Principale Sintomi

Allergie ai farmaci: sintomi e trattamento

L'allergia ai farmaci è un problema comune, con ogni anno il numero di forme registrate di questa malattia aumenta solo.

La medicina ha imparato a far fronte a molte malattie attraverso lo sviluppo di farmaci.

Con il loro ammissione al corso, il benessere generale è migliorato, il funzionamento degli organi interni è migliorato, grazie ai farmaci, l'aspettativa di vita è aumentata drammaticamente e il numero di possibili complicanze è diminuito.

Ma la terapia delle malattie può essere complicata da una reazione allergica al farmaco usato per il trattamento, che si esprime con sintomi diversi e richiede la selezione di un altro rimedio.

La causa delle allergie ai farmaci

Una reazione specifica ai prodotti farmaceutici può verificarsi in due categorie di persone.

In pazienti che ricevono una terapia farmacologica di qualsiasi malattia. L'allergia non si sviluppa immediatamente, ma con la somministrazione ripetuta o l'uso del farmaco. Nel tempo che intercorre tra le due dosi del farmaco, il corpo viene sensibilizzato e si produce la produzione di anticorpi, come ad esempio un allergico ad Amoxiclav.

Gli operatori professionali che sono costretti a contattare costantemente con le medicine. Questa categoria comprende infermieri, medici, farmacisti. Grave, poco suscettibile alle allergie alle droghe in molti casi, provoca un cambiamento di lavoro.

Esistono diversi gruppi di farmaci, il cui uso ha un alto rischio di sviluppare allergie:

  1. Gli antibiotici causano i sintomi più frequenti e gravi delle allergie ai farmaci Tutti i dettagli qui https://allergiik.ru/na-antibiotiki-simptomy.html;
  2. sulfamidici;
  3. Farmaci antinfiammatori non steroidei;
  4. Vaccini, sieri, immunoglobuline. Questi gruppi di farmaci hanno una base proteica, che di per sé influenza già la produzione di anticorpi nel corpo.

Ovviamente, queste allergie possono svilupparsi assumendo altri medicinali, sia per uso esterno che per uso interno. È impossibile riconoscere la sua manifestazione in anticipo.

Molte persone sono predisposte a reazioni allergiche specifiche a vari farmaci, poiché soffrono di altre forme di allergie, predisposizione ereditaria e infezioni fungine.

Spesso, l'intolleranza alla droga viene registrata quando si assumono antistaminici prescritti per eliminare altre forme di allergie.

È necessario separare le allergie ai farmaci dagli effetti collaterali e dai sintomi che si verificano quando la dose viene superata.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali sono caratteristici di molti farmaci, in alcune persone non si manifestano, altri possono sperimentare gli effetti dell'intero complesso di sintomi concomitanti.

Gli effetti collaterali pronunciati richiedono la nomina di un analogo del farmaco. L'eccesso di dose intenzionale o involontario porta all'avvelenamento del corpo, i sintomi di questa condizione sono determinati dai componenti del farmaco.

Segni di malattia

Con le allergie ai farmaci, i sintomi nei pazienti sono espressi in modo diverso. Dopo il ritiro del farmaco, possono passare da soli o viceversa, il paziente richiede cure di emergenza.

Succede anche che il corpo umano stesso possa far fronte a una reazione non specifica e dopo alcuni anni di utilizzo di un farmaco simile, i sintomi non sono determinati.

Forme di somministrazione di farmaci

La capacità dei componenti dei farmaci di formare un complesso di antigene - anticorpi dipende dalla forma della loro introduzione.

Quando somministrato per via orale, cioè attraverso la bocca, si sviluppa una reazione allergica nel numero minimo di casi, con iniezione intramuscolare, la probabilità di allergia aumenta e l'iniezione endovenosa di farmaci raggiunge il suo apice.

Allo stesso tempo, quando un farmaco viene iniettato in una vena, i sintomi di allergia possono svilupparsi istantaneamente e richiedere la fornitura di cure mediche tempestive ed efficaci.

sintomi

Le reazioni allergiche secondo il tasso di sviluppo possono essere divise in tre gruppi.

Il primo gruppo di reazioni include cambiamenti nel benessere generale di una persona, che si sviluppano immediatamente dopo che il farmaco entra nel corpo o entro un'ora.

Il secondo gruppo di reazioni si sviluppa durante il giorno, dopo che i componenti del farmaco entrano nel corpo.

  • Trombocitopenia: diminuzione del numero di piastrine nel sangue. Un basso numero di piastrine aumenta il rischio di sanguinamento.
  • L'agranulocitosi è una diminuzione critica dei neutrofili, che porta ad una diminuzione della resistenza del corpo a vari tipi di batteri.
  • Febbre.

Il terzo gruppo di reazioni aspecifiche a una preparazione si sviluppa durante parecchi giorni o settimane.

Di solito questo gruppo è caratterizzato dall'aspetto dei seguenti stati:

  • Malattia da siero
  • Vasculite allergica.
  • Poliartrite e artralgia.
  • La sconfitta degli organi interni.

L'allergia ai farmaci si manifesta con un'ampia varietà di sintomi. Non dipende dai componenti del farmaco e può manifestarsi in persone molto diverse tra persone diverse.

Con lo sviluppo di allergie, si manifestano manifestazioni cutanee, spesso si osservano orticaria, eritroderma, eritema, dermatite medica o eczema.

Caratterizzato dalla comparsa di disturbi respiratori - starnuti, congestione nasale, lacrimazione e arrossamento della sclera.

È caratterizzato dalla comparsa di vescicole su gran parte della superficie del corpo e da un intenso prurito. Le bolle si sviluppano piuttosto bruscamente e, dopo il ritiro, anche i preparativi passano rapidamente.

In alcuni casi, l'orticaria è uno dei sintomi dell'insorgere della malattia da siero, con questo disturbo provoca anche febbre, mal di testa, danni ai reni e al cuore.

Angioedema e angioedema.

Si sviluppa su quelle parti del corpo dove c'è una fibra particolarmente sciolta - labbra, palpebre, scroto, nonché sulle mucose della bocca.

In circa un quarto dei casi, l'edema compare nella laringe, che richiede assistenza immediata. L'edema laringeo è accompagnato da raucedine, respiro affannoso, tosse e broncospasmo nei casi gravi.

Si sviluppa con il trattamento locale delle malattie della pelle o con il costante lavoro del personale medico con farmaci.

Manifestato da iperemia, vescicole, prurito, macchie piangenti. Il trattamento tardivo e il contatto continuo con l'allergene portano allo sviluppo di eczema.

La dermatite allergica alle foto si sviluppa su aree del corpo aperte all'esposizione al sole durante il trattamento con sulfonamidi, griseofulvina e fenotiazina.

La comparsa dell'eritema e dell'eruzione papulare. Spesso combinato con lesioni delle articolazioni, mal di testa, mancanza di respiro. In casi gravi, danni registrati ai reni, all'intestino.

Febbre allergica

Può essere un sintomo di malattia da siero o l'unico segno di una reazione non specifica.

Si verifica dopo circa una settimana di trattamento farmacologico e passa due giorni dopo la sospensione del farmaco.

Si può sospettare la febbre da farmaci in assenza di altri segni di malattie respiratorie o infiammatorie, con anamnesi allergica aggravata, dalla presenza di un'eruzione cutanea.

Allergie ai farmaci ematologici

Le allergie ai farmaci ematologici sono rilevate nel 4% dei casi e possono essere espresse solo in un quadro ematico modificato o in agranulocitosi, anemia, trombocitopenia.

Il rischio di una reazione allergica ai farmaci è aumentato nei pazienti con asma bronchiale, con una storia di shock anafilattico e allergie ad altri fattori precipitanti.

Trattamento allergico

Prima di procedere con il trattamento delle allergie ai farmaci, è necessario condurre una diagnosi differenziale con altri disturbi con sintomi simili.

Durante il corso del trattamento con l'assunzione di diversi gruppi di farmaci, è necessario determinare l'allergenico per il corpo. Per fare questo, il medico raccoglie accuratamente la storia, ne rileva i sintomi, il tempo del loro aspetto, la presenza di tali segni in passato.

La terapia dell'allergia ai farmaci prevede due fasi:

  1. L'abolizione dei farmaci che causano segni di allergie.
  2. Farmaci da prescrizione volti ad eliminare i sintomi.

Nei casi lievi, per eliminare le allergie che non sono accompagnate da mancanza di respiro, gonfiore, grave eruzione cutanea, alterazioni del quadro ematico, è sufficiente interrompere il farmaco.

Successivamente, il benessere generale viene di solito ripristinato in uno o due giorni. Con una moderata manifestazione di una reazione allergica, vengono prescritti antistaminici - Claritin, Kestin, Zyrtec.

Quando vengono prescritti, vengono alleviati i sintomi della pelle, prurito, gonfiore, tosse, lacrimazione e problemi respiratori.

Per eliminare i sintomi della pelle può richiedere un appuntamento aggiuntivo di unguenti anti-infiammatori e lozioni.

In caso di sintomi gravi, farmaci prescritti con corticosteroidi, volti a eliminare edema, prurito, reazione infiammatoria.

La fornitura immediata di cure di emergenza richiede il verificarsi di mancanza di respiro, gonfiore del viso e della gola, l'orticaria a sviluppo rapido. Con lo sviluppo di tali condizioni, vengono iniettati adrenalina, ormoni, antistaminici.

In caso di shock anafilattico e grave angioedema, l'assistenza medica dovrebbe essere fornita entro pochi minuti, altrimenti la morte è possibile.

Prevenire le allergie ai farmaci significa condurre test, chiarire la storia. Le iniezioni endovenose e intramuscolari dovrebbero essere poste solo in istituti medici.

Allergia ai farmaci - sintomi, trattamento, cause

Cosa fare se si è allergici al medicinale?

L'allergia alle droghe non è così rara come potrebbe sembrare a prima vista. Secondo le statistiche mediche, il numero di vittime con una reazione negativa del corpo ai componenti chimici delle droghe è tre volte superiore al numero di quelli uccisi in incidenti automobilistici.

I medici sostengono che questa situazione si è sviluppata a causa dell'inclinazione dei russi all'automedicazione. Pertanto, è così importante capire che cosa è un'allergia ai farmaci, quali sono le sue cause e sintomi.

Cos'è?

Le allergie alle droghe possono verificarsi in tutti. È una reazione negativa del corpo all'assunzione di farmaci.

Inoltre, questi agenti farmacologici possono essere di qualsiasi forma di dosaggio:

Il rischio di reazioni avverse del corpo è maggiore per coloro che sono inclini alla terapia amatoriale, che comporta un trattamento disordinato degli agenti terapeutici. Ma i pazienti obbedienti non sono immuni dal deterioramento delle loro condizioni fisiche dopo l'assunzione del farmaco.

Molto spesso le donne soffrono di allergie ai farmaci. Ma tra le donne in campagna, è meno comune. Aumento del rischio di questa malattia nei lavoratori della medicina e dell'industria farmaceutica. In alcuni casi, i sintomi dei dipendenti sono così gravi da essere costretti a cambiare lavoro.

pseudoallergy

La pseudo-allergia ai farmaci (falsa reazione allergica) è sintomatica nei suoi sintomi. Nel primo caso, c'è una soglia per il contenuto della sostanza-allergene nel sangue. Se questo indicatore non viene superato, il paziente può assumere un agente terapeutico senza rischiare di ottenere sintomi negativi.

motivi

Ogni farmaco farmacologico è un agente complesso chimicamente attivo creato sulla base di una singola sostanza terapeutica attiva ed eccipienti:

I componenti ausiliari svolgono un ruolo importante e sono progettati per regolare la velocità di erogazione della sostanza medicinale principale e controllare il luogo del suo rilascio nel corpo del paziente. Qualsiasi componente del farmaco può causare allergie ai farmaci.

Il meccanismo del suo sviluppo in termini generali è il seguente:

  • le cellule linfoidi situate nei linfonodi, nel midollo osseo, nella milza e in altri organi e sistemi del corpo iniziano a produrre anticorpi umorali del gruppo gamma globulinico, che sono in grado di connettersi solo con antigeni specifici;
  • si forma un complesso antigene-anticorpo;
  • si verifica una risposta immunitaria inadeguata del corpo a qualsiasi componente del farmaco (normalmente, la risposta dovrebbe essere adeguata alla minaccia);
  • il quadro clinico mostra una reazione negativa al rimedio.

La capacità degli agenti farmacologici di formare un complesso antigene-anticorpo dipende dalla forma del loro rilascio e, di conseguenza, dalla sua somministrazione. La più bassa probabilità di insorgenza della malattia è registrata quando si assumono le compresse.

Il rischio aumenta con la somministrazione intramuscolare e aumenta ulteriormente con la somministrazione endovenosa. In quest'ultimo caso, una reazione negativa può svilupparsi istantaneamente e richiede cure mediche urgenti.

Le cause delle allergie possono essere molto diverse, ma le principali sono considerate le seguenti:

  • suscettibilità genetica all'intolleranza di una sostanza (idiosincrasia - rilevata alla prima dose del farmaco e osservata per tutta la vita);
  • uso incontrollato e indiscriminato di agenti farmacologici (automedicazione);
  • prendere due o più farmaci allo stesso tempo;
  • esposizione prolungata a un agente farmacologico;
  • intolleranza individuale a uno o più componenti del farmaco.

Alcuni farmaci sono mal combinati l'uno con l'altro. Quando sviluppano un piano di trattamento, i medici usano regimi verificati con il minimo rischio di sviluppare allergia ai farmaci. Nell'auto-trattamento, è impossibile scegliere il dosaggio e il programma di somministrazione, poiché ciò richiede conoscenze speciali.

I farmaci che più spesso causano reazioni allergiche

I medici allergici hanno la loro "lista nera" di agenti terapeutici. Questi includono:

  • antibiotici che contengono penicillina;
  • analgesici;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • sulfamidici;
  • sieri e vaccini;
  • Supplementi.

Ci sono frequenti casi di reazioni negative agli antistaminici, progettati per eliminare altre forme di allergia.

Fattori che aumentano il rischio di sviluppare patologia:

  • assumere la droga per un lungo periodo;
  • diabete mellito 1 e 2 gradi;
  • allergie alimentari;
  • malattie croniche.

sintomi

L'allergia alle droghe si manifesta in modi diversi, che sono determinati dalle caratteristiche individuali del paziente. L'annullamento dell'allergia ai farmaci causa tre effetti:

  1. L'eliminazione spontanea dei sintomi, che può verificarsi a velocità diverse, comporta.
  2. Richiede cure di emergenza.
  3. Nel tempo, con l'uso ripetuto del farmaco che ha causato l'allergia, i sintomi che erano presenti l'ultima volta non vengono rilevati. Si sono verificate reazioni di adattamento all'allergene.

Vedere la tabella seguente per un elenco dei sintomi più comuni della malattia.

Frequente reazione agli antibiotici penicillina. Manifestato da arrossamento della pelle in alcune parti del corpo, accompagnato da prurito e bruciore, vesciche. Possibile angioedema.

L'allergia ai farmaci è registrata nel 25% dei casi. È una forma di orticaria. Si manifesta con edema transitorio del derma e del tessuto sottocutaneo, delle mucose.

Si verifica nel 5% dei pazienti, è una reazione alle penicilline e alle cefalosporine. Si sviluppa in 7-8 giorni dopo l'inizio del trattamento. Dopo l'interruzione della condizione della droga si stabilizza entro 24-48 ore.

Registrati nel 20% dei casi, i primi sintomi si manifestano 10-14 giorni dopo l'inizio della terapia. Sono una reazione a fenotiazine, sulfonamidi, antibiotici.

Registrati nel 10% dei casi. Le manifestazioni più frequenti: ingiallimento della pelle, prurito, febbre. Sono una reazione a eritromicina, aminazina, anticoagulanti, sulfonamidi, antidepressivi e tubercolotici.

Danni al sistema cardiovascolare

Registrati nel 30% dei casi. Il più delle volte si manifesta con lo sviluppo o esacerbazione di pericardite allergica, miocardite, ipertensione. Il danno cardiaco è raro.

Lesioni dell'apparato respiratorio

Asma manifesto, broncospasmo.

Lesioni dell'apparato digerente

Registrati nel 20% dei casi. Espressa nel disturbo del tratto gastrointestinale e esacerbazione di malattie croniche.

Anche i sintomi più comuni negli adulti includono:

  • aumento della temperatura corporea a velocità elevate;
  • attacchi d'asma;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • arrossamento ed eruzione cutanea;
  • shock anafilattico;
  • condizioni febbrili;
  • lesioni di organi interni.

Nei bambini, uno dei sintomi più comuni di allergia ai farmaci è la rinite, spesso accompagnata da lacrimazione, starnuti e mal di testa. Tra i sintomi di un profilo dermatologico, l'orticaria è più comune.

Secondo la velocità di sviluppo delle reazioni allergiche, ci sono tre gruppi di condizioni.

immediato

Sviluppo entro le prime 24 ore dall'assunzione del rimedio

Lo sviluppo entro pochi giorni dopo l'assunzione del farmaco

Si verificano immediatamente o entro la prima ora dopo la somministrazione o la somministrazione del farmaco. Questi sono stati come:

  1. Il verificarsi di sanguinamento a causa di una diminuzione del numero delle piastrine nel sangue.
  2. Stati febbrili
  3. Esacerbazione di malattie causate da danno batterico.
  1. Esacerbazione delle malattie delle articolazioni.
  2. Vasculite allergica.
  3. Esacerbazione delle malattie degli organi interni.

Test allergologici

Nel caso di allergia ai farmaci, l'identificazione di un vero allergene è complicata dal fatto che spesso il paziente non riesce ad abbinare i sintomi ottenuti con l'assunzione di un farmaco farmacologico. Pertanto, la cronologia delle raccolte è difficile. Se sospetti di dover contattare la clinica e superare una serie di test.

Si può sospettare un'allergia ai farmaci nei seguenti casi:

  • relazione diretta tra ammissione e sensibilizzazione;
  • miglioramento dopo l'abolizione del rimedio;
  • somiglianza dei sintomi con reazioni simili al farmaco.

Ci sono due modi per controllare: test di laboratorio e test provocatori.

I risultati dei test di laboratorio non possono essere definiti completamente affidabili. Questo metodo di ricerca mostra solo il 65-85% di probabilità. In assenza di dati accurati su cui il rimedio ha causato i sintomi negativi, il test viene eseguito in relazione al più probabile in questo quadro clinico.

Il test cutaneo, che viene tradizionalmente eseguito in caso di allergie alimentari, non viene utilizzato per i farmaci. Qui è stato sviluppato un approccio diverso per rilevare le reazioni del corpo del paziente a determinati farmaci.

Se si sospetta la loro intolleranza, il sangue viene prelevato da una vena e viene effettuato un test di laboratorio, a seguito del quale scoprono:

  • sensibilità ai linfociti T e B;
  • la presenza e la quantità di anticorpi liberi nel siero;
  • conta piastrinica e altre cellule del sangue.

Se i test di laboratorio non hanno fornito le informazioni necessarie per la diagnosi, conducono test provocatori. Sono di due tipi:

  1. Ioide. Durante questo studio, il paziente sta prendendo принимает della dose terapeutica. I risultati vengono valutati dopo 15 minuti.
  2. Il dosaggio. A partire da dosi minime e gradualmente aumentandole, al paziente viene somministrato il farmaco in diversi modi: dermico, intramuscolare, per via orale.

Le ricerche sono effettuate nelle condizioni di un ospedale in una stanza equipaggiata con attrezzature di rianimazione. Le condizioni del paziente vengono continuamente monitorate e viene mantenuto il compito di personale medico qualificato.

Non testare le allergie ai farmaci:

  • durante l'esacerbazione della malattia;
  • nel periodo di portare un bambino;
  • bambini sotto i 6 anni;
  • se il paziente ha precedentemente sofferto di shock anafilattico.

trattamento

Le raccomandazioni riguardano il trattamento di adulti e bambini.

  1. Se i sintomi di un'allergia a una preparazione sono trovati, è necessario prima cancellarlo: smetta di prendere la medicina.
  2. Prendi qualsiasi antistaminico il prima possibile.
  3. Contatta uno specialista in una clinica per aiuto.

Con le reazioni cutanee, puoi alleviare la condizione con l'aiuto di semplici azioni:

  • fare una bella doccia;
  • indossare la lesione agente antiprurito e antinfiammatorio;
  • indossare indumenti intagliati;
  • prendere un antistaminico;
  • ridurre al minimo il tempo trascorso in pieno sole.

Con lo sviluppo di edema, la comparsa di grave mancanza di respiro, debolezza e vertigini, forti mal di testa, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Se sono presenti sintomi di anafilassi (nausea, vomito, minzione spontanea e defecazione, difficoltà di respirazione, sindrome convulsiva), si dovrebbe fare quanto segue:

  • stai calmo e pensa chiaramente;
  • prova a trovare la causa di una tale reazione dell'organismo ed eliminala;
  • prendere un antistaminico;
  • in caso di difficoltà a respirare, assumere adrenalina o broncodilatatore;
  • in caso di vertigini e debolezza, è necessario sdraiarsi e sollevare la parte inferiore del corpo in modo che le gambe siano più alte della testa (questo faciliterà il flusso di sangue al cervello);
  • chiamare un'ambulanza.

Coloro che sono inclini a reazioni allergiche dovrebbero avere un kit di emergenza speciale. Questa raccomandazione si applica a coloro che hanno parenti allergici. Tale misura precauzionale aiuterà non solo ad alleviare la condizione, ma anche a salvare vite umane.

Il trattamento delle allergie ai farmaci è sempre finalizzato all'eliminazione della causa e dei sintomi. Con un'azione tempestiva, l'outlook è positivo. Le condizioni del paziente si stabiliscono entro 1-48 ore.

Allergia ai farmaci: foto, sintomi, cosa fare, trattamento

Le reazioni allergiche ai farmaci sono molto diffuse, in quanto qualsiasi farmaco può causare una risposta negativa all'organismo.

Una persona può avere effetti collaterali minori - nausea o eruzioni cutanee e conseguenze più gravi, come l'anafilassi, quando la vita è a rischio.

Puoi scoprire di più su quali farmaci causano allergie, come e dove prendere un test di allergia nell'articolo.

La manifestazione di allergie ai farmaci

Le allergie ai farmaci (codice ICD - 10: Z88) si basano sulle reazioni di intolleranza causate da vari meccanismi. Questi meccanismi includono reazioni di tipo immediato e reazioni ritardate, che consistono in processi immunologici che coinvolgono anticorpi e sostanze associate all'immunità cellulare.

La ragione principale della reazione allergica è che il corpo riconosce il principio attivo del farmaco come estraneo. Di conseguenza, il sistema immunitario innesca meccanismi di difesa, producendo anticorpi di classe E che secernono il mediatore infiammatorio, l'istamina, che causa le manifestazioni cliniche di allergia.

A causa dell'elevato numero di tipi di reazioni, l'allergia ai farmaci può essere molto diversa nell'aspetto e varia notevolmente di intensità.

A volte, gli effetti collaterali che si verificano dopo l'assunzione del rimedio possono essere difficili da distinguere dalle vere allergie. Di norma, gli effetti collaterali sono più comuni e sono associati a overdose del farmaco e non al sistema immunitario.

La seconda differenza è che la gravità delle reazioni avverse aumenta con l'aumentare delle dosi, mentre per le persone con allergie, anche una piccola quantità del farmaco può causare una reazione allergica, che può variare da sintomi minori a una situazione pericolosa per la vita.

Teoricamente, qualsiasi farmaco può causare allergie, ma le reazioni più comuni sono:

  • antibiotici: penicillina, cefalosporine e sulfonamidi;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei: ibuprofene e indometacina;
  • farmaci per normalizzare la pressione sanguigna, come gli ACE-inibitori (enzima di conversione dell'angiotensina);
  • farmaci usati per alleviare il dolore reumatologico;
  • farmaci antiepilettici;
  • insulina;
  • rilassanti muscolari;
  • antipsicotici;
  • vitamine;
  • prodotti a base di chinino;
  • e persino medicine omeopatiche a base di erbe.

Le allergie ai farmaci possono essere causate sia dall'azione diretta del farmaco, nel caso della penicillina, dai vaccini, dall'insulina e dai farmaci endovenosi che influenzano direttamente il sistema immunitario, sia indirettamente, come risultato dell'assunzione di un agente che causa il rilascio di istamina.

Farmaci come l'acido acetilsalicilico, i farmaci antinfiammatori, alcuni anestetici locali o agenti di contrasto per via endovenosa possono essere una causa indiretta di allergie ai farmaci.

Anche il metodo di somministrazione del farmaco ha un ruolo: la somministrazione per via endovenosa comporta più rischi allergici rispetto a quella orale.

Allergie ai farmaci - sintomi

Che aspetto ha un'allergia ai farmaci? I sintomi possono variare da lieve irritazione della pelle a problemi di artrite e reni. La reazione del corpo può interessare diversi sistemi, ma il più delle volte colpisce la pelle.

A differenza di altri tipi di reazioni avverse, il numero e la gravità delle reazioni allergiche di solito non sono correlate al numero di farmaci presi. Per le persone che sono allergiche al farmaco, anche una piccola quantità del farmaco può causare una reazione allergica.

Di norma, la manifestazione dei sintomi si verifica entro un'ora dopo l'assunzione dei farmaci, che possono essere dei seguenti tipi:

  • Reazioni cutanee, spesso chiamate esantema. L'eruzione da farmaco (eruzione cutanea) è caratterizzata da una reazione allergica cutanea che si verifica dopo l'assunzione di alcuni farmaci.
  • Rossore e prurito della pelle sulle mani, i piedi e altre parti del corpo;
  • Costrizione delle vie aeree e respiro sibilante;
  • Edema delle prime vie respiratorie, impedendo la respirazione;
  • Caduta della pressione sanguigna, a volte a livelli pericolosi.
  • Nausea, vomito, diarrea.
  • Malattia da siero Questa è una risposta sistemica del corpo, che può verificarsi in risposta alla somministrazione di un farmaco o di un vaccino. In questo caso, il sistema immunitario identifica erroneamente il farmaco o la proteina nel vaccino come una sostanza dannosa e crea una risposta immunitaria per combatterla, causando l'infiammazione e molti altri sintomi che si sviluppano 7-21 giorni dopo la prima esposizione al farmaco.
  • Shock anafilattico. È una reazione allergica improvvisa e pericolosa per la vita, che include tutti i sistemi corporei. I sintomi possono svilupparsi in pochi minuti o addirittura secondi.

I sintomi di anafilassi possono essere i seguenti:

  • mancanza di respiro;
  • affanno;
  • impulso veloce o debole;
  • aritmia;
  • pelle blu, in particolare labbra e unghie;
  • edema laringeo;
  • vertigini;
  • arrossamento della pelle, orticaria e prurito;
  • nausea, vomito, diarrea, dolore addominale;
  • confusione o perdita di coscienza;
  • ansia;
  • discorso sfocato.

Anafilassi richiede cure mediche urgenti. Se compare uno di questi sintomi, dovresti chiamare un'ambulanza, avendo descritto in dettaglio al dispatcher come si manifestano le allergie ai farmaci.

Meno di una o due settimane dopo l'assunzione del farmaco, possono comparire altri segni e sintomi:

  • decolorazione delle urine;
  • dolori muscolari e articolari;
  • febbre;
  • gonfiore dei linfonodi della gola.

Diagnosi di allergie ai farmaci

Stabilire una diagnosi e un trattamento accurati delle allergie ai farmaci è possibile solo con un esame completo di un certo numero di specialisti, quali: allergologo, dermatologo, nefrologo e specialista in malattie infettive.

Dopo aver raccolto la storia, il paziente dovrà sottoporsi a studi di laboratorio e altri per valutare lo stato di salute in generale:

  1. Analisi generale del sangue, delle urine e delle feci;
  2. Test di allergia alla droga: immunoglobulina E generale e specifica;
  3. Test radio allergosorbente per la determinazione della classe di immunoglobuline G, M;

Puoi sostenere i test sia nella clinica distrettuale che nei centri specializzati della tua città.

Come scoprire quali farmaci possono causare allergie e come prevenirli?

Al fine di determinare le cause di allergie, i test cutanei vengono effettuati sulle mani o sul retro del paziente.

Test cutaneo per allergeni

Le caratteristiche della procedura consistono nell'introduzione di una piccola dose della sostanza sospetta nel corpo umano attraverso la puntura della pelle con uno speciale strumento medico. Quando manifestazioni di eruzioni ed edemi nel sito di puntura, simili a una reazione allergica, il risultato del test è positivo e la sostanza è determinata, viene prescritto un ulteriore trattamento.

Un'altra variante della procedura: incollare patch speciali sul retro del paziente.

Di regola, l'uso di questo metodo è determinato da dermatiti e altre allergie cutanee. Quale opzione usare per la diagnosi determinerà il medico curante.

Questo metodo viene utilizzato per identificare gli allergeni negli adulti. Le allergie ai farmaci nei bambini, di regola, vengono diagnosticate con metodi di ricerca di laboratorio per evitare la manifestazione di varie complicanze.

Allergia ai farmaci - cosa fare e come trattare?

Nel caso in cui una persona sia allergica alle pillole o prenda farmaci di un'altra forma di rilascio, prima di tutto è necessario smettere di assumerli e usare droghe per allergie, ad esempio: Zodak, Allegra, Tavegil, Loratadin, che aiuterà a sbarazzarsi di sintomi lievi, come come prurito, orticaria, rinite, lacrimazione e starnuti.

Se la reazione procede in modo grave, potrebbe essere necessario utilizzare glucorticosteroidi (ormoni): prednisolone, desametasone, ecc.

Se sei allergico alla pelle di un bambino o di un adulto, puoi usare l'unguento e la crema senza ormoni: Fenistil, Bepantin, Zinocap e ormonali: Advantan, Akriderm, Hydrocortisone, ecc.

Tuttavia, vale la pena ricordare che questi farmaci hanno un gran numero di effetti collaterali, quindi la loro auto-prescrizione non è raccomandata, specialmente se si sta tentando di curare eruzioni cutanee in un bambino.

La terapia delle allergie con l'aiuto di assorbenti, che consente la rimozione di sostanze allergeniche dal corpo, deve essere effettuata immediatamente ai primi segni di una reazione negativa.

Di norma vengono utilizzati carbone attivo, Polysorb, Sorbex, ecc. Questi fondi sono sicuri per bambini e adulti. In alcuni casi, un corso di trattamento profilattico è prescritto per 7 giorni.

Prevenzione dell'allergia ai farmaci

Per prevenire effetti negativi durante l'uso di droghe, una persona dovrebbe osservare le seguenti misure protettive:

  1. Non automedicare.
  2. Osservare il dosaggio esatto.
  3. Presta attenzione alle date di scadenza.
  4. Escludere l'uso di più farmaci contemporaneamente.
  5. Comunicare a tutti gli operatori sanitari la presenza di allergie ai farmaci.
  6. Prima di eseguire un ciclo di trattamento o prima di un intervento chirurgico, sottoporsi a test di allergia ai farmaci ed eseguire test della pelle, per controllare la risposta del corpo al farmaco.
Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie