come potete vedere, le allergie alimentari e l'intolleranza alimentare sono diverse malattie.

  1. Il primo è l'inadeguata reazione del corpo del bambino a vari fattori con una diminuzione dell'immunità.
  2. Il secondo è una reazione temporanea individuale a un determinato alimento senza peggiorare l'ulteriore stato e abbassare il sistema immunitario.

Pericolo di allergie e farmaci

Dr. Komarovsky conferma la dichiarazione della maggior parte dei medici che le allergie alimentari e farmacologiche sono le più pericolose. Lo shock anafilattico è una frequente complicazione della malattia. Questa condizione è pericolosa per i neonati e i bambini più grandi.

Qual è la forma di dosaggio pericolosa? Entrambe le forme sono caratterizzate da una complicazione nella forma di angioedema nella regione della laringe. Inoltre, il pericolo sta nel verificarsi di effetti tossici sul corpo, infezioni fungine delle mucose e violazione della microflora intestinale.

Quando passerà?

È possibile sbarazzarsi di allergie rapidamente, dopo pochi giorni l'acne inizia a passare. Se un'eruzione cutanea non passa molto tempo nei bambini fino a molto tempo, è necessario consultare un medico.

Per quanto tempo non si può dire la reazione all'allergene. Ogni persona è individuale Tuttavia, la durata media dell'allergia nei bambini è di 1-3 settimane. Quando la malattia passa sarà influenzata da diversi fattori. Il primo è una porzione del cibo mangiato, causando eruzioni cutanee e altri sintomi, il secondo è l'efficacia e la correttezza del trattamento scelto, il terzo è lo stato di immunità del bambino, soprattutto quando il bambino ha almeno un anno di età.

Modi per trattare la malattia

Il trattamento delle allergie alimentari nei bambini inizia con la consegna di alcuni test. In laboratorio, il bambino esegue un esame del sangue, livelli elevati di immunoglobuline E ed eosinofili indicheranno la presenza di processi allergici nel corpo.

Come trattare la malattia? Il medico prescrive un clistere e compresse detergenti Carbone attivo, assorbenti, enzimi, antistaminici. La sovrastina è una buona cura per le allergie. È consentito portare bambini da 1 anno a 14 anni.

I medici prescrivono regolarmente Enterosgel ai giovani pazienti. Questo farmaco appartiene al gruppo degli enterosorbenti, è prescritto per varie lesioni da intossicazione del corpo. Il farmaco viene somministrato ai bambini di età inferiore a un anno e agli adulti. I bambini dalla nascita nominano anche Polysorb.

Il trattamento delle allergie alimentari è possibile con l'uso di rimedi casalinghi. Il trattamento dei rimedi popolari include l'uso di decotti alle erbe. Per la loro preparazione utilizzare una varietà di erbe, per esempio, equiseto, ortica, erba di San Giovanni, liquirizia, palude bandiera dolce.

Attenzione! Qualsiasi farmaco non può essere assunto da solo, così come i brodi, fatti in casa.

È possibile curare una malattia utilizzando una terapia complessa, la cosa principale è l'uso regolare di pillole e rimedi popolari.

Cibo dietetico

Cosa fare e come mangiare? La dieta per i bambini con allergie alimentari dovrebbe essere rigorosamente seguita. Anche una piccola penetrazione di un prodotto proibito causerà nuovamente i sintomi della malattia.

Cosa puoi mangiare con le allergie alimentari? I medici sono autorizzati a mangiare pastinaca, sedano, cavolo, aneto, alloro, grano saraceno, yogurt naturale, pere, mele verdi, cipolle, zucca, patate, ricotta a basso contenuto di grassi, casseruole, gelatina, banane, zuppe magre su carne magra.

Cosa non può mangiare? I seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi dalla dieta del bambino: uova, restrizione di sale, agrumi, latte e cibi affumicati (carne, salsicce, strutto), bevande gassate, cacao, dolciumi.

Il cibo del bambino dovrebbe essere di sei volte. È anche vietato mangiare varie spezie, funghi, gomme da masticare e marmellata, noci, ketchup e maionese. La dieta del bambino dovrebbe includere una quantità sufficiente di vitamine.

Risposte a domande di interesse per i genitori

È possibile vaccinare con allergie alimentari? Secondo le statistiche, una reazione allergica nel prossimo futuro catturerà una grande scala e diventerà una catastrofe globale tra i bambini. La vaccinazione è possibile solo nel periodo di remissione, quando l'immunità del bambino non è così ridotta.

Prendono l'esercito con questa malattia? I medici dicono che se la malattia si manifesta spesso ed è difficile procedere, c'è la possibilità che il paziente non venga chiamato a servire. L'esercito non chiamerà se il ragazzo ha una reazione allergica a pesce, cereali, pasta, carne, latte, ricotta. Se la malattia non minaccia la vita, allora l'esercito chiamerà.

Allergia nel trattamento dei bambini

Le manifestazioni allergiche nei bambini al di sotto di un anno si verificano a seguito di insuccessi nel sistema immunitario, quando percepiscono certe sostanze come pericolose per il corpo e di conseguenza iniziano a reagire, rilasciando anticorpi. Le cause più comuni di allergia nei bambini sono il cibo, i primi alimenti, le miscele, il latte materno (se la madre mangiava il cibo a cui il bambino aveva una maggiore sensibilità).

Quasi tutti i bambini possono essere allergici ad alcuni alimenti che sono allergeni e i giovani genitori devono sapere qual è il trattamento. Ma prima devi capire perché nasce la sensibilità.

Nel momento in cui l'allergene entra nel corpo del bambino, il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi in risposta, che a loro volta innescano la secrezione di istamina. Successivamente, l'istamina appare come sintomi (eruzione cutanea, secrezione di liquidi dai passaggi nasali, ecc.).

Le reazioni allergiche possono manifestarsi anche in casi più gravi, ad esempio, un bambino può avere problemi con le vie respiratorie, che porta a difficoltà di respirazione, shock anafilattico, e questo costituisce una minaccia per la vita del bambino e richiede cure mediche immediate e ricovero in ospedale.

Oltre ai sintomi improvvisi di allergia, i bambini possono sperimentare la sensibilità sotto forma di disturbi nel funzionamento del tratto intestinale (stitichezza o diarrea), a volte coliche e persino eczema, che richiedono anche un trattamento. Tali situazioni si presentano spesso dopo aver allattato il bambino con il latte materno.

L'allergene più comune per i bambini al di sotto di un anno è il cibo.

Fattori che influenzano la comparsa di ipersensibilità nei neonati

Molto spesso, i bambini che hanno genitori o parenti stretti sono allergici sono a rischio di ipersensibilità alle sostanze irritanti esterne. Le ragioni che influenzano il corpo e la salute del bambino, e successivamente provocano una reazione protettiva del sistema immunitario, sono principalmente l'ambiente inquinato e le condizioni di vita del bambino.

Così, per esempio, la polvere di casa porta a difficoltà respiratorie e reazioni allergiche, i mezzi utilizzati per la pulizia in appartamento, gli animali domestici possono anche causare una reazione allergica. Pertanto, per la pulizia della casa, è meglio usare detersivi su base naturale e effettuare quotidianamente la pulizia a umido in casa.

Cosa può causare allergie nei bambini al di sotto di un anno e come si manifestano i sintomi della malattia?

L'allergene più comune per i bambini al di sotto di un anno è il cibo. La mancanza di cibo è una caratteristica individuale del corpo, quindi circa il 90% delle persone è ipersensibile a un certo tipo di proteina. L'uso anche di una piccola quantità di allergeni può provocare una risposta del sistema immunitario.

La polvere di casa è un allergene, quindi prova a fare una pulizia giornaliera con acqua.

Ci sono prodotti che sono considerati i più allergenici e, se consumati in grandi quantità, possono provocare allergie, anche in una persona sana. Ad esempio, agrumi, uova di gallina, cioccolato, pesce e altri alimenti consumati da una madre che allatta possono successivamente innescare la risposta di un bambino.

Attenzione: Va ricordato che molto spesso la causa delle allergie alimentari sono gli alimenti consumati dalla madre in attesa durante il periodo di trasporto di un bambino.

Se durante questo periodo una donna incinta mangia grandi quantità di cibo potenzialmente pericoloso (per esempio, troppe arance, pompelmi, prodotti delle api), questo influenzerà il feto, e il bambino alla nascita può apparire con segni di una reazione allergica sotto forma di eruzione cutanea sul corpo. Molti neonati mostrano malfunzionamenti intestinali e talvolta ci sono cambiamenti nella composizione del sangue. Pertanto, le future mamme dovrebbero stare attente ai piatti preferiti, in modo da non provocare allergie nei bambini e non torturare il bambino con un lungo ciclo di trattamento.

I sintomi del cibo nei bambini fino a un anno sotto forma di eruzioni cutanee, di solito sul viso

La sintomatologia al cibo nei bambini fino a un anno appare sotto forma di eruzioni cutanee, localizzate su qualsiasi parte del corpo (più spesso sulle guance, sulle natiche, sullo stomaco), come una scarica di liquido chiaro dai passaggi nasali (il bambino diventa difficile da respirare). Il trattamento delle allergie alimentari nei bambini è l'eliminazione completa dei prodotti allergici dalla dieta del bambino o della madre che allatta.

Al secondo posto, l'ipersensibilità al cibo è considerata un'allergia nei bambini durante il trattamento farmacologico, e più specificamente a un determinato componente nella composizione del medicinale. A volte i medici associano reazioni allergiche a farmaci con allergie alimentari.

I sintomi di allergia nei bambini per i farmaci comprendono un'eruzione sulla pelle (principalmente sulle guance, sotto forma di orticaria), calore pungente, rigurgito e la reazione più grave sotto forma di shock anafilattico, che richiede un immediato ricovero e trattamento.

È importante! Al fine di proteggere il più possibile il bambino, è necessario acquistare farmaci solo dopo aver consultato uno specialista e dopo aver acquisito una profonda familiarizzazione con la composizione del medicinale.

Al secondo posto, l'ipersensibilità al cibo è considerata un'allergia nei bambini durante il trattamento farmacologico.

Un altro tipo di allergia, non meno pericoloso per i bambini, è la suscettibilità del corpo agli stimoli ambientali che il bambino inala. In questo caso, la polvere domestica, il polline delle piante da fiore e altre sostanze che possono entrare nel corpo attraverso il tratto respiratorio agiscono come un allergene.

I sintomi di tali reazioni allergiche saranno problemi respiratori, che possono in seguito portare all'asma bronchiale.

Separatamente, vorrei menzionare l'allergia alla miscela in un neonato nutrito con alimenti artificiali, poiché senza trattamento tali reazioni possono comportare un rischio per la salute e la vita del bambino. Per non provocare allergie ripetute, dovresti abbandonare la miscela a cui è sorta la sensibilità. E quando si sceglie un deve prestare attenzione alla composizione.

Misure terapeutiche per eliminare le allergie nei bambini

Con lo sviluppo di una maggiore sensibilità per gli animali domestici, dovresti limitare il bambino a stare nella stessa stanza con cani e gatti.

Quando le allergie alimentari si manifestano nei bambini sotto forma di eruzioni cutanee sul viso e in altre parti del corpo, è prima necessario cercare l'aiuto di uno specialista che fornirà raccomandazioni sul trattamento. Come accennato in precedenza, è sufficiente escludere il prodotto che ha causato la reazione del sistema immunitario dalla dieta del bambino, è inoltre necessario acquistare un unguento in farmacia per aiutare a sbarazzarsi dell'eruzione cutanea.

In caso di sintomi più gravi, il medico prescriverà farmaci che riducono l'infiammazione e sopprimono la produzione di istamina.

Oltre all'eruzione provocata dal cibo, il bambino può manifestare una reazione allergica ai prodotti da bagno (ad esempio sapone, shampoo per bambini) o alla crema, spesso anche il detersivo per lavatrice può causare sensibilità a uno qualsiasi dei componenti, quindi è importante prestare sempre attenzione alla composizione.

Consiglio: con lo sviluppo di ipersensibilità agli animali domestici, dovresti limitare il bambino a stare nella stessa stanza con cani e gatti. Se il tempo non agisce, un'allergia agli animali può in seguito provocare l'asma bronchiale.

In ogni caso, alle prime manifestazioni di allergia nei bambini, a partire da eruzioni cutanee sul viso e fino alla congestione nasale e ad altre reazioni più gravi, è necessario mostrare il bambino ad uno specialista senza alcun ritardo per l'esame e la prescrizione di un trattamento adeguato.

Per rimuovere il gonfiore e il prurito dall'eruzione cutanea, è necessario utilizzare unguenti speciali, ad esempio, Bepantenom

Quali farmaci vengono usati per trattare le reazioni allergiche?

Per il trattamento delle allergie nei neonati, gli esperti prescrivono droghe come diazolina, suprastina o claritina, questi fondi sono raccomandati per essere acquistati sotto forma di sciroppi, per studiare la composizione e la visibilità del pacchetto stesso, è possibile trovare informazioni e foto su Internet prima di guardare nelle farmacie.

In caso di sensibilità a un prodotto alimentare, vengono utilizzati i mezzi per migliorare la microflora intestinale contenente lattobacilli (ad esempio lactovit, linex).

Per rimuovere il gonfiore e il prurito dall'eruzione cutanea, è necessario utilizzare unguenti speciali, di solito i medici prescrivono farmaci su base non ormonale (desitina, bepantina).

In ogni caso, il farmaco può essere prescritto solo da uno specialista qualificato, a seconda dell'individualità del corpo del bambino e dopo l'esame necessario. Pertanto, non lasciare sintomi per l'auto-trattamento. L'allergia è una malattia abbastanza grave che nasconde molte complicazioni e il trattamento, in alcuni casi, richiede molto tempo.

Proponiamo di considerare una foto di allergie nei neonati sul viso, che richiede un trattamento.

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie