Principale Nei bambini

Test del sangue allergico

Un esame del sangue per le allergie risolverà efficacemente gli allergeni e supererà i loro effetti sensibilizzanti, aiuterà a proteggersi dai sintomi spiacevoli e fornirà le informazioni necessarie per prevenire le crisi. Pertanto, i pazienti che conoscono la loro storia allergica e la presenza di reazioni di ipersensibilità, devono solo passarlo.

Le reazioni allergiche che si verificano nel corpo umano indicano sensibilizzazione o ipersensibilità del corpo a vari tipi di sostanze, che per la maggior parte delle altre persone non sono dannose o, ovviamente, velenose. Le reazioni allergiche possono interessare tutti i sistemi di organi, che vanno dal prurito e dall'orticaria banale al broncospasmo e allo shock anafilattico.

Cos'è un test allergologico e cosa può mostrare?

Esistono numerosi esami del sangue per allergeni, in cui vengono utilizzate principalmente reazioni sierologiche, che mostrano il livello totale di immunoglobulina E. Questa immunoglobulina è un anticorpo specifico e media tutte le reazioni allergiche. Quando un allergene lega due molecole di immunoglobulina sulla membrana superficiale della mast cell, questo è un segnale per il rilascio di vari mediatori dell'infiammazione - istamina, enzimi e citochine.

È l'istamina, rilasciata con l'aiuto dell'immunoglobulina E, nello spazio extracellulare che porta allo sviluppo di vari sintomi locali, che vanno dalla rinite, all'asma e alla fine delle eruzioni cutanee. Nel caso in cui l'immunoglobulina E venga rilasciata immediatamente e in tutto il corpo, il paziente può sviluppare una condizione pericolosa per la vita come uno shock anafilattico. Cosa viene usato per diagnosticare le malattie allergiche?

  • determinazione della classe di immunoglobuline totale E.

È spesso elevata nelle persone con varie reazioni allergiche. L'emivita degli anticorpi di questa classe dal sangue è fino a 5 giorni, e il valore di questo indicatore nel plasma sanguigno è direttamente correlato con le manifestazioni delle reazioni allergiche. Pertanto, se il paziente ha una tendenza all'eczema, allergie alimentari e farmacologiche, c'è broncospasmo, o sintomi di rinite allergica, starnuti quando le erbe sono in fiore, (pollinosi) - allora questa analisi gli viene mostrata prima di tutto. È necessario iniziare lo studio con la determinazione dell'immunoglobulina totale E nel plasma sanguigno. La preparazione per lo studio non è richiesta. Il valore risultante in un paziente adulto sano non dovrebbe superare la norma - 200 unità per millilitro;

  • Oltre all'immunoglobulina generale della classe E, la determinazione dell'allergia mediante analisi del sangue a un allergene specifico comporta la ricerca mediante test mirati da immunoglobuline specifiche.

Per questo studio, il test immunologico viene utilizzato per testare il siero del sangue. Il risultato è 7 classi di valori a cui si ha un aumento di anticorpi specifici - immunoglobulina E da 0,35 alla classe zero e fino a 100 unità per litro con una risposta immunitaria positiva pronunciata (grado 6) con manifestazioni cliniche.

Quali sono gli allergeni studiati?

Le regole per la donazione del sangue sono molto semplici: non è necessaria alcuna preparazione specifica per identificare una specifica sostanza irritante allergenica, è sufficiente ricordare che il sangue viene somministrato agli allergeni a digiuno nei giorni in cui il paziente ha una reazione allergica.

Ci sono delle condizioni, ma riguardano limitazioni. Ad esempio, un paziente dovrebbe smettere di prendere antiallergici e antistaminici per una settimana, ridurre il livello di stress in pochi giorni, non bere o fumare. L'alcol presenta un effetto immunosoppressivo e antistaminico. Non sono richiesti altri preparativi speciali.

Fondamentalmente, i seguenti test sono eseguiti in laboratorio:

Puoi esaminare il sangue per gli allergeni alimentari.

Queste sono noccioline, granchi, latte di mucca, gamberetti, sedano e soia, pomodori e nocciole, uova bianche e tuorlo di uova di gallina. Anche la farina di grano può essere un allergene e abbastanza forte. Il grano normale è a volte una fonte di rinite e asma. I pazienti con pollinosi hanno spesso reazioni crociate - durante il periodo di fioritura delle erbe hanno una grave allergia alla farina, un esame del sangue mostra un'allergia quando le erbe stanno sbiadendo, e soffrono tutto l'anno. Inoltre, la farina alimentare contiene glutine, che può essere un fattore di rischio e contribuisce alla sclerosi multipla;

Ci sono molti cosiddetti allergeni domestici.

Questi sono peli di animali ed epitelio, varie forme e artropodi, come gli scarafaggi. Inoltre condotto uno studio sulla polvere di casa. Quindi, poche persone sanno che la definizione di immunoglobuline specifiche per l'allergene delle zecche - i dermatofagi spesso rivelano le cause delle allergie. Questo è l'allergene principale del letto della famiglia. Nella polvere domestica, nel suo grammo da un materasso per dormire è possibile trovare fino a 15000 zecche.

Queste tenaglie sono minuscole e non sono visibili ad occhio nudo, le loro dimensioni non superano 0,3 mm. Ma l'allergene di queste zecche è molto forte. Le loro piccole parti, le dimensioni di grandi batteri e i loro prodotti di scarto, in particolare le feci, sono allergeni estremamente forti. Di conseguenza, al mattino dopo il sonno, il paziente presenta angioedema, congiuntivite allergica, allergia respiratoria e, infine, asma bronchiale. Pertanto, un esame completo di un paziente con reazioni allergiche dovrebbe includere l'identificazione di specifiche immunoglobuline di classe E alla polvere domestica, anche se non ci sono mai stati pesci, criceti, cani e gatti in casa;

molti allergeni pollinici sono rilevati in laboratorio.

Ce ne sono così tanti che ci sono interi tipi di allergopanel, per esempio, agli allergeni delle infestanti. Questi sono assenzio, tarassaco, ambrosia, piantaggine. Alcuni alberi hanno pollini altamente allergenici. Questa è betulla, ontano e salice, è una quercia. Da aprile a maggio, e in Siberia un po 'più tardi, il polline di questi alberi può anche produrre reazioni forti e incrociate. Erbe di prato diverse, come la festuca, il bluegrass e l'erba di Timothy, possono avvelenare in modo significativo la vita del paziente;

anche nei pazienti che donano il sangue agli allergeni prevede la rilevazione non solo di immunoglobuline specifiche, ma anche di immunoglobuline di classe G.

Le immunoglobuline G ed E si trovano spesso specificamente per gli allergeni alimentari. Ed è proprio questi anticorpi che causano l'ipersensibilità ai componenti alimentari quando danno il sangue agli allergeni. Questo tipo di ricerca è apparsa di recente, poiché in precedenza si riteneva che le immunoglobuline di classe G non fossero correlate alle allergie. Ma si è scoperto che questo non è il caso, e questi composti possono essere rilevati in laboratorio.

E se il paziente è allergico alle banane o al formaggio, al pepe e al prezzemolo, al grano saraceno e alla birra, allo yogurt e al caffè, alla zucca, al limone e persino al tè nero e al miglio, allora questo Le immunoglobuline di classe G sono da biasimare.

Puoi leggere di più sulle immunoglobuline di questa classe nell'articolo "Immunoglobulina G: che cos'è? la norma, i motivi per l'aumento e la diminuzione.

Inoltre, un test del sangue per gli allergeni negli adulti e nei bambini di anticorpi anti-gliadina viene eseguito in laboratorio per identificare l'intolleranza al glutine e al frumento.

Gli allergeni possono includere vari composti chimici, come il lattice. Il paziente può sviluppare dermatite da contatto quando indossa i guanti mentre usa il preservativo. Per molte persone, vari farmaci, il più delle volte antibiotici, possono anche causare sintomi allergici. Quando è necessario donare il sangue e c'è differenza tra i test negli adulti e nei bambini?

Indicazioni per la donazione di sangue

Naturalmente, il primo compito è donare il sangue e fornire una trascrizione degli esami del sangue per gli allergeni per quei sintomi che indicano un'eccessiva sensibilizzazione del corpo. Queste sono condizioni e malattie come asma bronchiale e bronchite asmatica, pollinosi e allergia ai pollini, orticaria senza motivo, dermatite atopica.

La decodifica degli esami del sangue per le allergie è necessaria nei pazienti con eczema cronico e dermatite atopica, con angioedema. È imperativo investigare gli indicatori di allergia nell'analisi del sangue di un paziente se ha avuto uno shock anafilattico almeno una volta nella vita.

Molte malattie gravi, come la necrolisi epidermica tossica o la sindrome di Layel e Stevens-Johnson, sono anch'esse di natura allergica. Questi studi sono necessari per la malattia da siero, l'invasione elmintica, il sospetto mieloma.

Per quanto riguarda l'infanzia, va ricordato che il sistema immunitario nei bambini è immaturo e, se si sospetta una predisposizione ereditaria alle allergie, e quando un bambino raggiunge i 5 anni, è auspicabile effettuare almeno uno studio dell'immunoglobulina E generale e, in casi particolari, condurre diario alimentare. In questi casi, è anche necessario visitare un allergologo, un immunologo, e in questo caso è consigliabile essere esaminati dai genitori.

Cosa puoi imparare da un esame del sangue generale?

Un emocromo completo per le allergie può solo "suggerire" perché ci sono alcuni segni caratteristici di un gruppo molto ampio di malattie e condizioni associate alle allergie.

In genere, questo è:

  • il numero di leucociti è normale, ma non elevato, non "infiammatorio", senza spostare la formula a sinistra;
  • gli indici del sangue rosso non cambiano, ESR - basso;
  • molto caratteristico è l'aumento degli eosinofili, oltre 5 nella leucoformula. Nei bambini, questo è spesso associato con le invasioni helminthic. Ci può anche essere moderofilia basofilia (più di 1 - 2 nella formula).

Naturalmente, solo i test complessi e "mirati" per le allergie mostrano il quadro reale, insieme ai risultati dei dati clinici, e certamente la storia, e la connessione del deterioramento con l'identificazione dell'allergene.

Dovrebbe essere ben ricordato da tutti i pazienti che la completa identificazione di tutti gli allergeni per il corpo del paziente è un grande passo avanti nel recupero. Anche senza farmaci, nella maggior parte dei casi, è possibile ottenere l'eliminazione degli allergeni e, con l'inclusione del trattamento, è possibile ottenere un miglioramento significativo della qualità della vita e persino un completo recupero.

Quale indicatore nel sangue mostra allergie?

Le allergie possono dare a una persona un sacco di disagi. I sintomi della malattia possono interessare vari organi e sistemi. In alcuni casi, è molto difficile identificare l'allergene, quindi i test di laboratorio vengono in soccorso. Come identificare le allergie?

Test allergologici

Tutti i test per le allergie possono essere divisi in 2 gruppi. I primi sono test che permettono di confermare l'esistenza di un'allergia stessa, per separarla dall'infiammazione autoimmune e infettiva. Il secondo gruppo - test per specifici allergeni, stabiliscono non il fatto della presenza della malattia, ma la sua causa.

Entrambi i tipi di ricerca sono importanti e occupano posti diversi nella catena di ricerca diagnostica:

  1. Il primo è un esame emocromocitometrico completo. Questa tecnica consente solo di sospettare la malattia per alcuni cambiamenti.
  2. Immunogramma: questo esame del sangue consente di determinare il contenuto di specifiche proteine ​​nel sangue - immunoglobuline. Alcuni di loro sono prodotti solo con allergie.
  3. Test allergologici: una tecnica di conferma che consente di determinare l'allergene responsabile dello sviluppo della malattia. Tuttavia, prima di condurre questo studio, è necessario sapere con certezza che l'infiammazione è di natura allergica.

Cercheremo di comprendere ciascuno di questi metodi in modo più dettagliato.

Analisi del sangue generale per le allergie

Il primo passo nella diagnosi di varie malattie è la consegna di un esame del sangue generale. Questo studio è abbastanza informativo e dà un'idea della composizione cellulare del sangue.

Per diagnosticare le allergie dovrà passare un'analisi dettagliata, include la definizione della formula dei leucociti. Tale studio viene eseguito su sangue prelevato da una vena. Alcuni inconvenienti associati a questa manipolazione dovranno essere tollerati dal paziente al fine di ottenere risultati affidabili.

Quale risultato nel sangue mostra la natura allergica della malattia?

Analisi del sangue allergico, trascrizione:

  • Nelle malattie allergiche, il contenuto di eritrociti (4-6 * 10 12), piastrine (180-320 * 10 9) ed emoglobina (120-140 g / l) rimane normale.
  • Il numero totale dei leucociti aumenta. Tuttavia, i numeri rimangono abbastanza modesti, in contrasto con l'infiammazione infettiva. Superano leggermente la norma di 4-9 * 10 9.
  • Gli eosinofili sono un indicatore di allergia nel test del sangue. Queste cellule sono una delle sottospecie di leucociti, pertanto per la loro determinazione è necessario ottenere una formula di leucociti. Normalmente, la percentuale di cellule di tutti i leucociti non supera il 5%. Con le allergie, è bruscamente elevato.
  • VES - tasso di sedimentazione eritrocitaria. In una persona sana non supera i 10-15 mm / h. Con allergie dovute alla risposta infiammatoria, il tasso può aumentare, ma non così significativamente come con le malattie autoimmuni.

L'esame del sangue manca di specificità sufficiente anche per determinare con precisione la presenza di allergie. Anche un aumento degli eosinofili può indicare un'infezione parassitaria e non una reazione allergica.

Pertanto, l'allergologo prescrive spesso metodi diagnostici più specifici.

immunoglobuline

Un immunogramma può mostrare la presenza o l'assenza di alcune immunoglobuline nel sangue. Queste sostanze sono prodotte dai linfociti in risposta all'ingresso di proteine ​​estranee.

Questo esame del sangue per le allergie può mostrare un aumento dell'immunoglobulina di classe E. Questa sostanza si trova sulla superficie delle mucose e le protegge dagli agenti esterni. In caso di reazione allergica, è questa proteina nel sangue che reagirà per prima:

  1. Nei neonati, normalmente non supera i 65 mIU / ml.
  2. Fino a 14 anni è inferiore a 150 mIU / ml.
  3. Negli adulti, l'immunoglobulina normalmente diminuisce e non supera 114 mIU / ml.

L'aumento delle proteine ​​indica in modo affidabile una reazione allergica nel corpo. Il risultato può essere influenzato da sforzo fisico, assunzione di farmaci e alcol, stress e surriscaldamento. 3 giorni prima dell'analisi, evitare l'esposizione di questi fattori al corpo.

Gli indicatori dell'immunogramma sono decifrati da uno specialista esperto nel campo pertinente. Questo lavoro dovrebbe essere fatto da un allergologo.

Esiste uno studio su immunoglobuline specifiche delle classi E e G. Questi indicatori non sono determinati nell'ambito di un immunogramma. Per il loro studio, il paziente viene raccolto sangue venoso, è diviso in piccole porzioni, mescolato con gli allergeni più comuni. Successivamente, viene determinata la presenza della reazione in ciascuna porzione. Alti tassi di reattività indicano un allergene venoso.

I risultati di tale test sono dati al paziente sotto forma di tabella. Potrebbe essere sostanze un po 'pericolose per il tuo corpo.

Test cutanei

Se l'allergene colpevole non può essere identificato con le immunoglobuline, possono essere eseguiti test cutanei. Questo metodo è abbastanza istruttivo, ma costoso in relazione al tempo e al denaro dei medici.

Usando uno scarificatore sulla schiena o sul braccio del paziente, vengono fatti piccoli graffi e vengono applicati a questi preparati preparazioni contenenti una piccola quantità di vari allergeni.

La decifrazione dell'analisi degli allergeni viene effettuata dopo 20 minuti:

  • Gonfiore e rossore al sito di zero significa un'allergia a una particolare sostanza.
  • La mancanza di risposta cutanea corrisponde all'assenza di sensibilizzazione.

Solo 15 campioni possono essere prodotti alla volta, il che limita la quantità di allergeni che possono essere applicati al corpo. Per risolvere questo problema, i medici hanno sviluppato pannelli allergici.

Pannelli allergici

Per causare lo sviluppo di una reazione allergica possono centinaia di sostanze diverse. Non è razionale condurre un tale studio con tutti gli allergeni contemporaneamente, poiché il colpevole può essere identificato con meno dispendio di fondi. Per questo, i medici hanno sviluppato pannelli allergici - gruppi di allergeni uniti da proprietà comuni:

  1. Allergeni alimentari - contiene i più comuni colpevoli di allergie alimentari. Include proteine ​​di noci, latte, uova, piante, frutta e verdura. Prima di tutto, dovrebbe essere usato se ci sono lamentele dal tratto gastrointestinale.
  2. Allergeni per inalazione - in questo pannello ci sono proteine ​​di polline delle piante, zecche domestiche, peli di animali. Con lo sviluppo di sintomi respiratori sullo sfondo di allergia, vale la pena di controllare questo pannello.
  3. Misto - contiene solo i principali allergeni del gruppo alimentare e respiratorio responsabile della malattia.
  4. Pediatrico - usato per i bambini. La composizione delle sostanze più comuni che possono causare malattia nei bambini. Questi includono latte, uova, lana, polline, acari della polvere di casa.

Decifrare un esame del sangue per allergeni consente di determinare con precisione la sostanza responsabile della malattia. Ulteriori attività sono per isolare il paziente da proteine ​​estranee. Un'opzione alternativa è la terapia di sensibilizzazione.

Test per bambini

Non ci sono grandi differenze nella diagnosi delle malattie allergiche nei bambini. Per la ricerca prendiamo anche il sangue venoso, che viene studiato dalle tecniche descritte.

Alcune caratteristiche nella pratica pediatrica:

  • I test cutanei sono controindicati nei bambini sotto i 3 anni.
  • Fino a 6 mesi, l'esame del sangue immunoglobulinico classe E non è efficace, dal momento che le proteine ​​immunitarie della madre che circolano nel sangue circolano nel sangue con il latte.
  • Per lo studio di bambini di età superiore a 3 anni, viene utilizzato uno speciale pannello pediatrico sopra descritto.

Scopri i risultati dell'analisi delle allergie di un bambino nel tempo, in modo da non sottoporlo a soffrire di questa malattia. Dati di test affidabili consentono al medico di eseguire una terapia appropriata.

Conta ematica di allergia - l'intero punto

Se si verificano allergie, la diagnosi precoce è particolarmente importante. Anche se una persona sente sintomi evidenti, ha bisogno di identificare una sostanza irritante nel corpo. L'istituto medico esegue vari test per il rilevamento degli allergeni.

Uno dei metodi di ricerca più comuni sono i test allergologici e gli esami del sangue per i livelli di immunoglobuline.

Quale test del sangue mostra allergie

Per passare l'analisi non è necessario il contatto con l'allergene.

Per comprendere in che modo la determinazione dell'allergia viene effettuata mediante analisi del sangue, è necessario ricordare il meccanismo dello sviluppo di una reazione allergica che si verifica nel corpo. L'allergia è una reazione particolare del sistema immunitario. Si verifica dopo il contatto diretto del corpo con una sostanza specifica.

L'allergene, a cui il corpo umano diventa ipersensibile, entra nel tratto gastrointestinale, le mucose del naso, gli occhi, la pelle. Questo provoca la produzione di immunoglobuline E. Ecco come inizia l'allergia.

L'indicatore di allergia nelle analisi del sangue è eosinofili e immunoglobuline. Per determinare l'allergia passare diversi tipi di esami del sangue:

Le immunoglobuline di classe E vengono prodotte dal contatto con l'allergene.

  • analisi del sangue clinico generale;
  • Test IgE;
  • analisi per l'individuazione di anticorpi specifici IgG e IgE;
  • Test RAST (test allergico radio).

Dal momento che le immunoglobuline di classe E sono prodotte nel corpo in risposta al contatto con un allergene. Questo rende possibile a livello di anticorpi per diagnosticare - allergia.

Un esame emocromocitometrico completo per le allergie viene preso per l'esame preliminare di una possibile reazione allergica con aumento dei livelli di eosinofili - specifici globuli bianchi (globuli bianchi). Sono coinvolti nella risposta del corpo a varie malattie, comprese quelle allergiche. Considera questi metodi di ricerca in modo più dettagliato.

Cosa mostrano gli eosinofili

Non è necessario eseguire un esame del sangue generale o clinico per le allergie, in quanto non è molto indicativo. KLA può essere espanso o breve. Siamo interessati ai livelli ematici di eosinofili. Ma cosa può dire questa figura?

Normalmente, il numero di eosinofili nel sangue di un adulto e di un bambino non deve superare l'1-5%. Se questo numero è maggiore, allora i processi patologici hanno luogo nel corpo. Forse è una malattia autoimmune, infettiva o infiammatoria, invasione di vermi o allergie.

Cioè, se una persona è allergica, un esame del sangue per gli eosinofili mostrerà il loro eccesso. Ma dire che è un'allergia, è impossibile. Il metodo di esclusione può essere utilizzato per scoprire quale sia la malattia. Ma per confermare una diagnosi preliminare basata su sintomi clinici, un esame del sangue generale e dati sull'anamnesi, sono necessari altri esami più accurati.
https://www.youtube.com/watch?v=1iU7p3nSuKU

immunoglobuline

Prima di testare, per identificare l'allergene, studiare la storia della malattia.

In laboratorio, è possibile identificare una sostanza che provoca una reazione specifica del sistema immunitario, cioè un allergene. Per fare questo, prendi le allergie dal sangue e mescolalo con varie sostanze - probabili allergeni. Se, interagendo con uno di essi, gli anticorpi appaiono nel sangue, significa che una persona è incline a una reazione allergica a questa sostanza.

L'elenco degli allergeni è molto esteso. Pertanto, il numero di campioni può essere calcolato in decine e centinaia. Per ridurre l'elenco delle sostanze sospette di provocare allergie, studiare attentamente i sintomi e la storia della malattia. Se si ritiene che la malattia abbia causato un qualche tipo di cibo, quindi prima condurre un esame del sangue per le allergie alimentari. In questo caso, l'elenco comprende innanzitutto gli allergeni più aggressivi con i quali il paziente deve contattare.

Tipi di test allergologici

Per determinare l'allergia, il paziente deve superare test speciali. Un test allergologico è uno studio volto a identificare un antigene che provoca una reazione allergica. Senza stabilire l'eziologia della malattia, è quasi impossibile ottenere un allergene di un risultato positivo della terapia.

La diagnosi si trova in questi metodi:

  • in vivo. Essi comportano l'esecuzione di test cutanei;
  • in vitro. Il metodo prevede lo studio degli anticorpi del sangue;

Il più delle volte, i test allergologici sono prescritti dai medici in presenza di tali malattie:

  • pollinosi;
  • la polmonite;
  • allergia ai farmaci;
  • asma bronchiale;
  • dermatite atopica;
  • sinusite;
  • allergie alimentari;
  • rinite.

Non è consigliabile eseguire test allergologici in presenza di malattie infettive pronunciate, durante il periodo di esacerbazione di allergia, durante la terapia ormonale, nelle donne in gravidanza.

Quando donare il sangue

Un esame del sangue per allergeni negli adulti e nei bambini è indicato nei seguenti casi:

  • Per le malattie dello spettro allergico, che comprendono asma bronchiale, allergie ai pollini, allergie alimentari o alcuni farmaci, nonché dermatiti atipiche.
  • Infezioni da elminti
  • Quando una predisposizione genetica al verificarsi di reazioni allergiche.

È anche importante notare che nei bambini l'analisi degli allergeni dovrebbe sempre essere fatta quando raggiungono i 5 anni. Se ci sono indicazioni per la sua attuazione in precedenza, allora il sondaggio deve essere effettuato. Affinché la procedura sia più veloce e più semplice, dovrebbe essere eseguita solo in relazione alle sostanze irritanti che sono state notate dai genitori o dal medico. Per valutarli tutti, è meglio iniziare un diario speciale, indicando in esso il contatto con alcune piante e animali potenzialmente pericolosi, l'uso di vari tipi di cibo e l'uso di farmaci.

Indicazioni per lo studio e segni di allergia

Quali sono le principali indicazioni per lo studio del plasma per gli allergeni? Come già notato, l'indicazione più importante è la diagnosi della malattia.

L'analisi è necessaria se una persona ha segni caratteristici di allergia stagionale, ad esempio, lacrimazione e un naso che cola costantemente all'inizio dell'estate - durante la fioritura del pioppo, o il corpo ha reagito violentemente al cibo appena consumato.

Lo studio è anche mostrato a pazienti con allergie ereditarie, intolleranza individuale a una particolare sostanza.

Inoltre, l'analisi è necessaria per le persone che sono state trattate con antibiotici, pazienti con condizioni di lavoro dannose e che soffrono di tosse persistente o congestione nasale.

Questa ricerca è indispensabile per monitorare le condizioni del paziente durante il trattamento delle allergie, così come nei casi in cui il trattamento a lungo termine di dermatiti, infezioni respiratorie acute, congiuntivite o tosse non funziona.

Ma è possibile identificare un'allergia in sé o in un bambino senza donare il sangue per un'analisi speciale? Sicuramente no. Si può solo assumere la presenza di un processo patologico reciproco nel corpo.

La diagnosi della malattia deve essere effettuata esclusivamente da un allergologo sulla base di un esame completo.

L'autodiagnosi non dovrebbe essere eseguita, sebbene sia possibile presumere che tu o il tuo bambino soffriate di allergie, conoscendone i segni più importanti.

Come per altri esami del sangue, non sono efficaci per la rilevazione di reazioni allergiche. Ad esempio, la diagnosi di una malattia specifica secondo un esame del sangue generale è impossibile.

Secondo l'analisi generale, che viene spesso presa dal dito, è solo possibile identificare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo e assumere, in base al livello di elevazione del basofilo, una reazione allergica.

Tuttavia, è impossibile diagnosticare e identificare accuratamente l'allergene secondo l'analisi generale.

A causa del fatto che ci sono molte diverse forme di manifestazione di allergie, quindi i sintomi (segni) di questo fenomeno spiacevole sono anche alcuni.

Quindi, rinite persistente e prurito al naso, tosse e respiro sibilante nei polmoni sono caratteristici dell'allergia respiratoria e l'asma bronchiale è possibile.

Con dermatite allergica, prurito, desquamazione, arrossamento e pelle secca, rash e anche la comparsa di edema sono osservati.

Nella congiuntivite allergica, il paziente avverte prurito e una sensazione di bruciore agli occhi, gli occhi possono arrossire e l'edema appare nell'area circostante e appaiono anche occhi senza lacrime.

Allergie alimentari e allergie ai farmaci possono manifestarsi come nausea, coliche intestinali, problemi intestinali.

È anche questa variante di allergia che più spesso causa stati così pericolosi come angioedema (gonfiore della lingua, labbra e parte della laringe) e shock anafilattico, che può causare la morte.

Indicazioni per la donazione di sangue

Naturalmente, il primo compito è donare il sangue e fornire una trascrizione degli esami del sangue per gli allergeni per quei sintomi che indicano un'eccessiva sensibilizzazione del corpo. Queste sono condizioni e malattie come asma bronchiale e bronchite asmatica, pollinosi e allergia ai pollini, orticaria senza motivo, dermatite atopica.

La decodifica degli esami del sangue per le allergie è necessaria nei pazienti con eczema cronico e dermatite atopica, con angioedema. È imperativo investigare gli indicatori di allergia nell'analisi del sangue di un paziente se ha avuto uno shock anafilattico almeno una volta nella vita.

Molte malattie gravi, come la necrolisi epidermica tossica o la sindrome di Layel e Stevens-Johnson, sono anch'esse di natura allergica. Questi studi sono necessari per la malattia da siero, l'invasione elmintica, il sospetto mieloma.

Per quanto riguarda l'infanzia, va ricordato che il sistema immunitario nei bambini è immaturo e, se si sospetta una predisposizione ereditaria alle allergie, e quando un bambino raggiunge i 5 anni, è auspicabile effettuare almeno uno studio dell'immunoglobulina E generale e, in casi particolari, condurre diario alimentare. In questi casi, è anche necessario visitare un allergologo, un immunologo, e in questo caso è consigliabile essere esaminati dai genitori.

Maggiori informazioni sull'analisi del sangue per gli allergeni nei bambini nell'articolo "Un esame del sangue per gli allergeni in un bambino: come donare il sangue, gli indicatori di decodifica".

Preparazione per l'analisi

Per ottenere risultati affidabili, è necessario attenersi a determinate regole prima di condurre uno studio.

  1. Pochi giorni prima del test del sangue per le allergie è necessario finire di prendere antistaminici. Riducono l'impatto dell'allergene, che può influenzare l'esito dello studio.
  2. 3 giorni prima della consegna, è necessario ridurre in modo significativo lo sforzo fisico e proteggersi dal sovraccarico emotivo.
  3. Alla vigilia dello studio è necessario abbandonare l'uso di bevande alcoliche.
  4. Prima che la procedura non possa fumare per un'ora.
  5. Devi donare sangue al mattino a stomaco vuoto. Alcuni laboratori consentono di consumare il cibo diverse ore prima di un test allergico.

Vantaggi e svantaggi dei campioni in vitro (analisi del sangue)

  • Praticamente nessuna controindicazione, metodo di sicurezza;
  • Il metodo consente di eliminare risultati falsi positivi e falsi negativi di test cutanei;
  • Meno invasivo rispetto ai campioni di puntura: viene somministrata una singola iniezione per la raccolta del sangue.
  • Più costoso del test della puntura della pelle;
  • Meno sensibile;
  • Non tutti i laboratori hanno imparato la tecnica;
  • Ci possono essere reazioni crociate di alimenti e allergeni per inalazione;
  • Non sensibile agli antigeni non proteici.

Un esame del sangue per le allergie dovrebbe essere somministrato ai pazienti che sono stati testati.

Indicazioni per la determinazione di IgE specifiche nel sangue:

  • Ci sono controindicazioni per i prick test cutanei;
  • Prick test condotti non hanno dato un risultato chiaro e contraddicono la storia;
  • Pronunciato dermografismo;
  • Pazienti con malattie della pelle comuni;
  • La presenza di indicazioni per il test in pazienti con anamnesi di anafilassi, specialmente nei primi 1,5 mesi dopo la reazione);
  • Età del seno o forte disagio in un paziente durante gli esami cutanei.

Controindicazioni, restrizioni per le analisi del sangue:

  • Neonati (nessun valore diagnostico);
  • Non condurre analisi per valutare la probabilità di manifestazioni anafilattiche di penicilline e veleno di insetti.

Preparazione per esami del sangue per allergie:

  • Mangiare non dovrebbe essere più tardi di 2 ore prima del test (il sangue dovrebbe essere dato a stomaco vuoto);
  • Alla vigilia escludere l'assunzione di alcol;
  • Non fumare per 2 ore prima di un esame del sangue.

Nelle moderne cliniche specializzate esiste un numero enorme di test per lo screening degli anticorpi. (IgE)

Una serie di test per la determinazione degli allergeni inalati include la ricerca:

  • allergeni dell'erba (fioritura precoce e tardiva - timothy, team di ricci, picco dolcissimo e molti altri);

Emocromo completo per le allergie può rivelare eosinofilia. Gli eosinofili sono un tipo di leucociti granulociti, il cui numero aumenta con le reazioni allergiche e l'invasione elmintica. Conteggio ematico completo consente di determinare il livello di elementi cellulari del sangue e un certo numero di suoi parametri: eritrociti, leucociti con formula leucocitaria, piastrine, ESR (tasso di sedimentazione eritrocitaria). La formula dei leucociti è la determinazione del numero di differenti leucociti in termini percentuali (monociti, neutrofili, basofili, eosinofili, linfociti).

L'esame emocromocitometrico completo (UAC) è un esame diagnostico semplice ma molto valido per la determinazione dei disturbi del sangue e dei processi infiammatori. Ma un esame del sangue clinico per le allergie (emocromo completo) non è cruciale nella diagnosi di patologia.

Risultati dei test

Un esame del sangue per le allergie viene effettuato da 3 a 7 giorni, dopo di che viene decifrato da un medico. I risultati mostrano quali indicatori sono normali e quali lo superano e di quanto.

Le allergie possono aumentare significativamente il numero di tali indicatori come le IgE totali di immunoglobuline. La sua norma nei bambini e negli adulti è l'importo minimo. Dipende direttamente dall'età della persona. Vale la pena evidenziare i seguenti indicatori:

  • Un bambino fino a 12 mesi - da 0 a 15 unità per millilitro.
  • Nei bambini da 1 anno a 6 anni - da 0 a 60 unità per millilitro.
  • Nei bambini dai 6 ai 10 anni - da 0 a 90 unità per millilitro.
  • Nei bambini dai 10 ai 16 anni - da 0 a 200 unità per millilitro.
  • Negli adulti dopo i 16 anni - da 0 a 100 unità per millilitro.

Le IgE nei risultati possono anche essere indicate in unità come mIU / ml.

I risultati delle analisi sono anche interpretati in base a un indicatore come l'intensità della reazione immunologica a uno stimolo nel corpo. È dei seguenti tipi:

  • basso grado;
  • grado moderato;
  • alto grado.

Se un qualsiasi prodotto alimentare è allergico, non viene analizzata l'IgE, ma l'immunoglobulina specifica per IgG4. Il superamento può mostrare quanto spesso un paziente è autorizzato a mangiare uno o un altro tipo di cibo. Possiamo distinguere i seguenti due tipi di risultati possibili della quantità di questa sostanza nel sangue umano:

  • Da 1000 a 5000 unità. Questa cifra indica la necessità di limitare il consumo di un allergene. Più di due volte alla settimana non possono mangiare.
  • Sopra le 5000 unità. In questo caso, dovresti abbandonare completamente il tipo di cibo che causa una reazione avversa per un periodo superiore a tre mesi.

Norm IgG4 indica che una persona non ha allergie alimentari. In questo caso, può verificarsi una reazione avversa del corpo su alcune altre sostanze.

conclusione

La decifrazione dell'analisi degli allergeni deve essere eseguita solo da un allergologo qualificato. È categoricamente sconsigliato farlo da soli, poiché le allergie sono indicate da molti diversi indicatori. Una persona senza un'educazione medica appropriata può commettere un errore. È importante ricordare che questo particolare studio, e non un esame emocromocitometrico completo, può determinare la diagnosi finale. Limitare solo un sondaggio parziale non vale la pena.

Quali test per le allergie

Allergia - una malattia che si sviluppa a seguito di una specifica reazione del sistema immunitario a proteine ​​estranee.

Per sconfiggere definitivamente questa malattia insidiosa, non basta eliminare tutte le sue manifestazioni con mezzi medici. Se l'allergene colpisce ancora il corpo, l'allergia ritornerà.

Pertanto, il compito principale della diagnosi è identificare i principali allergeni, che consentiranno all'allergologo di svilupparsi ulteriormente per l'eliminazione del paziente (escluso il contatto con una sostanza irritante) e selezionare la strategia di trattamento corretta.

Tipi di allergeni rilevati durante i test

Il corpo può reagire in modo inadeguato a una varietà di sostanze.

È possibile testare allergeni domestici, alimentari, vegetali, insetti, medicinali, industriali, virali.

Metodi di indagine

Ispezione, prescrizione di test e ulteriore trattamento di pazienti con reazioni allergiche hanno coinvolto un allergologo.

Dopo aver individuato tutte le manifestazioni della malattia, la data della sua insorgenza, la predisposizione ereditaria e le peculiarità del corso, vengono selezionati i metodi di esame.

Gli allergeni sono attualmente installati in due modi, questi sono:

  • In vitro (in vitro) - cioè, non è richiesta la partecipazione diretta del paziente durante la diagnosi. È necessario solo il siero pre-preparato.
  • In vivo - diagnostica, durante la quale il paziente deve essere presente. Questo metodo di esame include test cutanei e provocatori.

Gli allergeni e la suscettibilità ad essi sono stabiliti da:

  • Test cutanei di scarificazione.
  • Stabilimenti nel siero della presenza di anticorpi specifici di immunoglobuline e Ig Ig.
  • Test provocativi
  • Test di eliminazione. Con questo metodo, l'esame dovrebbe escludere il contatto con un possibile, spesso cibo, allergene.

Quando si stabilisce il presunto allergene, ci sono spesso alcune difficoltà, a causa del fatto che gli ultimi decenni di allergia monocomponente, cioè una reazione a una sostanza irritante, sono estremamente rari.

Nella maggior parte dei casi, reazioni allergiche simili sono trasversali, cioè si sviluppano in diversi tipi di allergeni, la cosiddetta allergia polivalente.

Per determinarne accuratamente tutti, è necessario un esame completo con la nomina di diversi tipi di analisi contemporaneamente.

Che test hai per le allergie?

L'esame di un paziente con reazioni allergiche è di solito sempre standard, è obbligatorio nominare:

  • Analisi del sangue generale
  • Un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobulina E totale (IEg).
  • Analisi per la determinazione di anticorpi specifici di classi di immunoglobuline G ed E (IgG, IgE).
  • Test cutanei per la creazione di un allergene.
  • Test applicativi, provocatori e di eliminazione.

Molto spesso, solo un esame completo consente all'allergologo di stabilire con precisione le ragioni per lo sviluppo della malattia e quali metodi di trattamento saranno più efficaci.

Perché un esame del sangue è meglio di un test cutaneo?

In alcuni casi, i medici preferiscono limitare la nomina di quegli esami che possono essere fatti sul siero. Tale diagnostica ha diversi vantaggi:

  • Il contatto della pelle con un possibile allergene è completamente escluso. Questo preclude lo sviluppo di una reazione allergica acuta.
  • È possibile determinare la sostanza-irritante dal sangue in qualsiasi momento e per quasi tutti. I test cutanei vengono eseguiti solo in determinate condizioni.
  • Per stabilire diversi allergeni, il sangue viene assunto una volta.
  • Con il sangue, puoi determinare sia indicatori oggettivi che quantitativi, ti permette di stabilire il grado di sensibilità ai diversi allergeni.

I test della pelle non vengono sempre nominati, poiché non tutti vengono mostrati.

Non vengono utilizzati se la maggior parte della pelle viene cambiata a causa di manifestazioni allergiche o malattie della pelle.

Controindicato da tale esame a coloro che hanno avuto anafilassi nella storia.

I risultati non affidabili dei test cutanei saranno nei casi in cui il paziente impiega molto tempo a sopprimere la sensibilità del corpo a possibili allergeni.

A causa del basso contenuto informativo, i test cutanei non sono prescritti per bambini e anziani.

Preparazione prima dell'analisi

Le analisi del siero del sangue per la determinazione degli allergeni devono essere effettuate in diverse condizioni. Il mancato rispetto di questi porta a risultati falsi. Il medico deve spiegare al paziente tutte le sfumature delle attività preparatorie.

Prima di prendere il sangue, devono essere soddisfatte solo alcune condizioni:

  • Il sangue viene somministrato solo durante i periodi di remissione. Durante l'esacerbazione di una reazione allergica, gli anticorpi saranno ovviamente aumentati e questo distorcerà i risultati dei test.
  • L'analisi degli allergeni non passa durante il corso di malattie virali, catarrale e respiratoria. È necessario posticipare l'esame in caso di esacerbazione di malattie croniche, a temperatura e avvelenamento del corpo.
  • Alcuni giorni prima dei test e dei test, si rifiutano di ricevere cure mediche, inclusi gli antistaminici. In quei casi in cui la cancellazione di farmaci a causa di una grave malattia è impossibile, il sangue viene somministrato solo dopo aver consultato un allergologo.
  • Non meno di tre giorni prima della raccolta del sangue, tutti i contatti con animali domestici, come uccelli, animali e pesci, cessano.
  • Cinque giorni prima della diagnosi, è necessario escludere dal cibo tutti i prodotti con un alto grado di allergenicità, come miele, cioccolato, latte intero, frutta secca, agrumi e frutta esotica, frutti di mare, verdure, bacche e frutti di colore rosso. È anche impossibile in questo momento utilizzare prodotti a base di conservanti, esaltatori di sapidità, aromi, coloranti.
  • Un giorno prima del giorno dell'esame è necessario ridurre l'intensità dello sforzo fisico, in particolare per l'allenamento sportivo.
  • L'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 10 ore prima del test.
  • Il giorno dell'indagine rifiuta il caffè e il fumo.

La conformità a tutte le regole fornirà risultati affidabili.

Analisi del sangue generale

Questa analisi è di base ed è assegnata a tutti i pazienti senza restrizioni.

Secondo gli indicatori dell'analisi generale, il medico sarà in grado di navigare e selezionare il piano ottimale per l'esame del paziente.

Il sangue viene prelevato più spesso dal dito per l'analisi, sebbene sia possibile anche il prelievo di sangue per via endovenosa.

Se ci sono allergeni nel corpo, un'analisi generale mostrerà la presenza di eosinofili - cellule del sangue speciali.

Gli eosinofili compaiono anche nelle malattie parassitarie e batteriche, con reazioni infiammatorie marcate.

Se queste cellule del sangue vengono rilevate, il medico deve prescrivere quegli esami che aiuteranno a eliminare o confermare le cause degli eosinofili aumentati nel sangue.

Test cutanei

I test cutanei per gli allergeni vengono effettuati in diversi modi, è:

  • Test di scarificazione Alcune gocce della soluzione con allergeni vengono applicate per pulire, trattate con un antisettico, la pelle, quindi con l'aiuto di uno scarificatore, lo strato superiore della pelle viene graffiato.
  • Test di picco Le gocce con allergeni vengono anche applicate sulla pelle, quindi attraverso queste gocce le iniezioni di superficie sono fatte con un ago usa e getta.
  • Il test applicativo (patch test) prevede l'applicazione di un cerotto con allergeni applicati sulla pelle.

Il patch test è considerato il metodo di indagine meno aggressivo. Con l'intonaco incollato di solito si passa per due giorni, dopodiché il medico valuta tutti i cambiamenti.

Il metodo di applicazione per l'esame è più spesso utilizzato per la dermatite allergica.

Test di picco e scarificazione della pelle consentono di ottenere i risultati del sondaggio entro 15-20 minuti, se durante questo periodo ci sono stati cambiamenti della pelle sotto forma di gonfiore, arrossamento, prurito, significa che il corpo umano è sensibile a queste sostanze.

Fino a 15 possibili allergeni possono essere identificati contemporaneamente con questi test.

Il test di scarificazione e il test di picco non sono sempre prescritti, in quanto vi è la possibilità che gli allergeni entrino nel corpo, con conseguente shock anafilattico.

Controindicazioni alla nomina di questi test:

  • L'età del bambino ha meno di 5 anni;
  • Identificazione di anafilassi durante una conversazione con un paziente;
  • Periodo di gravidanza e allattamento;
  • Il periodo di trattamento con ormoni;
  • Età oltre 60 anni;
  • Esacerbazione di malattie cardiache, nervose, allergiche, gastrointestinali.

Immunoglobulina E (IEg)

Un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobulina E totale (IEg).

L'analisi per l'immunoglobulina totale viene effettuata dopo la raccolta del sangue da una vena. Una piccola quantità di immunoglobulina E totale (IEg) è costantemente presente nel sangue di qualsiasi persona e questa tendenza aumenta con una tendenza allergica.

La determinazione di IEg in laboratorio viene effettuata combinando il siero con i sospetti allergeni. Il metodo è considerato informativo, ma ancora nel 30% dei casi i suoi risultati non sono attendibili.

Il fatto è che gli anticorpi nel corpo non appaiono immediatamente e alcuni tipi di allergeni non aumentano l'immunoglobulina totale.

Se il test IEg ha mostrato risultati normali, ma la persona ha tutti i sintomi di una reazione allergica, è necessario un ulteriore esame - un'analisi per determinare gli anticorpi G (IgG).

L'immunoglobulina totale è misurata in mIU / ml. Il valore normale di E (IEg) a seconda dell'età:

  • Neonati e bambini fino a due anni - 0-64;
  • Bambini da 2 a 14 anni - 0-150;
  • Dopo 14 anni - 0-123;
  • Pazienti sotto i 60 anni - 0-113;
  • Dopo 60 anni - 0-114.

Immunoglobuline G ed E (IgG, IgE)

Un esame del sangue per la determinazione di anticorpi specifici delle classi di immunoglobuline G ed E (IgG, IgE).

Gli anticorpi appartenenti alla classe di IgG e IgE sono i principali indicatori della reazione agli allergeni. Il loro livello determina la natura del decorso della malattia.

Le reazioni allergiche di tipo immediato si verificano con la diretta partecipazione di un aumentato valore di immunoglobulina E.

Le reazioni lente che si verificano poche ore o giorni dopo l'interazione con l'allergene si sviluppano con la partecipazione di immunoglobulina G (IgG).

Nella composizione totale di tutte le immunoglobuline, l'IgG domina. Questa immunoglobulina ha l'emivita più lunga, della durata di 21 giorni, e ciò consente di determinare in che modo il corpo reagisce all'allergene, anche diverse settimane dopo il contatto con l'allergene.

I test per la determinazione di IgG e IgE vengono effettuati su siero, pertanto il test prevede la raccolta di sangue da una vena.

Con questo sondaggio, è possibile identificare la maggior parte delle allergie, tra cui su:

  • elminti;
  • Animali domestici proteici;
  • Irritanti per la casa;
  • Allergeni industriali;
  • Prodotti alimentari;
  • Microparticelle di piante e loro parti.

Per identificare anticorpi specifici, vengono utilizzati diversi pannelli. Il medico sceglie la necessità di controllare il corpo per la sensibilità del gruppo allergenico in base ai sintomi della malattia.

In alcuni casi, non uno, ma diversi pannelli con allergeni vengono assegnati contemporaneamente.

La determinazione di anticorpi specifici può essere effettuata su qualsiasi paziente senza restrizioni, sia nel periodo di remissione che nella ricorrenza di malattie. L'unica condizione è che tre ore prima della raccolta del sangue, nulla può essere mangiato.

Altri modi per identificare gli allergeni

In alcune istituzioni mediche, puoi fare altri test per le allergie. Un test radioallergosorbente o il metodo PAST è considerato efficace.

Quando viene eseguito, il livello di IgE viene determinato dopo l'introduzione di specifici trigger, ovvero sospetti allergeni.

Il PASSATO può essere fatto senza interrompere gli antistaminici, questo metodo di diagnosi è adatto anche per determinare le reazioni allergiche nei bambini molto piccoli.

L'indicatore di carta radioimmunosorbente o il metodo RIST indicano il livello di anticorpi IgE e IgG. Informativo per allergie, asma, bronchite e sinusite.

I test provocatori consistono nel somministrare una quantità minima di allergeni al naso (nasale), sotto la lingua (sublinguale) o direttamente nell'albero bronchiale.

Viene assegnata una provocazione se gli esami del sangue non aiutano i test cutanei a diagnosticare la causa alla base della malattia.

I test provocatori sono condotti solo nelle condizioni di quelle istituzioni mediche dove c'è rianimazione. Ciò è dovuto al fatto che la reazione del corpo può essere violenta, anche shock anafilattico.

Dove posso testare le allergie

Gli esami del sangue per il rilevamento di allergeni possono ora essere presi in centri medici specializzati, così come nelle cliniche distrettuali ordinarie.

Solo in anticipo è necessario ottenere un rinvio dal medico dell'allergologo, che indicherà quali stimoli specifici devono essere installati.

La consegna delle analisi nelle direzioni salverà da inutili spese finanziarie.

I test cutanei vengono effettuati solo nelle condizioni delle istituzioni mediche. Il paziente deve essere sotto la supervisione di un fornitore di assistenza sanitaria in ogni momento.

Esame di pazienti con reazioni allergiche in grandi città coinvolte in cliniche pubbliche e private, quindi è quasi sempre possibile passare attraverso una diagnosi completa.

Nell'ospedale vengono eseguiti solo test provocatori, in quanto vi è il rischio di shock anafilattico.

Caratteristiche esame dei bambini

I bambini soffrono di allergie molto più spesso degli adulti.

L'esame dei giovani pazienti non è praticamente diverso dalla diagnosi di allergia nelle persone di età.

L'unica restrizione è che i test cutanei non vengono assegnati fino a 5 anni, dal momento che non sono informativi durante questo periodo e possono a volte essere inaffidabili.

Un pediatra o un allergologo può prescrivere un test per gli allergeni a un bambino.

Il sangue per gli allergeni nei bambini è preso da una vena, il medico prescrive un test dal gruppo di allergeni che sono i più probabili "colpevoli" di una malattia allergica.

Con l'aiuto di pannelli sugli allergeni, è possibile installare cibi intollerabili, piante, allergie animali e polvere domestica.

In alcuni centri medici offrono tecnologia innovativa ImmunoCAP, noto anche come Phadiatop Infant o Fadiotope per bambini.

Questo studio è specificamente progettato per stabilire la suscettibilità dei bambini sotto i 5 anni alle reazioni allergiche.

ImmunoCAP consente di impostare la più bassa concentrazione di anticorpi IgE e la risposta del corpo ai singoli allergeni.

La diagnosi di allergie e l'istituzione di stimoli specifici al livello attuale delle possibilità della medicina non è particolarmente difficile.

Un esame tempestivo fornirà un trattamento completo, che in molti casi aiuta a sconfiggere completamente l'allergia.

Quale indicatore del sangue dice sulle allergie

L'allergia può essere diagnosticata e il tipo di allergene può essere determinato non solo dai sintomi clinici della malattia e dall'anamnesi del paziente, ma anche mediante test e analisi speciali. Test cutanei allergici consentono di determinare l'allergene con grande precisione. Ma un esame del sangue per allergeni è preferibile, perché per la sua condotta non richiede il contatto della pelle del paziente con piccole dosi di una sostanza pericolosa per lui. Esistono diversi tipi di analisi del sangue che possono determinare il profilo allergico del paziente.

Quale test del sangue mostra allergie

Gli immunologi battono l'allarme! Secondo dati ufficiali, una allergia apparentemente innocua a prima vista ogni anno richiede milioni di vite. La ragione di queste terribili statistiche è PARASITES, infestata dal corpo! Principalmente a rischio sono le persone che soffrono.

Per comprendere in che modo la determinazione dell'allergia viene effettuata mediante analisi del sangue, è necessario ricordare il meccanismo dello sviluppo di una reazione allergica che si verifica nel corpo. L'allergia è una reazione particolare del sistema immunitario. Si verifica dopo il contatto diretto del corpo con una sostanza specifica.

L'allergene, a cui il corpo umano diventa ipersensibile, entra nel tratto gastrointestinale, le mucose del naso, gli occhi, la pelle. Questo provoca la produzione di immunoglobuline E. Ecco come inizia l'allergia.

L'indicatore di allergia nelle analisi del sangue è eosinofili e immunoglobuline. Per determinare l'allergia passare diversi tipi di esami del sangue:

Dal momento che le immunoglobuline di classe E sono prodotte nel corpo in risposta al contatto con un allergene. Questo rende possibile a livello di anticorpi per diagnosticare - allergia.

Un esame emocromocitometrico completo per le allergie viene preso per l'esame preliminare di una possibile reazione allergica con aumento dei livelli di eosinofili - specifici globuli bianchi (globuli bianchi). Sono coinvolti nella risposta del corpo a varie malattie, comprese quelle allergiche. Considera questi metodi di ricerca in modo più dettagliato.

Cosa mostrano gli eosinofili

Non è necessario eseguire un esame del sangue generale o clinico per le allergie, in quanto non è molto indicativo. KLA può essere espanso o breve. Siamo interessati ai livelli ematici di eosinofili. Ma cosa può dire questa figura?

Normalmente, il numero di eosinofili nel sangue di un adulto e di un bambino non deve superare l'1-5%. Se questo numero è maggiore, allora i processi patologici hanno luogo nel corpo. Forse è una malattia autoimmune, infettiva o infiammatoria, invasione di vermi o allergie.

Cioè, se una persona è allergica, un esame del sangue per gli eosinofili mostrerà il loro eccesso. Ma dire che è un'allergia, è impossibile. Il metodo di esclusione può essere utilizzato per scoprire quale sia la malattia. Ma per confermare una diagnosi preliminare basata su sintomi clinici, un esame del sangue generale e dati sull'anamnesi, sono necessari altri esami più accurati.
https://www.youtube.com/watch?v=1iU7p3nSuKU

immunoglobuline

In laboratorio, è possibile identificare una sostanza che provoca una reazione specifica del sistema immunitario, cioè un allergene. Per fare questo, prendi le allergie dal sangue e mescolalo con varie sostanze - probabili allergeni. Se, interagendo con uno di essi, gli anticorpi appaiono nel sangue, significa che una persona è incline a una reazione allergica a questa sostanza.

L'elenco degli allergeni è molto esteso. Pertanto, il numero di campioni può essere calcolato in decine e centinaia. Per ridurre l'elenco delle sostanze sospette di provocare allergie, studiare attentamente i sintomi e la storia della malattia. Se si ritiene che la malattia abbia causato un qualche tipo di cibo, quindi prima condurre un esame del sangue per le allergie alimentari. In questo caso, l'elenco comprende innanzitutto gli allergeni più aggressivi con i quali il paziente deve contattare.

Tipi di allergeni

Ogni anno il numero di pazienti di allergologi aumenta costantemente.

Gli scienziati attribuiscono questa tendenza negativa all'inquinamento ambientale e al degrado ambientale, nonché a un'alimentazione di scarsa qualità (più precisamente, innaturale) che prevale nella dieta dell'uomo moderno.

Il numero di sostanze che possono provocare reazioni allergiche nell'uomo è stato misurato a centinaia. Quindi, tutti gli allergeni sono divisi in diversi tipi.

Il cibo. Questo è il gruppo più ampio, quindi la diagnosi di allergie alimentari è la più difficile.

Tra i prodotti che più spesso causano reazioni patologiche dal corpo sono noci, agrumi, uova, pesce, cioccolato, latte.

Vegetale. Anche il gruppo di piante che causa reazioni allergiche è alquanto numeroso, quindi è anche estremamente difficile identificare un determinato allergene vegetale.

Le reazioni patologiche del corpo della pianta più spesso causano durante il periodo di fioritura. Quindi, le reazioni a lanugine di pioppo, ambrosia e mimosa sono molto comuni.

Farmaceutica. Creato con l'obiettivo di migliorare la salute umana, alcuni farmaci (il più delle volte antibiotici) per le persone soggette a reazioni allergiche possono essere dannosi e provocare allergie.

In questo caso, il medico dovrebbe immediatamente annullare il farmaco che ha causato la reazione patologica del corpo.

Animali. Anche gli animali domestici amati possono causare lacrimazione, naso chiuso e occhi costantemente rossi. Quindi, allergie ai capelli di cani e gatti, punture di insetti sono molto comuni.

Delle famiglie. Anche la polvere domestica banale, la muffa può provocare una reazione patologica del corpo.

Nella stanza in cui vive il paziente, è necessario eseguire costantemente la pulizia a umido con disinfettanti.

Chemical. Detersivo in polvere, sapone, bagnoschiuma o crema per il viso, soprattutto se creato da ingredienti non naturali, può causare una reazione negativa del corpo.

Molto spesso, questo tipo di allergia sarà accompagnata da prurito, arrossamento ed eruzioni cutanee.

Indicazioni per lo studio e segni di allergia

Quali sono le principali indicazioni per lo studio del plasma per gli allergeni? Come già notato, l'indicazione più importante è la diagnosi della malattia.

L'analisi è necessaria se una persona ha segni caratteristici di allergia stagionale, ad esempio, lacrimazione e un naso che cola costantemente all'inizio dell'estate - durante la fioritura del pioppo, o il corpo ha reagito violentemente al cibo appena consumato.

Lo studio è anche mostrato a pazienti con allergie ereditarie, intolleranza individuale a una particolare sostanza.

Inoltre, l'analisi è necessaria per le persone che sono state trattate con antibiotici, pazienti con condizioni di lavoro dannose e che soffrono di tosse persistente o congestione nasale.

Questa ricerca è indispensabile per monitorare le condizioni del paziente durante il trattamento delle allergie, così come nei casi in cui il trattamento a lungo termine di dermatiti, infezioni respiratorie acute, congiuntivite o tosse non funziona.

Ma è possibile identificare un'allergia in sé o in un bambino senza donare il sangue per un'analisi speciale? Sicuramente no. Si può solo assumere la presenza di un processo patologico reciproco nel corpo.

La diagnosi della malattia deve essere effettuata esclusivamente da un allergologo sulla base di un esame completo.

L'autodiagnosi non dovrebbe essere eseguita, sebbene sia possibile presumere che tu o il tuo bambino soffriate di allergie, conoscendone i segni più importanti.

Come per altri esami del sangue, non sono efficaci per la rilevazione di reazioni allergiche. Ad esempio, la diagnosi di una malattia specifica secondo un esame del sangue generale è impossibile.

Secondo l'analisi generale, che viene spesso presa dal dito, è solo possibile identificare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo e assumere, in base al livello di elevazione del basofilo, una reazione allergica.

Tuttavia, è impossibile diagnosticare e identificare accuratamente l'allergene secondo l'analisi generale.

A causa del fatto che ci sono molte diverse forme di manifestazione di allergie, quindi i sintomi (segni) di questo fenomeno spiacevole sono anche alcuni.

Quindi, rinite persistente e prurito al naso, tosse e respiro sibilante nei polmoni sono caratteristici dell'allergia respiratoria e l'asma bronchiale è possibile.

Con dermatite allergica, prurito, desquamazione, arrossamento e pelle secca, rash e anche la comparsa di edema sono osservati.

Nella congiuntivite allergica, il paziente avverte prurito e una sensazione di bruciore agli occhi, gli occhi possono arrossire e l'edema appare nell'area circostante e appaiono anche occhi senza lacrime.

Allergie alimentari e allergie ai farmaci possono manifestarsi come nausea, coliche intestinali, problemi intestinali.

È anche questa variante di allergia che più spesso causa stati così pericolosi come angioedema (gonfiore della lingua, labbra e parte della laringe) e shock anafilattico, che può causare la morte.

Risultati della ricerca

Negli ultimi anni, per determinare le allergie sia negli adulti che nei bambini, vengono eseguiti due test: un test RAST, che determina la presenza di una reazione allergica nel corpo e un elenco di possibili allergeni e un test dell'immunoglobulina E (IgE). Quest'ultimo consente di identificare più accuratamente un allergene specifico.

La decifrazione dei dati ottenuti - i risultati degli studi al plasma sia di un adulto che di un bambino - e una diagnosi accurata, come già notato, dovrebbero essere effettuati esclusivamente da uno specialista.

Il fatto è che ogni indicatore ottenuto durante lo studio non dovrebbe essere solo correlato con la norma, ma anche con le caratteristiche individuali del corpo umano.

L'articolo presenta solo valori di analisi generali. Ripetiamo che in ciascun caso l'indicatore potrebbe spostarsi leggermente in una direzione o nell'altra.

L'immunoglobulina E è contenuta nel sangue di ogni persona in una quantità molto piccola.

Tuttavia, in presenza di una reazione allergica, questo indicatore aumenta in modo significativo. E più spesso il paziente è in contatto con l'allergene, più questo indicatore sarà.

Va notato che l'indicatore della concentrazione di immunoglobulina E, e di conseguenza, l'interpretazione del test del sangue in pazienti di diverse fasce d'età può differire in modo significativo.

Pertanto, la trascrizione dell'analisi in un adulto sano contiene approssimativamente i seguenti indicatori: il livello di immunoglobulina E varia da 0 a 113 mIU / ml.

Insieme a questo, negli anziani e nei bambini, la decodifica dell'analisi contiene dati abbastanza diversi. Pertanto, nelle persone di età superiore a 55 anni, il livello di immunoglobulina E è 0 - 114 mIU / ml.

Nei neonati, la trascrizione contiene le seguenti norme: 0 - 64 mIU / ml. Negli adolescenti (11-16 anni), il livello di IgE può aumentare significativamente (150 mIU / ml), quindi se la decodifica di un'adolescente indica che la concentrazione di immunoglobuline E 149 o anche 150 mIU / ml non indica necessariamente una reazione allergica, sebbene e richiedono ulteriori ricerche

Inoltre, per identificare un allergene specifico, che è particolarmente importante per le allergie alimentari, l'analisi determina il livello di immunoglobulina IgG.

La decodifica di questa analisi contiene i seguenti indicatori:

  • IgG 5000 ng / ml - anche un singolo consumo di questo alimento può causare una forte reazione allergica ed è pericoloso per la salute.

Pertanto, un esame del sangue per allergeni (allergie) è uno studio molto importante che consente non solo di diagnosticare la presenza di una reazione allergica nel corpo, ma anche di identificare la sostanza specifica che lo causa, nonché i limiti accettabili di contatto con esso.

Questa domanda interessa molti genitori, soprattutto perché la frequenza delle malattie allergiche è in costante aumento.
Il modo più efficace per sbarazzarsi delle allergie è escludere le sue fonti. Per fare questo, hanno bisogno di sapere, cioè, è necessario identificare gli allergeni. A tale scopo, l'anamnesi viene accuratamente raccolta e il metodo di osservazione identifica le possibili cause di tale condizione. Nella fase successiva, vengono assegnati diversi test.

Che test fanno?
Analisi del sangue clinico generale
Un esame del sangue per determinare il livello di immunoglobuline E totali (IgE),
Un esame del sangue per la determinazione di anticorpi specifici delle classi di immunoglobuline G ed E (IgG, IgE),
Test cutanei allergici.
Ognuna di queste analisi ha il suo scopo e le sue capacità.
Analisi del sangue generale
Prima di tutto, esegui un esame del sangue generale per le allergie. Qual è il medico più interessato in questo caso? Queste sono cellule del sangue chiamate eosinofili. Il numero di eosinofili aumenta quando "qualcun altro" è presente nel corpo. Pertanto, una maggiore quantità di eosinofili può essere un indicatore di allergia nel test del sangue. Ma per l'affidabilità, è necessaria una ricerca aggiuntiva sui parassiti, perché lo stesso indicatore del sangue aumenta con la loro presenza nel corpo.
Se la versione parassita non è confermata, il passo successivo è un esame del sangue per determinare il numero totale di immunoglobuline E.

Cosa dà la definizione di IgE totali?
A contatto con un allergene, l'organismo produce una risposta immunitaria, che è spesso accompagnata dalla produzione di immunoglobuline. Sono contenuti nel siero, dove vengono rilevati nell'analisi. L'importo normale dipende dall'età, dal sesso e dal peso della persona.
Tuttavia, se le immunoglobuline totali sono normali, questa non è un'indicazione dell'assenza di allergie. Il fatto è che fino al 30% delle malattie allergiche non sono accompagnate da un aumento di questo indice ematico. Se il sospetto di allergie è alto, allora dovrai fare un'altra analisi delle allergie, come la determinazione nel sangue di specifiche immunoglobuline (o anticorpi) a diversi gruppi di allergeni o singoli allergeni.

Perché devo identificare anticorpi specifici?
La determinazione degli anticorpi delle classi IgG (IgG4) e IgE è un indicatore della risposta dell'organismo a determinati gruppi di sostanze, nonché un'indicazione della natura di queste reazioni. Con la partecipazione dell'immunoglobulina E, si verificano reazioni del tipo immediato, quando la risposta dell'organismo all'ingresso di un allergene si forma in pochi minuti. Con la partecipazione dell'immunoglobulina G, si verificano reazioni allergiche di tipo ritardato: il corpo reagisce solo poche ore, o addirittura giorni, dopo l'ingestione dell'allergene.
Il sangue per l'analisi per identificare le allergie è preso da una vena. Puoi spenderlo a qualsiasi età, ma vale la pena notare che prima dei 3 anni, a volte ci sono risposte false positive. Tuttavia, se l'allergia è grave, allora è possibile e necessario superare questi test. Successivamente, viene eseguito un test su gruppi sospetti di allergeni. Tale analisi è sicura, non richiede una formazione specifica. Per l'analisi, il medico insieme al paziente seleziona la serie di test richiesta. Si basa sull'osservazione del fatto, dopo di che il paziente manifesta reazioni allergiche. Tutti i test sono suddivisi in cosiddetti pannelli allergenici, che comprendono i seguenti gruppi di immunoglobuline specifiche:
Allergeni vermiformi,
Allergeni vegetali
Muffa allergeni funghi,
Allergeni domestici,
Allergeni professionali
Allergeni alimentari
Allergeni di animali.
Questo elenco è abbastanza ampio, ogni pannello di allergeni contiene da due o tre allergeni specifici a diverse dozzine. Di norma, il medico prescrive test da quei gruppi di immunoglobuline specifiche, la cui reazione è più probabile. Con l'aiuto di tali test, è possibile effettuare un'analisi delle allergie a gatti, cani o altri animali domestici, allergie a varie piante. Questo metodo diagnostico mostra la massima efficacia nelle allergie alimentari.

Dove donano il sangue per i test allergologici?
Oggi, oltre ai centri allergici specializzati, ci sono molti laboratori in cui è possibile effettuare qualsiasi test. È possibile passare un'analisi sull'allergia a un bambino o un adulto in tali laboratori anche senza la prescrizione del medico. Naturalmente, è meglio sottoporsi a qualsiasi influenza medica solo su indicazione di uno specialista, ma in alcuni casi è possibile prima preparare i test e poi consultare un medico in modo più sostanziale. Questo è particolarmente vero per le piccole città dove non c'è allergizzante, e non tutte le persone allergiche hanno l'opportunità di viaggiare più volte per uno specialista per centinaia di chilometri.

Quando si fanno i test della pelle?
Quando hai bisogno di ottenere una risposta non sul gruppo di allergeni, ma su una sostanza specifica che causa allergie, o quando l'allergene è completamente chiaro, hai solo bisogno di conferma clinica, i test sono fatti per identificare le allergie usando test cutanei. Questo metodo è considerato il più affidabile, soprattutto quando si tratta di allergeni che entrano nel corpo attraverso il sistema respiratorio. Effettuare questi test dopo i 5 anni (secondo indicazioni di 3 anni).

Come vengono effettuati i test della pelle?
Una goccia di una soluzione allergenica viene applicata sulla pelle all'interno dell'avambraccio, una puntura o un piccolo graffio è fatto in questo luogo. Ulteriori osservazioni mostrano se c'è un'allergia a questa sostanza. Se si formano arrossamenti o vesciche con diametro superiore a 2 mm entro 10 minuti, ciò indica una reazione allergica. Questi sintomi di solito scompaiono entro due ore.
Allo stesso tempo, puoi fare un test per diversi allergeni. Tuttavia, deve essere compreso che gli allergeni entrano nel flusso sanguigno e se c'è una forte reazione ad un allergene specifico, possono esserci gravi complicanze fino allo shock anafilattico. Per questo motivo, i test cutanei vengono effettuati solo in centri specializzati sotto la supervisione di un allergologo esperto.
I test cutanei non sono sempre adatti per i test allergologici. Il fatto è che pochi giorni prima della loro partecipazione non possono mangiare antistaminici e altri farmaci. Questo non è sempre possibile. Pertanto, un esame del sangue per le allergie in molti casi rimane l'opzione diagnostica più accettabile.

Cause di allergie e possibili segni

L'allergia è un aumento della sensibilità di un organismo a qualsiasi sostanza dovuta alla loro ingestione. Questa condizione è solitamente provocata da cibo, prodotti chimici domestici, polline delle piante, lana, polvere o microrganismi patogeni.

Inoltre, studi hanno dimostrato che le allergie possono causare endoallergeni e autoallergeni, la cui formazione si verifica nel corpo. Sono divisi in naturali e acquisiti, che sono caratterizzati dall'acquisizione di proprietà aliene come risultato di fattori radianti, termici, chimici, virali e batterici.

I potenziali allergeni possono essere:

  • Tali alimenti come semi di soia, frutta, frutti di mare, noci, latte, uova.
  • Polline vegetale
  • Muffa spore e funghi.
  • I morsi di insetti succhiatori di sangue e pungenti.
  • Tick ​​le tossine
  • Polvere.
  • Piume e piume.
  • Di farmaci.
  • Proteine ​​che fanno parte di vaccini e plasma del donatore.
  • Lana.
  • Detergenti con componenti chimici.
  • Latex.
  • Invasioni verme.

Queste sostanze entrano nel corpo attraverso l'inalazione, uno stile di vita e un'alimentazione scorretti. Inoltre, la predisposizione ereditaria influenza lo sviluppo di allergia.

Ulteriori informazioni sui test che devono superare un'allergia sono disponibili nel video:

I sintomi allergici dipendono dal tipo di malattia:

  1. Con dermatite, si osserva prurito, secchezza, desquamazione e arrossamento della pelle. Inoltre, ci sono eruzioni cutanee, simili a eczema, vesciche e grave gonfiore.
  2. Le allergie respiratorie sono accompagnate da starnuti, secrezioni nasali e prurito, sibili e fischi nei polmoni, tosse, broncospasmo, mal di testa e vertigini. Un sintomo pericoloso sta soffocando.
  3. I sintomi di allergie alimentari sono costipazione, diarrea, nausea, coliche intestinali, vomito.
  4. La congiuntivite allergica si manifesta con lacrimazione, arrossamento e gonfiore delle palpebre, sensazione di bruciore e dolore agli occhi.
  5. Quando lo shock anafilattico, che è considerato una forma pericolosa di allergia, può essere mancanza di respiro, asfissia, riduzione della pressione, annebbiamento o perdita di coscienza, convulsioni, defecazione involontaria e minzione, la comparsa di lesioni sul corpo.

Le allergie causano anche irritabilità, affaticamento e debolezza generale.

Pericolo di allergia

Le malattie allergiche sono considerate pericolose. Questo perché possono provocare le seguenti complicazioni:

  • I sintomi diventano più pronunciati.
  • Inizia la progressione della gravità della malattia.
  • La gamma di antigeni si espande, si verificano fenomeni allergici a nuovi allergeni.
  • La qualità della vita del paziente diminuisce.
  • L'immunità è indebolita.

Inoltre, è possibile che la rinite allergica stagionale si sviluppi in asma bronchiale, prurito e rash cutaneo in una reazione anafilattica.

Tali condizioni patologiche possono anche verificarsi:

  1. angioedema
  2. Malattia da siero
  3. Anemia emolitica
  4. Shock anafilattico
  5. eczema
  6. Sindrome di Stevens-Johnson
  7. Sindrome di Lyell

Per evitare tali conseguenze indesiderabili, è importante che i primi segni di allergia sembrino rivolgersi a specialisti.

Quali test devi superare

Gli allergeni nel corpo possono essere determinati usando i seguenti metodi:

  • Esami del sangue per immunoglobuline.
  • Esame del sangue biochimico ed ematologico.
  • Test allergologici.

Nel primo caso, lo studio consiste nel determinare l'indicatore quantitativo di immunoglobulina nel sangue. Questi sono anticorpi prodotti da fluido tissutale, linfociti e membrane mucose per la neutralizzazione di cellule estranee che entrano nel corpo.

Tale studio può essere di due tipi: analisi del numero totale di immunoglobuline e diagnosi per la determinazione di anticorpi specifici.

Il referral per l'analisi viene somministrato ai pazienti allergici al cibo, ai farmaci, al polline delle piante, ai prodotti chimici domestici, alla lana e ad altri allergeni. Inoltre, la diagnosi dovrebbe essere con dermatite atopica, eczema, invasioni elmintiche. Per fare una tale analisi è necessario se c'è una predisposizione genetica. Di solito tale ricerca è fatta per i bambini dopo tre anni.

Non sono richieste regole speciali per la preparazione della diagnosi, ma è auspicabile eseguire la procedura a stomaco vuoto al mattino.

Inoltre, alcune ore prima del test, dovresti smettere di fumare, evitare sovraccarichi fisici ed evitare situazioni stressanti. Dovrebbe essere abbandonato per tre giorni prima dell'analisi del consumo di bevande alcoliche.

Decifrare le analisi del sangue

Nelle malattie allergiche, i parametri dell'analisi biochimica del sangue cambiano notevolmente. Se si verifica una reazione allergica nel corpo, allora tali caratteristiche possono indicare:

  • Eosinofili. Nel caso in cui del numero di cellule leucocitarie, la loro velocità supera il 5 percento.
  • Leucociti. In caso di allergia, il livello delle cellule supera i 10 mila per millimetro di sangue.
  • Basofili. Un segno di allergie è considerato superiore all'1%.
  • Acido urico Livelli eccessivi possono indicare patologia.

Il risultato di un esame del sangue per l'immunoglobulina può essere trovato in 1-2 settimane. Il livello normale di immunoglobulina totale dipende dal criterio dell'età:

  • Nei neonati - da 0 a 64 mUI per ml.
  • Fino a 14 anni - fino a 150 mIU per ml.
  • Fino a 18 anni - fino a 123 Mme per 1 ml.
  • Negli adulti - da 0 a 113 mUI.
  • Dopo 60 anni - fino a 114 Mme per ml.

La ricerca su immunoglobulina specifica viene solitamente eseguita per determinare le allergie alimentari. Nel caso in cui l'indicatore sia inferiore a 5 mila ng per ml, viene diagnosticata un'allergia alla sostanza:

  • Reazione positiva Tariffe in eccesso diverse volte
  • Risultato negativo Se il conteggio delle immunoglobuline è normale.

Ulteriori metodi diagnostici

Come già accennato, i test cutanei sono un altro metodo diagnostico affidabile. Inoltre, questo studio permette di stabilire quale allergene provoca la malattia. Il vantaggio di questo metodo è anche considerato la velocità di ottenere risultati.

Per eseguire la procedura, una soluzione allergenica viene lasciata cadere su una certa area della pelle e attendere venti minuti. Se non ci sono reazioni, ma è possibile escludere la presenza di una malattia allergica. In una situazione in cui vi è gonfiore o arrossamento della pelle più di tre millimetri, allora questa condizione indica una patologia.

Altri metodi diagnostici includono:

  1. Eliminazione. Dalla dieta, rimuovere il prodotto, che può essere un allergene e monitorare la reazione. Nel caso del miglioramento, la causa era precisamente questa sostanza.
  2. Test provocativo Consiste nell'introduzione di un piccolo numero di allergeni sotto la lingua, il naso o i bronchi. Dopo, valuta la reazione. Tuttavia, va ricordato che un tale metodo è considerato pericoloso, poiché può causare reazioni forti.

Un metodo più affidabile e sicuro sono gli esami del sangue per gli anticorpi e test cutanei.

Ciao cari lettori ENT online!

L'emocromo completo è uno dei metodi diagnostici più importanti, che riflette la risposta degli organi interni a vari fattori patologici. Secondo gli ultimi dati dell'OMS, la ricerca di laboratorio rappresenta il 60% del numero totale di test eseguiti.

La rilevanza di questo metodo è spiegata dalla disponibilità e dal volume. L'analisi del sangue riflette chiaramente quasi tutti i processi patologici che si verificano nel corpo umano. La semplicità della procedura consente di utilizzare la tecnica non solo in ospedale, ma anche nelle condizioni del policlinico.

OAK è il "primo passo" nella diagnosi differenziale, tra diverse malattie, perché la maggior parte dei sintomi sono così simili che devi eseguire una serie di test prima di giungere a una conclusione. L'UCK restringe il cerchio delle malattie "sospette", determina quasi esattamente dove è necessario cercare la causa della patologia, risparmiando tempo. È un errore supporre che l'UAC sia importante solo nel caso della patologia del sangue, poiché l'analisi riflette lo stato dell'intero organismo.

Trascrizione completa del sangue ematico (indicatori chiave)

Un esame del sangue prevede il conteggio del numero di eritrociti e leucociti, determinazione delle concentrazioni di emoglobina, calcolo della formula dei leucociti e ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Se necessario, vengono determinati anche il numero di reticolociti e piastrine, la durata del sanguinamento e il tempo di coagulazione del sangue.

Va notato che negli ultimi anni la maggior parte degli indicatori sono stati determinati su analizzatori ematologici automatici, che determinano simultaneamente da 5 a 24 parametri. Gli indicatori più elementari sono il numero di leucociti, piastrine ed eritrociti, ematocrito, concentrazione di emoglobina.

Gli eritrociti svolgono il ruolo di trasporto nel nostro corpo, o come vengono anche chiamati - globuli rossi. Con l'aiuto di una speciale proteina (emoglobina), catturano l'ossigeno O2 nei polmoni, lo trasportano agli organi e ai tessuti umani e da lì assumono anidride carbonica CO2. Normalmente, il numero di erythrocytes in un adulto in un uomo è 4.5 · 10 12 / l - 5.5 · 10 12 / l, in una donna - 3.7 · 10 12 / l - 4.7 · 10 12 / l, in neonati - fino a 6,0 · 10 12 /

L'emoglobina è una proteina complessa, il principale componente dei globuli rossi, la cui funzione è quella di trasportare l'ossigeno dai polmoni ai tessuti. Normalmente, la concentrazione di emoglobina nel sangue degli uomini è di 120-140 g / l, nelle donne di 110-130 g / l, nei bambini di 120-140 g / l (grammi per litro). Una diminuzione della concentrazione di emoglobina indica anemia o sovraidratazione e un aumento della velocità indica eritremia, agitazione o esercizio eccessivo, disidratazione e esposizione prolungata alle alte quote (malattia degli alpinisti).

L'ematocrito è la frazione di volume degli eritrociti nel sangue, cioè il rapporto tra i volumi di plasma ed eritrociti. Normalmente, l'ematocrito è 0,39-0,49, cioè il sangue è 60-65% di plasma e il 40-45% di cellule del sangue. Si osserva un aumento dell'ematocrito durante l'eritrocitosi, la disidratazione e una diminuzione del volume del plasma circolante, si osserva una diminuzione durante l'iperidratazione, l'anemia e un aumento del volume del plasma circolante (iperproteinemia, gravidanza).

Il numero di leucociti nel sangue è un importante indicatore diagnostico che riflette un numero di patologie. Normalmente, il numero di leucociti varia da 4 a 9 · 10 9 / l, nei bambini da uno a tre anni, il numero di leucociti nel sangue varia nell'intervallo di 6,0-17,0 · 10 9 / le in 6-10 anni - 6, 0-11.0 · 10 9 / l.

Leucocitosi o un aumento del numero dei leucociti indica una lesione infettiva del corpo, focolai di infiammazione, uremia, lesioni e neoplasie maligne.

La leucopenia o una diminuzione del numero dei leucociti è stata osservata in collagenosi, shock anafilattico, tifo, sepsi, mielofibrosi, leucemia acuta, ipoplasia e aplasia del midollo osseo. Quindi, un cambiamento nel numero di leucociti può implicare una moltitudine di malattie, che vanno dalla tonsillite purulenta e laringite flemmonica, all'otite media purulenta e alla mastoidite.

Anche la VES o il tasso di sedimentazione degli eritrociti è un importante indicatore diagnostico, come lo sono molte malattie. Il fatto è che la velocità di sedimentazione varia a seconda delle dimensioni e della forma dei globuli rossi, di conseguenza, è possibile restringere la gamma di patologie, in base al metodo. In ESR normale negli uomini è 2-10 mm / ora, nelle donne 10-15 mm / ora.

L'accelerazione della VES può essere osservata nell'artrite reumatoide, nella vasculite emorragica, nell'ipercolesterolemia, nel sanguinamento interno, nell'anemia, nell'infarto del miocardio, nelle malattie infettive gravi e nelle neoplasie. Tuttavia, la VES viene accelerata durante la gravidanza, nella vecchiaia e quando si assumono determinati farmaci (metildopa, destrano, morfina, retinolo).

Il rallentamento della VES può verificarsi con l'epilessia, l'anemia falciforme, l'eritmia, la nevrosi, l'epatite virale e l'ittero ostruttivo. Anche la somministrazione di droghe di mercurio, salicilati e cloruro di calcio provoca un rallentamento della VES.

Trascrizione completa del sangue ematico (formula dei leucociti)

Per determinare l'eziologia della malattia (infezione virale o batterica), è molto importante calcolare la formula del sangue. Viene calcolato il numero di eosinofili, linfociti, basofili, banda e neutrofili segmentati.

La formula del sangue è calcolata come percentuale, rispettivamente, di tutti gli elementi del sangue nella quantità dovrebbe essere al 100%

I neutrofili sono normalmente rappresentati da forme giovani di 1-5%, nucleo-core 1-5% e segmento-nucleo 40-68%. La loro funzione principale è battericida e disintossicante.

Un indicatore importante è l'aumento del numero di neutrofili stab, che indica indirettamente la presenza di infiammazione batterica, ad esempio otite media acuta o sinusite acuta.

Gli eosinofili sono le cellule responsabili delle allergie. Normalmente, dovrebbero essere dallo 0 al 5%. In caso di aumento dell'indice, indica la presenza di infiammazione allergica (rinite allergica). È importante aumentare il numero di eosinofili in presenza di infestazioni da vermi! Questo è particolarmente comune nei bambini. Questo fatto dovrebbe essere preso in considerazione dai pediatri per fare una diagnosi corretta.

I basofili sono cellule che prendono parte ai processi infiammatori e allergici del nostro corpo. Tasso normale: 0 -1%

Monociti - si riferiscono ai fagociti. Rimuovono dal corpo vari batteri e corpi estranei, residui delle loro stesse cellule distrutte, oltre alle cellule morenti. Tasso normale: 3-11%. Un aumento del numero di monociti si verifica in: varie malattie infettive, tubercolosi, sifilide e altre infezioni.Inoltre, ci può essere un aumento del loro numero in alcune malattie del sistema sanguigno e neoplasie maligne.

I linfociti sono coinvolti nel riconoscimento di elementi estranei (antigeni) che sono entrati nel flusso sanguigno, cioè prendono parte al sistema immunitario umano. I linfociti T prendono parte ai processi di immunità cellulare, linfociti B - nei processi di immunità umorale. I linfociti NK neutralizzano le cellule tumorali e le cellule infette da virus. Norma di linfociti per un adulto - 19 - 37%.Un aumento del numero di linfociti si trova in: malattie infettive acute, come: varicella, rosolia, pertosse. Inoltre, un aumento del loro numero avviene con infezioni virali - infezioni da adenovirus e citomegalovirus, influenza, ecc.

Di conseguenza, l'UCK è uno dei metodi di ricerca clinica più accessibili e informativi. La decodifica completa degli indicatori di emocromo consente di sospettare la malattia o di differenziarsi con malattie simili.

L'articolo ti ha aiutato?

Condividilo con gli amici usando social. reti. Nei seguenti articoli, ho in programma di analizzare in dettaglio l'analisi biochimica del sangue, nonché l'analisi della microflora da faringe e naso, Staphylococcus aureus, ecc. Non dimenticare di iscriverti a nuovi articoli per non perdere il materiale interessante!

Tutte le voci del blog.

Cordiali saluti, otorinolaringoiatra - Vladimir

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie