Principale Analisi

Rinite allergica durante la gravidanza rispetto al trattamento

A causa del deterioramento della situazione ecologica, la frequenza dello sviluppo della rinite allergica, in particolare della febbre da fieno, nelle donne incinte è aumentata di 3 volte. La malattia è accompagnata da un forte gonfiore del rinofaringe, starnuti, lacrimazione e abbondante secrezione di muco dal naso. Dovrebbe essere inteso che le allergie influenzano negativamente la salute non solo delle donne, ma anche del nascituro. Come trattare la rinite allergica durante la gravidanza?

Contenuto dell'articolo

I farmaci antiallergici più tradizionali non possono essere utilizzati durante la gestazione. Contengono componenti che possono essere assorbiti nel flusso sanguigno e provocare uno sviluppo anormale del feto. Per fare il regime di trattamento più appropriato e sicuro può essere solo un medico dopo aver esaminato una donna.

Di norma, il regime terapeutico comprende soluzioni saline per il lavaggio del naso, alcuni tipi di corticosteroidi, decongestionanti e antistaminici.

Caratteristiche della terapia

Per eliminare la rinite allergica durante la gravidanza, è necessario determinare con precisione il tipo di allergene che ha causato reazioni indesiderate nel corpo. Per questo, la gestante deve superare test allergici e donare il sangue per i test di laboratorio. La presenza di anticorpi specifici (IgE) nel plasma sanguigno conferma l'origine allergica del comune raffreddore. Come viene trattata l'allergia nelle donne durante la gestazione?

Quando si conferma la diagnosi, l'allergologo cercherà di limitare il più possibile l'uso di antistaminici. Il fatto è che la maggior parte di loro ha un impatto negativo sullo sviluppo del futuro bambino. Sono utilizzati solo se le conseguenze della rinite allergica per la futura madre e il bambino sono più distruttivi dei farmaci.

Il più difficile da affrontare con il problema nel primo trimestre di gravidanza. I medici raccomandano di non usare alcun tipo di droga nelle prime settimane di gestazione, poiché è proprio in questo momento che si forma il tubo neurale del feto e si depositano gli organi vitali.

In tal caso, è consentito fermare le manifestazioni di pollinosi sanificando il nasofaringe con soluzioni saline isotoniche.

Raccomandazioni generali

Di norma, il trattamento delle allergie nelle donne incinte consiste nel fermare le spiacevoli manifestazioni della malattia e prevenire le complicanze. Ad oggi, i farmacisti hanno sviluppato i farmaci antiallergici più sicuri che possono ancora essere usati durante la gestazione. Tuttavia, nel processo del loro uso, è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico e seguire il dosaggio.

L'osservanza di uno speciale regime ipoallergenico può facilitare significativamente il decorso di una rinite allergica e il recupero della velocità. Per ridurre la gravità dei sintomi, si consiglia di:

  1. più spesso per ventilare la stanza e umidificare l'aria;
  2. fare una pulizia a umido nella stanza 1-2 volte al giorno;
  3. consumare più alcol alcalino;
  4. fare la doccia almeno 2 volte al giorno;
  5. cambiare biancheria da letto e vestiti più spesso;
  6. abbandonare l'uso di profumi e cosmetici decorativi.

È importante! Non si può scaldare il naso per allergie, dal momento che l'espansione dei vasi sanguigni non farà che aumentare la secrezione di muco nel rinofaringe.

I metodi di cui sopra aiutano ad alleviare la respirazione nasale e impediscono l'essiccazione della mucosa nasale. Per ridurre la probabilità di esacerbazione delle allergie, non temiamo il corso di una rinite allergica, che influenzerà negativamente il benessere della donna e lo sviluppo del feto.

antistaminici

Per curare la rinite allergica in gravidanza, si raccomanda di usare solo alcuni tipi di antistaminici. I farmaci più sicuri includono spray antiallergici e pillole di terza generazione. I loro componenti non sono assorbiti nella circolazione sistemica e quindi non influenzano lo sviluppo del nascituro. Il dosaggio dei fondi dipende dal periodo di gestazione e può essere determinato solo dal medico curante.

Di norma, i seguenti farmaci antistaminici sono usati per il trattamento della pollinosi nelle donne incinte:

È importante! Gli agenti antiallergici di prima e seconda generazione possono avere un effetto cardiotossico sul feto.

Gli antistaminici ammessi inibiscono la sintesi dei mediatori dell'infiammazione, a seguito della quale la quantità di istamina nei mastociti viene significativamente ridotta. È questa sostanza che agisce distruttivamente sulla membrana mucosa del rinofaringe, causando infiammazione e gonfiore.

cromoni

I cromoni sono un gruppo separato di farmaci che hanno effetti anti-edema e anti-allergici. Sono spesso usati nel trattamento della rinite allergica e infettiva negli adulti e nei bambini.

A differenza dei farmaci antistaminici, non agiscono all'istante. Per ottenere un significativo miglioramento del benessere, i Crooni devono essere presi per molto tempo.

Il trattamento di donne incinte di kromonami è effettuato solo sulla raccomandazione di uno specialista. Come la maggior parte delle farmacie, alcune di esse possono avere un effetto tossico sul feto e causare uno sviluppo anormale. Come fanno i cromoni sul corpo?

I farmaci a base di Cromoglycate stabilizzano lo stato delle membrane cellulari dei mastociti (mastociti) che contengono istamina. Impediscono la loro distruzione e, di conseguenza, lo sviluppo di reazioni allergiche. Il trattamento con Cromone è consentito solo nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza.

I farmaci più sicuri includono:

Gli spray e le gocce nasali non vengono praticamente assorbiti nel sangue, quindi non superare la barriera placentare e non influire sullo sviluppo del nascituro. I componenti attivi dei farmaci agiscono direttamente sulle lesioni, prevenendo il successivo sviluppo di reazioni allergiche.

Decongestionanti intranasali

Decongestionanti - farmaci vasocostrittori, con i quali è possibile eliminare la congestione e l'ipersecrezione del muco nasale. Il trattamento di donne incinte con farmaci di questo gruppo viene effettuato solo se il beneficio previsto giustifica i possibili rischi per il nascituro.

Di norma, vengono utilizzati solo per il trattamento di pollinosi complicata e febbre da fieno. Senza particolare necessità di usare decongestionanti intranasali non è raccomandato.

I farmaci vasocostrittori aumentano il tono dei vasi sanguigni, riducendo così la permeabilità delle loro pareti.

A causa di ciò, la secrezione del muco nasale e la passability delle vie aeree sono normalizzati. I farmaci relativamente sicuri che possono essere utilizzati durante la gestazione sono:

La somministrazione irrazionale di farmaci è piena di effetti cardiotossici e teratogeni sul feto.

I suddetti decongestionanti appartengono ai farmaci di categoria C. Che cosa significa? Gli studi clinici sui farmaci in questa categoria non sono stati condotti, tuttavia, durante l'esperimento sugli animali, gli esperti hanno identificato lievi effetti collaterali sullo sviluppo del feto.

Lavaggio nasale

Alleviare la rinite allergica nelle donne in gravidanza mediante lavaggio. Il sanamento della cavità nasale aiuta a pulire la mucosa da allergeni e agenti infettivi, riducendo in tal modo significativamente il rischio di sviluppare effetti collaterali respiratori.

Inoltre, i preparati a base di acqua di mare inumidiscono la membrana mucosa e normalizzano i processi metabolici nei tessuti, a seguito dei quali la rigenerazione del rinofaringe viene accelerata direttamente nelle lesioni.

A differenza dei decongestionanti e dei cromoni, le soluzioni isotoniche non influenzano lo sviluppo del feto. I loro componenti non sono assorbiti nel sangue, non aumentano la pressione sanguigna e non aumentano il rischio di sviluppare difetti nel nascituro. Per la riabilitazione del rinofaringe viene solitamente utilizzato:

Non è possibile utilizzare soluzioni saline in presenza di danni meccanici nel naso, in quanto ciò aumenterà solo l'irritazione della mucosa rinofaringea.

Per fermare le manifestazioni di rinite allergica, la procedura deve essere eseguita ogni giorno, e almeno 4-5 volte al giorno. Prima dell'uso, il farmaco viene preferibilmente riscaldato ad una temperatura di 36-37 ° C.

corticosteroidi

I corticosteroidi nasali sono indesiderabili nel primo trimestre di gravidanza. Inoltre, sono usati per il trattamento della pollinosi avanzata e della rinite allergica, complicata da malattie infettive. A cosa servono i corticosteroidi intranasali?

Le medicine contengono le ghiandole surrenali ormonali, che ha proprietà anti-infiammatorie. L'uso di spray nasali e gocce consente di fermare l'infiammazione nel rinofaringe e accelerare il processo di guarigione.

Tuttavia, va notato che l'uso irrazionale di agenti ormonali porta ad una diminuzione dell'immunità. Ciò aumenta il rischio di sviluppare malattie infettive che rappresentano un pericolo particolare per la donna incinta e il suo bambino.

Per ridurre la probabilità di malformazioni nel feto, il trattamento con corticosteroidi viene effettuato a partire dal secondo trimestre di gravidanza. Il numero di farmaci sicuri include:

È importante ricordare che l'uso prolungato di agenti ormonali ritarda lo sviluppo del feto e influisce negativamente sul funzionamento della ghiandola pituitaria.

Come i decongestionanti, i corticosteroidi sono prescritti alle donne incinte solo nei casi in cui l'effetto terapeutico molte volte superi le possibili conseguenze negative per il feto.

inalazione

L'inalazione alcalina bassa è uno dei metodi più semplici e sicuri per alleviare la rinite allergica nelle donne in gravidanza. Per le procedure di fisioterapia, i medici raccomandano l'uso di nebulizzatori. A differenza degli inalatori di vapore, non contribuiscono ad un aumento locale della temperatura e, di conseguenza, all'espansione dei vasi sanguigni nel naso.

Per inalazione è meglio usare acqua minerale, in particolare "Narzan", "Borjomi" o "Essentuki-17". 1-2 ore prima della procedura, una bottiglia di acqua minerale deve essere aperta in modo che tutti i gas ne escano. Quindi è necessario riscaldare un po 'l'acqua e versarla nella camera del nebulizzatore. Per respirare aerosol leggermente alcalino è necessario per 10-15 minuti. Prima della procedura, è indesiderabile mangiare cibo, in quanto ciò può provocare nausea o vomito. Le inalazioni sono effettuate ogni giorno 3-4 volte tra due settimane.

Gocce di naso

La futura mamma dovrebbe capire che quasi tutti i farmaci topici aiutano temporaneamente ad alleviare il raffreddore. Per eliminare definitivamente le allergie, è necessario identificare ed eliminare l'allergene che causa reazioni indesiderate. Quanto segue può essere usato come mezzo nasale con un effetto decongestionante:

Gli ultimi due farmaci non possono essere utilizzati nel primo e nell'ultimo trimestre di gravidanza, poiché aumentano la pressione sanguigna e possono causare parto prematuro o aborto spontaneo.

Indipendentemente dallo stato di salute e dal periodo di gestazione, i mezzi nasali non possono essere usati più spesso 2 volte al giorno. Ma il petrolio e le preparazioni omeopatiche praticamente non contengono sostanze potenzialmente in grado di danneggiare un nascituro. Per idratare la mucosa e prevenire la sua irritazione, è possibile applicare "Pinosol" o "EDAS-131".

Metodi della medicina tradizionale

Il rimedio più sicuro per eliminare la rinite allergica è la soluzione fisiologica. Riduce la viscosità del muco e contribuisce alla sua evacuazione, ripristinando la respirazione nasale e riducendo il gonfiore. Inoltre, è possibile lavare con acqua salata non solo i passaggi nasali, ma anche i seni paranasali. Così, puoi fermare le manifestazioni di allergie e prevenire lo sviluppo di malattie avverse.

Non è possibile seppellire il succo di aloe al naso senza la raccomandazione di uno specialista, in quanto contiene allergeni che possono causare una reazione allergica crociata.

Come farmaci anti-infiammatori possono essere usati brodi di timo, salvia o erba di San Giovanni. Possono lavare il naso, ma solo in assenza di ipersensibilità ai componenti contenuti nelle erbe medicinali. Per garantire la loro sicurezza, è consigliabile consultare uno specialista o fare un test allergico. Applicare una piccola quantità di farmaco sul polso e attendere 10-15 minuti. Se non ci sono macchie o eruzioni cutanee sulla mano, utilizzare un decotto diluito con acqua bollita per sciacquare il naso.

Trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica è un tipo di rinite. Di solito si verifica come reazione allo stimolo. La reazione può essere stagionale (allergici al polline di piante ed alberi - pollinosi) e per tutto l'anno (allergia agli alimenti, polvere, spore fungine, composti chimici, verso il basso e piume, punture di insetti, peli di animali, ecc...). Un fattore provocante è la predisposizione genetica alle allergie. A causa della ristrutturazione del corpo, può verificarsi una reazione anche a prodotti e sostanze familiari. La rinite allergica influisce negativamente sulla salute della donna incinta e del nascituro.

Il trattamento durante la gravidanza dovrebbe avvenire sotto la costante supervisione di un medico al fine di ridurre al minimo l'effetto dei farmaci sul feto.

Sintomi e diagnosi

L'infiammazione delle mucose viene spesso attivata o esacerbata durante la gravidanza, poiché il sistema immunitario della madre in attesa è indebolito.

  • muco chiaro abbondante dal naso, soffocamento;
  • starnuti frequenti;
  • sangue dal naso;
  • arrossamento della pelle intorno al naso, gonfiore, prurito;
  • lacrimazione, arrossamento degli occhi delle mucose;
  • tosse, sensazione di bruciore alla gola;
  • mal di testa;
  • debolezza, affaticamento, sonnolenza o, al contrario, insonnia;
  • diminuzione dell'appetito;
  • possibile eruzione cutanea.

I segni di rinite stagionale rispetto a tutto l'anno appaiono in una forma più acuta. Non c'è aumento di temperatura.

È necessario determinare quale stimolo ha causato la reazione. Una donna deve superare i test di laboratorio. Se si riscontrano anticorpi specifici nel sangue, sarà confermata l'origine allergica del raffreddore comune. Per identificare l'allergene sull'avambraccio si applicano graffi leggeri. Gocciolano soluzioni con vari allergeni. Il rossore che appare dopo circa 20 minuti indica la sensibilità a uno stimolo specifico.

La soluzione ideale al problema sarebbe la completa eliminazione dell'allergene. Se questo non è possibile, devi essere trattato.

Cos'è una malattia pericolosa?

Se la malattia non viene curata, c'è il rischio che si evolva in una forma più avanzata: sinusite, sinusite, ecc. Quando il naso è infarcito, la respirazione corretta è disturbata. Nel sangue del feto riceve meno ossigeno. L'ipossia prolungata può causare un ritardo nello sviluppo mentale del bambino. Se l'ipossia diventa cronica, l'aborto è possibile. Se la rinite inizia a svilupparsi parallelamente a malattie infettive, è possibile un travaglio prematuro.

Caratteristiche della terapia

Il medico cercherà di limitare il più possibile l'uso di antistaminici. La stragrande maggioranza di loro può influire negativamente sulla formazione del feto. Gli antistaminici sono prescritti esclusivamente nei casi in cui le conseguenze della malattia sono più dannose per la futura mamma e il bambino rispetto all'azione dei farmaci.

Il primo trimestre di gravidanza - il tempo di deposizione di tutti gli organi vitali del bambino. Pertanto, si raccomanda solo l'uso di soluzioni con sale, destinate al lavaggio dei seni nasali.

Lavaggio del naso

Il lavaggio dei seni li elimina dalle sostanze irritanti, idrata le mucose, favorisce la rigenerazione dei tessuti, riduce la quantità di secrezioni. Le soluzioni basate sull'acqua di mare non influenzeranno lo sviluppo del bambino. Non c'è assorbimento nel sangue e aumento della pressione.

I seguenti farmaci sono comunemente usati:

Lavaggio eseguito ogni giorno per 5-6 volte. Se c'è un danno meccanico nella cavità nasale, l'uso di droghe è indesiderabile, poiché l'infiammazione della mucosa aumenterà.

antistaminici

Per trattare la rinite allergica durante la gravidanza, i medici di solito prescrivono compresse e spray di una nuova terza generazione. Sono minimamente assorbiti nel flusso sanguigno e non hanno praticamente alcun effetto sul feto. I farmaci precedenti hanno un effetto cardiotossico.

Il dosaggio dipende dalla durata della gravidanza, è determinato dal medico. La durata dell'ammissione è limitata a 4-5 giorni.

cromoni

Questi sono farmaci che hanno un effetto antiedema ed eliminano l'infiammazione. Si consiglia di applicarli nel 2 ° e 3 ° trimestre. L'azione non è istantanea, il risultato apparirà dopo un po '. Sono minimamente assorbiti nel sangue.

decongestionanti

Si tratta di farmaci che costringono i vasi sanguigni, alleviano la congestione, aumentano il tono dei vasi sanguigni e bloccano il flusso delle secrezioni mucose. Il trattamento della rinite allergica in donne in gravidanza con questi farmaci è possibile solo quando i benefici del loro uso giustificano il rischio. Il superamento del dosaggio ottimale può causare effetti cardiotossici. Inoltre, possono influenzare negativamente il sistema nervoso del futuro bambino. Di solito sono prescritti per la pollinosi complicata.

corticosteroidi

Questi sono agenti ormonali che controllano i fuochi infiammatori nel rinofaringe. Solitamente prescritto quando la rinite allergica nelle donne in gravidanza è complicata dall'infezione. Il trattamento è prescritto per un breve periodo, perché l'uso a lungo termine influenzerà la ghiandola pituitaria e causerà un ritardo nello sviluppo del bambino. Nel primo trimestre è vietato l'uso di corticosteroidi.

Gocce di naso

Possiede azione anti-edema. Non sono raccomandati nel primo e nell'ultimo trimestre, poiché la pressione sanguigna può aumentare.

Il petrolio e i rimedi omeopatici sono sicuri. Sono usati per idratare la mucosa. Praticamente nessun effetto sullo sviluppo del bambino Pinosol. Si può anche usare Nazaval e Prevalin Allergy. Questi spray non contengono sostanze attive, ma coprono semplicemente le mucose con un film, attraverso il quale è difficile penetrare gli allergeni.

inalazione

Le inalazioni con olii essenziali non sono raccomandate, poiché possono causare un aumento della reazione allergica. L'inalazione è sicura quando si utilizza acqua minerale. Aprire l'acqua alcalina e attendere un paio d'ore affinché i gas escano dalla bottiglia. In un litro di acqua normale bollente versare un quarto di tazza di acqua minerale. Copriti la testa con un asciugamano e respira per 10-15 minuti. Non è consigliabile farlo dopo un pasto, in modo da non causare nausea e riflesso del vomito. La procedura viene eseguita 3 volte al giorno, il corso è di 10-14 giorni.

massaggio

Usa le mani calde per massaggiare i seni per 5-8 minuti. Con cura, puoi mettere un piccolo balsamo "asterisco".

Rimedi popolari

Visita medica obbligatoria. L'uso incontrollato di metodi popolari può aumentare la rinite e danneggiare il feto.

  1. Alcune gocce di cipolla o di aglio si diluiscono con olio di semi di girasole e seppelliscono nel naso.
  2. Risciacquare il naso con una soluzione salina o un decotto di erbe (salvia, erba di San Giovanni, eucalipto). 1 cucchiaino erbe versare un bicchiere di acqua bollente, lasciare raffreddare l'infuso.
  3. Si può respirare sopra una casseruola con patate bollite o acqua bollente, dove viene aggiunto un po 'di miele.
  4. Seppellisci la carota fresca o il succo di mela più volte al giorno.
  5. Gocciolare l'olio al mentolo e lubrificare le ali del naso, della fronte e delle tempie.
  6. Bere il tè con l'aggiunta di rosa selvatica, timo, camomilla. Puoi mettere un cucchiaio di miele.
  7. Schiacciare la foglia Kalanchoe, spremere il succo, diluire metà con acqua e seppellire nel naso.
  8. Schiacciare la foglia di aloe in pappa, coprire con alcool e lasciarla in un luogo buio per una settimana e mezzo. Quindi diluire con acqua in un rapporto di 1: 1 e gocciolare nel naso.
  9. Per ventilare i passaggi nasali dall'interno, masticare un pezzo di cipolla.

Prevenzione e raccomandazioni

Alleviare la rinite allergica durante la gravidanza aiuterà il regime ipoallergenico.

  • assicurare la ventilazione dell'ambiente, pulire le superfici con un panno umido, pulire l'aria;
  • fare una doccia calda più spesso;
  • cambiare più spesso letto e biancheria da letto;
  • bere abbastanza acqua;
  • seguire una dieta equilibrata;
  • Se viene rilevata una reazione pollinica, fare una passeggiata al mattino e alla sera, così come dopo la pioggia quando la concentrazione di polline è inferiore. Indossare una benda di garza.

Ricorda che non è tanto la stessa rinite allergica che è pericolosa, ma il suo trattamento incontrollato. Assicurati di visitare il medico che sceglie il regime di trattamento più appropriato.

Perché le donne incinte sviluppano una rinite allergica?

La rinite allergica è un naso che cola senza causa virale infettiva. Si pone come risultato di una eccessiva risposta immunitaria dell'organismo e non accompagnata da sintomi aggiuntivi come :. febbre, tosse, febbre e altri rinite allergica è mostrato isolatamente, esso inizia improvvisamente e altrettanto improvvisamente passa. Si stima che ogni terza donna incinta manifesti sintomi di rinite allergica.

cause di

L'immunità sta a guardia della nostra salute. Se parliamo dell'immunità locale della cavità nasale, allora si attiva quando entrano pericolose proteine ​​estranee di virus e batteri. Così mucosa nasale aumenta di dimensione ( "gonfia") e inizia vigorosamente producono secrezione di muco in vista lisciviazione meccanico di strutture proteiche pericolosi del corpo. In una persona con rinite allergica, lo stesso processo è avviato in risposta non solo ai microrganismi pericolosi, ma anche a tutte le altre innocue proteine ​​estranee. Dal momento che le molecole proteiche sono alla base di ogni vita, anche ciò che non è visibile ai nostri occhi, la rinite allergica si verifica apparentemente senza motivo. Può causare:

  • Gli insetti più piccoli che vivono nella polvere domestica; i loro prodotti metabolici;
  • polline delle piante contenente enormi quantità di DNA incomprensibile per il nostro sistema immunitario;
  • allergeni fungini (muffe, lieviti);
  • Alimento: frutta, bacche, noci, prodotti contenenti proteine ​​animali.

Perché la reazione a questi fattori è esacerbata nelle donne in gravidanza? L'assunto sull'influenza dell'adattamento ormonale del corpo femminile è sostanziato ed evidente:

  • Un forte aumento della concentrazione di ormone sovra-tropico corionico nel secondo mese di gravidanza, una diminuzione in 4-5 mesi, ulteriore stabilizzazione del livello;
  • aumento regolare di estrogeni e progesterone entro la fine della gravidanza.

Tuttavia, le fluttuazioni ormonali sono tipiche per tutte le donne nella posizione, e l'allergia non si verifica in tutti. I seguenti fattori sono cruciali:

  • Predisposizione ereditaria;
  • temporanea "riattivazione" del sistema immunitario per proteggere ulteriormente il corpo.

Sintomi, manifestazioni durante la gravidanza

Molto spesso questo accade nel primo trimestre. In assenza di un fastidioso allergene, passa un naso che cola. In alcuni casi, può continuare per tutta la gravidanza.

La rinite si manifesta tradizionalmente con i seguenti sintomi:

  • Prurito al naso;
  • secrezione di secrezioni acquose dal naso;
  • starnuti, tosse;
  • irritazione agli occhi e arrossamento.

Con una reazione allergica sviluppata si osserva:

  • Congestione nasale;
  • debolezza, malessere;
  • mal di testa;
  • diminuzione dell'attività quotidiana, deterioramento del sonno.

La manutenzione è

E 'importante confermare la natura della rinite allergica e il raffreddore comune Escludi derivanti a causa della riduzione della immunità locale del rinofaringe, vegeto-vascolare, professionale, psicogena, farmaci, fattori infettivi.

A causa della natura della condizione, le donne in gravidanza non eseguono test cutanei, che sono i più istruttivi per determinare le allergie. Un metodo alternativo è un esame del sangue per le immunoglobuline E. Questo metodo consente di determinare accuratamente la reazione allergica (mediante un'alta concentrazione di immunoglobulina). Sfortunatamente, i risultati di questo test non sono sempre affidabili nel determinare il tipo di allergene.

Come trattare le future mamme?

I medicinali antiallergici sono usati:

  • Preparazioni di acido cromoglicico (cromohexal, cromosol, cromoglin);
  • limitato e con cautela - antistaminici di terza generazione (zyrtec, telfast, erius).

I primi vengono instillati in 1 goccia fino a 6 r / giorno per un massimo di 4 mesi.

Il secondo prendere 1 compressa 1 p / giorno. Solo dopo appuntamento dal medico.

Metodi della medicina tradizionale

Non ci sono trattamenti popolari per le allergie. Nei periodi di esacerbazione si consiglia di lavare il naso con dispositivi otorinolaringoiatriche speciali (ad esempio, "Dolphin"). ½ cucchiaino di sale da tavola o mare è diluito in acqua bollita 37-38 C. Grazie alla pulizia meccanica avviene mediante lavaggio della mucosa nasale da allergeni.

Cosa non fare

Non usare vasocostrittore locale tipo "Naphthyzinum" o "Galazolin", se non sono prescritti dal medico in combinazione con altri farmaci.

prevenzione

Di fondamentale importanza è la riduzione al minimo del contatto con l'allergene. A tal fine, si consiglia di procedere come segue:

  • Per effettuare la pulizia a umido nel soggiorno (a giorni alterni);
  • passare l'aspirapolvere su divani e sedie, senza dimenticare i posti difficili da raggiungere;
  • utilizzare coperture protettive per mobili imbottiti;
  • sbarazzarsi di tappeti, tende e altri oggetti interni che intrappolano la polvere domestica;
  • utilizzare letti fatti di materiali ipoallergenici;
  • non usare integratori a base di erbe;
  • escludere alimenti che causano allergie.

conclusione

In ogni caso, la rinite non infettiva, improvvisamente si è manifestata in donne incinte - un fenomeno provvisorio e dopo nascita, di regola, passa.

La rinite non è sempre causata da allergeni. Ciò che è descritto in modo più dettagliato nel video

Trattamento della rinite allergica durante la gravidanza

La rinite allergica durante la gravidanza o la pollinosi si sviluppa come una risposta del corpo a una varietà di stimoli. In questo caso, il più spesso, prima di gravidanza, la donna non ha sofferto di una tale sensibilità. Ciò è dovuto a cambiamenti ormonali nel corpo e ridotta immunità. La rinite allergica si verifica sempre con lo starnuto costante e lo scarico di muco incolore dai passaggi nasali. La malattia inizia più spesso inaspettatamente e senza particolari prerequisiti per questo. Questa patologia è difficile da trattare, tutte le terapie mirano ad eliminare l'allergene e ad alleviare i sintomi principali.

Pericolo di patologia

La rinite allergica nelle donne in gravidanza è un naso che cola che inizia in risposta all'ingestione di un allergene. La reazione allergica si manifesta in quelle sostanze a cui una donna ha una sensibilità speciale. Nelle donne in gravidanza, le allergie si verificano spesso su componenti che, prima di trasportare il bambino, sono stati tollerati in modo assolutamente adeguato.

Si verifica una tale malattia individualmente, la gravità della condizione e dei sintomi dipendono dall'immunità della gravidanza e da altri fattori. A seconda della gravità della malattia e della gravità di tutti i sintomi, il medico determina come trattare la donna incinta.

La rinite allergica durante la gravidanza è pericolosa perché lo stato di salute della donna incinta peggiora notevolmente. Se i sintomi sono fortemente pronunciati, allora la donna esegue costantemente scariche rare dalle narici, dalle lacrime e allo stesso tempo dal naso fortemente imbottito. C'è prurito all'interno del naso e dolore negli occhi.

Per un bambino, questo tipo di rinite è particolarmente pericoloso nella seconda metà della gravidanza, in questo momento il feto sta rapidamente guadagnando peso e crescendo. Quando la madre ha un naso bloccato e la respirazione nasale è difficile, il feto si sviluppa in condizioni di costante carenza di ossigeno. A causa dell'ipossia, il ritardo nello sviluppo fisico è possibile e, nei casi particolarmente gravi, può concludersi con un parto pretermine. In pratica, ciò accade raramente, ma succede ancora.

È importante distinguere tra rinite allergica, che si verifica sotto l'influenza di allergeni esterni e rinite vasomotoria, che inizia a causa di cambiamenti ormonali nel corpo di una donna. Entrambe queste malattie si verificano con sintomi simili, ma con rinite vasomotoria, un naso che cola non dipende da cause esterne.

La rinite allergica si verifica solo sotto l'influenza di un determinato allergene.

motivi

Se una donna soffre di reazioni allergiche, inizierà comunque un raffreddore a contatto con gli allergeni, anche se è incinta o meno. Ciò può essere spiegato dal fatto che molte donne incinte soffrono di pollinosi nel periodo primaverile-estivo, durante la fioritura massiccia della vegetazione.

Quando nasce un bambino, l'equilibrio ormonale cambia nelle donne e diventano molto sensibili agli allergeni di varia origine. Se una tal irritante entra nel naso, la membrana mucosa diventa infiammata e si gonfia, che alla fine porta a un naso che cola. Abbastanza spesso, le donne nella posizione iniziano a soffrire di allergie a sostanze a cui erano solite essere completamente calme. Qualche tempo dopo il parto, tale suscettibilità scompare, questo è spiegato dal fatto che lo sfondo ormonale si normalizza.

La causa principale della rinite allergica nel fallimento dell'equilibrio ormonale nel corpo. Estrogeni, progesterone e alcuni ormoni della crescita sono responsabili della suscettibilità agli stimoli durante questo periodo di tempo.

Se non c'è contatto con l'allergene, non inizia il raffreddore. La presenza costante di una sostanza irritante nell'aria può anche portare all'otite media allergica.

Va inteso che nelle donne che soffrono di allergie nella vita quotidiana, la malattia è aggravata solo durante il periodo di gestazione del bambino. Questa condizione è dannosa per il feto in via di sviluppo e può persino portare alla sua rapida morte.

Il più delle volte, la rinite allergica si verifica nelle donne in gravidanza sotto l'influenza di tali allergeni:

  • Polline di diversa vegetazione e particelle di lanugine di pioppo.
  • Prodotti a base di tabacco
  • Sostanze chimiche.
  • Polvere domestica
  • Lana di diversi animali, piume e piume di uccelli.
  • Componenti che fanno parte dei cosmetici.
  • Morsi di insetto, per lo più pungenti, nonché succhia-sangue.
  • Citrus.
  • Verme prodotti di elminti.

Spesso, le donne incinte soffrono di allergie fredde. In questa condizione, i sintomi della malattia iniziano a comparire a basse temperature ambientali.

In sostanza, durante la gestazione del bambino, le donne sono sensibili a qualsiasi singolo stimolo, ma in rari casi non v'è aumento della sensibilità a diverse sostanze irritanti.

Altre malattie del rinofaringe contribuiscono allo sviluppo della patologia. Un fattore provocatorio può essere un naso che cola a lungo di natura virale o batterica. Il fumo può anche essere un fattore predisponente. Allo stesso tempo, l'età, la durata della gravidanza e la massa del feto non hanno alcun effetto sul decorso della patologia.

Soprattutto un sacco di donne soffrono di pollinosi durante la fioritura dei pioppi. La lanugine di pioppo è considerata un forte allergene.

Sintomi di malattia

I sintomi della rinite allergica sono luminosi e caratteristici. In molti casi, diagnosticare immediatamente non è difficile. Si può sospettare l'impollinosi in presenza di tali disturbi in un paziente:

  • Gonfiore osservato della mucosa nasale, che è accompagnato da una congestione persistente delle vie nasali e da una grave difficoltà nella respirazione attraverso il naso.
  • Gli occhi diventano rossi e talvolta prurito.
  • Il muco trasparente lascia il naso.
  • Starnuti frequenti
  • Ci può essere un'eruzione cutanea sul tipo di orticaria.

La malattia inizia in momenti diversi. In alcuni pazienti, i sintomi della rinite allergica compaiono dai primi giorni di gravidanza, mentre altri iniziano a soffrire di allergie solo nell'ultimo trimestre. I sintomi della malattia infastidiscono la donna per un paio di mesi, dopo il parto, i sintomi rimangono per altre 2 settimane e poi scompaiono, durante i quali l'equilibrio ormonale è parzialmente stabilizzato.

In caso di rinite allergica, non c'è febbre e le condizioni generali non sono gravemente disturbate. Una donna semplicemente non può respirare normalmente attraverso il suo naso, che alla fine porta a varie complicazioni.

diagnostica

Differenziare la rinite allergica da rinite di un tipo diverso può essere basata su alcuni sintomi o sulla loro completa assenza:

  • La rinite allergica si distingue dal freddo di origine respiratoria per l'assenza di mal di gola e tosse.
  • Con un raffreddore di origine infettiva, la temperatura è spesso alta, con la pollinosi non c'è un fenomeno del genere.
  • Un naso che cola causato da agenti patogeni spesso scompare in 5-7 giorni. Se tale stato è prolungato, allora si può supporre che la causa sia stata la pollinosi.
  • Con rinite allergica, ci sono eruzioni cutanee sulla pelle, con altri tipi di rinite, questo non accade.

La rinite allergica si manifesta rapidamente quando compare un allergene e quando viene eliminato, passa anche rapidamente. Molto indicativo è un prodotto di allergia agli acari della polvere. In tal caso, il naso della donna incinta si gonfia solo durante il sonno e durante la pulizia della casa. Quando sei per strada, la respirazione nasale si normalizza e il gonfiore del naso diminuisce. Se il naso inizia a fluire nella stagione calda all'esterno, allora con molta probabilità possiamo parlare di un'allergia al polline della vegetazione.

Durante la diagnosi, il medico scopre se una donna è allergica e non ha una predisposizione genetica a questa malattia. Dopo di ciò, la storia viene attentamente studiata, viene prestata particolare attenzione alla presenza di malattie croniche. Se il medico sospetta un naso che cola di natura allergica, la donna incinta esegue test speciali per identificare la sensibilità all'uno o all'altro allergene. Una donna deve essere inviata per la consegna di un esame del sangue completo, per lo scarico nasale di bakposev e per i test intracutanei. Se si verifica una rinite allergica, alcuni campioni cutanei daranno sicuramente un risultato positivo.

Quando si eseguono test cutanei con un ago in miniatura o con l'ausilio di un apparecchio speciale, vengono iniettate microdosi di allergeni sotto la pelle sulla schiena o sul braccio. Dopo la somministrazione, il paziente viene osservato per diversi minuti e i risultati vengono valutati. Se il gonfiore e l'irritazione sono comparsi sul sito di iniezione di allergeni, i campioni sono considerati positivi.

Più spesso durante la gravidanza, le donne rispondono a un determinato gruppo di sostanze irritanti. In quasi il 90% dei casi, gli allergeni possono essere determinati mediante test cutanei.

I test cutanei per la determinazione degli allergeni sono consentiti durante la gravidanza. In questo caso, viene iniettata una quantità minima di allergeni sotto la pelle, che non rappresenta un pericolo sia per la futura mamma che per il bambino. Ma in casi eccezionali, il corpo può reagire all'introduzione di allergeni in modo imprevedibile, e quindi c'è una minaccia per il feto e la donna. La responsabilità per qualsiasi complicazione durante gli esami della pelle va dal medico. Se c'è un'occasione per fare una diagnosi senza questa procedura, allora è meglio rifiutarla per tutto il tempo della gravidanza.

Quando si effettua una diagnosi, può essere offerta a una donna incinta di sottoporsi a un test allergico alla radio. Ma va tenuto presente che questo metodo diagnostico è meno accurato, ma più costoso, in relazione ai test cutanei.

trattamento

Prima di trattare la rinite allergica durante la gravidanza, è necessario eliminare completamente o almeno parzialmente l'effetto degli allergeni. Per fare ciò in molti casi è facile, se si è allergici alle polveri domestiche, quindi nella dimora il più spesso possibile organizzano la pulizia umida, se sono allergici al cibo, vengono rimossi dal menu. Con una particolare sensibilità verso il piumino e le piume, i cuscini di piume dovrebbero essere rimossi dalla casa e dati ai parenti dei pappagallini, se esistono. Non ci sono altre opzioni per recuperare dalla rinite allergica. I farmaci danno solo un effetto temporaneo e, inoltre, hanno molti effetti collaterali, quindi le donne incinte vengono prescritte con cautela.

Durante il parto, la maggior parte delle gocce e spray nasali vasocostrittori non possono essere utilizzati, in quanto possono avere un effetto tossico sul feto. Permesso per le donne nella posizione è spray Nazaval, che consiste di particelle fini di cellulosa. L'effetto di questo farmaco sta nel coprire la mucosa nasale con un sottile strato di polvere, mentre gli allergeni non possono entrare in contatto con la mucosa.

Quando viene utilizzato lo spray Nazaval, il senso dell'olfatto è significativamente peggiorato, quindi può essere utilizzato solo fino alla rimozione dell'allergene.

La maggior parte dei farmaci antiallergici durante la gravidanza è controindicata, in quanto vi è la possibilità di influenzare lo sviluppo del feto e l'aborto.

Le donne in posizione possono lavare i passaggi nasali con acqua salata. Questa procedura può ridurre significativamente tutti i sintomi della malattia. Per il lavaggio, è possibile utilizzare preparazioni farmaceutiche già pronte come l'acquamarina o preparare una soluzione salina debole da soli.

Il trattamento della rinite allergica in donne in gravidanza può anche includere mezzi ormonali di azione locale. Questi medicinali sono considerati relativamente sicuri e possono essere prescritti per tutti i periodi. Durante il parto, sono ammessi Alcedin e Nasonex.

Tutti i medicinali per il trattamento della rinite allergica devono essere prescritti da un medico. Nei primi tre mesi, i farmaci di solito non sono prescritti, come avviene la deposizione di organi in un bambino.

Rhinitis allergico incinta gravida. Per alleviare le gravi condizioni della casa del paziente, spesso ventilano e effettuano regolarmente la pulizia a umido. Se l'allergia non è innescata dal polline delle piante, spesso è necessario camminare all'esterno.

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie