Principale Sintomi

La diagnosi tempestiva di asma bronchiale è una garanzia di trattamento rapido ed efficace!

Come diagnosticare l'asma bronchiale? La risposta a questa domanda vuole ottenere tutti quelli che si trovano di fronte a questa malattia. L'asma bronchiale è una malattia cronica grave di origine non infettiva. Colpisce il tratto respiratorio ed è infiammatorio. In tutto il mondo, circa il 5% della popolazione mondiale soffre di questa malattia e ogni anno muoiono diverse migliaia di pazienti.
Ci sono casi frequenti quando l'asma porta alla formazione di enfisema del cuore polmonare e dei polmoni, la comparsa di stato asmatico. Pertanto, è estremamente importante rilevare l'asma nel tempo. Fortunatamente, l'attrezzatura e i metodi di ricerca utilizzati oggi lo rendono possibile.

Ottenere dati sui pazienti

Ottenere le informazioni più complete e affidabili sul paziente - questo è dove inizia la diagnosi di asma bronchiale. Il medico riceve dati oggettivi e soggettivi. Quest'ultimo può essere ottenuto intervistando una persona. Il suo stile di vita, lo stato civile sono indagati, i reclami e il benessere, anche psicologico, sono presi in considerazione. Le informazioni oggettive includono peso e temperatura corporea, altezza, stato visuale e udito, ecc.

Metodi di esame diagnostico

La diagnostica è un processo responsabile. Durante la sua attuazione, vengono stabiliti vari indicatori delle condizioni del paziente. Grazie a manipolazioni diagnostiche, il medico ha l'opportunità di prescrivere un trattamento adeguato e analizzare in dettaglio il processo della malattia. Tutti i criteri diagnostici per l'asma sono presi in considerazione. Una diagnosi preliminare è fatta.
Molto spesso è possibile determinare la diagnosi esatta nella fase iniziale. Tuttavia, a volte ci sono difficoltà. Qui è importante tracciare come si sviluppa la malattia. A questo scopo, vengono analizzati tutti i fattori che influenzano la salute. Più è difficile la malattia, più esami e farmaci prescritti dal medico.
In ogni caso, prima di diagnosticare la malattia, il medico redige un piano di indagine.

Storia di chiarificazione

Al primo ricevimento, il medico scopre i reclami del paziente e conduce un sondaggio. I seguenti punti sono chiariti.

  • Quando è avvenuto il primo attacco.
  • Una persona ha morbillo, pertosse e altre malattie simili?
  • I parenti soffrivano di asma?
  • Quali sostanze irritanti causano un attacco.
  • Quanto durano i sequestri e come vanno.
  • Quali suoni appaiono quando si tossisce.

Le manifestazioni cliniche di asma bronchiale possono durare fino a diversi giorni. I primi segni di asma sono:

  • sentirsi male nella offseason;
  • congestione nasale intermittente;
  • l'eruzione cutanea appare sulla pelle;
  • labbra e palpebre si gonfiano di volta in volta;
  • dopo lo sforzo emotivo o fisico, sorge la debolezza.

I principali reclami del paziente nell'asma bronchiale:

  • stringe il petto, sorge la pesantezza;
  • quando si tossisce, sibila;
  • fischio si verifica con l'inspirazione più profonda e l'espirazione dell'aria;
  • spesso diventa difficile respirare;
  • al mattino o di notte c'è tosse.

Nello studio dei bambini spesso hanno difficoltà. Ciò è dovuto principalmente ai sintomi, perché è molto simile alle manifestazioni di disturbi di altri bambini. Lo sviluppo della malattia è più spesso indicato da attacchi notturni ripetuti.
Possono sorgere difficoltà nell'esame degli anziani. La ragione di ciò risiede nella presenza di disturbi cronici. Cancellano il quadro clinico dell'asma. Condotto lo studio più completo.

Ispezione visiva

Dopo aver ricevuto informazioni sulla salute del medico effettua un'ispezione. In primo luogo, viene analizzato lo stato del torace. Esternamente, è come un barile, che è dovuto all'espansione dei polmoni e il torace aumenta.
Un'audizione viene eseguita attraverso lo stetoscopio. Quando si verifica un'esacerbazione, fischi e rantoli specifici sono chiaramente uditi su tutta la superficie del polmone. Al momento della remissione, tali difetti vengono rilevati solo con un forte respiro.
Quindi viene eseguita la palpazione. Nelle fasi iniziali, questo metodo è inefficace, tuttavia, quando la malattia continua per un lungo periodo, si può sentire il vuoto.

Ascoltando i polmoni: auscultazione e percussioni

Il quadro clinico dell'asma è diverso. Tutto dipende dalla complessità della malattia, dal periodo, dall'attività infiammatoria. In ogni caso, i polmoni sono ascoltati.
Vengono eseguiti test diagnostici come l'auscultazione. Il medico ascolta i polmoni di una persona e, in base ai rumori uditi, determina la complessità della situazione. Lo specialista utilizza uno dei seguenti metodi:

  • dritto - il dottore mette il corpo all'orecchio;
  • ascolto indiretto è fatto con uno stetoscopio.

Il secondo metodo è usato più spesso. Ciò è dovuto al fatto che offre l'opportunità di ottenere le informazioni più affidabili. Lo specialista riesce ad analizzare i rumori che si verificano sia sull'espressione che sul sospiro. Le informazioni rilevanti sono inserite nella scheda ambulatoriale.
Per ottenere i dati più completi, l'auscultazione viene eseguita in diverse posizioni: seduti e in piedi. Se una persona si sente male, allora viene messo su un divano. La cosa principale è respirare profondamente.
Toccare parti separate dei polmoni consente una tale manipolazione, come le percussioni. È possibile stabilire lo stato dei tessuti dei polmoni, la loro flessibilità e rigidità. Questa procedura viene eseguita in aree in cui il tessuto polmonare deve adattarsi perfettamente alle pareti del polmone. In tali luoghi, il suono è sentito più chiaramente.

Analisi - metodo diagnostico di laboratorio

I metodi diagnostici dell'asma mirano anche a determinare il grado di gravità della malattia. Per determinare la sua natura e il trattamento del promontorio, prendere tali analisi.

  • Sangue. Imposta il numero di eosinofili - un indicatore di allergie, che si verifica nel corpo. Con esacerbazione della VES aumentata.
  • Espettorato. Con gli attacchi si distinguono i corpuscoli creoli, formazioni di aspetto arrotondato che contengono cellule epiteliali.
  • Cal. Prendi l'analisi su elminti. Quando si moltiplicano, portano all'intossicazione del corpo e questo ha un impatto diretto sul verificarsi di convulsioni.

Diagnostica strumentale: metodi di conduzione

Diagnosticare l'asma comporta una ricerca che mira a determinare la funzione della respirazione esterna. Sono tenuti su base obbligatoria. Reversibilità, ostruzione, variabilità sono determinati.
Un'altra diagnosi strumentale ha lo scopo di capire quale effetto dia il trattamento. Grazie a questo, è possibile prescrivere altri farmaci in modo tempestivo. Di conseguenza, il recupero viene più veloce.
Più spesso, gli esperti ricorrono a tali metodi:

Considera le caratteristiche di ognuno di essi.

radiografia

I raggi X sono indispensabili in situazioni in cui i sintomi della malattia sono simili alle manifestazioni di altre malattie. Nelle prime fasi, tale studio non fornisce un quadro completo. Quando la malattia progredisce, l'enfisema inizia a svilupparsi, ad es. i polmoni stanno aumentando Questa funzione è visibile nell'immagine.

spirometria

Viene utilizzato un dispositivo semplice e una sostanza speciale che contribuisce al rilassamento dei bronchi e all'aumento del loro lume. Lo studio è condotto esclusivamente sotto la supervisione di uno specialista.
Determinato dalla funzione di respirazione esterna. Il test dimostra la capacità vitale forzata dei polmoni e la quantità di flusso d'aria per 1 secondo, nonché la massima velocità espiratoria.

Flusso di colore

Viene utilizzato un tubo speciale, su cui viene applicata una scala, in cui sono indicate le aree rossa, gialla e verde. Questi colori determinano il livello del problema. Tuttavia, questa scala non è unificata e la sua selezione viene effettuata attraverso la ricerca personale dei pazienti, che viene effettuata entro due settimane. L'area verde è un problema sotto controllo, quella gialla è una possibile esacerbazione, quella rossa richiede un aiuto di emergenza.
Viene misurata la massima portata d'aria al momento della scadenza. Una persona deve fare ogni sforzo. Sia gli adulti che i bambini a partire da 4 anni possono fare questo test.
Il risultato dello studio dipende dalle caratteristiche fisiologiche e dall'età della persona. Con i bronchi, che si restringono, l'espirazione avviene a un ritmo più lento. Le misurazioni dovrebbero essere eseguite due volte al giorno. È meglio se è mattina presto e tarda sera. Devi soffiare tre volte.

pneumotacografo

Con questo metodo, è possibile stabilire il volume della respirazione al picco. Determina anche il più alto tasso volumetrico a specifici livelli di test.
Quando un disturbo è di natura professionale e una sostanza che è presente solo al lavoro porta ad un attacco, questo studio non permetterà di ottenere risultati affidabili, il che significa che questa sostanza è studiata in altri modi.

Determinazione dello stato allergologico

Per stabilire lo stato allergologico, eseguire test speciali. Questo è un metodo comune e informativo. Con il suo aiuto, è possibile rilevare gli allergeni che agiscono come provocatori di convulsioni. L'essenza di questo metodo è di simulare una reazione allergica in una piccola area del corpo. Usato un allergene speciale. È possibile stabilire cosa causa specificamente il soffocamento.
Inoltre, l'asma allergico viene stabilito esaminando le IgE sieriche generali e specifiche. A tale scopo vengono applicati test speciali e i medicinali antistaminici vengono cancellati preliminarmente. Il periodo di cancellazione è determinato dallo specialista, dal Molto dipende dalle caratteristiche del farmaco. Durante l'esacerbazione della malattia, varie condizioni allergiche, nel caso di un'infezione acuta e durante la gravidanza, i test non vengono eseguiti.
Ora sai come diagnosticare l'asma. Sentiti libero di contattare l'istituto medico e ricevere assistenza in modo tempestivo. Ti benedica! E assicurati di condividere informazioni utili - lascia un link all'articolo sui social network.

JMedic.ru

L'asma bronchiale è una malattia che assorbe gradualmente sempre più il globo. È determinato dall'infiammazione cronica localizzata (localizzata) nella parete delle vie respiratorie, così come un aumento della reazione di questa parete all'irritazione, la sua ipersecrezione (aumento della secrezione di muco e formazione di espettorato).

A sinistra (per il lettore), il normale bronco, a destra - l'affetto.

Al centro della malattia possono essere diverse ragioni. Una delle cause più comuni è l'allergia. Circa il settanta percento della malattia è responsabile dell'asma allergico, che viene anche spesso definito asma atopico, poiché è associato all'atopia, la tendenza del paziente ad aumentare la produzione di immunoglobulina E da parte delle cellule del sangue, che a sua volta è direttamente coinvolta nelle reazioni allergiche. La forma allergica è determinata su base ereditaria (definita).

L'atopia è una proprietà ereditata. Non tutti hanno la forma allergica atopica dell'asma bronchiale, ma la probabilità che si verifichi, rispetto a una persona senza atopia, è molto più alta.
La diagnosi e il trattamento dell'asma atopico hanno alcune peculiarità.

Le principali manifestazioni della malattia

I sintomi di una forma allergica di asma bronchiale nel periodo di esacerbazione, in sostanza, non differiscono da quelli di qualsiasi altra forma della malattia. Il paziente inoltre soffre occasionalmente di soffocamento o dispnea espiratoria (difficoltà di espirazione), tosse secca, respiro sibilante e sensazione spiacevole al petto. Tuttavia, la loro connessione con il contatto con sostanze che causano allergie nel paziente di solito è chiaramente visibile. Tali sostanze sono chiamate allergeni. Possono essere prodotti alimentari (noci, pesche, mele), peli di animali, polline di piante da fiore, così come polvere di casa e acari della polvere che lo abitano. È il segno di spunta che di solito provoca direttamente la manifestazione allergica di inalazione di polvere domestica, e non i suoi altri componenti.
È importante notare che l'asma ha segni di allergia anche quando non c'è un vero attacco di asma bronchiale. La rinite stagionale o per tutto l'anno (infiammazione della mucosa nasale dovuta al contatto diretto con l'allergene) e congiuntivite (infiammazione della mucosa degli occhi), nonché una varietà di manifestazioni cutanee di allergia sono caratteristiche dei portatori malati di questa forma allergica della malattia:

  1. La dermatite atopica o neurodermatite (questo è il vecchio nome) è caratterizzata da arrossamento, prurito e dolore alle superfici del collo e del viso, del flessore e dell'estensore delle braccia e delle gambe.
  2. Eczema: reazioni con formazione di bolle e bolle al contatto con l'allergene

Come diagnosticare

Naturalmente, come per ogni altra forma della malattia, per fare una diagnosi di "asma allergico", il medico deve raccogliere dati su quanto spesso compaiono i sintomi, identificare la loro natura parossistica e la forza. Chiedi al paziente o ai suoi genitori, se questo è un bambino, se gli altri membri della famiglia hanno sintomi della malattia, dal momento che la suscettibilità ad essa è ereditata.
In caso di allergie, è importante ricordare che la diagnosi di "asma allergico" deve essere confermata da test di laboratorio e test speciali mirati alla ricerca di un allergene specifico, il contatto con il quale si manifestano o aumentano i sintomi della malattia: dopo tutto questa è la differenza tra questa forma della malattia.

I test di laboratorio del sangue e del contenuto della cavità nasale vengono eseguiti, se il paziente ha una rinite stagionale o per tutto l'anno, mediante il quale è possibile rilevare quanto segue:

  1. Aumento della concentrazione di immunoglobuline E nel sangue
  2. Aumento della concentrazione di cellule del sangue chiamate eosinofili (sono coinvolti in reazioni allergiche)
  3. Aumento della concentrazione di cellule eosinofile nel muco nasale

Tutti questi dati, se ci sono anche sintomi, parleranno a favore della natura allergica della malattia.
Quando il medico è sicuro che il paziente è atopico e allergico, vengono effettuati speciali test cutanei, il cui scopo è determinare l'allergene specifico, il contatto con cui porta a reazioni allergiche, la comparsa di rinite allergica e attacchi di asma più frequenti e aumentati. Gli allergeni presunti vengono applicati sulla pelle e dopo un po 'tengono conto dei risultati: in quei punti in cui la pelle viene a contatto con l'allergene reale per il paziente, si osservano irritazioni: arrossamento, prurito e, a volte, se la reazione allergica è molto forte e veloce, anche bolle.

Trattamento di asma bronchiale allergico

Prima di trattare una forma allergica di asma bronchiale, è necessario prescrivere un trattamento che aiuti il ​​paziente a far fronte all'allergia stessa.
In primo luogo, il medico insieme al paziente deve considerare se il paziente ha l'opportunità di eliminare completamente il contatto con l'allergene identificato in precedenza, guidato dai seguenti principi:

  1. Se l'allergene è polvere domestica, si consiglia al paziente di liberare la stanza in cui vive da qualsiasi oggetto che si concentra la polvere su se stesso: pile o oggetti di lana, giocattoli morbidi e così via.
  2. Se gli agenti allergici sono alimenti, è necessario escluderli dalla dieta, facendo una dieta ipoallergenica per questo paziente.
  3. Se il polline degli alberi risulta essere l'agente principale che provoca allergie, si raccomanda di indossare una maschera durante la fioritura e usare il farmaco in piccole dosi, contro le quali le manifestazioni allergiche diminuiranno marcatamente (antistaminici, che saranno discussi di seguito).
  4. Se i capelli dell'animale risultano essere un allergene, dovresti cercare di rimuovere l'animale dalla casa del paziente e, forse, prescrivere farmaci antiallergici, a seconda del decorso della malattia.

A volte può avere senso ASIT (immunoterapia specifica allergene). Tale trattamento di allergia consiste nel somministrare lentamente ed a piccole dosi una sostanza nell'organismo di un allergico, in risposta al quale ha una violenta risposta dal corpo. Nel corso del tempo, i sintomi allergici possono fermarsi o diminuire in modo significativo. Tuttavia, il trattamento antigene-specifico non è sempre adatto, e quindi la decisione su di esso viene presa singolarmente.
Oltre al contatto con gli allergeni diretti, il trattamento non farmacologico dovrebbe consistere anche nell'eliminare il fumo e altre sostanze inalate dal paziente (in produzione, ad esempio) e irritanti alla mucosa delle vie respiratorie. Dopo aver preso tutte le misure di cui sopra, è possibile iniziare a trattare il paziente con farmaci.
Iniziare la terapia con il fatto che al paziente vengono prescritti farmaci che vengono utilizzati al momento dell'attacco, su richiesta. Questi sono stimolatori (respirabili) per inalazione dei recettori B dei bronchi (Salbutamolo), che espandono il loro lume e facilitano il passaggio dell'aria attraverso le vie respiratorie, fermando così (fermando) l'attacco. Più di due o tre iniezioni del farmaco alla volta non possono essere fatte, a causa dell'eccesso di recettori del farmaco può essere bloccato, che non farà che aumentare il restringimento del lume dei bronchi e portare ad un aggravamento dell'attacco.
Inoltre, se gli attacchi sono abbastanza frequenti e i sintomi sono pronunciati, puoi pensare a come trattare il paziente prescrivendo farmaci a lunga durata d'azione per prevenire il verificarsi di attacchi. Questi farmaci comprendono glucocorticosteroidi per via inalatoria (trattamento ormonale: beclometasone, per esempio) e stimolanti del recettore B bronchiale a lunga durata d'azione. Va ricordato che sullo sfondo dei glucocorticosteroidi inalatori può verificarsi candidosi orale (fungo). Per evitare quest'ultimo, dopo aver usato il farmaco è necessario risciacquare la bocca.
Per facilitare il corso delle allergie in generale e della componente allergica dell'asma bronchiale in particolare, al paziente vengono prescritti antistaminici (bloccano i recettori della sostanza dell'istamina, che sono coinvolti in reazioni allergiche: Tavegil, per esempio).

È importante ricordare che il trattamento: i farmaci stessi e le loro dosi vengono selezionati dal medico tenendo conto delle caratteristiche dell'organismo di una particolare persona e del decorso della sua malattia: quanto sono pronunciati i sintomi e le esacerbazioni frequenti. Non puoi prescrivere un trattamento da solo. Uno specialista dovrebbe essere contattato senza fallo.
Inoltre, va ricordato che la componente allergica rende instabile la malattia, poiché le reazioni del corpo agli allergeni avvengono molto rapidamente. Il deterioramento può anche verificarsi improvvisamente, così come la stessa reazione allergica. Pertanto, il trattamento del paziente deve essere preso sul serio e le raccomandazioni del medico di eseguire regolarmente.

Asma allergico: sintomi, diagnosi e metodi di trattamento

Il lavoro del sistema immunitario è mirato principalmente a proteggere il corpo umano da vari agenti patogeni. Ma a volte fallisce, inizia a percepire anche fattori ambientali innocui come allergeni. Allora c'è una condizione patologica - un'allergia.

L'asma allergico è una delle malattie più gravi associate alle reazioni immunitarie nel corpo. Secondo le statistiche, il 6% della popolazione del pianeta soffre di asma bronchiale e l'80% di tutti i casi ha una genesi allergica.

La manifestazione della malattia, la gravità

L'asma bronchiale allergico (o atopico) è una malattia cronica del tratto respiratorio superiore, che è causata dall'azione degli allergeni, che a loro volta provocano un processo infiammatorio. Il meccanismo di sviluppo di questa patologia è associato all'iperreattività dell'organismo in relazione a qualsiasi agente ambientale. Questi agenti, infatti, sono chiamati "allergeni": provocano la produzione di immunoglobuline (anticorpi), che portano al rilascio di istamina e altri mediatori infiammatori dai mastociti.

La determinazione del grado della malattia si basa sui sintomi, così come i risultati dello studio della funzione respiratoria, ovvero il picco di flusso espiratorio (PSV). Per fare ciò, condurre uno studio chiamato peak flussometria. A seconda dei dati di cui sopra, ci sono 4 gradi principali di gravità:

  1. Forma lieve (asma intermittente atopico). Manifestazioni della malattia sono registrate non più di 1 volta in 7 giorni, convulsioni notturne - non più di 2 volte al mese. Il PSV è superiore all'80-85% della frequenza normale (il tasso di PSV dipende dall'età). Le fluttuazioni del PSV del mattino e della sera non superano il 20-25%. La condizione generale del paziente non è solitamente disturbata.
  2. Lieve forma atopica persistente. I sintomi della malattia compaiono 1 volta in 2-6 giorni, attacchi notturni - più di 2 volte al mese. Il PSV è superiore all'80%, le fluttuazioni del PSV durante il giorno non superano il 25-30%. Se gli attacchi sono lunghi, possono interrompere l'attività fisica, dormire.
  3. Forma moderata Le manifestazioni della condizione patologica sono osservate quotidianamente, attacchi notturni - una volta alla settimana e più spesso. PSV nel 65-80% della norma, le fluttuazioni dell'indicatore superano il 30%. Spesso ci sono violazioni significative dell'attività quotidiana di una persona, la qualità del sonno peggiora.
  4. Forma grave della malattia In questa fase, la malattia viene esacerbata 3-5 volte al giorno, gli attacchi notturni si osservano 3 o più volte alla settimana. PSV inferiore al 60-65%, fluttuazioni giornaliere di oltre il 30-35%. Una persona non può impegnarsi in attività quotidiane, in particolare legate all'attività fisica, ci sono anche disturbi nevrotici e disturbi di altri organi e sistemi.

La conseguenza di forme gravi in ​​assenza di trattamento può essere lo stato asmatico - una condizione che è fatale e richiede cure mediche immediate. Lo stato asmatico è caratterizzato da un attacco persistente, grave e prolungato di soffocamento, che non viene arrestato con l'aiuto di inalatori tascabili. Per evitare questa condizione, è necessario contattare l'ospedale con i primi sintomi.

comorbidità

Abbastanza spesso, la rinite allergica è registrata come patologia di accompagnamento. Ciò è dovuto principalmente alle peculiarità del sistema immunitario, che vengono trasmesse ereditariamente. È dimostrato che se uno dei genitori soffre di allergie, allora la probabilità di ipersensibilità in un bambino è di circa il 50%.

Se la storia allergica è gravata sia dalla madre che dal padre, la probabilità che si verifichino reazioni iper-iperali aumenta fino all'80%.

Ma devi capire che non una malattia specifica è programmata geneticamente, ma solo una eccessiva reattività del sistema immunitario. Questo è il motivo per cui non vengono presi in considerazione solo casi di asma bronchiale, ma anche altre malattie allergiche dei membri della famiglia (ad esempio, raffreddore da fieno, dermatite atopica).

Ad oggi, è stato dimostrato che esiste una connessione tra 3 malattie: la dermatite atopica (spesso registrata a 1 anno di età), la rinite allergica e l'asma bronchiale. È in questa sequenza che spesso insorgono queste malattie: i medici chiamano questa condizione "marcia atopica". Pertanto, se viene rilevata dermatite atopica o rinite allergica, devono essere prese tutte le misure necessarie per evitare la manifestazione della malattia.

Sintomi della malattia

Spesso questa condizione patologica non si manifesta in alcun modo al di fuori dell'attacco, ed è il primo parossismo della malattia che fa sì che la persona si rivolga a uno specialista. I pazienti con questa malattia più spesso presentano i seguenti reclami:

  • tosse secca, abbaiante, improduttiva (l'espettorato viene rilasciato solo alla fine dell'attacco, è trasparente e molto viscoso, ma non è abbastanza);
  • forte dispnea espiratoria (una persona non può espirare);
  • suoni sibilanti e sibilanti durante l'atto del respiro;
  • sensazione di pressione sul petto, a volte - dolore;
  • aumento della frequenza respiratoria.

Anche per l'attacco di questa malattia è caratterizzata dalla posizione forzata del paziente - ortopnea (una persona si siede, appoggiando le mani sul bordo del letto o della sedia). È in una posizione tale che è più facile per una persona inalare - la cintura della spalla si alza, la cellula del torace si espande.

Quali allergeni provocano più spesso un attacco in adulti e bambini?

Come accennato in precedenza, una predisposizione a questa patologia può essere dovuta all'eredità gravata, ma l'attacco provoca un allergene specifico. Gli scienziati hanno identificato diverse migliaia di agenti che causano l'esacerbazione di questa malattia. La causa più comune di un attacco negli adulti sono questi allergeni:

  1. Agenti biologici (polline di piante, piume e piume di uccelli, lana e fluidi biologici di animali, acari della polvere, spore fungine).
  2. Agenti fisici (aria fredda o calda).
  3. Agenti chimici (componenti di cosmetici, profumi e prodotti chimici per la casa, gas di scarico delle automobili, fumo di tabacco, medicinali, allergeni alimentari).

Durante l'infanzia, le allergie possono provocare non solo questi allergeni, ma anche il cibo. Soprattutto spesso le manifestazioni di allergie si verificano quando l'introduzione impropria di alimenti complementari. Ma, secondo le statistiche, il tipo allergico di asma è registrato nell'adolescenza, nella giovane età e nell'età adulta, e gli allergeni descritti sopra lo causano.

Tipicamente, questi agenti entrano nel corpo in uno dei 3 modi: attraverso la pelle, attraverso il tratto respiratorio superiore e attraverso la membrana mucosa del tratto gastrointestinale. Le prime due vie di ingresso sono considerate le più pericolose, poiché in questi casi l'allergene entra rapidamente nel flusso sanguigno e causa i sintomi della malattia.

Diagnosi della malattia

Durante il trattamento iniziale in un istituto medico, il medico conduce un sondaggio del paziente, che comprende la raccolta di reclami, l'anamnesi della malattia e della vita, così come l'anamnesi familiare e allergologica. Successivamente, lo specialista esegue l'ispezione dei sistemi, prestando particolare attenzione all'apparato respiratorio. A questo punto, possiamo parlare di fare una diagnosi preliminare, ma questo non è sufficiente per prescrivere la terapia - è anche necessario condurre altri studi che confermano le ipotesi del medico e aiutano a determinare la fase del processo patologico.

Gli studi strumentali e di laboratorio includono:

  1. Emocromo completo (contenuto elevato di eosinofili, che indica una reazione allergica).
  2. Analisi biochimica del sangue (aumento della concentrazione di seromucoidi, acido sialico e gamma globuline).
  3. Analisi dell'espettorato (contenuto di eosinofili elevato, cristalli di Charcot-Leiden sono rilevati, possono essere presenti anche spirali di Kourshman).
  4. ELISA (saggio immunoassorbente legato all'enzima) per il contenuto di immunoglobuline di classe E (aumentato più volte).
  5. Prove di scarificazione, test preliminare. Nel corso di questi studi, i possibili allergeni che hanno provocato un attacco (con un test positivo - rossore, gonfiore) vengono applicati sulla pelle.
  6. Radiografia del torace (di solito invariata, ma deve essere fatta per escludere altre malattie polmonari).
  7. La spirometria (diminuzione della capacità vitale polmonare, aumento della capacità funzionale residua, diminuzione del volume di riserva espiratoria e velocità media volumetrica diminuiscono).
  8. PF (diminuzione del PSV, aumenta la differenza tra il PSV del mattino e del pomeriggio).
  9. ECG (aumento della frequenza cardiaca, effettuato per escludere le malattie cardiache, causando mancanza di respiro).

Un certo numero di questi studi può determinare con precisione non solo il fatto della malattia, ma anche la gravità della malattia.

Ricorda che il trattamento deve essere prescritto solo dopo un esame completo.

Il processo di trattamento: farmaci farmacologici utilizzati per la malattia

Fino ad oggi, ha sviluppato un sacco di farmaci che possono fermare un attacco di questa malattia. Ci sono anche un certo numero di farmaci usati come terapia aggiuntiva (durante i periodi di assenza di crisi):

  1. M-holinoblokatory. Per il sollievo degli attacchi, vengono utilizzati inalatori tascabili con anticolinergici M (Atrovent, Spiriva): sono sicuri e possono essere usati dal paziente da soli. Nelle gravi malattie parossistiche vengono utilizzati iniettabili di questo gruppo: atropina solfato e ammonio. Tuttavia, hanno un gran numero di effetti collaterali, quindi vengono utilizzati solo in casi di emergenza.
  2. Cromoni. I preparativi di questo gruppo riducono la produzione di mastociti, che aiuta a ridurre la frequenza e l'intensità degli attacchi. Il vantaggio dei cromoni è che possono essere utilizzati per trattare la malattia allergica durante l'infanzia. I farmaci più usati sono Nedocromil, Intal, Kromglikat, Cromolin.
  3. Agenti anti-leucotrieni. Ridurre la produzione di leucotrieni, che si formano durante una reazione allergica. I farmaci in questo gruppo, principalmente compresse, sono prescritti senza esacerbazione della malattia. Applicare Formoterolo, Montelukast, Salmeterolo.
  4. Uso sistemico glucocorticoide. Nominato solo in caso di malattia grave, così come nel rilievo dello stato asmatico. L'effetto antinfiammatorio e antistaminico di questi farmaci è molto pronunciato, sono estremamente efficaci, perché ridurre significativamente la reattività del corpo ai vari allergeni. Nella pratica clinica, Metipred, Prednisolone, Hydrocortisone, Desametasone e inalanti sono più comunemente usati: Aldecina, Pulmicort.
  5. β2-agonisti. Il meccanismo d'azione dei farmaci di questo gruppo farmacologico si basa su un aumento della sensibilità del recettore all'adrenalina. Questo porta a un restringimento dei vasi sanguigni, riducendo il gonfiore e la secrezione di muco, nonché all'espansione del lume dei bronchi. Prodotto principalmente sotto forma di inalazione, farmaci più comunemente usati come Ventolin, Salbutamol, Seretid.
  6. Metilxantine. Questi farmaci attraverso successive reazioni chimiche inibiscono l'interazione tra actina e miosina - le proteine ​​muscolari, che portano al rilassamento della muscolatura liscia dei bronchi, riducono drasticamente anche la distruzione dei mastociti, che porta a un rilascio minore di mediatori dell'infiammazione. Applicare con attacchi gravi e stato asmatico. Preparazioni del gruppo delle metilxantine: Eufillin, Teofillina, Teotard.
  7. Espettoranti. Durante un attacco, una grande quantità di muco viscoso si accumula nei bronchi, che ostruisce il lume delle vie aeree, aggravando le condizioni generali del paziente. Per espettorare meglio, prescrivere tali farmaci: Lasolvan, ACC, Bromhexin, Solvil.
  8. Antistaminici. Si uniscono ai recettori delle cellule, rendendoli meno sensibili all'istamina, il principale mediatore di una reazione allergica. Di conseguenza, le manifestazioni cliniche della malattia sono ridotte. Usa queste droghe sistematicamente, soprattutto se non puoi evitare il contatto con l'allergene. Oggi, Zodac, Tsetrin, Eden, Loratadine sono più spesso utilizzati.

Devo seguire una dieta?

Poiché un allergene può essere qualsiasi fattore, un prodotto alimentare può provocare una esacerbazione della malattia. Pertanto, i medici raccomandano che i pazienti con questa patologia limitino i cibi ad alto allergene. Questi includono:

Allergeni frequenti per l'uomo

È anche necessario abbandonare alcol, spezie, caffè, cibi grassi e fritti. In aggiunta a quanto sopra, è meglio limitare l'assunzione di sale - i nutrizionisti raccomandano di aggiungere al cibo non più di 6 g di sale al giorno.

Stile di vita della malattia

È anche necessario assicurarsi che il più possibile per limitare il contatto con l'allergene, si consiglia di essere più spesso all'aria aperta, di sottoporsi a regolari esami medici e anche di abbandonare cattive abitudini. Il trattamento sanitario e l'indurimento saranno benefici.

Inoltre, è necessario eliminare o ridurre al minimo le situazioni stressanti nella vita di tutti i giorni, poiché questo fattore causa spesso esacerbazioni. Se si eseguono queste raccomandazioni in concomitanza con il trattamento prescritto, è possibile ottenere un risultato eccellente e trasferire la malattia in remissione.

Possibili complicazioni della malattia

Un prolungato decorso di asma con un componente allergico può portare a complicazioni quali stato asmatico, enfisema polmonare, insufficienza cardiaca e respiratoria, pneumotorace chiuso, atelettasia, pneumomediastino.

La maggior parte di queste condizioni può essere una minaccia per la vita e la salute umana, alcune delle quali portano alla disabilità del paziente. Ecco perché, gli esperti insistono sul trattamento tempestivo della popolazione nelle istituzioni mediche.

Metodi tradizionali di trattamento

Ci sono molti rimedi popolari che sono efficaci per il trattamento:

  1. È necessario prendere 800 g di aglio tritato, metterlo in un barattolo e versarvi dell'acqua, lasciare per 1 mese in un luogo buio. Prendi 1 cucchiaino. 20-30 minuti prima dei pasti, entro 6-8 mesi.
  2. Lo zenzero secco (400-500 g) deve essere schiacciato con un macinino da caffè, versare 1 l di alcool, insistere per 7-10 giorni. Quindi, si consiglia la tintura risultante per filtrare e bere 1 cucchiaino. 2-3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 90 giorni.
  3. Propoli e alcol in un rapporto di 1: 5 mix, insistere per 5-7 giorni. Bevi questo attrezzo con il latte, 25 gocce 2-3 volte al giorno (prima dei pasti).

Nonostante il fatto che ci siano molti trattamenti a base di erbe, i medici dicono che la fitoterapia è controindicata nei pazienti, in quanto può aggravare la condizione umana.

conclusione

La malattia è considerata una patologia cronica e grave non solo del sistema respiratorio, ma anche dell'intero organismo. Tuttavia, questa diagnosi non è una frase! Tutte le forze del medico e del paziente dovrebbero essere dirette a raggiungere il massimo effetto nel trattamento della malattia. Se si rivolge a uno specialista in tempo, condurrà gli esami necessari e prescriverà un trattamento efficace che renderà gli attacchi della malattia meno frequenti e intensi.

ASC Doctor - Sito Web su Pulmonology

Malattie polmonari, sintomi e trattamento degli organi respiratori.

Asma bronchiale atopico: diagnosi

La diagnosi di asma bronchiale atopica è un processo piuttosto lungo. Include i seguenti componenti:

  • raccogliere i reclami, i sintomi, la storia (la storia) della vita e le malattie del paziente;
  • valutazione strumentale della pervietà bronchiale, la conclusione sulla presenza di ostruzione bronchiale reversibile;
  • esame allergologico specifico;
  • esclusione dei sintomi di altre malattie.

Nel raccogliere la storia, è necessario scoprire le cause dell'insorgenza e della scomparsa dei sintomi della malattia, la loro durata, la presenza di altre malattie allergiche nel paziente e nei suoi parenti.
I sintomi dell'asma bronchiale durante una esacerbazione del processo atopico o al contatto con un allergene sono tipici. Questo è mancanza di respiro con difficoltà di espirazione (espiratorio), tosse secca, respiro affannoso. Quando si ascolta un paziente sullo sfondo di un respiro irregolarmente indebolito, i rantoli sibilanti sono determinati, il suono della percussione è un suono tinto di scatola (un segno di maggiore ariosità dei polmoni). Spesso questi sintomi sono peggiori di notte o al mattino.
Esacerbazioni di asma bronchiale atopica sono provocate dal contatto con l'allergene, che lo distingue da altre varianti patogenetiche.

Lo studio della pervietà bronchiale

I sintomi del broncospasmo e la sua reversibilità nell'asma bronchiale atopico devono essere confermati utilizzando tecniche diagnostiche strumentali. La funzione respiratoria viene valutata utilizzando due metodi: misurazione del flusso di picco e spirometria.

Come viene condotta la misurazione del flusso massimo

La misurazione del flusso di colore è la determinazione della velocità di flusso espiratoria massima (picco) (PSV). Deve essere eseguito in pazienti di età compresa tra 5 anni al mattino e alla sera. La massima velocità espiratoria mostra quanto sono ristretti i bronchi del paziente: maggiore è la velocità, migliore è la pervietà bronchiale.
Analizzando il PSV minimo, massimo al giorno, le sue fluttuazioni, calcola la cifra media per due settimane. È usato per giudicare il decorso dell'asma atopico e il grado di controllo su di esso, in altre parole, l'efficacia del trattamento.
La spirometria aiuta anche a valutare la funzione respiratoria. Viene eseguito con l'ausilio di uno spirografo nella clinica o nell'ospedale e fornisce informazioni più dettagliate rispetto al flusso massimo. Questo metodo di diagnosi viene utilizzato nei pazienti a partire dall'età prescolare, poiché è molto importante seguire le istruzioni dello staff medico durante la sua implementazione.
Durante la remissione dell'asma atopico, fuori dal contatto con l'allergene, i livelli di PSV e spirometria possono essere normali. Tuttavia, questo non esclude la diagnosi. Se si ottiene un risultato negativo, è necessario cancellare tutti i broncodilatatori e dopo un po 'ripetere la diagnosi.
Se un paziente ha un'ostruzione bronchiale secondo i dati spirometrici, gli vengono prescritti campioni con broncodilatatori, a conferma della reversibilità del broncospasmo.

Diagnosi allergologica dell'asma atopico

La determinazione di una maggiore reattività nei confronti degli allergeni viene effettuata nella sala allergica. Allo stesso tempo utilizzare set speciali di reagenti - i cosiddetti pannelli. Ogni pannello include diversi allergeni.

Test di allergia cutanea sull'avambraccio

L'esame viene effettuato solo durante il cedimento dei sintomi atopici. Gli allergeni vengono introdotti per via intracutanea usando un prick-test (iniezione) o scarificazione (scratching). Quindi, viene valutata la reazione cutanea che si verifica intorno a ciascun allergene introdotto. Quindi viene rilevato un allergene causa-significativa.
I test allergologici sono molto importanti nella diagnosi dell'asma atopico, ma questo non è un criterio assoluto della malattia. I seguenti fattori modificano la precisione dell'analisi:

  • età inferiore a 5 anni o superiore a 60 anni;
  • emodialisi cronica per insufficienza renale;
  • dermografismo pronunciato (reazione vascolare cutanea al tatto, danno);
  • malattie della pelle e altri.

I test cutanei allergici sono controindicati nelle seguenti situazioni:

  • esacerbazione dei sintomi di allergie o asma atopico;
  • infezioni acute;
  • la tubercolosi;
  • esacerbazione di malattie del sistema nervoso;
  • grave malattia dei reni, del fegato, del cuore e del sangue;
  • precedente shock anafilattico su uno degli allergeni testati;
  • gravidanza e allattamento.

La diagnosi di patologia atopica spesso non viene mostrata nelle seguenti situazioni:

  • età fino a 3 anni;
  • somministrazione simultanea di glucocorticoidi, antistaminici, psicofarmaci;
  • subito dopo i sintomi di una reazione allergica.

Se i test cutanei non possono essere eseguiti o sono controindicati, vengono utilizzati i seguenti metodi per diagnosticare un processo atopico:

  • determinazione della concentrazione di anticorpi specifici per allergeni - reagine (IgE) nel sangue, che consente di stabilire la causa esatta della malattia; l'analisi totale delle IgE non porta alcuna informazione;
  • test provocatori - nasali e congiuntivali; sono effettuati da un allergologo in caso di sensibilizzazione a vari fattori atopici (allergeni) e la necessità di scegliere uno di loro per condurre l'immunoterapia allergene-specifica.

Ulteriori ricerche

Per escludere altre malattie simili al processo atopico, i seguenti esami sono prescritti per la loro diagnosi:

  • radiografia dei polmoni;
  • terapia anti-asma di prova;
  • esame citologico dell'espettorato per rilevare eosinofili e spirali di Kurshman - "calchi" dei piccoli bronchi;
  • la broncofonografia computerizzata viene utilizzata nei bambini piccoli per rilevare l'ostruzione bronchiale basata sull'analisi dei rumori respiratori;
  • broncoscopia per escludere il cancro e altre malattie dei bronchi;
  • tomografia computerizzata del torace;
  • consultazione del gastroenterologo e dell'otorinolaringoiatra.

Diagnosi differenziale dell'asma atopico

Se un paziente non ha sintomi di ostruzione bronchiale, l'asma atopico è differenziato con le seguenti malattie:

  • malattia polmonare ostruttiva cronica;
  • aspergillosi allergica o alveolite;
  • tratto respiratorio del corpo estraneo;
  • sindrome carcinoide;
  • fibrosi cistica;
  • bronchiectasie;
  • tumore bronchiale;
  • malattia da reflusso gastroesofageo;
  • insufficienza cardiaca;
  • intolleranza a determinati farmaci (ACE inibitori);
  • fibrosi polmonare, anche causata dall'assunzione di alcuni farmaci (cordaron).

Durante un attacco, l'asma atopico deve essere differenziato con le seguenti condizioni:

  • malattia infettiva acuta dei bronchi o dei polmoni;
  • edema polmonare;
  • aspirazione (inalazione) di un corpo estraneo;
  • violazione della pervietà delle vie respiratorie superiori (ad esempio, stenosi laringea);
  • sindrome da iperventilazione;
  • embolia polmonare;
  • pneumotorace.

Senza la diagnosi corretta e la diagnosi differenziale, è impossibile prescrivere una terapia efficace. Pertanto, gli esami diagnostici nel processo atopico a volte durano a lungo fino a quando il medico non è sicuro dell'accuratezza delle sue ipotesi. È necessario trattare questo processo se necessario, prepararsi adeguatamente alla ricerca, eseguire tutti gli appuntamenti. Un promemoria per i pazienti con questa forma di malattia può essere trovato qui.

Analisi allergologica (video)

Questo video descrive le cause delle allergie e come diagnosticarlo. Per molti aspetti questo vale anche per l'asma bronchiale atopico.

Asma bronchiale atopico

L'asma bronchiale atopico è una lesione cronica non infettiva-allergica del tratto respiratorio che si sviluppa sotto l'influenza di allergeni esterni sullo sfondo di una propensione geneticamente determinata per l'atopia. Manifestata da episodi di esordio improvviso di soffocamento, tosse con espettorato espettorato viscoso. Nella diagnosi di asma bronchiale atopica, vengono valutate la storia dei test allergologici, degli studi clinici e immunologici sul sangue e sul lavaggio broncoalveolare. Nell'asma bronchiale atopico viene prescritta una dieta, terapia antinfiammatoria, desensibilizzazione, broncodilatatore ed espettoranti, desensibilizzazione specifica.

Asma bronchiale atopico

L'asma bronchiale atopico è una patologia bronco-ostruttiva allergica con decorso cronico e la presenza di una predisposizione ereditaria alla sensibilizzazione. Si basa sulla maggiore sensibilità dei bronchi a vari exoallergeni non infettivi che entrano nel corpo con aria e cibo inalata. L'asma bronchiale atopico è una manifestazione molto grave di allergia, la sua prevalenza è del 4-8% (5% tra gli adulti e 10-15% tra i bambini). Negli ultimi anni c'è stato un progressivo aumento dell'incidenza di questa variante dell'asma nella pneumologia pratica. L'asma bronchiale atopico in più della metà dei pazienti si manifesta già nell'infanzia (fino a 10 anni), in un terzo dei casi nel periodo fino a 40 anni. L'asma nei bambini è principalmente di natura atopica, spesso colpisce i ragazzi.

motivi

L'asma bronchiale atopico è una patologia eziologica che si sviluppa con una confluenza di determinate cause interne ed esterne. Grande importanza viene data alla tendenza ereditaria alle manifestazioni allergiche (aumento della produzione di IgE) e iperreattività bronchiale. Più del 40% dei casi, la malattia è registrata come familiare e la tendenza all'atopia è 5 volte più probabilità di essere trasmessa attraverso la linea materna. Nell'asma atopico, l'incidenza di altre forme familiari di allergia è 3-4 volte superiore. La presenza dell'apotipo A10 B27 del paziente e del gruppo sanguigno 0 (I) sono fattori di rischio per lo sviluppo dell'asma atopico.

I principali fattori esterni responsabili dell'attuazione di una predisposizione all'asma bronchiale atopico sono gli esoallergeni non infettivi (sostanze di origine vegetale e animale, domestici, allergeni alimentari). La polvere domestica e di biblioteca ha il potenziale sensibilizzante più pronunciato; lana e prodotti di scarto di animali domestici; uccelli di piume; cibo per pesci; polline delle piante; prodotti alimentari (agrumi, fragola, cioccolato). A seconda della causa principale, si distinguono vari tipi di asma bronchiale allergico: polvere (domestica), polline (stagionale), epidermica, fungina, cibo (nutritivo). Nella fase iniziale dell'asma, si verifica una variante patogenetica, ma in seguito altri potrebbero aderire.

Fattori di rischio:

Le riacutizzazioni di asma contribuiscono a:

  • SARS
  • fumo, fumo, emissioni industriali,
  • odori chimici duri
  • differenza di temperatura significativa
  • assunzione di farmaci

Lo sviluppo della sensibilizzazione infantile precoce è provocato da:

Il primo di solito si manifesta con sensibilizzazione alimentare, quindi cutanea e respiratoria.

patogenesi

La formazione di reazioni asmatiche coinvolge meccanismi immuni e non immuni, in cui sono coinvolti vari elementi cellulari: leucociti eosinofili, mastociti, basofili, macrofagi, linfociti T, fibroblasti, cellule dell'epitelio e dell'endotelio, ecc. Il tipo di asma è caratterizzato da reazioni allergiche di tipo I (anafilattico) ).

Nella fase immunologica, lo sviluppo della sensibilizzazione dell'organismo al primo allergene si verifica a causa della sintesi di IgE e IgG4 e della loro fissazione sulla membrana esterna delle cellule bersaglio. Nella fase patochimica, il contatto ripetuto dell'allergene con le cellule bersaglio scatena un forte rilascio di vari mediatori dell'infiammazione - istamina, citochine, chemochine, leucotrieni, fattori attivanti piastrinici, ecc. Si sviluppa una reazione asmatica precoce (da 1-2 minuti a 2 ore dopo l'esposizione all'allergene ) sotto forma di sindrome bronco-ostruttiva con edema della mucosa bronchiale, spasmo della muscolatura liscia, aumento della secrezione di muco viscoso (fase fisiopatologica). Il broncospasmo porta alla limitazione del flusso d'aria nelle parti inferiori del tratto respiratorio e ad un temporaneo deterioramento della ventilazione dei polmoni.

Una reazione tardiva asmatica è accompagnata da cambiamenti infiammatori nella parete bronchiale - infiltrazione eosinofila della mucosa e dello strato sottomucoso, desquamazione delle cellule epiteliali ciliate, iperplasia delle cellule caliciformi, proliferazione e ializzazione della membrana basale. Anche con la remissione persistente dell'asma, l'infiammazione cronica viene mantenuta nella parete dei bronchi. Con un lungo ciclo di asma bronchiale atopico, si forma l'irreversibilità dei cambiamenti con la scleroterapia della parete bronchiale. Fuori dall'attacco e con cambiamenti di rotta non complicati nei polmoni non sono osservati.

I sintomi dell'asma atopico

Nei bambini, le prime manifestazioni respiratorie di allergia, correlate a predastme, possono essere osservate già nel secondo o terzo anno di vita. I sintomi asmatici tipici compaiono più tardi, all'età di 3-5 anni. I sintomi patognomonici dell'asma bronchiale atopico sono attacchi improvvisi di soffocamento ostruttivo, che si sviluppano rapidamente sullo sfondo di una buona salute. Un attacco asmatico può essere preceduto da congestione nasale e prurito, starnuti, secrezione nasale liquida, mal di gola, tosse secca. L'attacco termina rapidamente spontaneamente o dopo l'esposizione al farmaco, culminando con lo scarico di muco mucoso viscoso. Nel periodo interictale, le manifestazioni cliniche della malattia sono generalmente minime.

La forma più comune di asma atopico si manifesta chiaramente nel periodo di riscaldamento a causa della maggiore polverosità nei locali ed è caratterizzata dall'effetto di eliminazione - arresto delle convulsioni quando si esce da casa e si riprende al ritorno. L'asma epidermico si manifesta attraverso il contatto con gli animali, a partire dalla sindrome allergica del rinocongiuntivite. L'asma stagionale si verifica con esacerbazioni durante il periodo di fioritura di erbe, arbusti e alberi (primavera-estate), funghi - durante la sporulazione dei funghi (stagionalmente o per tutto l'anno) con sollievo temporaneo dopo la nevicata e intolleranza ai prodotti contenenti lievito.

L'esacerbazione dell'asma bronchiale allergico si manifesta con attacchi di varia intensità. In caso di contatto prolungato con un'alta concentrazione di allergeni, si può sviluppare uno stato asmatico con attacchi asmatici gravi alternati per un giorno o più, con dolorosa mancanza di respiro, aggravata da qualsiasi movimento. Il paziente è eccitato, costretto a sedersi oa sedersi a metà seduta. La respirazione si verifica a causa di tutti i muscoli ausiliari, cianosi delle mucose, si nota acrocianosi. Si può notare resistenza ai farmaci anti-asma.

complicazioni

I cambiamenti funzionali che si sviluppano durante attacchi gravi (ipossiemia, ipercapnia, ipovolemia, ipotensione, acidosi respiratoria scompensata, ecc.) Rappresentano una minaccia per la vita del paziente a causa del rischio di asfissia, grave aritmia, coma, arresto respiratorio e circolazione. Le complicazioni polmonari dell'asma bronchiale atopico possono essere infezioni batteriche del tratto respiratorio, enfisema e atelettasia dei polmoni, pneumotorace, insufficienza respiratoria; extrapolmonare - insufficienza cardiaca, cuore polmonare.

diagnostica

La diagnosi di asma atopica comprende un esame, una valutazione della storia allergica (stagionalità della malattia, natura degli attacchi), risultati di test allergici diagnostici (scarificazione della pelle e provocazione per inalazione), esami del sangue clinici e immunologici, analisi dell'espettorato e acqua di lavaggio bronchiale. I pazienti con asma bronchiale atopica presentano complicanze ereditarie dovute ad atopia e / o allergie extrapolmonari (diatesi essudativa, eczema, rinite allergica, ecc.).

Gli skin test ti permettono di identificare i potenziali allergeni; test di inalazione con istamina, metacolina, acetilcolina - iperreattività parossistica dei bronchi. La natura allergica dell'asma è confermata da eosinofilia e alto titolo di IgE totali e specifiche nel siero. I dati del lavaggio broncoalveolare determinano il cambiamento nella composizione cellulare dell'espettorato (eosinofilia, la presenza di elementi specifici - spirali di Kurshman, cristalli di Charcot - Leiden).

La diagnosi di sensibilizzazione alimentare nell'asma atopico include la conservazione di un diario alimentare, l'esecuzione di diete di eliminazione e la fame terapeutica diagnostica differenziale; test provocatori con prodotti; test cutanei con allergeni alimentari; determinazione di Ig specifiche nel siero. Le difficoltà nel chiarire la natura polverosa delle allergie sono associate alla complessa composizione antigenica della polvere. L'asma bronchiale atopico è importante per distinguere dalla bronchite ostruttiva, altre opzioni per l'asma.

Trattamento dell'asma atopico

La gestione dei pazienti con asma bronchiale atopica viene effettuata da un pneumologo specialista e un immunologo allergologo. Una condizione necessaria per il trattamento è l'eliminazione o la limitazione degli esoallergeni (l'abbandono di tappeti, mobili imbottiti e lettiere di piuma d'oca, animali domestici, fumo), pulizia frequente con acqua, aderenza a una dieta ipoallergenica, ecc., Nonché autocontrollo da parte del paziente.

La terapia farmacologica per l'asma atopico comprende farmaci desensibilizzanti e antinfiammatori (cromolyn-sodio, corticosteroidi). I broncodilatatori sono usati per alleviare gli attacchi acuti di asma. In caso di asma bronchiale, viene data preferenza alle forme di steroidi inalate, utilizzate sotto forma di inalatori di aerosol a dosaggio controllato o terapia con nebulizzatori. Per migliorare la pervietà dei bronchi, vengono mostrati i farmaci espettoranti.

Nell'asma lieve, la somministrazione sintomatica di broncodilatatori a breve durata d'azione (per via orale o per inalazione) è sufficiente, nei casi gravi è indicato l'uso quotidiano di farmaci antinfiammatori o corticosteroidi inalatori; broncodilatatori prolungati. In stato asmatico sono prescritte la terapia di reidratazione, la correzione delle alterazioni microcircolatorie e l'acidosi, l'ossigenoterapia, se necessario, la ventilazione meccanica, il lavaggio broncoalveolare e l'analgesia epidurale a lungo termine. Nell'asma bronchiale atopico si possono usare plasmaferesi ed emosferimento; per aggravamento - desensibilizzazione specifica, immunocorrection, terapia fisica, agopuntura, fisioterapia, speleoterapia, cure sanatorie-resort.

Prognosi e prevenzione

La prognosi dell'asma atopico dipende dalla gravità dell'ostruzione e dallo sviluppo delle complicanze; nei casi più gravi è possibile la morte per arresto respiratorio e circolazione del sangue. La prevenzione di questa variante dell'asma consiste nell'eliminare i rischi per la salute, le fonti domestiche di allergie, l'essiccazione e il trattamento fungicida delle stanze umide, seguendo una dieta ipoallergenica, cambiando la zona climatica durante il periodo di fioritura delle piante.

Per Ulteriori Informazioni Sui Tipi Di Allergie