Principale Analisi

Congiuntivite allergica in un bambino: sintomi e trattamento

Al momento, non c'è quasi una persona che non abbia mai provato tutto il "fascino" delle allergie nella sua vita. E non importa cosa sia stato causato da: cibo, prodotti chimici domestici, polvere domestica o peli di animali. Sia gli adulti che i bambini soffrono di reazioni allergiche.

La congiuntivite allergica è una variante della maggiore reazione del corpo a qualsiasi sostanza che provoca l'infiammazione della congiuntiva in risposta alla penetrazione dell'allergene nel corpo. La malattia dà al bambino un visibile disagio, è piuttosto doloroso, motivo per cui è importante identificare la congiuntivite allergica in un bambino nel tempo, identificare correttamente i sintomi e prescrivere il trattamento.

Congiuntivite allergica

La malattia può essere stagionale o permanente e può verificarsi in diversi modi. A seconda di questo, ci sono tre opzioni per il decorso della malattia:

Gli allergici hanno scoperto che nei bambini la malattia è principalmente dovuta a una predisposizione genetica, mentre nei bambini più grandi è più spesso causata da una precedente sensibilizzazione (ipersensibilità) del corpo a certe sostanze, che si sono trasformate da completamente innocue a forti allergeni.

Varietà di congiuntivite allergica

Le forme di congiuntivite allergica possono essere diverse a seconda delle cause della malattia:

  • congiuntivite primaverile ("primavera Qatar"): si sviluppa solo nei mesi primaverili, con abbondanza di luce solare;
  • congiuntivite medicinale: una reazione allergica ai farmaci;
  • congiuntivite pollinosa (febbre da fieno): una reazione allergica al polline che si verifica durante la loro fioritura;
  • congiuntivite allergica tubercolare: è caratterizzata dal danno simultaneo della congiuntiva e della cornea ed è una reazione al contatto con i prodotti metabolici del micobatterio tubercolare, trasportato dal sangue in tutto il corpo;
  • congiuntivite (iperpapillare): si verifica in caso di contatto prolungato della mucosa con un corpo estraneo, ad esempio una lente a contatto;
  • congiuntivite allergica-infettiva: appare come risultato del contatto con le tossine, che secernono alcuni batteri e funghi patogeni;
  • congiuntivite allergica cronica, che si verifica a contatto costante con l'allergene.

motivi

La causa di qualsiasi tipo di congiuntivite allergica è il contatto con l'allergene. Nel ruolo di un allergene può essere una varietà di sostanze.

La congiuntivite per tutto l'anno può essere causata da fattori quali:

  • prodotti chimici domestici;
  • animali di lana che vivono in casa - gatti, cani, roditori;
  • piume di pappagalli, canarini e altri uccelli;
  • polvere di casa e microscopici acari della polvere in essa contenuti;
  • spore di funghi, batteri che appaiono con alta umidità in casa.

Aria secca interna, pulizia irregolare e scarsa ventilazione della stanza contribuiscono all'aggravamento della condizione di un bambino con congiuntivite allergica per tutto l'anno.

La congiuntivite allergica-infettiva è causata da allergeni microbici - batterici, virali e tossici secreti da vari tipi di funghi.

La congiuntivite allergica stagionale (periodica) compare solo in determinati periodi dell'anno ed è causata da diversi fattori:

  • polline di piante da fiore;
  • pioppo di pioppo

Il contatto tipo di congiuntivite allergica si manifesta a diretto contatto con l'allergene:

  • soluzioni per lenti a contatto;
  • cosmetici, per esempio, crema, mascara, ecc.;
  • farmaci - unguenti, gocce antibatteriche, anestetici (la reazione si verifica sia sul principio attivo principale che sui conservanti).

La congiuntivite iperpapillare, che si verifica quando l'occhio è irritato da un corpo estraneo (punti di sutura, lenti a contatto, protesi oculari), può anche essere attribuito a questo tipo.

Occasionalmente, la malattia può essere causata da composti volatili e maleodoranti (per esempio, vernici e vernici) e fumo di tabacco, oppure essere una reazione a prodotti (cioccolato, latte, agrumi, noci e miele) e cibo per animali domestici.

Sintomi di congiuntivite allergica

La gravità dei sintomi della malattia e la velocità della loro manifestazione dipendono dalla quantità di allergeni nel corpo e dalla forza della reazione protettiva. Pertanto, ci sono reazioni allergiche distinte di immediato (i segni compaiono entro mezz'ora) e di un tipo ritardato (i sintomi compaiono dopo 1-2 giorni).

I principali sintomi manifestati all'inizio della malattia:

  • grave lacrimazione;
  • sensazione di bruciore negli occhi;
  • palpebre pruriginose;
  • arrossamento della congiuntiva e margini delle palpebre;
  • l'apparizione di chiari scarichi mucosi dagli occhi;
  • aumento dell'affaticamento degli occhi;
  • chemosi (edema) dei margini della congiuntiva e delle palpebre;
  • ipertrofia delle papille della palpebra superiore o del follicolo nella palpebra inferiore.

Nel bel mezzo della malattia, la secrezione del liquido lacrimale si riduce, quindi compaiono nuovi sintomi:

  • mucose secche;
  • sensazione di sabbia o corpo estraneo negli occhi;
  • fotofobia - un forte desiderio di chiudere gli occhi in piena luce o di essere in una stanza buia;
  • dolore da taglio quando si sposta il bulbo oculare;
  • diminuzione temporanea dell'acuità visiva dovuta a edema congiuntivale, lacrimazione e altri sintomi che impediscono di focalizzare l'attenzione sul soggetto.

A causa di sensazioni spiacevoli, il bambino si sfrega costantemente gli occhi. Ciò può causare complicazioni sotto forma di infezione secondaria aderente:

  • la scarica dagli occhi diventa opaca e acquista una sfumatura giallo-verde;
  • al mattino, il pus appare agli angoli degli occhi.

La congiuntivite allergica è spesso accompagnata da rinite allergica (naso che cola), pertanto possono comparire ulteriori sintomi:

  • secrezione mucosa nasale;
  • starnuti persistenti;
  • irritazione della pelle intorno al naso.

A seconda della forma della congiuntivite allergica, i segni caratteristici del corso di questo tipo vengono aggiunti ai principali sintomi della malattia.

La congiuntivite pollinosa si riferisce a reazioni del tipo immediato, cioè inizia in modo acuto ed è sempre combinata con lesioni di altri organi e sistemi:

  • infiltrati superficiali nella cornea, che possono iniziare a ulcerare;
  • eruzione cutanea sotto forma di orticaria;
  • bronchite d'asma;
  • dermatite atopica o da contatto;
  • angioedema;
  • disturbi dispeptici (stitichezza, diarrea, eruttazione, nausea, vomito, problemi di appetito);
  • mal di testa.

Il Qatar primaverile ha maggiori probabilità di colpire i ragazzi di 5-12 anni. Questa è una forma cronica di congiuntivite allergica, il cui peggioramento è prevedibile nella stagione solare. Nei casi gravi della malattia, è possibile il danno corneale - recidiva dell'erosione corneale (epiteliopatia), ulcera corneale e ipercheratosi (ispessimento della cornea).

La congiuntivite iperpapillare (grande papillare) differisce da altre forme in quanto, viste sulla superficie interna delle palpebre, possono essere rilevate papille giganti (da 1 mm). Un aumento di queste papille è il risultato del contatto diretto con uno stimolo sotto forma di corpo estraneo (punti dopo cheratoplastica o estrazione di cataratta, protesi oculari, lenti a contatto). Nei casi più gravi, la ptosi può svilupparsi (abbassamento delle palpebre).

Nella cheratocongiuntivite allergica tubercolare, la cornea è necessariamente coinvolta nel processo infiammatorio. Su di esso, così come sulla congiuntiva, compaiono noduli singoli o multipli, che possono scomparire senza lasciare tracce o ulcere, seguiti da cicatrici del tessuto.

Questa forma della malattia è caratterizzata dalla principale triade pronunciata dei sintomi - lacrimazione, fotofobia e blefarospasmo (contrazione convulsiva dei muscoli circolari degli occhi). Senza anestesia locale, il paziente non può aprire gli occhi. Nel tempo, a causa delle palpebre e della lacrimazione costantemente chiuse, si sviluppano edema e macerazione (lacrimazione) delle palpebre e poi del naso. Un'infezione secondaria si unisce e la visione si deteriora gradualmente.

La congiuntivite può verificarsi in forma acuta o subacuta. Il più delle volte si sviluppa a causa dell'uso a lungo termine di farmaci per il trattamento locale, in particolare di antibiotici e anestetici.

La congiuntivite allergica-infettiva si riferisce alle reazioni del tipo ritardato. Il più spesso procede in una forma cronica. In questo caso, l'agente patogeno che ha causato la reazione allergica è assente nella congiuntiva.

diagnostica

La diagnosi di congiuntivite allergica viene effettuata contemporaneamente da un oftalmologo e da un allergologo-immunologo, che deve condurre un trattamento. Comprende diverse fasi:

  • raccolta di informazioni - denunce di madre e figlio, storia familiare;
  • identificare le cause esatte della malattia - la relazione tra irritanti esterni e la reazione del bambino;
  • quadro clinico - ispezione;
  • esame microscopico della scarica dall'occhio, in cui gli eosinofili vengono sempre rilevati durante una reazione allergica;
  • analisi del sangue clinico generale, in cui anche il livello di eosinofili è elevato;
  • esame del sangue per immunoglobulina E specifica;
  • formulazione di allergie cutanee (test di applicazione, test preliminare, scarificazione e applicazione di scarificazione) al fine di chiarire l'allergene - è usato solo per i bambini sopra i 4 anni;
  • analisi del sangue da una vena per determinare lo spettro di sostanze che sono allergiche a un bambino;
  • i test nasali, congiuntivali e ipoglossali vengono eseguiti raramente e solo durante la remissione;
  • esami di accompagnamento del tratto gastrointestinale del bambino, consegna di analisi delle feci per uova di vermi e raschiamento per enterobiosi.

trattamento

Il trattamento della congiuntivite allergica deve essere effettuato in tre direzioni contemporaneamente:

  • cessazione immediata del contatto con l'allergene;
  • terapia antistaminica locale e, in casi gravi, corticosteroidi;
  • immunoterapia.

Nei casi lievi, è prescritto solo il trattamento locale e, in caso di malattia grave, è necessaria una terapia complessa:

  • local - cold comprime per sempre;
  • all'interno - antistaminici sotto forma di compresse e sciroppi per bambini (Claritin, Loratadin, Cetrin, Telfast, Zyrtec, ecc.);
  • collirio antiallergico - Opatanol, Lekrolin, Allergodil, Histimet (non può essere prescritto per i bambini sotto i 12 anni);
  • gocce di antistaminico - bloccanti di istamina: ad alto contenuto di cromo (non adatto a bambini sotto i 4 anni), Lodoxamide, Crom-Allerg, Lekrolin, Cromohexal, Alokomid (controindicato per i bambini fino a 2 anni);
  • con la congiuntiva secca vengono prescritti sostituti lacrimali - Oksial, Oftolik, Vidisik, Inox, Oftogel, Sistain, Vizin;
  • con la sconfitta della cornea mostra gocce con vitamine (Taufon, Kvinaks, Katahrom, Emoksipin, Katalin, Hrustalin, Vita-Yodurol, Udzhala);
  • nei casi più gravi, quando altri farmaci non danno l'effetto desiderato, il medico prescrive colliri e unguenti con corticosteroidi (idrocortisone e desametasone);
  • con la comparsa di un'infezione secondaria, è indicato l'appuntamento con colliri con antibiotici;
  • in caso di recidiva permanente della malattia, vengono utilizzati preparati immunoterapici specifici, ad esempio istaglobulina;
  • esiste anche una terapia specifica per allergeni, che consiste nel somministrare piccole dosi di allergene in concentrazioni crescenti, il che rende il corpo dipendente da esso e, in ultima analisi, l'alleviamento o la completa scomparsa dei sintomi allergici.

Regimi di trattamento per vari tipi di congiuntivite allergica:

  • con congiuntivite pollinosa, Allergodil aiuta, Spersallerg 3-4 volte al giorno all'inizio della malattia, quindi passa a una doppia instillazione e durante il corso cronico del processo Cromohexal e Alomid 3-4 volte al giorno;
  • in congiuntivite allergica cronica - Cromohexal, Alomid 2-3 volte al giorno e Spersallerg 1-2 volte al giorno;
  • in primavera il Qatar, oltre ad Alomid e Kromoheksal, prescrive il farmaco con desametasone - Maxidex, e anche nello stato acuto Allergodil 2 volte al giorno; Allo stesso tempo, è possibile prescrivere compresse di antistaminico - Claritin, Cetrin, Zodak e immunoterapia - 6-10 iniezioni di istaglobulina;
  • La congiuntivite allergica medicinale inizia a essere trattata con la sospensione del farmaco che ha causato tale reazione, quindi i farmaci antiallergici sono prescritti per via orale - Loratadina, Claritina, Cetrina - 1 compressa al giorno, nonché collirio - Spersallerg o Allergodil - 2-3 volte al giorno; nel caso di un processo subacuto o cronico, è meglio seppellire Kromoheksal o Alomid 2-3 volte al giorno.

In ogni caso, non è possibile auto-medicare e prescrivere autonomamente farmaci per un bambino senza consultare un medico.

Prevenzione della congiuntivite allergica

A volte la malattia e le sue ricadute sono più facili da prevenire che curare. Pertanto, i genitori sono incoraggiati a svolgere le seguenti attività:

  • pulizia a umido;
  • aerazione frequente delle stanze;
  • Esclusione dal menu dei bambini di alimenti che possono causare una reazione allergica - frutta e verdura dai colori vivaci, dolci (cioccolato, miele), noci, bacche, così come prodotti che contengono conservanti, coloranti e altri prodotti chimici;
  • l'esclusione del contatto del bambino con potenziali allergeni - animali domestici, piante da fiore;
  • l'abolizione dei prodotti chimici domestici;
  • rafforzare l'immunità generale del bambino;
  • corsi profilattici (preventivi) di trattamento desensibilizzante;
  • Evitare il contatto con allergeni;
  • visite regolari all'allergologo.

È anche utile avere sempre un antistaminico a portata di mano.

Riepilogo per i genitori

Se il bambino soffre di congiuntivite allergica, si dovrebbe sempre essere pronti per una improvvisa esacerbazione della malattia.

Poiché i metodi di prevenzione specifica di questa malattia non esistono, è necessario seguire le regole sopra descritte.

Quale dottore contattare

Se il bambino ha una congiuntivite allergica, è possibile contattare un allergologo o un oftalmologo. Se necessario, sarà nominato un consulto di un immunologo, uno specialista in malattie infettive, un dermatologo. Un grande aiuto nel trattare un bambino con allergie sarà fornito da un nutrizionista.

Cosa devi sapere e cosa fare se tuo figlio ha una congiuntivite allergica?

La congiuntivite allergica nei bambini è una malattia comune in pediatria, che si basa sulla risposta del sistema immunitario alla penetrazione di alcuni stimoli nel corpo. Questa reazione si manifesta con l'infiammazione della membrana congiuntivale dell'occhio con lesioni della sclera e della superficie interna della palpebra.

Il processo patologico provoca disagio significativo e richiede cure mediche tempestive. Il trattamento della congiuntivite nei bambini è l'identificazione e l'eliminazione dell'allergene, l'uso di farmaci e la terapia immunospecifica.

Caratteristica della malattia

La congiuntivite allergica (AK) è un processo infiammatorio che coinvolge la membrana congiuntivale dell'occhio. Si sviluppa sullo sfondo di una risposta immunitaria a un particolare antigene che sensibilizza il corpo. In poche parole, il corpo reagisce all'influenza di vari allergeni dall'ambiente esterno. E più alta è la concentrazione di un tale irritante, più pronunciati i sintomi di allergie. Molto spesso, i bambini di età compresa tra 3-4 anni soffrono di questa patologia.

Gli esperti distinguono tra due forme di congiuntivite allergica - stagionale e per tutto l'anno. Una caratteristica specifica del corso stagionale di patologia è che si verifica durante un certo periodo, ad esempio, in primavera ed estate, durante la fioritura di erbe e alberi, o sotto l'influenza di fattori meteorologici. Con AK per tutto l'anno, il bambino soffre di sintomi spiacevoli indipendentemente dalla stagione. Si possono osservare manifestazioni simili di sensibilizzazione in caso di allergia a funghi o domestici.

Il meccanismo della malattia viene attivato dal contatto con l'allergene. Una volta sulla mucosa congiuntivale, gli stimoli provocano una cascata di reazioni, accompagnate dal rilascio di mediatori dell'infiammazione - istamina, bradykidin, prostaglandine, che sono responsabili della formazione di un focolaio di infiammazione allergica. Questo processo è accompagnato dall'apparizione di sintomi caratteristici - iperemia e gonfiore degli occhi, lacrimazione abbondante, prurito e altre manifestazioni sgradevoli.

Eziologia della malattia

La causa della congiuntivite allergica è il contatto con l'allergene. Varie sostanze o fattori ambientali possono agire come stimoli:

  • polline delle piante;
  • peli di animali domestici;
  • prodotti chimici domestici;
  • polvere di casa;
  • muffa spore di funghi;
  • allergeni alimentari;
  • alcuni gruppi di droghe.

Inoltre, i corpi estranei che sono penetrati negli occhi o nelle lenti a contatto, così come gli allergeni di natura batterica, virale, parassitaria o fungina, possono causare la patologia. In alcuni casi, i sintomi caratteristici provocano composti fortemente olfattivi (vernici, vernici, profumi), fumo di tabacco, influenza di radiazione solare luminosa o freddo.

Tipi di congiuntivite allergica

Tenendo conto delle cause della malattia, si distinguono le seguenti forme di congiuntivite allergica nei bambini:

  • Pollinous si distingue per il suo andamento stagionale, causato dal polline di alberi in fiore, erba ed erba. Con l'ipersensibilità al polline, le condizioni del bambino peggiorano quando si rimane in aria in un clima secco, caldo o quando si esce in campagna. Il secondo nome per questa condizione è la febbre da fieno.
  • Spring Qatar - questa forma di congiuntivite allergica si sviluppa principalmente nei ragazzi di età compresa tra 5 e 12 anni. La patologia è caratterizzata da un decorso cronico, le recidive della malattia persistono nella stagione calda e soleggiata.
  • Iperpillare - si sviluppa con il contatto prolungato della congiuntiva con corpi estranei, irritando la mucosa. Questi possono essere lenti a contatto, protesi oculari o punti rimasti dopo l'intervento chirurgico.
  • Tubercolosi - allergica - questa forma della malattia è una risposta ai prodotti metabolici del mycobacterium tuberculosis circolante nel corpo. La patologia procede come cheratocongiuntivite ed è accompagnata da lesioni della cornea e della congiuntiva.
  • Infettivo - allergico - in questo caso, la sensibilizzazione del corpo è causata da tossine virali, batteriche o fungine. Ma gli agenti patogeni stessi non vengono rilevati nei tessuti degli occhi.
  • Droga - si sviluppa con l'uso di vari farmaci (il più delle volte anestetici e colliri).

Il decorso della congiuntivite allergica può essere acuto, subacuto o cronico. Si osserva che nei bambini in età prescolare, la malattia è solitamente causata da predisposizione genetica o fattori sociali, mentre nei bambini più grandi si sviluppa come conseguenza di una precedente reazione a determinati allergeni (cibo, famiglia, ecc.).

sintomi

La gravità dei sintomi dipende in gran parte dalla concentrazione dell'allergene e dalla risposta immunitaria del corpo. Le manifestazioni allergiche caratteristiche possono verificarsi entro pochi minuti dopo il contatto (una reazione immediata) o possono comparire dopo 1-2 giorni (una reazione ritardata).

I sintomi comuni caratteristici di qualsiasi forma della malattia includono:

  • sensazione di bruciore e prurito agli occhi;
  • lacrimazione abbondante;
  • arrossamento della mucosa congiuntivale;
  • edema palpebrale e iperemia;
  • affaticamento degli occhi;
  • intolleranza alla luce intensa (fotofobia).

La condizione degli occhi durante la congiuntivite allergica in un bambino è chiaramente dimostrata da una foto dedicata a questo problema. Entrambi gli occhi sono solitamente coinvolti nell'infiammazione reattiva. Compaiono delle secrezioni adesive trasparenti che si accumulano nella cavità della congiuntiva. In questo caso, il bambino soffre di un forte prurito, che lo fa sfregare costantemente gli occhi. I genitori dovrebbero interrompere tali tentativi, altrimenti c'è un alto rischio di infezione, con conseguenti complicazioni purulente.

Inoltre, la progressione della malattia porta a secchezza della mucosa, una sensazione di "sabbia" negli occhi, la comparsa di dolori da taglio quando si spostano gli occhi. Gonfiore della congiuntiva e lacrimazione contribuiscono al deterioramento della percezione visiva.

Inoltre, a seconda della forma della malattia, altre manifestazioni si uniscono ai sintomi caratteristici della congiuntivite. Pertanto, in caso di pollinosi, la condizione è complicata dalla rinite allergica con abbondanti secrezioni mucose dal naso, starnuti, arrossamenti e irritazioni della pelle nella zona del triangolo naso-labiale. Ci sono prurito eruzioni cutanee sul tipo di orticaria, tosse, indigestione, nausea, vomito, mal di testa, nei casi gravi - angioedema.

Quando la congiuntivite iperpapillare sulla superficie interna della palpebra superiore, vengono rilevate papille con una dimensione di 1 mm o più. Sono formati come risultato di contatto diretto con una sostanza irritante (punti, lenti a contatto). In questo contesto, in alcuni casi, si sviluppa il prolasso palpebrale (ptosi).

Grave primavera Qatar è accompagnato da lesioni della cornea - ulcerazione o ispessimento della cornea (ipercheratosi).

Se una reazione allergica è causata da una concomitante infezione cronica (tubercolosi), la cornea è coinvolta nel processo infiammatorio. Piccoli noduli si formano su di esso, che in seguito scompaiono con la formazione di tessuto cicatriziale. Inoltre, in questa forma di malattia, vengono pronunciate fotofobia, lacrimazione e contrazione convulsiva degli occhi (blefarospasmo).

Metodi diagnostici

La diagnosi e il trattamento della congiuntivite allergica nei bambini viene effettuata da un allergologo-immunologo e da un oculista per bambini. Prima di tutto, è necessario determinare la relazione della malattia con alcuni fattori esterni e identificare l'allergene, il contatto con il quale porta alla comparsa della congiuntivite.

A tal fine, eseguire test cutanei (applicazione e scratch test), consentendo di determinare lo stimolo. Tutti i test allergologici possono essere fatti solo a partire dai 4 anni di età.

Prove di laboratorio obbligatorie:

  • studio clinico del sangue e delle urine;
  • analisi dell'immunoglobulina, che consente di determinare la presenza nel sangue di anticorpi specifici agli allergeni;
  • un esame del sangue da una vena per identificare lo spettro degli allergeni;
  • analisi al microscopio del liquido lacrimale;
  • esame batteriologico dello scarico delle secrezioni purulente.

Inoltre, esaminano lo stato dell'apparato digerente del bambino: esegui un'analisi delle feci per le uova del verme, esegui il raschiamento per l'enterobiasi.

Come trattare la congiuntivite allergica in un bambino

Il trattamento più efficace è quello di evitare il contatto con l'allergene. Ma in molti casi è impossibile farlo, quindi è necessario usare farmaci che eliminano i sintomi della malattia e conducono un'immunoterapia specifica.

Quando prescrive farmaci, il medico deve tenere conto della forma della malattia, delle particolarità del suo decorso e della gravità dei sintomi e dell'età del piccolo paziente. La base della terapia è costituita dai seguenti gruppi di farmaci:

  • Le gocce oculari nei bambini con congiuntivite allergica alleviano efficacemente i sintomi spiacevoli dell'infiammazione - rossore, bruciore, prurito, gonfiore. Mezzi popolari - Allergodil, Kromoheksal, Opatonol, Optikrom, Hi-Krom.
  • Antistaminici in pillole - utilizzati nel trattamento delle allergie moderate e acute. Di solito, gli esperti cercano di prescrivere l'ultima generazione di farmaci che hanno meno effetti collaterali e sono meglio tollerati dai pazienti. Tra loro significa Zodak, Zyrtec, Fenistil, Telfast. 2-3 generazioni di farmaci prescritti compresse Loratadin, Suprastin, Claritin, Cetrin.
  • Preparati con un componente ormonale - sono usati nella congiuntivite allergica grave. Si tratta di colliri corticosteroidi e unguenti a base di idrocortisone e desametasone. Rapidamente sopprimono le reazioni infiammatorie e alleviano i sintomi spiacevoli. Utilizzare tali strumenti dovrebbe essere di breve durata, in modo da non provocare dipendenza o lo sviluppo di effetti collaterali indesiderati.

Con maggiore secchezza e irritazione degli occhi, il medico prescriverà una lacrima. Inoltre, il regime di trattamento comprende agenti con un effetto stabilizzante della membrana (Lekrolin, Ketotifen) e stabilizzatori di mastociti che bloccano la produzione di istamina (allergia di Crom, Lekrolin). Se necessario, il medico può prescrivere gocce con un componente antinfiammatorio non steroideo - diclofenac.

In corso cronico di congiuntivite e frequenti recidive, è necessaria l'immunoterapia specifica. Consiste nell'introduzione di istoglobulina - il corso consiste di 6-10 iniezioni.

Quando si attacca un'infezione batterica o fungina secondaria, vengono prescritti colliri e unguenti con componenti antibatterici o antifungini.

C'è anche una variante della terapia specifica. Si basa sull'introduzione di piccole dosi di un allergene provocante. Nel giro di pochi mesi, la sua concentrazione viene gradualmente aumentata, di conseguenza, il corpo sviluppa resistenza al provocatore e, col tempo, non reagisce così violentemente con esso o smette di rispondere del tutto a una reazione allergica. Tale terapia specifica per l'allergia è più efficace durante l'infanzia. A volte 2-3 cicli di trattamento sono sufficienti per il corpo del bambino per far fronte alla malattia.

Raccomandazioni ai genitori

Il famoso medico per bambini Komarovsky parla di un diverso trattamento della congiuntivite allergica nei bambini in vari programmi televisivi e suggerisce che i genitori siano sempre pronti per una improvvisa esacerbazione della malattia. Purtroppo, al momento non esiste una prevenzione specifica della congiuntivite allergica, ma ci sono alcune raccomandazioni da seguire per evitare possibili complicazioni:

  • Nel periodo delle piante da fiore nell'aria si accumula una grande concentrazione di allergeni. Gli esperti consigliano in questo periodo di partire per un'altra regione dove non ci sono quelle erbe o erbacce che provocano attacchi di allergia in un bambino.
  • Se ciò non è possibile, cerca di non uscire al mattino o in tempo ventoso e asciutto, quando c'è soprattutto molto polline nell'aria. È meglio portare il bambino a fare una passeggiata nel tardo pomeriggio o dopo la pioggia, quando la concentrazione di allergeni nell'aria diminuisce. Allo stesso tempo non dovresti visitare parchi e piazze o andare nella natura. Prima di uscire, è necessario indossare occhiali protettivi e una maschera medica che impedisca al polline di raggiungere gli organi respiratori.
  • Nella casa è necessario fare quotidianamente pulizia con acqua, combattere polvere, muffa, sbarazzarsi delle cose dei raccoglitori di polvere - tappeti, mantelle, giocattoli morbidi. Nel periodo delle piante da fiore dovrebbe tenere la finestra chiusa. Il microclima ottimale dovrebbe essere mantenuto con l'aiuto dell'aria condizionata. È meglio scegliere un set completo del dispositivo con un purificatore d'aria e speciali filtri anti-allergici.
  • Se le reazioni di ipersensibilità causano allergeni alimentari, è necessario osservare rigorosamente una dieta speciale che esclude i provocatori dalla dieta. Questo può essere cioccolato, dolci, alcune bacche, frutta e verdura. Ad esempio, se si è allergici al polline degli alberi, non si devono usare frutta a nocciolo (mele, pere, pesche, nettarine, agrumi). In caso di ipersensibilità alle erbacce e alle erbe, dovresti stare molto attento quando usi i cereali da alcuni cereali, kvas, semi di girasole, cocomeri, meloni, ecc. Inoltre, tutti i prodotti con conservanti, coloranti artificiali e altre sostanze chimiche devono essere rimossi dalla dieta del bambino. additivi.
  • È necessario escludere il contatto del bambino con possibili allergeni - prodotti chimici domestici, profumeria, peli di animali, fumo di tabacco. In assenza di pollinosi, aerare la stanza più spesso, non ottenere più aria fresca. Presta particolare attenzione all'attività fisica, rafforzando il sistema immunitario e indurendo il bambino.

Come trattare la congiuntivite allergica in un bambino?

La congiuntivite allergica nella maggior parte dei casi si sviluppa nei bambini in età prescolare. Negli scolari questa malattia viene diagnosticata molto meno frequentemente.

La patologia è un ulteriore sintomo di allergia ed è più spesso accompagnata dalla comparsa di rinite allergica, tosse e altri segni di una reazione negativa del corpo del bambino a determinati stimoli.

In alcuni casi, una congiuntivite allergica in un bambino può svilupparsi come una malattia indipendente. Il trattamento di questo processo patologico dovrebbe essere effettuato sotto la supervisione di specialisti. Altrimenti, sono possibili gravi complicazioni.

Quali sono i segni della cataratta congenita in un bambino? Scopri questo dal nostro articolo.

Il concetto e le caratteristiche

Congiuntivite allergica nei bambini - foto:

La congiuntivite allergica è un tipo di processo infiammatorio che si sviluppa nella membrana congiuntivale dell'occhio. Questa patologia è provocata da un certo allergene che provoca una reazione negativa nel corpo del bambino.

Il processo infiammatorio interessa la superficie interna della palpebra e della sclera. La congiuntivite di questo tipo è sempre accompagnata da sintomi aggiuntivi, che indicano la progressione delle allergie.

cause di

La congiuntivite allergica nei bambini può svilupparsi a causa della predisposizione genetica o delle caratteristiche individuali dell'organismo.

Nella maggior parte dei casi, questa patologia è una reazione negativa a specifici allergeni.

Gli irritanti possono essere nell'ambiente, nel cibo o entrare nel corpo in altri modi. Ad esempio, per provocare allergie sotto forma di congiuntivite può alcuni tipi di infezioni.

I seguenti fattori possono provocare lo sviluppo della congiuntivite allergica:

  • corpi estranei negli occhi;
  • allergeni domestici (polvere domestica, prodotti chimici domestici, ecc.);
  • polline delle piante;
  • allergeni di origine parassitaria e fungina;
  • allergeni virali e batterici;
  • fattori epidermici (lana e cibo per animali);
  • reazione a determinati tipi di farmaci;
  • allergeni alimentari (cioccolato, agrumi, fragola, ecc.).
  • al contenuto ↑

    classificazione

    Nella pratica medica, ci sono diverse classificazioni di congiuntivite allergica. Dalla natura del verificarsi del processo patologico può essere tutto l'anno, periodici e di contatto.

    Nel primo caso, l'insorgenza dei sintomi della malattia può verificarsi indipendentemente dal periodo dell'anno, nel secondo caso i focolai della malattia si osservano principalmente nel periodo primaverile o invernale.

    Il modulo di contatto si sviluppa immediatamente dopo l'esposizione ad un bambino di un particolare allergene.

    La congiuntivite allergica dei bambini è divisa nei seguenti tipi:

    1. Forma pollinosa o di fieno (si sviluppa stagionalmente, è causata dal polline di alcune piante, nella maggior parte dei casi accompagnata dalla comparsa di rinite o orticaria).
    2. Tipo iperpapillare (i trigger sono corpi estranei negli occhi).
    3. Forma di dosaggio (la causa principale della patologia è la reazione negativa del corpo del bambino a determinati farmaci, il più delle volte sotto forma di gocce per gli occhi).

  • Spring Qatar (la più suscettibile alla patologia di un ragazzo in età prescolare e scolare, la malattia si manifesta principalmente in primavera).
  • Tipo allergico alla tubercolosi (prodotti di scarto della tubercolosi del micobatterio provocano la malattia).
  • Forma infettiva-allergica (la patologia si manifesta sotto l'influenza di una specifica reazione del corpo del bambino agli allergeni infettivi).
  • Leggi i sintomi e il trattamento dei gonobladeni nei neonati qui.

    Sintomi e segni

    I sintomi della congiuntivite allergica possono manifestarsi immediatamente dopo il contatto con un allergene o entro un giorno. L'intensità del processo patologico dipende dalle caratteristiche individuali del corpo del bambino e dalla forma della malattia.

    Segni di congiuntivite appaiono in entrambi gli occhi. Il processo infiammatorio inizia sempre con la fotofobia e l'aumento della lacrimazione.

    Ulteriori sintomi si sviluppano rapidamente. I sintomi della malattia si manifestano nelle seguenti condizioni:

    • fotofobia;
    • edema palpebrale;
    • rossore del bulbo oculare;
    • follicoli sulle mucose degli occhi;
    • dolore (dolori da taglio) negli occhi;

  • aumento della lacrimazione;
  • sensazione di prurito delle mucose degli occhi;
  • congestione della sostanza mucosa nella cavità congiuntivale;
  • aumento dell'affaticamento degli occhi;
  • secchezza delle mucose degli occhi;
  • scarico purulento dagli occhi (se ci sono complicazioni).
  • al contenuto ↑

    Come distinguere dalle altre forme?

    Determinare la congiuntivite allergica e identificare l'allergene che provoca lo sviluppo di questa malattia, è possibile non solo con test di laboratorio. I genitori devono analizzare i fattori che influenzano il bambino prima dei primi sintomi della patologia.

    Per esempio, se la congiuntivite si manifesta nello stesso periodo dell'anno, dopo aver mangiato certi cibi o quando è in contatto con animali, allora la probabilità di un'allergia in un bambino è quasi al cento per cento.

    Caratteristiche della congiuntivite allergica:

    • i sintomi della malattia possono essere stagionali o permanenti;
    • congiuntivite di altre forme può colpire un occhio (una forma allergica si manifesta sempre in entrambi gli occhi);
    • Il processo infiammatorio è completato da altri segni di allergia (naso che cola, tosse, ecc.).

    Complicazioni e conseguenze

    La congiuntivite allergica non solo può acquisire una forma cronica, ma anche provocare gravi patologie degli organi visivi.

    Alcune delle malattie considerate come le conseguenze di questo processo infiammatorio non sono praticamente curabili. Ridurre il rischio di complicanze può essere solo una terapia tempestiva e completa della congiuntivite.

    Complicazioni di congiuntivite allergica possono essere le seguenti condizioni:

    • ulcera corneale;
    • significativa riduzione della visione;
    • l'aggiunta di un'infezione batterica;
    • distacco della retina;
    • cheratite.

    Raccomandazioni di specialisti per il trattamento della dacriocistite nei neonati possono essere trovate sul nostro sito web.

    diagnostica

    La diagnosi di congiuntivite allergica dovrebbe includere una consultazione obbligatoria con un allergologo e un oftalmologo pediatrico.

    Dopo aver esaminato il bambino, i medici prescrivono alcune procedure di esame.

    Nell'identificare la congiuntivite allergica, è importante condurre una diagnosi differenziale da altre varietà della malattia. La presenza di allergie è indicata da ulteriori sintomi del processo infiammatorio.

    I metodi di diagnosi della congiuntivite allergica includono le seguenti procedure:

    • analisi generale del sangue e delle urine;
    • esame del sangue da una vena;
    • test della pelle in scena;
    • analisi del sangue per immunoglobulina;
    • esame del liquido lacrimale;
    • esame batteriologico delle secrezioni mucose.
    al contenuto ↑

    Metodi di trattamento

    Come trattare la congiuntivite allergica in un bambino? La terapia della congiuntivite allergica viene eseguita in più fasi.

    Innanzitutto, viene rilevato un allergene, con il quale sarà necessario escludere il contatto del bambino. Quindi vengono prescritti farmaci per eliminare i sintomi della malattia e rafforzare l'immunità locale.

    È possibile integrare il corso del trattamento con alcune ricette della medicina tradizionale che aiutano ad accelerare il processo di recupero del bambino e ad alleviare la sua condizione generale.

    preparativi

    La terapia farmacologica per la congiuntivite allergica è prescritta in base all'intensità dei sintomi del processo infiammatorio e alle caratteristiche individuali del corpo del bambino.

    Selezionare le medicine necessarie dovrebbero essere un medico.

    La scelta sbagliata dei farmaci può ridurre l'efficacia del ciclo di trattamento e causare una terapia prolungata.

    Quando la congiuntivite allergica può essere prescritta i seguenti tipi di farmaci:

    • gocce con effetto stabilizzante della membrana (chetotifene, lecrolina);
    • antistaminici (Zyrtec, Loratadina, Claritin);
    • gocce sostituti lacrimali (Inox, Hyphosis);
    • stabilizzatori di mastociti sotto forma di goccioline (Crom-Allerg, Lodoxamide);
    • bloccanti del recettore dell'istamina (Allergodil, Opatanol).
    al contenuto ↑

    Rimedi popolari

    I mezzi della medicina tradizionale fanno bene al compito di alleviare le condizioni del bambino, riducendo l'intensità del processo infiammatorio e accelerando la ripresa.

    Quando si scelgono le prescrizioni per la medicina alternativa, è importante considerare la tendenza del bambino alle allergie. Non è necessario sperimentare prodotti contenenti componenti potenzialmente pericolosi appartenenti alla categoria dei possibili allergeni.

    Esempi di rimedi popolari:

  • Infuso di calendula (due cucchiaini di materie prime secche versare un bicchiere di acqua bollente, insistere sulla preparazione per quindici minuti, dopo il raffreddamento, utilizzare per il lavaggio degli occhi, la procedura viene ripetuta più volte al giorno).
  • Infuso di camomilla (un cucchiaio di farmacia di camomilla secca versare un bicchiere di acqua bollente, un mezzo per insistere per venti minuti e usare per lavare gli occhi del bambino, ripetere la procedura fino alla scomparsa dei sintomi della congiuntivite allergica).
  • Impacco di tè (preparare due bustine di tè, prima della procedura, devono essere leggermente strizzate, mettere le borse sugli occhi del bambino, la durata della procedura è di circa cinque minuti, è possibile ripetere l'uso di rimedi popolari più volte al giorno).
  • al contenuto ↑

    prevenzione

    Non esistono misure preventive speciali per prevenire lo sviluppo di congiuntivite allergica nei bambini. La malattia può svilupparsi improvvisamente o contro lo sfondo di allergie esistenti nel bambino.

    Se un bambino è incline a una reazione negativa ad alcuni allergeni, allora il modo migliore per prevenire la congiuntivite è evitare il contatto con loro.

    Particolare attenzione dovrebbe essere prestata allo stile di vita e alla salute del bambino fin dalla tenera età. La prevenzione delle malattie include le seguenti raccomandazioni:

    • rafforzare l'immunità del bambino (dieta, farmaci speciali, uno stile di vita attivo);
    • trattamento completo di eventuali malattie;
    • conformità con le raccomandazioni del medico nel trattamento delle allergie;
    • la stanza in cui si trova il bambino dovrebbe essere regolarmente pulita e arieggiata;

  • per la pulizia in ambienti interni si consiglia di utilizzare prodotti speciali con una composizione organica;
  • contattare uno specialista quando compaiono i primi sintomi della congiuntivite.
  • La complicazione più comune della congiuntivite allergica è una diminuzione dell'acuità visiva in un bambino. Per evitare conseguenze negative, è necessario contattare un oftalmologo in modo tempestivo.

    Se sospetti le allergie di un bambino, è necessario esaminare e identificare il fattore che causa la manifestazione del processo infiammatorio.

    È possibile curare la miopia in un bambino? Scopri la risposta adesso.

    Sulla congiuntivite allergica, i suoi segni, il decorso della malattia, il trattamento e le misure preventive in questo video:

    Vi chiediamo gentilmente di non auto-medicare. Iscriviti con un medico!

    Identificare e trattare la congiuntivite allergica in un bambino

    La comparsa di congiuntivite allergica nei bambini è provocata dall'ingresso di allergeni nel corpo. Succede in tutte le fasce d'età, soprattutto in età prescolare.

    Cos'è la congiuntivite allergica

    La congiuntivite allergica nei bambini si manifesta con l'infiammazione della mucosa dell'occhio. Sclera e palpebre sono interessati. Possono essere presenti altri sintomi allergici: starnuti, insufficienza respiratoria, prurito della pelle, orticaria.

    Il meccanismo di sviluppo: la formazione del complesso allergene-anticorpo. Attiva una risposta iperreattiva del sistema immunitario alla penetrazione degli allergeni. Formati mediatori dell'infiammazione che causano i sintomi clinici delle allergie.

    Posso essere infetto? La malattia non è contagiosa. Tuttavia, i sintomi della congiuntivite allergica in un bambino sono simili a quelli virali e batterici. Pertanto, la risposta esatta è possibile solo dopo aver determinato la causa e la diagnosi corrette.

    classificazione

    Da periodi di sviluppo di manifestazioni allergiche secernono congiuntivite:

    La classificazione della congiuntivite allergica dipende dalle ragioni:

    1. Pollinous è una reazione allergica stagionale al polline delle piante da fiore. La stagione dura 2-3 mesi, aprile-settembre. Differentemente chiamato febbre da fieno. Accompagnato da altri sintomi di allergia: orticaria, asma, dermatiti, disturbi gastrointestinali.
    2. Cronica - si verifica quando il contatto quotidiano con il fattore provocante: polvere, lana, piante in vaso, acari della polvere nel letto, alcuni prodotti chimici di uso domestico (detersivo per lavatrice, sapone, shampoo).
    3. Spring Qatar è una esacerbazione annuale dei sintomi allergici in primavera. In altri periodi dell'anno non ci sono sintomi. L'allergene non può essere determinato.
    4. Iperpapillare - si verifica nei bambini quando si usano lenti, in presenza di cuciture sull'organo visivo, protesi oculari.
    5. Scrofulous (tubercolosi allergica) - congiuntivite allergica in un bambino sullo sfondo della tubercolosi. È caratterizzato da blefarospasmo, paura della luce, lacrimazione. Le corneo e le mucose sono ricoperte di tubercoli. Possono sparire o guarire.
    6. Droga - allergico a determinati gruppi di farmaci.
    7. La congiuntivite allergica-infettiva si verifica come reazione allergica alle tossine di microrganismi, funghi.

    motivi

    Per determinare il provocatore della congiuntivite allergica in un bambino, fare un'osservazione. In quale periodo dell'anno si sviluppa l'allergia? Quando i sintomi si attenuano? Dopo di che il primo è apparso infiammazione degli occhi? Prova a trovare la causa tra gli allergeni più comuni:

    • Piante di polline in primavera e in estate alberi in fiore ed erbe.
    • Gatti e cani in lana, piume di uccello.
    • Prodotti chimici domestici: detersivo per bucato, ammorbidente, prodotti per l'igiene del bambino, deodoranti, profumi, cosmetici decorativi.
    • Farmaci, specialmente forme locali.
    • Un allergene piuttosto sgradevole nella vita di tutti i giorni sono gli acari della polvere che vivono nella polvere della stanza, cuscini e un materasso. Richiede pulizia giornaliera della casa, biancheria da letto per bambini.
    • Spore di funghi che si sviluppano ad alta umidità.
    • Le piante da appartamento, anche senza fioritura, possono essere un allergene.
    • Allergeni alimentari: cioccolato, agrumi, proteine ​​del pollo, colorante alimentare.
    • Lenti, punti dopo l'intervento.
    • Worms.

    Le cause della congiuntivite set natura allergica. Ci sono cause più rare che si rivelano dopo una lunga ricerca. A volte l'allergene rimane sconosciuto.

    Sintomi e diagnosi

    Nelle prime ore di formazione della congiuntivite allergica, i bambini mostrano segni di rossore e gonfiore della palpebra e della congiuntiva. Un bambino sta grattando gli occhi irritati. Gli occhi stanno annaffiando, appare la mucosa degli occhi. Forse un aumento della pressione oculare. Più tardi, c'è l'essiccazione, una sensazione di sabbia negli occhi, una paura della luce, dolore quando si muove un organo visivo.

    In un bambino, la congiuntivite allergica può essere complicata da un'infezione secondaria, poiché il bambino si strofina attivamente gli occhi con le mani sporche. Come capire che l'infezione si è sviluppata? Ci sarà scarico dagli occhi di un colore verde-giallastro, il pus si accumulerà negli angoli.

    L'intensità e la velocità dei sintomi della congiuntivite allergica nei bambini dipendono dalla quantità di allergeni nel corpo e dal grado di iperreattività del corpo. Le allergie possono verificarsi in modo acuto, in pochi minuti, e possono svilupparsi gradualmente per diversi giorni.

    Se la congiuntivite allergica accompagna un naso che cola, allora il bambino starnutirà, il naso rilascerà il muco chiaro. La pelle intorno si sfalderà e arrossirà.

    Diagnosi della malattia

    Dopo aver determinato i sintomi, il medico prescrive test di laboratorio:

    • KLA. L'eosinofilismo aumentato indica la presenza di allergie.
    • Determinazione del livello di immunoglobulina E nel sangue - un marker di allergia.
    • Test allergici cutanei Eseguire non prima di 1 mese dopo l'insorgenza dei sintomi di allergia. Essenza - le tacche sono fatte sulla pelle del bambino, vengono applicati gli allergeni. La comparsa di arrossamento e gonfiore determina l'allergene che causa una reazione iper-reattiva del corpo.
    • Esame sierologico del sangue per allergeni. Il sangue venoso viene preso per un elenco di allergeni comuni. Alcuni giorni dopo il risultato è pronto.
    • Esame microscopico del liquido lacrimale.
    • Bakposev staccabile.
    • Determinazione delle uova di elminto nelle feci, raschiando l'area perianale per la presenza di ossiuri.

    Inoltre, guarda un video interessante sull'identificazione dell'allergene:

    Come trattare la congiuntivite allergica in un bambino

    La cosa principale - per escludere la provocazione di allergeni. Finché c'è un fattore provocante, il trattamento con i farmaci non porterà un risultato duraturo.

    Nel trattamento di forme lievi di congiuntivite allergica nei bambini, vengono usati antistaminici locali: collirio Allergodil (a partire da 6 anni), Opatanol (oltre 3 anni), Cromohexal e Alomid (2 anni).

    Rimuovere i sintomi di secchezza e irritazione aiuterà gocce "Vizin" (con 2 anni), "Oftolik" e "Sistayn" (permesso dalla prima infanzia).

    Non sono stati condotti studi clinici sui bambini, pertanto le controindicazioni per età sono relative. Consultare uno specialista. Egli prescriverà un rimedio sicuro per il tuo bambino.

    La terapia delle forme medie e gravi è completata dall'uso di preparati per compresse: "Zyrtec", "Zodak", "Claritin". Per riduzione dei sintomi espressi (gonfiore, arrossamento) - glucocorticosteroidi sotto forma di gocce o iniezioni: "Prednisolone", "Idrocortisone", "Desametasone". Le forme medie e pesanti sono trattate solo nell'ospedale sotto la supervisione di un allergologo.

    Complicazioni e prognosi

    La visione in congiuntivite è disturbata, il bambino piange, si sfrega le palpebre, ha paura della luce. I sintomi si aggravano se la congiuntivite allergica nei bambini è complicata dal coinvolgimento nel processo infiammatorio delle palpebre (blefarocongiuntivite), cornee (cheratocongiuntivite).

    Un'altra complicazione è l'infezione dell'occhio. L'infezione batterica della congiuntiva si sviluppa spesso, e se non trattata, le strutture profonde dell'occhio sono interessate.

    Nei casi gravi del Qatar primaverile possono comparire ulcere ed erosioni sulla cornea.

    La febbre da fieno può essere complicata da una condizione pericolosa per la vita - angioedema. Esiste un edema massiccio di fibre sciolte. C'è una minaccia di asfissia, cioè il bambino può soffocare. Richiede assistenza medica di emergenza.

    Con l'interruzione del contatto con l'allergene e il rapido avvio della terapia antistaminica, la prognosi è favorevole. I sintomi allergici diminuiscono rapidamente, il bambino si riprenderà. Il prossimo passo sarà la prevenzione delle recidive.

    Sul principio dello sviluppo della congiuntivite allergica e delle sue complicanze, vedi il video:

    prevenzione

    Nei bambini inclini a reazioni allergiche, è indispensabile determinare l'allergene provocante. Altrimenti, il trattamento sarà inefficace. Quali misure preventive devono essere seguite?

    • Dieta ipoallergenica
    • Espulsione di animali domestici, il rifiuto di piante da interno.
    • Trasferirsi in un'altra area durante le piante da fiore.
    • Pulizia a umido regolare.
    • Lavorazione della lettiera dagli acari della polvere.
    • Rinuncia a tappeti, peluche.
    • Corsi di terapia antiallergici preventivi.
    • Osservazione di un allergologo.

    Si raccomanda di mantenere l'immunità del bambino al giusto livello: una dieta sana, un buon sonno, indurimento, sforzo fisico. L'umidità dell'aria nell'appartamento influirà positivamente.

    I genitori che hanno un bambino affetto da allergie dovrebbero sempre avere antistaminici con loro. La congiuntivite allergica non è così pericolosa, ma sono sintomi estremamente sgradevoli.

    Condividi l'articolo con gli amici sui social network. Condividi le tue esperienze nei commenti. Prenditi cura del tuo bambino. Tutto il meglio

    Congiuntivite allergica nei bambini

    La congiuntivite allergica nei bambini è un processo infiammatorio nella membrana congiuntivale dell'occhio, che è una reazione ad un particolare antigene che sensibilizza il corpo. Lo sviluppo della congiuntivite allergica nei bambini è accompagnato da gonfiore locale, prurito e arrossamento degli occhi, lacrimazione, fotofobia. La diagnosi di congiuntivite allergica nei bambini viene eseguita da un oculista pediatrico e allergologo; include esame al microscopio del liquido lacrimale, IgE totale, KLA, produzione di campioni di pelle. La terapia della congiuntivite allergica nei bambini richiede l'eliminazione del contatto con l'allergene, la nomina di antistaminici sotto forma di colliri e per via orale e l'immunoterapia specifica.

    Congiuntivite allergica nei bambini

    La congiuntivite allergica nei bambini è una malattia comune nella moderna pediatria, che è oggetto di uno studio di oftalmologia pediatrica e di allergologia. La congiuntivite allergica è caratterizzata da un'infiammazione della membrana mucosa che copre la sclera e la superficie interna della palpebra, a causa dell'ipersensibilità del corpo a qualsiasi allergene. Nella maggior parte dei casi, la manifestazione della congiuntivite allergica nei bambini cade all'età di 3-4 anni. Tra i bambini in età scolare, la congiuntivite allergica si verifica nel 3-5% dei casi. La congiuntivite allergica nei bambini di solito accompagna altre manifestazioni allergiche: rinite allergica, pollinosi, dermatite atopica, asma bronchiale, ecc.

    motivi

    La base della congiuntivite allergica nei bambini è l'aumento della sensibilità individuale a determinati fattori ambientali - gli allergeni. Tali fattori esogeni possono essere allergeni: domestico (polvere domestica e di biblioteca, acari, cuscini di piume, prodotti chimici domestici), polline (polline da alberi in fiore ed erba), epidermico (peli di animali e peli, cibo per animali), cibo (cibo agrumi, cioccolato, miele, bacche, ecc.), medicinali (medicinali).

    In alcuni casi, la causa della congiuntivite allergica nei bambini diventa corpi estranei dell'occhio, così come gli allergeni di origine batterica, virale, fungina e parassitaria. È stato dimostrato che le malattie degli occhi allergiche nei bambini piccoli sono più spesso causate da fattori genetici e sociali, e nei bambini più grandi, è preceduta da sensibilizzazione domestica, alimentare, epidermica, la cui gravità in gran parte determina la gravità della congiuntivite allergica.

    classificazione

    Tenendo conto dei meccanismi eziopatogenetici, le seguenti forme di congiuntivite allergica si distinguono nei bambini: fieno (pollinico), coarsenale (iperpapillare), farmaco, tubercolosi-allergico, infettivo-allergico e catarro primaverile.

    • La congiuntivite pollinosa nei bambini è una malattia degli occhi allergica causata dal polline di erbe, erba e alberi. Ha una dipendenza stagionale, si verifica durante la fioritura di quelle piante, al polline di cui l'organismo è sensibilizzato. Nella febbre da fieno, congiuntivite pollinosa nei bambini è combinata con orticaria, bronchite asmatica, dermatite atopica o da contatto, angioedema, disturbi dispeptici e mal di testa.
    • Congiuntivite primaverile Si verifica più spesso nei ragazzi di 5-12 anni. La congiuntivite primaverile nei bambini ha un decorso cronico persistente; esacerbazioni si verificano prevalentemente nella stagione di sole. Il catarro della primavera può manifestarsi in forma congiuntivale, limbica e mista.
    • Congiuntivite iperpapillare. La comparsa di congiuntivite iperpapillare è associata ad irritazione da contatto della congiuntiva da corpi estranei (lenti a contatto, protesi oculari, punti). All'esame della congiuntiva delle palpebre superiori vengono rilevate papille giganti (1 mm o più).
    • La congiuntivite allergica medicinale nei bambini si sviluppa con l'uso di vari colliri. L'allergia può verificarsi sia sul principio attivo principale che sui conservanti usati nelle gocce; Il più delle volte, la congiuntivite allergica nei bambini si verifica quando l'instillazione di colliri antibatterici e anestetici.
    • La congiuntivite allergica infettiva nei bambini è associata alla sensibilizzazione del corpo agli allergeni microbici: esotossine batteriche, virali, fungine. Allo stesso tempo il patogeno stesso non viene rilevato nella congiuntiva dell'occhio.
    • La lesione tubercolare allergica dell'occhio procede secondo il tipo di cheratocongiuntivite, con danno simultaneo alla congiuntiva e alla cornea. Questa forma di allergia è una conseguenza di una reazione allergica ai prodotti di scarto di mycobacterium tuberculosis che circolano nel sangue.

    sintomi

    Di solito, i sintomi della congiuntivite allergica in un bambino si sviluppano entro pochi minuti o un giorno dopo l'interazione con l'allergene. Nello stesso momento entrambi gli occhi sono coinvolti in un'infiammazione reattiva subito. Le palpebre del bambino sono gonfie, la congiuntiva diventa iperemica ed edematosa, si verifica uno strappo, e nella congiuntivite grave, la fotofobia.

    Il principale sintomo soggettivo della congiuntivite allergica nei bambini è il forte prurito, che induce il bambino a spazzolare costantemente gli occhi, intensificando ulteriormente tutte le manifestazioni della malattia. Nella cavità congiuntivale si accumula costantemente una scarica mucosa chiara (a volte appiccicosa o membranosa). La secrezione purulenta con congiuntivite allergica non complicata nei bambini è solitamente assente e si verifica solo quando la componente infettiva si unisce.

    La congiuntivite allergica nei bambini può essere acuta (con inizio rapido e interruzione anticipata) o cronica (lunga, lenta, con esacerbazioni occasionali). La natura del flusso è determinata dall'allergene causa-significativo e dalla frequenza del contatto con esso.

    diagnostica

    La diagnosi di congiuntivite allergica in bambini è effettuata da un ophthalmologist da bambini e un allergologo-immunologo. I criteri diagnostici affidabili per la congiuntivite allergica nei bambini comprendono: la presenza di una storia allergica, la relazione tra l'insorgenza della malattia e determinati fattori esterni (fioritura, contatto con animali, uso di determinati alimenti, ecc.), Sintomi clinici caratteristici.

    Per confermare la diagnosi, viene effettuato un esame microscopico del liquido lacrimale, in cui, nella congiuntivite allergica nei bambini, viene rilevato più del 10% di eosinofili. Con la natura allergica della malattia, un aumento del livello di IgE totali, l'eosinofilia viene anche rilevata rispetto alla norma di età. In presenza di secrezioni purulente, viene effettuato l'esame batteriologico della scarica dalla cavità congiuntivale. La manifestazione di una reazione allergica sistemica richiede un'indagine sul tratto gastrointestinale del bambino, l'analisi delle feci nelle uova di elminti e il raschiamento di enterobiosi.

    L'identificazione della causa immediata della congiuntivite allergica nei bambini consente la produzione di test allergologici cutanei e un esame del sangue per IgE specifiche. La diagnosi differenziale della congiuntivite allergica nei bambini viene effettuata con demodicosi, congiuntivite fungina, batterica, autoimmune.

    Trattamento della congiuntivite allergica nei bambini

    Un prerequisito per una terapia efficace sono le misure di eliminazione, che comportano l'eliminazione del contatto con l'allergene. La base patogenetica per il trattamento della congiuntivite allergica nei bambini è costituita da antistaminici sotto forma di compresse e instillazioni di colliri nelle dosi e nelle concentrazioni di età. Con il decorso persistente della malattia, vengono prescritti FANS e corticosteroidi topici.

    È possibile condurre una terapia specifica per gli allergeni, che è la più efficace nei bambini. Coinvolge l'introduzione di piccole dosi di allergeni in concentrazioni crescenti, che è accompagnata da una graduale dipendenza da questo allergene, una diminuzione o scomparsa dei sintomi della congiuntivite allergica nei bambini.

    Prognosi e prevenzione

    Quando la diagnosi tardiva di congiuntivite allergica nei bambini, la cornea e altri tessuti oculari possono essere coinvolti nel processo infiammatorio, che è irto di una diminuzione dell'acuità visiva e lo sviluppo di forme difficili da trattare di malattie degli occhi (cheratite, ulcere corneali). L'identificazione e l'eliminazione dell'allergene e la condotta di un'immunoterapia specifica possono prevenire il ripetersi di allergie. La prevenzione specifica della congiuntivite allergica nei bambini non è stata sviluppata. Si dovrebbe prestare attenzione al rafforzamento dell'immunità generale del bambino, per condurre corsi di prevenzione della terapia di desensibilizzazione durante le stagioni di esacerbazione della malattia, per evitare il contatto con allergeni noti.

    Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie